Crea sito

La Medicina Marziale: all’Hotel California

Jade Helm 16 sta per vivere con il personale medico nei campi di medicina marziale (parte 2) 

di Dave Hodges 

Lettura consigliata prima di leggere questo articolo:   

L’idea che un campo FEMA di medicina marziale tratterà dal punto di vista medico i pazienti in carcere è un errore. Non c’è assolutamente alcuna prova che questi campi di detenzione involontaria non siano altro che campi di sterminio! 

Sulla base di oltre 5 anni di ricerche sull’argomento generale dei campi FEMA della legge marziale medica, il CSS è giunto alla conclusione che la legge medica marziale è stata implementata in Texas sotto forma di personale per queste strutture che ospiterà cittadini involontari, entrambi infettati dal Coronavirus e che sarebbero considerati imprigionati con false pretese. Il secondo gruppo, il CSS sostiene che sono prigionieri politici descritti come vittime infette senza veri e propri sintomi di coronavirus. La ragione di questa convinzione si basa sulle seguenti deboli ragioni associate al parto forzato:

Prima che uno possa “legalmente” trasportare pazienti presumibilmente infetti in “campi di sterminio” e attendere l’inevitabile, il pubblico deve essere rassicurato sul rispetto dello stato di diritto. Quando colpisce Ebola, i cambiamenti nella gestione dei pazienti con Ebola sono già stati pianificati attraverso una serie di azioni legali, la maggior parte delle quali sono ordini esecutivi. Ad esempio, l’Ordine esecutivo, intitolato Elenco rivisto delle malattie trasmissibili in quarantena, modifica l’ordine esecutivo 13295, approvato da George W. Bush nell’aprile del 2003, che consente “l’apprensione, la detenzione o il rilascio condizionale di persone” e Ebola, o il Coronavirus è menzionato in modo specifico. L’ordine esecutivo di Obama, intitolato Elencorivisto delle malattie trasmissibili in quarantena, modifica l’ordineesecutivo 13295 di Bush, che consente, “apprensione, detenzione o rilascio condizionale di persone per impedire l’introduzione, la trasmissione o la diffusione di sospette malattie trasmissibili.” Anche se il presidente Bush ha specificamente menzionato l’Ebola come una malattia che consentirebbe alle autorità di utilizzare le quarantene forzate, lo stesso vale per i sospetti casi di Coronavirus. Obama porta questa parte dell’Ordine esecutivo a un livello completamente nuovo. Obama ha concesso alla sua amministrazione l’autorità per trattenere, in qualsiasi modo ritenuto necessario, qualsiasi persona che manifesti qualsiasi grado di difficoltà respiratoria. Ciò significa che le persone con asma non infettivo potrebbero essere detenute.

Questi sono motivi estremamente deboli di detenzione e di essere trasformati in un campo di medicina marziale medica. Nel paragrafo precedente, è stato osservato che non esiste nemmeno un’organizzazione in grado di applicare cure mediche.

Qualcun altro trova inquietante che il trasporto di persone molto malate venga condotto e il punto finale sia privo di organizzazioni e / o strutture di trattamento medico? 

Questi campi sono campi di sterminio. Non vi è alcuna briciola di prove del fatto che questi campi siano destinati a curare o persino a mettere a proprio agio persone che contrarranno l’Ebola o il Coronavirus. La cosa più inquietante è che questi campi saranno campi di sterminio per persone relativamente sane. Se sei una persona abbastanza sfortunata da scoprire di avere l’asma o semplicemente di soffrire temporaneamente di congestione nei polmoni di allergie o di un semplice raffreddore, potresti ritrovarti in uno dei servizi di ambulanza approvati dal governo federale (autobus, treno, aereo) che si dirige verso la destinazione finale.  

Jade Helm 16 – Conversioni HEB e Walmart 

Dalle mie conversazioni con un addetto ai lavori (agente federale senior delle forze dell’ordine), ho appreso che è in corso quanto segue in Texas e segna l’attivazione di Jade Helm 16.

Il servizio del Federal Marshall ha offerto alle forze dell’ordine locali $ 50 l’ora per garantire la sicurezza del negozio HEB chiuso e dei Walmarts chiusi. I negozi sono attualmente liberi e si trovano a Dallas, San Antonio e Austin. Tutte e tre le città sono “città blu”, che significa democratica.

Se questo ti prende alla sprovvista e ti stai chiedendo perché un negozio vuoto abbia bisogno di sicurezza, è ovvio che i negozi non rimarranno vuoti a lungo. Inoltre, il CSS ha appreso che Allied Signal fornisce sicurezza anche a questi negozi. Se i negozi non resteranno vuoti, chi alloggerà in questi negozi ora vuoti?

La descrizione delle attività pianificate per questi negozi corrisponde a ciò che Celeste Solom e io abbiamo detto riguardo ai campi FEMA di Medical Martial Law. Mi dispiace per le persone che finiranno in quarantena in queste strutture perché il documento guida per questo processo, EFS # 8, non mostra nessun gruppo partecipante che offre cure mediche. In altre parole, si tratta di campi di sterminio e le persone che entrano hanno una probabilità molto bassa di rimanere in vita. 

Benvenuto all’Hotel California dove puoi fare il check-out ma non puoi mai andartene.

Ci sono altre storie importanti sul Coronavirus e su ciò che sta realmente accadendo e tratteremo questi eventi qui sul CSS.

Il tempo che non hai mai avuto oggi ce l’hai

 

Visto che siete in casa e di tempo ne avete, vista la quarantena imposta, consiglio di guardarvi in piena libertà questo video sotto esposto, per carità nulla di cui questo blog ne abbia già parlato in dieci anni di attività, ma questo video raccoglie tutto, a partire dalla religione, fino ad arrivare a ogggi, manca solo il #CORONAVIRUS, l’astuta arma per condizionare e obnubilare il cervello, con la paura della morte, paura che insita in tutti gli esseri viventi e non per niente peregrina visto che si muore veramente per questa epidemia, oggi pandemia, pandemia che nei decenni e secoli scorsi si è sempre verificata, falciando migliaia di vite, come le guerre che si sono succedute fin dagli albori della storia umana.

