Crea sito

Siamo l’esperimento delle 12 scimmie

Possono dirci tutto ciò che vogliono

di Sylvain Lamoureux dal sito Syllamo

“Loro” possono dirci tutto ciò che vogliono.

Ora c’è un’affermazione potente se puoi avvolgere la tua mente attorno ad essa – voglio dire davvero avvolgerla …

Non si discute se i “governanti” possiedano o meno i media.

È stato stabilito che solo una manciata di aziende controlla quasi tutto ciò che viene consumato (grandi piccoli consumatori non siamo?) Come “informazione” attraverso i mass media.

Che si tratti di stampa, notizie, televisione, film, letteratura, sì anche la tua serie Netflix preferita, ecc. al. i “governanti” lo possiedono in una forma o nell’altra e con quella proprietà sono in grado di creare e mantenere qualsiasi “narrazione” desiderino.

Ora, un’altra cosa che possiedono anche i nostri benevoli “governanti” è il “favoloso” sistema educativo che è stato propagato praticamente in ogni angolo del mondo.

Ah, la moltitudine di cose che ‘impariamo’ attraverso la ripetizione, l’obbedienza e la punizione con spunti basati sulla vergogna e il senso di colpa o l’orgoglio e il patriottismo (mentre scrivo, hanno annunciato “Ventilatori, maschere, ecc. Made-in-Canada”) , per citare alcune e molte figure di ‘autorità’ da ‘rispettare’ e obbedire insieme a una sottostante pigrizia mentale

Modellare la popolazione in bambini ingenui, fiduciosi e spaventati (dopotutto, la vita in sé è pericolosa, non è vero?) Che cercano protezione da qualcosa di esterno (inserire qui la figura dell’autorità).

E quando si è “spaventati”, cosa si tende a fare?

REACT e questo è l’ambiente perfetto per il controllo .

Ora aggiungete a ciò le aziende che offrono “attori della crisi” e “simulazioni” per i disastri, i “filantropi” che donano per guidare la società in determinate direzioni attraverso i “think tank” ei governi che chiedono a gran voce un maggiore “controllo” e si potrebbe avere una piena produzione soffiata di qualunque cosa si desideri e funzionante in un attimo (per non parlare di ciò che una pianificazione avanzata porterebbe).

Qualcuno vuole Un Cane che Scodinzola ?

Quindi torniamo alla dichiarazione originale, e la scriverò di nuovo perché è così importante:

“Possono dirci tutto quello che vogliono”

Ora pensaci per un momento.

Significa,

  • che dovrei prendere tutto con le pinze

  • che non dovrei sentirmi in ansia per la consegna di “cattive notizie” da queste persone

  • che dovrei indagare personalmente sulle affermazioni fatte

  • che sono libero di usare i miei poteri di discernimento per navigare tra le bugie e rivelare meglio la verità

  • che è mio dovere mettere in discussione tutto

Il primo percorso sulla strada verso la libertà è pensare per se stessi. Cose abbastanza liberatorie quando puoi davvero ottenerle …

Ora facciamo un passo indietro e vediamo la crisi attuale sotto una nuova luce.

All’inizio, quello a cui ho assistito era una “campagna pubblicitaria”; stavano cercando di VENDERTI qualcosa (Corona, tieni il lime) e quel qualcosa era paura

Ora, ammetto che un “nemico invisibile” fa paura, ma lo è ancora di più la reazione globale a causa di paure basate sull’ignoranza.

C’erano un sacco di “può” e “potrebbe” e “potrebbe” e ogni sorta di paure non definitive che venivano lanciate durante l’uso di una verbosità di guerra avvolta nell’ambiguità che lo vendeva al pubblico. (Certo sembra chiaro, no?)

Dopo poco tempo, gli speculatori hanno iniziato con le loro ipotesi:

“È così, stanno andando per questo, stanno andando per i 500 milioni – gli zombi stanno arrivando per il mio ramen.”


“È un’arma biologica – l’ha fatto la Cina – l’hanno fatta gli Stati Uniti”.


“È vero, le persone muoiono, prendi la carta igienica (quella non morirà mai)”


“È falso, sono attori di crisi, non c’è virus, è 5G.”

Tutto senza mai sapere …

Senza screditare nulla di quanto sopra (beh, quasi …), dico aspetta e guarda cosa viene fuori. Ride le “informazioni” e SAPERE quando diventa chiaro.

È divertente presumere, ma se hai intenzione di basare tutto su di esso, dovresti avere alcuni fatti.

Uno di questi fatti è che ci sono un certo numero di professionisti (esperti) che stanno mettendo in dubbio i numeri e le statistiche insieme alla risposta.

Un altro fatto è che l’età media della “morte per corona” sembra essere superiore ai 50 anni e molti hanno da 1 a 3 condizioni preesistenti pericolose per la vita.

Un altro sarebbe che i decessi per influenza regolare nello stesso lasso di tempo sembrano superarlo in numero di almeno 4 a 1.

Come con la maggior parte delle “crisi” della nostra epoca, ci sono molte domande senza risposta così come quelle senza risposta.

Quello che vedo è l’ennesimo passo che i governi del mondo stanno compiendo per mostrare ai popoli di questa Terra che sono loro a comandare e che dobbiamo obbedire o essere puniti.

Questo sta accadendo da molti decenni a piccoli incrementi, questa volta i “governanti credono che i popoli di questo mondo siano sufficientemente condizionati per la fase successiva. Sono certo che questo ha mostrato loro,

 

  • a che livello si trova il fattore di obbedienza generale,

  • in che misura i media alternativi hanno un “impatto”

  • quali “nemici” sono i più efficaci da utilizzare insieme a tutti i dati che già hanno sul comportamento umano e sulle sue condizioni

  • quanti “sugli schermitori” possono essere influenzati dalla reazione del pubblico a seguire il gregge in caso di panico sociologico …

Questi sono solo alcuni esempi poiché ci sono moltissime cose da imparare dai “governanti” da un esercizio di questa portata.

La mentalità “alternativa” può anche imparare molto, ad esempio,

Cos’era veramente il “globalismo” (uno dei tanti possibili risultati previsti).

Che non ci sono quasi paesi di “rifugio sicuro” dai “governanti”.

Che c’è molta collaborazione o obbedienza basata sulla paura a tutti i livelli di “governo”.

Che la popolazione generale è facilmente manipolabile e si farà volentieri spiare a vicenda per imporre la conformità (le divisioni promosse nel corso degli anni sembrano aver funzionato bene).

Siamo l’esperimento delle 12 scimmie … Ecco qualcosa su cui riflettere:

 

Che tipo di REAZIONE avrebbe potuto essere suscitato se avessero semplicemente preso la normale influenza e l’hanno portata a questo livello con i “casi” e le “morti” gioco dopo gioco giorno dopo giorno?

Quanto sarebbe stato facile convincere molti degli interlocutori se il loro vicino o loro stessi lo avessero “catturato” e fossero “sopravvissuti” (così fortunati)?

Quale numero avrebbe sostenuto il gioco a questo punto per garantire la conformità di coloro che semplicemente non possono abbandonare la mentalità del “e se”?

Questo potrebbe finire domani se un numero sufficiente di persone lo volesse – come?

BLOCK PARTIES – in tutto il mondo – BBQ – GATHERING di tutti i tipi – pacifici, divertenti e gioiosi …

Tutto ciò che serve è che le persone si uniscano come individui liberi (voi stessi) per rilasciare questa presa che hanno sull’umanità:

puoi vedere che accadrà presto …?

Mock it su ogni livello ovvio; non litigare, riderci sopra e, cosa più importante, SFIDA e diffondi informazioni da fonti libere (come nella mente).

E smettila di litigare su cose sciocche perché siamo migliori di quello che pensano di essere (vedi l’immagine sotto dal mio post precedente) …

fonte

E’ il momento di LIBERARE noi stessi e liberarci del programma che ci tiene schiavi …

Pubblicato su: https://www.bibliotecapleyades.net/

********************************

Consigliati:

L’isolamento sociale sta danneggiando un’intera generazione di bambini

Una Società senza soldi – Completamente Controllato …

®wld

LA STAMPA IN PUGNO: BILL GATES (GATES KEEPER) COMPRA I MEDIA PER CONTROLLARE LE NOTIZIE

Editoriale di Robert F. Kennedy, Jr., Presidente del Consiglio di Amministrazione, Difesa della salute dei bambini

Un articolo del Columbia Journalism Review rivela che, per controllare il giornalismo globale, Bill Gates ha indirizzato oltre 250 milioni di dollari alla BBC, NPR, NBC, Al Jazeera, ProPublica, National Journal, The Guardian, il New York Times, Univision, Medium, il Financial Times, The Atlantic, il Texas Tribune, Gannett, Washington Monthly, Le Monde, Center for Investigative Reporting, Pulitzer Center, National Press Foundation, International Center for Journalists e una serie di altri gruppi. Per nascondere la sua influenza, Gates ha anche incanalato somme sconosciute tramite subconcessioni per contratti ad altri organi di stampa.

Le sue tangenti alla stampa hanno dato i loro frutti. Durante la pandemia, le agenzie di stampa comprate e senza cervello hanno trattato Bill Gates come un esperto di salute pubblica, nonostante la sua mancanza di formazione medica o di esperienza normativa.