Buona visione 

 

®wld

Più grande della caduta dell’Impero Romano e la caduta di Atlantide

Informazione su Atlantide attualmente JERRYE AND ROY KLOTZ MD Wikimedia Commons 

Il Tonificante per il mondo – Crollo sistemico

Gli anni ’50 furono il punto di svolta, il momento in cui si sarebbe potuto ancora fare qualcosa sulle questioni importanti che l’umanità e il pianeta avevano di fronte. Il periodo tra la seconda guerra mondiale e l’inizio degli anni ’60 è stato quando le principali decisioni prese dai principali responsabili delle politiche di potere per sviluppare e promuovere la tecnologia dei missili balistici, armi nucleari, tecnologia satellitare orbitale, computer elettronici, cultura televisiva di Hollywood, agricoltura industriale, medicina industriale, ingegneria e ricerca genetica, produzione automobilistica globale di massa, industria dell’aviazione civile, industria degli alimenti a rapida preparazione, distruzione della famiglia tradizionale, industria delle materie plastiche, impianti di generazione di energia elettrica a propulsione nucleare, massiccia dollariizzazione dell’economia globale e molto altro. Tutte queste decisioni politiche hanno avuto effetti importanti e negativi che stanno venendo a buon fine ora.

Il risultato di tutto ciò è che ora siamo una specie e un pianeta in terribili guai – economicamente, socialmente, ecologicamente, agricolo, nutrizionale, medico, mentale, geneticamente, spiritualmente, militarmente, ecc. Quanto è terribile la situazione? È così grave che il sistema globale è sull’orlo di un imminente, catastrofico fallimento con implicazioni estremamente terribili praticamente per ogni uomo, donna e bambino nel mondo.

Te lo sto dicendo convintamente. Questa è la mia valutazione personale della nostra situazione.

Ma se desideri una seconda opinione da una figura “autorevole”, che ne dici di una dichiarazione schietta proprio il mese scorso, da Herman Gref, membro del consiglio del World Economic Forum, e dal CEO e presidente di Sberbank, una grande banca russa:

“Dovremmo prepararci per il collasso dell’ordine mondiale esistente. Sarà molto doloroso.”   https://tass.com/top-officials/1043741

Herman Gref dovrebbe saperlo.Sberbank è una grande banca, e sono sicuro che sia collegato all’alta finanza come chiunque altro al mondo.

La semplice traduzione inglese delle sue osservazioni è che la Federal Reserve Note (FRN) sta per crollare e ci sarà l’inferno da pagare quando ciò accadrà. “L’ordine mondiale esistente” significa: l’attuale sistema di finanza e pagamenti internazionali basato sulla USSA Federal Reserve Note come valuta di riserva globale. Sta per finire. Quando gli oggetti di scena vengono espulsi da sotto la FRN vedrai cose che non avresti mai immaginato fossero possibili.

Per favore, non cadere in preda al pregiudizio della normalità e presumere che le cose saranno sempre come le hai conosciute, perché NON LO SARANNO. Ci stiamo rapidamente avvicinando a un enorme punto di flesso storico, più grande della caduta dell’Impero Romano. Se le armi nucleari volano? – oh, beh – buona notte, ai suonatori! Un sacco di persone e infrastrutture si saluteranno, molto violentemente e molto ipersonicamente. 

L’epidemia di coronavirus cinese fa parte di questo scenario

Siamo in un grande punto di svolta storico, nelle questioni umane. Le cifre della mortalità per quello che succede dopo? – Non voglio nemmeno pensarci. Fame, malattie, acqua imbevibile o assente, terremoti, tsunami, pestilenza, avvelenamento da radiazioni, guerre, maramaglia infuriata, povertà terminale, collasso ecologico, ondate di calore mortali, ondate di freddo mortali, fallimento del sistema bancario, fallimento dei governi, fallimenti delle colture, siccità, ecc. abbatteranno molte persone.

Le cose non possono andare avanti più a lungo come sono state, e quindi non lo faranno.

Dick Allgire, uno dei migliori visualizzatori remoti al mondo, ha recentemente rilasciato una breve dichiarazione sulla situazione del virus Corona:  

https://www.youtube.com/watch?v=SbnOE54_62w

Controlla al minuto da 4:04 a 4:20. Vai alla sua pagina di Patreon, se vuoi, ma il breve messaggio “libero” di Dick Allgire è che l’impatto economico del virus Corona sarà “oltremodo”. 

Oltre dire.

Non ho intenzione di discutere con lui.

Questo sembra essere il “reset” globale di cui così tante persone hanno parlato e scritto negli ultimi anni. Potrebbe rivelarsi assolutamente vizioso, e nemmeno in un lontano futuro.

Ciò che accade in Cina non rimarrà in Cina.

Questo è gestito da un livello meta-politico, da un livello meta-nazionale, e comunque non ci sono “paesi” – solo entità aziendali. Il sistema globale è aziendale e lo è stato per molto tempo. La maggior parte delle “nazioni” sono filiali aziendali e non entità “sovrane”. Seguono il piano del gioco o la sceneggiatura dettata loro dai loro padroni aziendali. Il combattimento pubblico e politico dei parlamenti e dei presidenti è per lo più, uno spettacolo di burattini politici Punch e Judy per occupare inutilmente il tempo, l’attenzione e l’energia delle classi di schiavi e farli correre senza speranza in circoli politici creati artificialmente, secolo dopo secolo.

Alcuni dei principali attori di questo caos di Coronavirus? – da quello che posso vedere includono il Forum economico mondiale, l’OMS, la Fondazione Bill e Melinda Gates, forse la BRI in Svizzera e altri. Questa non è una semplice operazione.

Non mi sorprenderebbe se questa operazione alla fine si esaurisse dalla Svizzera (ma non dal governo svizzero, di per sé).

Questo è per tutti i marmi, per il dominio e il controllo spietato e planetario.

L’industria cinese si è chiusa

Lo scopo di ciò che sta accadendo sta cambiando il mondo. Leggi il seguente articolo, ad esempio: 

https://www.zerohedge.com/economics/terrifying-charts-show-chinas-economy-remains-completely-paralyzed

La Cina, la fabbrica globale che esporta tutto in tutto il mondo, ha effettivamente chiuso. Se ciò persiste ancora per molto, ci saranno sbalorditivi terremoti socio-economici-politici, sia in Cina che altrove.

A parte il virus stesso, gli effetti economici, sociali e politici secondari e terziari saranno FUORI DIAGRAMMI. La Cina è la fabbrica mondiale, quindi l’economia globale sarà martellata molto, molto duramente.

Questo deve essere il “reset” di cui tutti hanno parlato negli ultimi anni. Non è carino. Se continua, ucciderà e / o impoverirà un grandissimo numero di persone, rovesciando definitivamente molti governi e grandi industrie.

Dai un’occhiata al grafico della diffusione globale del virus CoViD-19. Fai clic sul collegamento ipertestuale e osserva quella curva del bastone da hockey che si sta piegando bruscamente verso l’alto.

Se questa crisi globale continua e peggiora, l’intero sistema mondiale crollerà e sarà duro prima che finisca l’anno. Questa è roba grande, come la caduta dell’Impero romano e la caduta di Atlantide.