Gates finanzia anche un esercito di fact checker indipendenti (n.d.r. presunti) , tra cui il Poynter Institute e Gannett – che usano le loro piattaforme di fact-checking per “mettere a tacere i dissidenti” e per ” demolire” come “false teorie di cospirazione” e “disinformazione”,  Gates è accusato di sostenere e investire in chip biometrici, sistemi di identificazione dei vaccini, sorveglianza satellitare e vaccini COVID.

I doni mediatici di Gates, dice l’autore di CJR Tim Schwab, significano che “il reportage critico sulla Fondazione Gates è raro”. La Bill and Melinda Gates Foundation ha rifiutato diverse richieste di interviste da parte della CJR e si è rifiutata di rivelare quanto denaro ha versato ai giornalisti.

Nel 2007, il LA Times ha pubblicato una delle poche indagini critiche sulla Gates Foundation, esponendo le partecipazioni di Gates in aziende che danneggiano le persone che la sua fondazione sostiene di aiutare, come le industrie legate al lavoro minorile. Il reporter capo Charles Piller, dice: “Non erano disposti a rispondere alle domande e si sono rifiutati di rispondere in alcun modo…”.

L’indagine ha mostrato come i finanziamenti sanitari globali di Gates abbiano indirizzato l’agenda degli aiuti mondiali verso gli obiettivi personali di Gates (vaccini e colture OGM) e lontano da questioni come la preparazione alle emergenze per rispondere alle epidemie, come la crisi dell’Ebola.

“Hanno evitato le nostre domande e hanno cercato di minare la nostra visibilità”, dice il giornalista freelance Alex Park dopo aver indagato sugli sforzi della Fondazione Gates per il vaccino antipolio.

FONTE https://childrenshealthdefense.org/news/press-in-his-pocket-bill-gates-buys-media-to-control-the-messaging/?utm_source=salsa&eType=EmailBlastContent&eId=3c1e5ff0-d5bf-4d1e-ac41-e527d3448ea2

Traduzione a cura di Nogeoingegneria

*********

DOSSIER GATES

GATES TO HEAVEN OR TO HELL- PORTE DEL PARADISO O DELL’ INFERNO? (1)

GATES TO HEAVEN OR TO HELL- PORTE DEL PARADISO O DELL’ INFERNO? (2)

GATES TO HEAVEN OR TO HELL- PORTE DEL PARADISO O DELL’ INFERNO? (3)

Pubblicato e tradotto da: https://www.nogeoingegneria.com/motivazioni/sociale/la-stampa-in-pugno-bill-gates-gates-keeper-compra-i-media-per-controllare-le-notizie/

Correlati:

IL CORONAVIRUS DÀ UNA SPINTA PERICOLOSA ALL’AGENDA PIÙ OSCURA DELLA DARPA

FDA PROSSIMA AD APPROVARE I CHIP SOTTOCUTANEI INIETTABILI

®wld

INFORMAZIONE

ATTENZl0NE!!! GOOGLE E APPLE INSTALLERANNO IL TRACClAMENT0 SU TUTTI I CELLULARI ANCHE SENZA lMMUNl!!

Dall’isolamento allo Stato di Polizia – e la magistratura ?

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Illuminati_NWO-724x1024.jpg

Test coronavirus: cosa dicono i produttori? Leggi QUI l’articolo

CI VOGLIONO ISOLARE – FULVIO GRIMALDI – #Byoblu24

Perché è un problema trovare le terapie? leggi QUI l’articolo di Antonio Socci

DOTT.SSA CARRIE MADEJ SCOPPIA A PIANGERE RACCONTANDO COME MODIFICHERANNO RNA, DNA CON I VACCINI!!

®wld

Si stanno organizzando …

.Il Bilderberg ordina (tramite Renzi): italiani, vi dovrete vaccinare tutti e basta! 

Renzi ha chiesto oggi che il vaccino anticoronavirus sia reso obbligatorio. E quando parla Renzi, parla il Gruppo Bilderberg, di cui l’ex premier è membro effettivo dallo scorso anno (leggi qui…). Tra le questioni discusse nella riunione del 2019 vi era per l’appunto “un ordine strategico stabile”, che oggi sappiamo cosa significa, cioè dittatura sanitaria. Ora dato che dall’inizio dell’anno il nostro Paese è stato usato come un laboratorio per testare le conseguenze di una pandemia dal punto di vista sanitario, economico e sociale e che il vaccino è in fase di lancio, si è passati allo step successivo: obbligatorietà del vaccino per capire come reagisce la popolazione.

 

Per rendere obbligatorio il vaccino serve una legge del Parlamento. Lo prescrive l’art. 23 della Costituzione. Per aggirare l’ostacolo, si sta pensando di usare l’arma del dpcm di Conte visto che formalmente l’Italia è in stato di emergenza sanitaria (almeno fino al 15 ottobre, ma già si parla di proroga al 31 dicembre). Una mossa del genere potrebbe avere conseguenze significative per la tenuta dell’ordine pubblico. Inoltre, quand’anche non scattasse una rivoluzione violenta (se due milioni di persone circondassero palazzo Chigi, Conte dovrebbe scappare in elicottero come fece Ceausescu in Romania nella rivoluzione del 1989) sarebbe difficile costringere la gente a farsi vaccinare.

 

Secondo sondaggi recenti, metà della popolazione è contraria. L’altra metà dovrebbe essere costretta con la minaccia di sanzioni, come la perdita della potestà sui figli, il licenziamento dal lavoro, accuse penali, ecc. Ma anche questo tipo di strategia potrebbe determinare una reazione violenta della gente, dato che il vaccino è un farmaco pericoloso per definizione e soprattutto questo che sarà messo in commercio con una drastica riduzione dei tempi di sperimentazione. Per tacere delle voci sulla riduzione della popolazione mondiale (quale occasione migliore se non quella dell’uso di un vaccino che sarà distribuito a tutto il Pianeta?).

************************************ 

Marcello Pamio

Dopo aver sbagliato tutto nella gestione della psico-pandemia e aver contribuito a creare danni enormi (economici e sanitari) al mondo intero per via dei consigli contraddittori; dopo aver messo al bando una terapia funzionante come l’idrossiclorochina basandosi su uno studio pubblicato da Lancet dichiaratamente fraudolento; dopo essere stata comprata da un ente privato come la Fondazione Bill & Melinda Gates, l’Oms cosa fa? L’organizzazione invece di sciogliersi e salutare tutti, istituisce una Commissione con il compito di “raccomandare” gli investimenti e le riforme “per migliorare i sistemi sanitari e di protezione sociale” dei vari Paesi europei.

Sapere che una commissione esterna controllerà i soldi destinati al miglioramento dei sistemi sanitari e della protezione dei sudditi al tempo del corona, chiude un po’ lo stomaco. Ma quando si viene a conoscere che la “Poltrona Covid”, la presidenza della commissione è stata destinata al cyborg con loden blu: Mario Monti, la stretta si trasforma in veri e propri sforzi di vomito!

Ricordiamo che il professore anaffettivo per antonomasia, l’essere privo di empatia umana è stato uno dei politici più proficui nella distruzione sistematica di questo paese.

 

Gesuita fin nel midollo, ha lavorato a Yale (nota università dell’elité anglosassone), è stato uomo di punta di una delle banche più potenti del globo, la Goldman Sachs, membro del Bilderberg Group ed è anche Presidente europeo della Commissione Trilaterale (una specie di massoneria ultraliberista ispirata da David Rockefeller e Henry Kissinger). Monti figura anche nel comitato esecutivo del gruppo Aspen Institute Italia, un’altra struttura abbastanza ambigua finanziata dalle Fondazioni Ford e Rockefeller.

Mario Monti ad un incontro segreto degli Gruppo Bilderberg

 

Questo individuo dovrà consigliare all’Europa le mosse da attuare per uscire dalla situazione o, come direbbero i mal-pensanti, farci sprofondare sempre più nel baratro! Responsabilità enorme visti soprattutto gli interessi economici che gravitano attorno al virus…

Una tale cieca sfiducia è dettata sia dal curriculun vitae di Monti, sia da una memoria umorale e cellulare: il suo governo infatti è ancora impresso a caldo nelle ghiandole lacrimali e nelle vene del popolo italiano, almeno di coloro che ancora pensano e usano l’encefalo.

*********************************** 

AVV HAINTZ: RECHTLICHE INITIATIVEN. MANIFESTAZIONI A BERLINO, INIZIATIVE LEGALl C0NTR0 LA DITTATURA!

 

®wld

Buon Ascolto

 

ComiCost in Camera dei Deputati a Roma

 
 
Oggi Mercoledì 29/07/20 ComiCost in Camera dei Deputati a Roma, Dott. Stefano Manera, Avv. Nino Filippo Moriggia ospiti On. Sara Cunial, Gruppo Misto. 
 
CONFERENZA STAMPA Coronavirus e illegittimità dei provvedimenti: il ricorso di Comicost 29 luglio dalle 14.00 alle 15.00 presso la Sala stampa della Camera dei Deputati (in Via della Missione n. 4, Roma) Violazione del principio di ragionevolezza per mancata ponderazione e bilanciamento dei diritti, dei principi, interessi e valori costituzionali, in particolare in riferimento al diritto alla salute contenuto nell’art. 32 della Carta Costituzionale, dell’invalidità del regime sanzionatorio previsto e applicato in virtù dei DPCM impugnati per violazione del famoso principio “nulla poena sine lege, nullum crimen sine lege”. Sono solo alcune delle inadempienze denunciate dal Comitato per le Libertà Costituzionali (COMICOST), presieduto dall’avv. Nino Filippo Moriggia del foro di Brescia e notificate alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministero dell’Interno e al Ministero della Salute un Ricorso Straordinario al Capo dello Stato. Il 29 luglio dalle 14.00 alle 15.00, presso la Sala stampa della Camera dei Deputati (in Via della Missione n. 4, Roma), COMICOST presenterà le motivazioni del ricorso con il qualche si chiede formalmente che venga sollevata la questione di legittimità costituzionale di queste norme. All’incontro interverranno: Avv. Nino Filippo Moriggia, presidente COMICOST che ne illustrerà i principali contenuti; Dott. Stefano Manera, medico anestesista-rianimatore, presenterà il gruppo medico scientifico del Comitato e le sue iniziative.
 