I prossimi 40 giorni saranno determinanti per tante cose. Se la Cina non tornerà a lavorare in modo rilevante in quel lasso di tempo e la diffusione del virus rimarrà esponenziale, allora la vita come la conosciamo ci saluterà.

Le banche falliranno, il dollaro crollerà, i confini nazionali si chiuderanno, ci sarà la legge marziale in molti luoghi, la disoccupazione e la povertà saliranno alle stelle, le principali industrie chiuderanno, milioni di imprese falliranno.

E quello sarà solo l’inizio.

Conserva un po’ di cibo e acqua se puoi.

Fonte: https://eventhorizonchronicle.blogspot.com/

************************** 

®wld

Killer Robots: ancora nessuna legge internazionale ne governa l’uso

Foto: Boeing

I tecnocrati dei militari di tutto il mondo sono impegnati in una corsa agli armamenti per sviluppare robot killer completamente autonomi. I sostenitori affermano che renderà la guerra più efficiente e tuttavia più “umana” perché un numero inferiore di persone verrebbe ucciso.

Questo è un pensiero folle. Il rischio di uso improprio da parte di governo canaglia e autoritario e terroristi è del 100 percento. Tuttavia, i tecnocrati inventano perché possono, non perché vi è una dimostrata necessità di farlo. ⁃ Editor TN

I paesi stanno rapidamente sviluppando “robot killer” – macchine con intelligenza artificiale (AI) che uccidono in modo indipendente – ma si stanno muovendo a passo di lumaca concordando regole globali sul loro uso nelle guerre future, avvertendo gli esperti di tecnologia e diritti umani.

Da droni e missili a carri armati e sottomarini, i sistemi di armi semi-autonomi sono stati usati per decenni per eliminare gli obiettivi nella guerra moderna – ma tutti hanno la supervisione umana.

Drammatizzazione / Simulazione

Nazioni come gli Stati Uniti, la Russia e Israele stanno ora investendo nello sviluppo di sistemi letali di armi autonome (LAWS) che possono identificare, colpire e uccidere una persona sola – ma ad oggi non ci sono leggi internazionali che ne regolano l’uso.

“È necessario un qualche tipo di controllo umano … Solo gli umani possono esprimere giudizi specifici sul contesto di distinzione, proporzionalità e precauzioni in combattimento”, ha dichiarato Peter Maurer, Presidente del Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR).

“(Costruire il consenso) è il grande problema che stiamo affrontando e non sorprende, quelli che oggi hanno investito molte capacità e hanno alcune abilità che promettono vantaggi per loro, sono più riluttanti di quelli che non lo fanno.”

Il CICR ha supervisionato l’adozione delle Convenzioni di Ginevra del 1949 che definiscono le leggi di guerra e i diritti dei civili alla protezione e all’assistenza durante i conflitti e si impegna con i governi ad adattare queste regole alla guerra moderna.

Ricercatori di intelligenza artificiale, analisti della difesa e robotici affermano che LEGGI come i robot militari non si limitano più al regno della fantascienza o dei videogiochi, ma stanno avanzando rapidamente dalle schede di progettazione grafica ai laboratori di ingegneria della difesa.

Nel giro di pochi anni, potrebbero essere schierati dai militari di stato sul campo di battaglia, aggiungono, dipingendo scenari distopici di sciami di droni che si muovono attraverso una città o città, scansionando e uccidendo selettivamente i loro obiettivi in ​​pochi secondi.

Death by Algorithm

Ciò ha sollevato preoccupazioni etiche da parte di gruppi per i diritti umani e alcuni esperti di tecnologia che affermano che dare alle macchine il potere della vita e della morte viola i principi della dignità umana.

Non solo le LEGGI sono vulnerabili alle interferenze e alla pirateria informatica che porterebbe ad un aumento delle morti civili, ma aggiungono, ma il loro dispiegamento solleverebbe domande su chi sarebbe ritenuto responsabile in caso di uso improprio.

“Non essere confuso dall’assurdità di quanto saranno intelligenti queste armi”, ha dichiarato Noel Sharkey, presidente del Comitato internazionale per il controllo delle armi robotizzate.

“Semplicemente non puoi fidarti di un algoritmo – non importa quanto intelligente – cercare, identificare e uccidere il bersaglio corretto, specialmente nella complessità della guerra”, ha detto Sharkey, che è anche un esperto di intelligenza artificiale e robotica presso l’Università britannica di Sheffield .

Leggi la storia completa qui …

Fonte: https://www.technocracy.news/

®wld

La Verità storica sul Medioriente

La Verità storica sul Medioriente. La volete sentire SI o NO?  

di   

Quando succede qualcosa in Siria, in Libano, in Israele (o decapitano qualche sfortunato come appena accaduto alle due ragazze scandinave in Marocco) spuntano come funghi ipotesi sulle cause dei mali del medioriente. Si tratta di cause metastoriche, che mescolano espisodi veri a leggende inventate di sana pianta, oppure che prendono per le corna una questione che andrebbe presa per la coda. Alla fine, i lettori di queste analisi concludono dicendo cose del tipo “si ammazzano tra di loro”, “non sanno andare d’accordo”, “gli abbiamo rubato il petrolio”, e cose così.

Allora proviamo a fare chiarezza, ma senza perderci nei mille rivoli dei sunniti, sciiti, palestinesi e partito Baath. 

Bene. Si parte. 

Iniziamo dicendo che tutto il casino ha una data d’inizio e un luogo d’origine. La data d’inizio è il 1916, in piena Guerra Mondiale, il luogo è Londra. Se sfrugugliate su wikipedia leggerete una fesseria assoluta, e cioè che il petrolio fu scoperto in Arabia Saudita nel 1938. In verità gli inglesi sapevano benissimo che l’Arabia sonnecchiava su un mare di petrolio fin dalla Prima Guerra Mondiale e voleva dunque impossessarsene. Sia delle materie prime dell’attuale Arabia Saudita, sia di quelle dei paesi limitrofi (dall’Egitto all’Iran)! 

Nel 1916 la situazione era questa: esisteva un impero musulmano, l’impero ottomano, guidato da un califfo che era il capo politico dei turchi di Istanbul e di tutte le aree del medioriente. Oltre che un capo politico, però, questo califfo era anche il capo spiriturale, cioè una sorta di “Papa” dei musulmani. L’impero Ottomano era all’epoca in guerra contro Francia e Inghilterra e le cose si stavano mettendo male. Gli inglesi, che avevano i piedi ben piantati in mezza Africa, dall’Egitto a Città del Capo, volevano mettere le mani su quest’area mediorientale per sfruttarne le enormi ricchezze. Così anche i francesi, seppur nei  limiti logistici loro propri in quel frangente, visto che avevano i tedeschi del Kaiser ai confini in Europa. 

Gli inglesi, nel 1916, già stavano pensando a come mettere a posto le cose in caso di loro vittoria, peraltro sempre più probabile. La loro difficoltà era legata proprio al fatto che qualora avessero vinto i turchi, non sapevano come fare per sostituirlo, perchè un conto è sostituire un capo di stato con un fantoccio di comodo, un altro è sostituire un capo religioso e spirituale in grado di tenere assieme tutto l’Islam. 

La figura che gli inglesi individuarono era quella di un principe nato a Istanbul e che aveva studiato in Inghilterra e che conosceva bene l’inglese, cioè che lo parlava fluentemente. 

Costui poteva rappresentare il degno sostituto del Califfo turco non solo e non tanto per la sua ampia cultura, ma anche perchè nel 1916 era il custode dei luoghi sacri in Arabia della Mecca e di Medina. Come se qui da noi ci fosse un cardinale con poteri speciali e molto riconosciuto dei fedeli in lizza per diventare il futuro Papa. Il nome di questo Principe era Hussein (al-Ḥusayn ibn ʿAlī in arabo), ed aveva il ruolo, appunto di Sceriffo della Mecca. Insomma, amici, stiamo parlando del pretendente ideale a prendere le redini del califfato: un principe arabo molto colto, conoscitore dell’Inghilterra e della fede musulmana. Non solo, tenetevi forte, costui era anche discendente del profeta Maometto!!!  

Insomma, un taccone decisamente meglio del precedente… gli inglesi avevano trovato la soluzione ideale. 

Durante la Grande Guerra, al-Ḥusayn ibn ʿAlī (Hussein) si era a dire il vero inizialmente alleato con gli Ottomani e la germania, ma fu poi convinto a mutare decisamente orientamento da una corrispondenza durata dall’estate 1915 all’inizio 1916 che ebbe con l’Alto Commissario britannico al Cairo, Sir Henry McMahon (che fu poi improvvidamente resa pubblica dal figlio Faysal davanti al Consiglio supremo inglese anni dopo). Gli inglesi, alla ricerca di una figura che si ponesse a capo dell’insurrezione araba, dettero la garanzia a Hussein che sarebbe stato ricompensato con un “Grande regno arabo” che avrebbe abbracciato il territorio intero fra Egitto e Persia, con l’eccezione dei possedimenti imperiali britannici e di quelli sotto tutela francese. 

Qualcuno ha mai visto il film Lawrence d’Arabia con Peter O’Toole e Omar Sharif? Beh… è quella storia lì e non è affatto inventata, sono ancora custodite le lettere degli accordi presi tra il Principe Hussein e gli inglesi e si possono leggere integralmente. 

ATTENZIONE: Hussein non era uno sprovveduto e non stava affatto svendendo il popolo arabo e turco (che NON sono la stessa cosa, peraltro). Hussein leggeva il Times tutte le mattine e aveva capito benissimo il potenziale delle risorse del medioriente, cioè di Siria, Libano, Arabia ecc ecc, ma sapeva anche che avrebbe avuto bisogno degli occidentali perchè aveva bisogno delle tecnologie e degli ingegneri per estrarre e realizzare grandi infrastrutture per il suo popolo. Quindi l’accordo era molto intelligente e fu semmai sciocco il Califfo ottomano di allora a preferire i tedeschi e quindi posizioni di retroguardia. 

Ad un certo punto gli inglesi fecero la loro offerta a Hussein. La proposta prevedeva di accedere al suolo dei paesi del “nuovo” califfato pagandogli delle royalties. Ora, cari lettori, immaginatevi Hussein che prende la calcolatrice dalla mensola della cucina, che si fa una bella risata e che dice agli algidi interlocutori: “tornate un’altra volta con una proposta almeno dieci volte più alta e ricominciamo a parlarne”.

Gli inglesi, però, non tornarono un’altra volta.

Fecero tutt’altro. 

OCCHIO ORA che siamo arrivati al punto: gli inglesi presero la tribù più sporca e retriva di tutta l’area, i wahabiti e li misero sul trono del nuovo califfato al posto di Hussein.  

Cosa dire dei wahabiti, oltre al fatto che ovviamente accettarono le condizioni di sfruttamento del medioriente? 

Per due secoli il Wahhabismo è stato il credo dominante nell’attuale Arabia Saudita. Esso costituisce una forma estremamente rigida di Islam sunnita, che insiste su un’interpretazione rigida e molto discussa del Corano. I wahhabiti credono che tutti coloro che non praticano l’Islam secondo le modalità da essi indicate siano nemici dell’Islam. I critici affermano però che la rigidità wahhabita ha portato a un’interpretazione quanto mai erronea e distorta dell’Islam, ricordando come dalla loro linea di pensiero siano scaturiti personaggi come Osama bin Laden e i Ṭālebāni. L’esplosiva crescita del Wahhabismo ha permesso l’insorgere di scuole (madrasa) e moschee wahhabite in tutto il mondo islamico… i fenomeni più terribili vengono da qui: da Al Quaeda e dalla sua variante oggi tanto di moda, l’Isis. 

Quali sono le abitudini dei wahabiti in Arabia Saudita? Beh, tagliano le mani ai ladri, lapidano le donne, non le lasciano guidare l’automobile, ad esempio. Cosette simpatiche, insomma, che però nulla di nulla hanno a che fare con la grande cultura araba di filosofia e matematica nè con i sogni aulici di Mille e una Notte che tutti abbiamo letto da bambini. 

Da quando gli occidentali, prima gli inglesi e i francesi e, dopo la seconda Guerra, anche gli americani, hanno scelto i wahabiti a fare da padri spiriturali nell’area – nonchè reali d’Arabia –  sono successi i veri casini. Le loro colpe sono di gran lunga peggiori di quelle di Israele, che pure ne ha, e di molto gravi. 

Il terrorismo islamico, dalla Cenenia russa alla Siria, dalla Libia alla Nigeria di Bocho Aram ha come unica matrice spirituale e finanziamento materiale l’Arabia Saudita dei wahabiti alleati degli americani. I sauditi, nostri alleati, presero il posto di Hussein alla guida dell’Islam e ancora oggi consentono la speculazione delle multinazionali sulle materie prime a vantaggio solo loro, che sono numericamente in pochi abitanti e a tutto svantaggio del resto del cosiddetto Islam. 