Dott. Pasquale Mario Bacco, medico legale, amministratore delegato di Meleam Spa, ha potuto invece constatare attraverso oltre 7000 esami sierologici ed alcuni esami autoptici che il virus è diventato letale per grave responsabilità del Ministero della Salute e del Governo. Non aver permesso le autopsie e quindi non permettere di comprendere subito le vere cause delle morti è stata una mancanza imperdonabile.
 
L’ OMS avendo seguito mesi prima la casistica cinese ben sapeva quali erano le vere cause dei decessi; lo stesso Ministrero della Sanità, non poteva non sapere. Ora, desecretati i documenti sensibili si potrà finalmente sapere la verità. Prof.re Marco Mamone Capria, PhD., Dipartimento di Matematica, Università degli studi di Perugia, illustrerà aspetti critici dei dati e delle analisi dati forniti da Governo, ISTAT (Istituto Nazionale di Statistica) e ISS (Istituto Superiore di Sanità), in relazione all’emergenza Coronavirus. 
 
Nel suo intervento spiegherà come il Comitato Tecnico-Scientifico (CTS) abbia dato indicazioni largamente arbitrarie, e come alcuni numeri forniti dalle fonti ufficiali siano contestabili e fuorvianti. In complementarità con le altre gravissime negligenze del Governo e dei Ministeri competenti, è verosimile che l’obiettività di certi pareri tecnici sia stata compromessa al fine di fornire una giustificazione “scientifica” del clima di terrore che si è venuto a creare e delle relative misure restrittive, ancor oggi in parte applicate, ma che appaiono sempre più irragionevoli a gran parte della cittadinanza.
 
Fonte: https://www.youtube.com/watch?v=4o6Ym7UePYk&feature=youtu.be

Quando la menzogna diventa la verità

Chi c’è dietro le “fake news”? I media mainstream utilizzano video e immagini falsi 

By Prof Michel Chossudovsky
Global Research, August 01, 2020

Il filmato, che accompagnava il rapporto del 2008 di John Vause della CNN, non aveva nulla a che fare con la Cina. I poliziotti non erano cinesi, ma poliziotti indiani in uniformi cachi dello Stato nord-orientale dell’Himachal Pradesh, in India.
Gli spettatori sono stati portati a credere che le dimostrazioni all’interno della Cina fossero pacifiche e che le persone fossero state arrestate dalla polizia cinese. 

 

Poliziotti cinesi in uniformi cachi?

1′.27-1′.44 “riprese video di” poliziotti cinesi “e manifestanti, compresi i monaci buddisti. I poliziotti cinesi vengono mostrati accanto ai monaci tibetani.

Questi poliziotti cinesi sono della provincia di Gansu o di Lhasa, la capitale tibetana, come suggerito dal John Vause’s Report della CNN? 

RAPPORTO SULLA CINA, 14 MARZO 2008

Screenshot dal video della CNN sopra

Presunti poliziotti cinesi in uniforme cachi che reprimono i manifestanti tibetani in Cina, CNN, 14 marzo 2008 1’38 “, 1’40” (immagine sopra)

Le loro divise color cachi con berretti sembrano portare l’impronta del periodo coloniale britannico. 

Le uniformi color cachi furono introdotte per la prima volta nella cavalleria britannica in India nel 1846.

Khaki significa “polvere” in hindi e persiano.

Inoltre, i poliziotti con uniformi cachi e baffi non sembrano cinesi.

Guarda attentamente.

Sono poliziotti indiani. 

La videocassetta mostrata il 14 marzo 2008 dalla CNN non proviene dalla Cina (provincia di Gansu o Lhasa, capitale del Tibet). Il video è stato girato nello Stato dell’Himachal Pradesh, in India. La videocassetta del movimento di protesta per il Tibet in India è stata utilizzata nel rapporto della CNN sul movimento di protesta per il Tibet in Cina. La CNN ha incasinato i suoi paesi. 