Quindi, se in Occidente volessimo risolvere per sempre la questione (sia per noi, che per i musulmani di tutto il mondo) dovremo lavorare con gli altri arabi  per ridimensionare o abbattere il regime wahabita che governa da decenni in Arabia. Tutto il resto, le bombe di mia nonna in cariola, Putin che aiuta Assad, Obama che aiuta Erdogan, l’Iran che se la fa con i russi … i bambini morti per colpa di Tizio e di Caio sono specchietti per le allodole, falsi macroscopici ad uso e consumo del lobotomizzato cittadino occidentale, delle grosse tette di Selvaggia Lucarelli e del piccolo cervello di Saverio Tommasi 

Fonte articolo: http://micidial.it/ 

Consiglio: leggere anche i commenti all’interno del post originale

®wld 

Ps: se sei arrivato fin qui, non perderti l’articolo appena sotto della situazione della storia attuale … 

La Società – La Compagnia delle delle Gallerie sotterraneee e Sottomarine

 

La CIA, i compagni di viaggio e le loro tane clandestine sotterranee e sottomarine

Questo post sul blog sarà un po ‘lungo e tortuoso, ma per favore abbi pazienza. Ci sono cose interessanti.

Mi sono reso conto della natura cupa della CIA all’inizio della vita. Sono nato e cresciuto a breve distanza, saltando e tenendomi lontano dalla principale struttura di addestramento della CIA, a Camp Peary, a Tidewater, Virginia. Sono stato sul posto mille volte nel corso degli anni. Nella mia infanzia e nella mia età adulta ho sempre avuto una sorta di aspetto oscuro, raggiante e presuntuoso dall’esterno, solo passando oltre l’ingresso – la barriera di sicurezza, e nel silenzio meditabondo. Il luogo emana un’aura negativa. Come potrebbe essere altrimenti?

Quindi ero direttamente a conoscenza della CIA fin dai miei primi anni, quando ero solo un bambino.

Alla fine degli anni ’70 e ’80 ho letto un’intera serie di libri eccellenti sulla CIA, che consiglio a tutti.

Alla ricerca di nemici: una storia della CIA, di John Stockwell

La squadra segreta: la CIA e i suoi alleati nel controllo degli Stati Uniti e del mondo, di Fletcher Prouty

The Politics of Heroin: CIA Complicity in the Global Drug Trade, di Alfred W. McCoy

The Crimes of Patriots: A True Story of Dope, Dirty Money, and the CIA, di Jonathan Kwitney

Il primo libro, di John Stockwell, un ex ufficiale del Corpo dei Marines degli Stati Uniti e agente della CIA, fu molto rivelatore per me all’epoca, forse 30 anni fa, quando l’ho letto per la prima volta. Stockwell raccontò come divenne progressivamente sempre più consapevole della massiccia criminalità della CIA e del suo ruolo in essa, fino a quando fu condotto dalla sua coscienza a rassegnare le dimissioni dall’agenzia con disgusto. Il libro, in quel momento, ha avuto una buona tiratura di stampa. Ricordo che la CIA cercò di bloccarlo e alla fine raggiunse un accordo in cui la CIA stessa riceve i canoni dalla vendita del libro! — o qualcosa di simile. Questo per quanto riguarda i diritti del secondo emendamento alla libertà di stampa.

The Secret Team, di Fletcher Prouty, è apparso per la prima volta negli anni ’70. L’ho divorato, avidamente quando l’ho letto negli anni ’80. Prouty mette tutto a posto – la CIA da allora aveva già metastatizzato in tutto – Hollywood, accademia, Wall Street, Madison Avenue, editoria, trasmissioni radiofoniche e televisive, giornali e riviste, politica, banche, esercito, religione e molto altro Di Più. 

 

I suoi tentacoli e agenti erano ovunque, insinuando la CIA in tutto, ovunque. Prouty ha sottolineato che già all’inizio degli anni ’70, centinaia di unità compartimentate nell’esercito americano erano di fatto operazioni della CIA, rimosse dal controllo effettivo della catena di comando militare. Pensate alle implicazioni di tutto ciò. Poco dopo in questo post del blog fornirò un esempio concreto di un’istanza di ciò che Prouty significa.

Gli ultimi due libri, di Alfred McCoy e Jonathan Kwitney, hanno a che fare con il coinvolgimento massiccio e di lunga data della CIA nelle operazioni globali di traffico di stupefacenti e le associate attività di riciclaggio di denaro. Si potrebbe sostenere che la CIA è indirettamente e direttamente il più grande cartello criminale al mondo di narcotraffico e riciclaggio di denaro sporco.

Non c’è bisogno di mettere il rossetto su un maiale e fingere che sia qualcosa che non lo è. La CIA è stata un’organizzazione omicida, dispersa, bugiarda, ladra, pugnala alle spalle, sporcizia, e vile, praticamente dal suo inizio nel 1947, quando è stata messa insieme da elementi dell’OSS, l’agenzia di intelligence della Seconda Guerra Mondiale dell’USSA e l’Organizzazione Gehlen, l’apparato di spionaggio gestito dal capo della spia di guerra di Adolf Hitler, il generale Reinhard Gehlen. Gehlen ha stretto un accordo con gli americani alla fine della guerra per consegnare la sua organizzazione di spionaggio NAZI al servizio dell’intelligence americana, in cambio di clemenza. Gehlen consegnò la merce come promesso e diversi anni dopo divenne il capo del servizio di intelligence della Germania occidentale, il Bundesnachrichtendienst, BND. L’OSS e la Gehlen Organization furono unite, dando vita alla CIA moderna, il che significa che sin dall’inizio la CIA è stata un’agenzia ibrida americano-NAZI.

Questo è essenziale per comprendere il mondo in cui viviamo. La seconda guerra mondiale non è finita come ci è stato insegnato; né è stata condotta come ci è stato insegnato. Al di là della natura ibrida NAZI della CIA, per decenni ha strettamente coordinato operazioni e intelligence con il Mossad, l’agenzia di intelligence sionista e altre agenzie come la britannica MI-6, ovviamente la tedesca BND, che l’ex maestro dello spionaggio di Hitler, Reinhard Gehlen, ha continuato a dirigere dopo la seconda guerra mondiale e altre agenzie. Se lo trovi improbabile, tieni presente che dopo la seconda guerra mondiale molte centinaia di tecnici NAZI, ingegneri e scienziati furono segretamente portati negli Stati Uniti come parte del Progetto Paperclip. Hanno giocato un ruolo influente e cruciale nel programma spaziale con equipaggio della NASA e nei programmi missilistici balistici dell’esercito americano. Questo è ora pubblicamente noto a molte persone, anche se non era noto negli anni ’40 e ’50.