Per il rapporto completo su Global Research, fare clic qui 

2. Copertura della BBC sulla guerra in Libia, 2011 

Piazza Verde Tripoli. Libici festeggiano la “liberazione” e la vittoria delle forze ribelli su Gheddafi sventolando bandiere indiane

Esamina il filmato: non è Green Square e non è la King Idris Flag (rossa, nera verde) dei ribelli libici. 

Esamina il filmato: non è Green Square e non è la King Idris Flag (rossa, nera verde) dei ribelli libici.

È la bandiera indiana (arancione, bianca e verde) e le persone alla manifestazione sono indiani.

Forse non te ne sei nemmeno accorto.

E se l’hai notato, “probabilmente è stato un errore”.

Giornalismo sciatto alla BBC o menzogne ​​e fabbricazioni dirette? Riconosci le bandiere?

Bandiera indiana (vedi a destra)

Bandiera ribelle della Libia (Re Idris a sinistra)

Terroristi “in festa” a Green Square

Non ci sono state celebrazioni. È stato un massacro sponsorizzato dalla NATO che ha provocato diverse migliaia di morti. (2011)

Ma la verità non può essere mostrata sulla televisione di rete. Gli impatti dei bombardamenti NATO sono stati offuscati.

I ribelli sono annunciati come “liberatori”.

I bombardamenti della NATO hanno lo scopo di salvare vite civili sotto il mandato R2P dell’Alleanza. Ma la realtà è diversa: la popolazione civile è terrorizzata dai ribelli sponsorizzati dalla NATO.

Le immagini devono essere cambiate per conformarsi al “consenso NATO”.

La morte e la distruzione sono sostituite da immagini fabbricate di celebrazione e liberazione.

Vedi il rapporto completo su Global Research

3. CNN e BBC l’11 settembre.

Il rapporto sul crollo dell’edificio sette del WTC si è verificato prima del crollo

Fake News sul crollo del WTC Building Seven

La bugia più grottesca riguarda l’annuncio della BBC e della CNN nel pomeriggio dell’11 settembre che il WTC Building Seven (The Solomon Building) era crollato.

Il rapporto della BBC è andato in diretta alle 17:00, 21 minuti prima dell’effettivo verificarsi del crollo, indicando in modo indelebile la presunzione del crollo del WTC 7.

Il presentatore della CNN Aaron Brown ha annunciato che l’edificio “è crollato o sta crollando” circa un’ora prima dell’evento.

Guarda le immagini qui sotto: WTC Building Seven è ancora in piedi. 

“Il conduttore della CNN  Aaron Brown sembra faticare a dare un senso a ciò che sta vedendo un minuto dopo aver annunciato che il WTC Building 7, la cui facciata eretta è chiaramente visibile nella sua vista verso il Trade Center, è o sta crollando”. (vedi sotto) Vedi l’articolo completo su Global Research

4. Gli attacchi terroristici di Bruxelles del marzo 2016.

I media belgi hanno utilizzato il video di un attacco terroristico all’aeroporto di Mosca del 2011

I media di Bruxelles Dernière Heure su  dhnet.be  e La Libre hanno riferito degli attacchi terroristici fornendo un video di sorveglianza aeroportuale con telecamera CC degli attacchi terroristici. 

Il filmato pubblicato era falso, come documentato da un  post sul blog su Media Part

Il video riguarda un attacco terroristico all’aeroporto Domodedovo di Mosca il 24 gennaio 2011 (pubblicato su youtube nel novembre 2013).

Il rapporto di DHnet.be sull’attacco all’aeroporto di Bruxelles ha utilizzato il video dell’attacco a Mosca del 2011 con la data dell’attacco a Bruxelles: (22/03/2016) incollato sul video russo.

 

Di seguito è riportato lo screenshot del rapporto di DH.

 

E lo screenshot di La Libre su  http://lalibre.be,

Ed ecco uno screenshot dell’attacco terroristico del gennaio 2011 all’aeroporto internazionale Domodedova di Mosca pubblicato su youtube nel novembre 2013 seguito dal video completo dell’attacco di Mosca:

 


Secondo  il rapporto della BBC (24 gennaio 2011) (che include il video), l’attacco all’aeroporto di Mosca del 2011 ha   provocato 35 morti.

   

Screenshot del rapporto BBC Report gennaio 2011

Coincidenza? Quello stesso giorno, ci fu un secondo video di sorveglianza falso alla stazione della metropolitana di Bruxelles Maelbeek 
 
L’attacco terroristico nel pomeriggio del 22 marzo 2016 alla stazione della metropolitana di Bruxelles Maelbeek è stato segnalato dai media mainstream, compresa la CNN. 
 
In questi rapporti, le riprese video di un attacco terroristico del 2011 a Minsk, in Bielorussia, sono state utilizzate dalla rete televisiva e dai media online per descrivere ciò che stava accadendo nella stazione della metropolitana al momento degli attacchi.