C’era anche una meno nota, l’operazione egiziana Paperclip, autorizzata dal presidente Gamal Abdel Nasser, a corto di fabbrica 333, a Heliolopolis, in Egitto. (A parte, gli US NA Paperclip NAZI furono messi in funzione alla fine degli anni ’40 al Launch Pad 33 – era l’unico! – su White Sands Proving Ground nel New Mexico. Riesci a individuare la numerologia massonica in entrambi progetti?) Nasser ha portato un ampio contingente di ex scienziati, ingegneri e scienziati della NAZI per sviluppare un programma egiziano di missili e razzi. Gli israeliani hanno preso il controllo del programma e hanno preso di mira gli esperti di missili tedeschi per assassinarli. Sorprendentemente, il Mossad ha finito per reclutare un ex ufficiale comandante delle SS, Otto Skorzeny, un favorito in guerra di Adolf Hitler, come sicario per uccidere i tedeschi in Egitto. Il Mossad rintracciò Skorzeny in Spagna e gli fece un’offerta che non rifiutò. Sorzeny andò a lavorare per il Mossad e uccise 6 ex esperti di razzi NAZI in Egitto. Il resto dei tedeschi abbandonarono in fretta il progetto e quella fu la fine del progetto dell’operazione egizia.

Cito questo aneddoto curioso, omicida e storico solo per sottolineare che nel mondo dei servizi segreti e clandestini, le cose spesso non sono ciò che sembrano superficialmente, né negli anni ’40, né negli anni ’60, e certamente non oggi.

Un altro aspetto del Project Paperclip che la mia ricerca ha scoperto ha a che fare con il “Programma di impianti sotterranei” del dopoguerra dei militari USSA. Nel 1947 il progetto Paperclip chiese a Xaver Dorsch e a tre suoi colleghi di rendersi disponibili per il suddetto “Programma di impianti sotterranei”. A quel tempo Xaver Dorsch era forse il principale esperto al mondo di costruzioni sotterranee. Alla fine della guerra era il direttore dell’Organizzazione Todt, che era l’agenzia di ingegneria civile dell’esercito NAZI. Era approssimativamente  l’equivalente del Corpo degli Ingegneri dell’Esercito degli Stati Uniti e delle Seabees della Marina, sebbene fosse un’agenzia nominalmente civile. L’organizzazione Todt è stata fondata da Fritz Todt, il padre del noto sistema di autostrade tedesco Autobahn. Fritz Todt fu ucciso in un incidente aereo a metà guerra, nel 1942, e Xaver Dorsch fu sfruttato per riempire la sua posizione. Sebbene Dorsch riferìva ad Albert Speer, nel 1944 Adolf Hitler chiese a Dorsch di iniziare un programma prioritario di costruzione di basi sotterranee di massa e di riferire direttamente a lui sui suoi progressi, anziché a Speer. La guerra finì e Xaver Dorsch fu preso in custodia militare dell’USSA dove fu ampiamente interrogato, e poi richiesto dal Progetto Paperclip nel 1947. Nel 1951 Dorsch emerse di nuovo pubblicamente e fondò il Dorsch Consult, ora noto come Dorsch Gruppe, una grande e ben nota società di ingegneria internazionale.

Il punto che sto sottolineando è abbastanza semplice: il programma di basi sotterranee in corso, i programmi aerospaziali militari e civili e la CIA, hanno tutti avuto importanti contributi e finanziamenti da elementi esperti del Terzo Reich negli anni immediatamente successivi alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Operazione Fletcher Prouty 

Come ho già accennato, Fletcher Prouty è stato l’autore del libro Secret Team che ha aperto gli occhi, che ha fornito così tante rivelazioni preoccupanti sui rapporti segreti della CIA. Ho parlato con Prouty alla fine degli anni ’90 e mi ha rivelato che oltre ad essere un ufficiale di collegamento durante l’apice della guerra fredda tra la CIA e le forze armate statunitensi, era stato anche responsabile della gestione della linea dei topi che ha portato al Progetto Paperclip NAZIs negli Stati Uniti. Quella conversazione è stata fatta più di 20 anni fa e non ne sapevo quasi nulla, come molte cose, come faccio oggi. Mi ha confidato che lui e gli altri coinvolti nel Progetto Paperclip non hanno inizialmente apprezzato appieno quanto fossero folli gli psichiatri NAZI che avevano portato dalla Germania. In retrospettiva, credo che alludesse alle cose che i NAZI stavano facendo per le tecniche di controllo mentale utilizzate nelle operazioni MK-Ultra e Project Monarch allora sconosciute pubblicamente della CIA, che io e molti altri principalmente crediamo siano in corso ai giorni nostri.

Prouty mi ha anche detto che la settimana in cui il presidente Kennedy è stato assassinato, è stato bruscamente ordinato al Polo Sud. Chiaramente fu ordinato ai cospiratori dalle estremità della Terra di toglierlo di mezzo. Dato il suo accesso di alto livello alla CIA e ai militari, la cabala coinvolta nella trama ovviamente lo voleva fuori da Washington, DC, in modo che non potesse interferire con l’assassinio. 

All’epoca in cui avevo parlato con Prouty avevo già identificato le stazioni di addestramento di Warrenton dell’esercito americano nel nord della Virginia come il sito di una struttura sotterranea della CIA. Nominalmente le stazioni di addestramento erano identificate e gestite dall’esercito americano come strutture dell’esercito americano. Ma in realtà la foglia di fico dell’esercito americano era solo una copertura per quella che in realtà era una struttura sotterranea della CIA. Ho chiesto a Prouty di quella struttura. Non ha negato ciò che avevo scoperto, ma ha risposto che non poteva dirmi nulla sulle stazioni di addestramento di Warrenton o su ciò che è stato fatto lì, perché è entrato nell’area delle “Operazioni speciali” ed è stato classificato, e lui impossibilitato a divulgare informazioni classificate. Per coloro che vogliono saperne di più sulle strutture di Warrenton, provate questo articolo di Wikipedia: Warrenton Training Center. È interessante notare che l’articolo afferma: “Nel 2002, la Brookings Institution ha elencato un “bunker di trasferimento” non specificato del WTC come una struttura con una missione di propulsione nucleare attiva nel campo delle armi nucleari o legata alle armi”. Puoi interpretare quelle informazioni molto insolite come desideri. È probabile che la tua ipotesi sia buona quanto la mia, su ciò che sta realmente accadendo sottoterra a Warrenton, in Virginia.

Non è l’unica struttura sotterranea in Virginia. Ce ne sono sicuramente molte altre, alcune delle quali sono pubblicamente note, come:

Peters Mountain, nella contea di Albemarle non lontano da Charlottesville
Mount Weather, vicino a Bluemont

C’è anche una grande struttura sotterranea sotto il Pentagono e molto probabilmente sotto il quartier generale della CIA a Langley, in Virginia, nella periferia di Washington, DC, da non confondere con la base aerea di Langley, all’altra estremità dello stato a Hampton, in Virginia.

Quanto è esteso il sistema sotterraneo?

Molto.

Ho tutte le ragioni per credere che ciò che conosco graffi solo la proverbiale superficie.  