Secondo l’Indipendent:

Il filmato della CCTV che è stato condiviso dopo gli attacchi di Bruxelles, che si ritiene mostrasse un video dall’interno della stazione della metropolitana di Maelbeek, si è dimostrato falso.

Quando è emersa la notizia della terza esplosione nella capitale belga, che ha preso di mira la stazione situata vicino agli uffici dell’UE, molti hanno iniziato a condividere ciò che credevano fosse il filmato dell’attentato.

Tuttavia si è presto scoperto che il video in realtà proveniva dall’attentato alla metropolitana di Minsk del 2011 che ha ucciso 15 persone e ferito oltre 200 persone.

Il rapporto dell’Independent si basa su un errore. Sono stati i media mainstream a pubblicare i filmati di Mosca e Minsk. È stato grazie a incisivi rapporti sui blog dei social media che è stato rivelato l’uso di video falsi da parte dei media mainstream. 

La domanda più fondamentale: due casi di video falsi:

Possiamo fidarci dei rapporti dei media mainstream sugli attacchi terroristici di Bruxelles?

Confronti: Bruxelles, 22 marzo 2016 contro Minsk, 11 aprile 2011. Stesse riprese video

Ecco uno screenshot di un filmato trasmesso sulla rete TV e su Internet che raffigura l’esplosione nella metropolitana di Bruxelles, 22 marzo 2016

Il presunto filmato della telecamera di sorveglianza CCTV, stazione della metropolitana Brussel Maelbeek (successivamente rimosso). La telecamera di sorveglianza CC è sotto il controllo delle autorità di sicurezza della metropolitana. (screenshot sopra)

Ora confronta quanto sopra con lo screenshot degli attacchi di Minsk dell’aprile 2011 seguito dal video integrale.

 

Full video of the Minsk Attack

 

Leggi l’articolo completo sui video falsi di Bruxelles

 

Osservazioni conclusive

Le bugie e le invenzioni del MSM non sono il risultato di un “giornalismo sciatto”.

Sono intenzionali e intendono fuorviare il pubblico.

I media mainstream usano abitualmente immagini e video falsi nella loro copertura della guerra in Siria.

La campagna contro i media alternativi e indipendenti cerca di limitare la libertà di espressione.

Attenti alla macchina del Deep State sta reagendo inondando il web di notizie false costruite a tavolino e condivise da agenti disinformatori e persone ingenue e credulone che in buona fede credono a tutto e sostengono le loro tesi con grinta ed arroganza

 

 

Q-Anon, Il dovere della serietà

 

in Q _Anon

 

Siamo in guerra! Una guerra diversa da quelle a cui siamo stati abituati fino ad oggi, una guerra tra due modi di vedere il mondo, una guerra tra un sistema tiranno che cerca di dare gli ultimi colpi di coda per avere il totale controllo del pianeta e dei suoi abitanti contro un sistema più conservatore che combatte la perversione di questo “drago feroce”. 

 

Sappiamo bene che il controllo della popolazione passa da un presupposto fondamentale: Il controllo dell’informazione. Abbiamo parlato più volte di come i 5 gruppi più grossi che controllano il 90% dell’informazione siano stati furabescamente infiltrati, acquisiti nelle loro quote di maggioranza, pilotati e resi funzionali e dipendenti dal “Drago”. 

 

Da questo fondamentale presupposto nasce Q.

 

Nell’ottica di questa nuova tipologia di guerra, combattuta a colpi di disinformazione e condizionamento, diventa essenziale un nuovo tipo di esercito, un esercito digitale che sia in grado di veicolare e diffondere le vere notizie, un esercito che diventi megafono delle istanze del popolo ma anche divulgatore del marcio che piano piano viene a galla grazie ai suggerimenti di Q.

Per questo nascono i “Q Anon”. 

 

Q è un’operazione di intelligence militare, la prima nel suo genere, il cui obiettivo è quello di fornire al pubblico informazioni segrete. Molti seguaci di Q pensano che il team Q sia stato fondato dall’ammiraglio Michael Rogers, ex direttore della National Security Agency ed ex comandante del Cyber ​​Command degli Stati Uniti. E’ possibile che Dan Scavino, direttore dei social media della Casa Bianca, faccia parte del team, perché l’alta qualità della scrittura di Q è senza ombra di dubbio quella di un esperto di comunicazione. 

 

Q è una nuova arma nel gioco della guerra delle informazioni, che evita i media ostili e il governo corrotto per comunicare direttamente con il pubblico. 

 

Mentre Trump comunica senza mezzi termini e direttamente, Q è criptico, scaltro e sottile, offrendo solo indizi che richiedono contesto e connessione.

  • La prima fase di The Great Awakening è accrescere la consapevolezza sull’esistenza del Deep State – le entità governative interconnesse che operano al di fuori della legge per espandere il proprio potere. Le elezioni e l’opinione popolare non incidono sulla capacità del Deep State di rispettare la sua agenda.
  • La seconda fase di The Great Awakening indaga sull’alleanza del Deep State con altri potenti settori: media, Hollywood, enti di beneficenza e non profit, scuole pubbliche e università, organizzazioni religiose, istituzioni mediche, scientifiche e finanziarie e società multinazionali. Questa fase può essere dolorosa, poiché scopri che ”quelli di cui ti fidi di più” (nella frase di Q) ti stanno ingannando. Celebrità amate, leader religiosi, dottori, educatori, innovatori e do-gooder sono tutti nella menzogna.
  • La terza fase di The Great Awakening è forse la più dolorosa di tutte. Le persone che ci governano non sono semplicemente creature amorali che ci vedono come danni collaterali nel loro desiderio di denaro e potere. È più spaventoso di così. I potenti che serviamo stanno attivamente cercando di farci del male. Questo è il loro obiettivo. Siamo sotto attacco coordinato.

Tutto quello che si richiede ai Q Anon è di diffondere notizie VERE partendo dalle indicazioni dei Drop rilasciati da Q a questo indirizzo. Sulla base di questi drop il compito di un Q Anon è quello di cercare notizie riguardanti quel drop specifico e di indagare il più possibile quell’argomento per far venire a galla il marciume del “Drago”. 

 

Purtroppo in queste ultime settimane il movimento è stato evidentemente infiltrato dal sistema. 

 

La tecnica è sempre la solita: inondare di assurdità le pagine e i siti dei Q Anon, oltre che crearne di nuovi che ad un primo sguardo sembrano provenire da veri Anon. 

 

Mischiare argomenti seri ed importanti, elementi essenziali per indagare il marcio con assurdità che mai e poi mai saranno rintracciabili nei drop di Q, rendendo di fatto quello dei Q Anon un argomento relegabile al becero “Complottismo”.

 

 

 

C’è da dire che un limite del progetto Q è proprio questo, tutti diventiamo possibili divulgatori di notizie, anche chi non ha un background culturale e scolastico solido. 

 

Così diventano tanti gli Anon che fanno il gioco del sistema, mettendo in ridicolo tutto il movimento, rischiando di farci perdere questa guerra. 

 

“E ci riferiamo a tutte quelle finite notizie (Fake News) su arresti ed esecuzioni già avvenute, come l’elenco apparso in un sito greco di disinformazione in cui si può leggere che il Papa e tutti i Cardinali sono stati giustiziati e sostituiti con dei cloni, o dell’esecuzione di George Soros con tanto di fotomontaggio mentre sta andando al patibolo e così via. 

 

La macchina del Deep State sta reagendo inondando il web di notizie false costruite a tavolino e condivise da agenti disinformatori e persone ingenue e credulone che in buona fede credono a tutto e sostengono le loro tesi con grinta ed arroganza. 

 

Q non ha mai parlato di esecuzioni già avvenute… tutt’altro ha sempre dichiarato che le cose si devono fare nella trasparenza e legalità e nel rispetto del diritto e che la Tempesta in atto serve a mostrare alla gente cosa veramente sia il Deep State perchè le parole non basterebbero. 

 

Q aggiunge inoltre che le informazioni e i drop che vengono trasmessi sono molto importanti da maneggiare con cura ( Handle with care ) facendo capire di non scadere nel sensazionalismo o nella paranoia come spesso abbiamo visto attraverso “bollettini” di futuri black-out durante i quali si sarebbe fermata ogni cosa sul Pianeta per facilitare gli arresti, cosa che non è mai accaduta, ma divulgata dai soliti ingenui ottenendo un effetto boomerang su tutto il Movimento Q. 

 

“Ognuno di noi sa che i processi legati al Pizzagate o il famigerato caso Epstein sono tutt’ora in corso e colpiranno tutti i frequentatori dell’isola dei pedofili come è stata rinominata la sede dei suddetti incontri e che quindi tutti i frequentatori, divi di Hollywood e politici di tutto il mondo nonchè finanzieri e finti filantropi oggi famosi per strategie vaccinali da imporre al mondo, arriveranno a processo e saranno giudicati per le loro colpe, ma tutto come dice Q, avverrà attraverso tribunali civili e militari e il Mondo finalmente potrà capire la trama di quello che stiamo tutti vivendo ormai da anni. 

 

Il progetto del NWO è alle sue ultime battute dopo secoli di colpi di Stato, manipolazioni e controllo della finanza mondiale e della comunicazione… non lasciamoci travolgere dai suoi ultimi colpi di coda.” 

 

Articolo scritto da: Davide Donateo (databaseitalia.it) e “The Q Italian Patriot

 

Fonte: https://www.databaseitalia.it/

 

®wld