Sulla base della mia ricerca e attingendo a informazioni che mi sono state trasmesse in modo informale, mi aspetto che al 100% ci siano anche basi e tunnel sottomarini, nonché basi e tunnel sotterranei.

 

Ci sono strutture sotterranee e tunnel in tutta l’USSA. Possono essere ovunque – e lo sono! Sotto foreste, montagne, deserti, città, ecc. La tecnologia per costruire basi profonde un miglio è un “gioco da ragazzi” comparativo nelle parole di un esperto che mi ha parlato a memoria. Mi è stato detto che le basi possono anche essere profonde quanto diverse miglia sotterranee. Non sono un addetto ai lavori e non conosco tutta la tecnologia disponibile per il Deep State, ma credo che ciò che mi è stato detto sia vero. La cifra di un miglio che accetto al 100% come stato dell’arte per i progetti di basi sotterranee.

Sono note molte basi sotterranee: Mount Weather in Virginia, Peters Mountain in Virginia, Camp David nel Maryland, Sito “R” sul confine tra Maryland e Pennsylvania, Cheyenne Mountain in Colorado, la struttura sotterranea della NSA a Laurel, Maryland, la struttura sotterranea sottostante la Casa Bianca, la base di Manzano nel New Mexico, la grande struttura sotto la base aeronautica di Offutt a Omaha, Nebraska, ecc.

Senza dubbio ce ne sono molte altre, e molte strutture di grandi dimensioni, che rimangono clandestine, top secret, compartimentate, pubblicamente sconosciute.

In termini di aree più probabili per queste strutture nell’USSA continentale, sono venuto alla mia attenzione:

a) l’intera regione degli Appalachi dal New England fino all’Alabama settentrionale e alla Georgia, compresi, ma non solo, le White Mountains in New England, il corridoio Interstate-81 in Virginia, la regione del Tennessee orientale, le montagne della Pennsylvania e Maryland occidentale

b) l’intera regione delle Montagne Rocciose

c) la Sierra Nevada in California

d) tutto il sud-ovest del deserto, compreso il Nevada, che si riversa nella California occidentale e meridionale

La mia ricerca indica fortemente una rete di tunnel sotterranei profondi, ad alta velocità e magnetici che collegano almeno alcune delle basi sotterranee. Sulla base di tutto ciò che conosco, compresi dati concreti e software, ritengo probabile che sia stato costruito un sistema di tunnel sotterranei altamente segreto, ad alta tecnologia e ad alta velocità, probabilmente tra la metà degli anni Settanta e l’inizio degli anni Novanta.

Sulla base della mia ricerca archivistica e di altre informazioni che sono arrivate a me, ritengo anche probabile che ci siano importanti tunnel e basi sotto il mare. Capire che una volta che i lavoratori e le attrezzature per l’edilizia sono scesi nella roccia sottostante il fondo del mare, le sfide ingegneristiche non sono significativamente diverse da quelle incontrate in un ambiente di costruzione in roccia solida a migliaia di piedi sotto la superficie della terraferma. In entrambi i casi l’ambiente operativo è un ambiente chiuso in strati profondi di roccia solida.

Esploro le tecnologie coinvolte nella costruzione di basi e tunnel sotterranei e sottomarini nei miei tre libri:

Nascosto in Plain Sight: Beyond the X-Files

Basi sotterranee e tunnel: cosa cerca di nascondere il governo?

Basi subacquee e sotterranee

Basti pensare che per più di mezzo secolo, la tecnologia in ingegneria navale, ingegneria civile, ingegneria mineraria e ingegneria petrolifera ha permesso a questo tipo di costruzione di andare avanti. Le tecniche e i macchinari coinvolti sono molto sofisticati e potenti.

Per quanto riguarda le basi sottomarine, le seguenti posizioni sono aree privilegiate che potrebbero avere basi:

a) la piattaforma continentale al largo della costa orientale dell’USSA continentale, dalla Florida al New England

b) il mare del New England monta nel Nord Atlantico al largo del nord-est del Nord America

c) il Golfo del Messico

d) il Mar dei Caraibi, in particolare (ma non solo) attorno a Puerto Rico e all’isola di Andros alle Bahamas

e) Lago Erie

f) le Isole del Canale al largo della California meridionale

g) la regione delle Isole Hawaii

h) la regione delle Isole Aleutine

i) le isole di San Juan, la regione dell’isola di Vancouver nel Nord America occidentale

E, Che dire del finanziamento?

Intendiamoci che il denaro non è un problema, né per ottenere le somme necessarie, o per nascondere la scia di carta.

Durante la mia ricerca ho avuto il privilegio di avere una lunga conversazione con un esperto di costruzioni di basi sotterranee di alto livello. Gli ho posto la domanda su quanto grandi progetti nascosti possano essere realizzati senza alcuna traccia cartacea del finanziamento.

Con mio stupore, ha continuato a recitare per me in dettaglio come aveva finanziato uno dei progetti clandestini su cui era stato l’ingegnere capo del progetto. Quando ebbe finito, capii a malapena quello che mi aveva appena detto. Ha preparato per me uno schema contabile complicato, Rube Goldberg, che ha coinvolto conti offshore, molteplici agenzie governative dell’USSA, una società di conchiglie egiziana e molto altro ancora che mi è passato per la testa. Il denaro è stato spostato, in quantità molto elevate, in quello che equivaleva a un gioco di shell di alto livello finanziario, internazionale, inter-agenzia e antiriciclaggio.

Ero sbalordito. State tranquilli, cari lettori, che le leggi bancarie e le leggi sul riciclaggio di denaro sono scritte per opprimere e controllare ** voi ** – mentre il Deep State fa tutto ciò che vuole, e in maniera importante, multi-milioni e multi-miliardi, anche in modo di multi-trilione di dollari.

Sì, intendo letteralmente. Mille trilioni di dollari. Lo estrapolano appena fuori dall’economia, truffano il pubblico di somme ingenti e inimmaginabili di denaro e fanno tutto ciò che vogliono: basi sotterranee, basi sottomarine, tunnel segreti per treni ad alta velocità e Dio sa solo tutto il resto.

Come ha documentato Catherine Austin Fitts al Rapporto Solari, il governo dell’USSA non può sostenere finanziamenti per circa $ 21 trilioni.

Il governo federale non può rappresentare $ 21 trilioni. Qualcuno se ne frega?

Dove sono finiti i soldi? Cosa è stato fatto con essi? Chi gestisce veramente il governo USSA?

Sottolineo che molti di questi soldi sono stati probabilmente generati per basi e tunnel segreti sotterranei e sottomarini.

Per quanto riguarda chi o cosa sta realmente gestendo il governo USSA? Non lo so e nemmeno tu, ma chiaramente il Congresso non se ne incarica, e nemmeno il Presidente.

Siamo testimoni di una messa in scena ingannevolmente, Punch and Judy, spettacolo di burattini politici progettato per distrarre la nostra attenzione dall’ENORME furto nascosto artigianalmente a cui siamo soggetti, il tutto mentre ci viene detto di: votate! pagate le tasse! obbedite alla legge! rispetta il governo! giura fedeltà alla bandiera! sostieni i militari! presentati all’autorità ufficiale!

La CIA è coinvolta?

Puoi essere certo del coinvolgimento della CIA. La CIA è coinvolta in maniera massiccia in una vasta gamma di Black Ops, Covert Ops, Special Operations, chiamali come più ti piace lo è stata negli ultimi ’70 anni.

Nel corso degli anni ho sentito il gruppo che gestisce il dominio delle basi segrete sotterranee e sottomarine denominate “Organizzazione” o “Azienda”.

Per molti anni, la CIA è stata informalmente definita la “Società”.

Perché? Molte spiegazioni sono state fornite, ma certamente uno dei motivi principali ha a che fare con il fatto che la CIA è in affari, affari estremamente malvagi per essere schietti. Esecuzione di armi / traffico di armi, traffico di esseri umani, traffico di stupefacenti, riciclaggio di denaro e tutto ciò su vasta scala e su scala globale.

È tutto molto violentemente, fuori controllo. E queste sono solo le cose che sappiamo che la CIA fa, che possono essere e sono state documentate.

Dato ciò che la mia ricerca ha scoperto e il noto coinvolgimento della CIA da molto tempo nella base sotterranea altamente sicura di Warrenton, in Virginia, per me non è facile credere che “La compagnia” che ho ascoltato abbia fatto riferimento e fatto riferimento al segreto delle operazioni sotterranee e sottomarine, sono di fatto, la CIA – o forse la sua filiale Siemens. Sì, sarebbe la stessa Siemens che ha avuto un ruolo nel Terzo Reich ed è ancora un’importante società di ingegneria internazionale, la stessa Siemens il cui nome continua a spuntare nelle mie ricerche sotterranee, sottomarine e gallerie. Senza dimenticare, ovviamente, che la CIA era fin dall’inizio, un’agenzia ibrida USSA-NAZI.

Vi lascio con il pensiero che nulla è come ci è stato detto. Il teatro politico attualmente in corso a Washington, DC e in altre parti del mondo è solo uno spettacolo di marionette Punch e Judy per farti distrarre mentre il Deep State svolge la sua vera agenda, la sua MASSIVA agenda da $ 21 trilioni.

Vorrei poter avere un’altra conversazione con Fletcher Prouty. So molto di più alla fine del 2019 rispetto a quando abbiamo parlato più di 20 anni fa. Ma ora è morto e ha portato i suoi segreti con sé nella tomba.

Ma non preoccupatevi. Viviamo e spetta a noi scoprire l’intero, corrotto, inimmaginabilmente orribile, pasticcio criminale e recuperare il controllo delle nostre vite, della nostra società e del nostro mondo.

 
 

La quasi estinzione in contrapposizione alla totale estinzione

 

 

Lo studio suggerisce che (come si potrebbe pensare) le persone non sono infastidite dall’estinzione umana

Di John Vibes / Teoria della verità

Un recente studio di Oxford pubblicato sulla rivista Scientific Reports ha scoperto che le persone non sono affatto infastidite dalla possibilità dell’estinzione umana. Nello studio, 2.500 persone negli Stati Uniti e nel Regno Unito sono state intervistate sui loro sentimenti riguardo alla possibilità di un’apocalisse.

Agli intervistati è stato chiesto di classificare quanto pensavano fossero potenziali scenari per il giorno del giudizio. In un test molto semplice, sono stati dati tre scenari, uno in cui l’intera specie umana è stata spazzata via da una catastrofe globale, un’altra in cui solo l’80% delle specie è stata spazzata via, e un’altra in cui non accade nulla e la vita continua normalmente.

Come previsto, la scelta più popolare è stata quella di continuare la vita come se nulla fosse successo, ma le altre risposte hanno sorpreso i ricercatori. Le persone che hanno partecipato al sondaggio sembravano avere più paura di vivere in un mondo in cui l’80% delle specie erano state spazzate via rispetto all’idea che l’umanità si fosse completamente estinta.

I ricercatori hanno scritto che ” Quando è stato chiesto nel modo più semplice e non qualificato, i partecipanti non trovano l’estinzione umana unicamente cattiva”.

Stranamente, quando le domande sono state leggermente modificate per valutare le opinioni delle persone sull’estinzione degli animali, gli intervistati hanno concordato in modo schiacciante che una perdita totale di una specie animale era peggiore di una riduzione dell’80%.

Oltre 5000 persone hanno scaricato il nostro ebook gratuito “Suggerimenti e rituali di hacking di crescita per una vita ottimale” FARE CLIC QUI per ottenere la copia gratuita ora

I ricercatori hanno avuto diverse teorie sul perché le persone si sentissero in questo modo e non hanno trovato alcuna spiegazione per i loro risultati, ma sembra che gli intervistati abbiano risposto alle domande in base a come avrebbero vissuto la situazione come umani. È molto facile per la maggior parte degli umani considerare le morti degli animali come una statistica e dare la risposta fredda e calcolata che il 20% delle zebre nel mondo che sopravvivono a un’estinzione è meglio per il pianeta e per la biodiversità che osservare l’intera specie morire.

Tuttavia, quando si considera questa stessa domanda per la nostra stessa specie, la questione diventa molto più complicata ed emotiva. Di fronte alla questione dell’estinzione umana, la maggior parte delle persone vuole che sia rapida e indolore se accadrà, vogliono una sofferenza minima. Se accadesse qualcosa in cui l’80% della popolazione umana veniva improvvisamente spazzata via, ci sono buone probabilità che comporterebbe molta sofferenza per coloro che sono morti e anche per quelli che sono rimasti indietro.

“Concludiamo che un motivo importante per cui le persone non trovano l’estinzione in modo univoco negativo è che si concentrano sulla morte e sulla sofferenza immediate che le catastrofi causano per i compagni umani, piuttosto che sulle conseguenze a lungo termine ” , afferma l’abstract dello studio.

Tuttavia, ci sono stati alcuni casi in cui gli intervistati del sondaggio hanno optato per la quasi estinzione in contrapposizione alla totale estinzione, ed è stato allora che hanno detto che le persone rimaste avrebbero creato un mondo “migliore di oggi in ogni modo immaginabile”.

CREDITO IMMAGINE: Razvan Ionut Dragomirescu

Fonte: https://truththeory.com/

®wld