Archivi categoria: Filosofia

L’era degli imbecilli

L’uomo è un animale intelligente che si comporta come un imbecille 

di Umair Haque 13 Marzo 2018 dal Sito web Eudaimonia traduzione di Claudiordali  Versione originale in inglese  

Il mondo sta diventando catastroficamente stupido. Ecco come non farne parte…  

Ci scommetto che in questi giorni, appena dopo aver letto i titoli dei notiziari e dei giornali, scuotendo la testa avrete borbottato qualcosa come:

“Gesù. Viviamo in un’epoca piena di stupidi incredibilmente catastrofici…” 

Non vi state sbagliando affatto.   

Circa un decennio fa, sulla scia della crisi finanziaria, è successo qualcosa. Siccome il mondo si è ritrovato ancora una volta povero, si è cominciato a riscrivere una vecchia storia.   

Da qualche parte dentro al cuore umano, ci fu un’esplosione e uno strano tsunami cominciò a fremere per tutto il globo: un borbottio e un mormorio formato da ogni forma inimmaginabile di stupidità: 

un mix di follia, beata ignoranza, avidità autodistruttiva, disprezzo spericolato e crudeltà ottusa, ha cominciato a sfilare facendosi passare per illuminazione. 

Per cui, ora c’è uno tsunami di imbecillità che sta roteando per il mondo come una bomba termonucleare al rallentatore. I suoi lampi di follia fanno rabbrividire.   

Si vedono le nuvole dell’idiozia che gli fluttuano attorno. Qui di seguito elenco i cinque tipi di stupidità che distruggono il mondo, perché dovete sapere che in questi giorni, il nostro primo compito come esseri umani è quello di non farci trasformare in imbecilli da questa ondata di follia.  

La stupidità Economica, ossia 

  • il nazionalismo 
  • il populismo e 
  • l’austerità, 

…tre parole che abilmente significano la stessa cosa.  

L’idea è che, 

“non ci sono i soldi per pagarla!”, 

…di qualunque cosa si tratti, 

  • mense scolastiche 
  • assistenza sanitaria 
  • istruzione 
  • parchi pubblici 
  • biblioteche 
  • mezzi di informazione 
  • treni… 

Certo che ci sono i soldi.  

Cosa pensate che significano i tassi d’interesse pari a zero?  

Significa che ci sono tantissimi soldi nelle casse del tesoro dell’economia globale; significa che il bottino accumulato dai vari Jeff Bezos e Bill Gates è così enorme che non si sa più dove metterlo.

Non c’è più posto. 

tutti gli yacht, le ville da lusso e i castelli, sono stati già comprati.

Se non c’è nada da comprare, il tasso d’interesse per i prestiti equivale a zilch, ossia niente di niente.  

Interessi zero non significa solo che, 

“la società può avere dei prestiti gratis e dare a tutti l’assistenza sanitaria, l’istruzione, un’entrata e qualcosa da risparmiare”, 

… significa anche che se non si fa così , l’economia andrà dritta verso l’oblio

perché quel denaro continuerà ad accumularsi, anziché servire per fare qualcosa di utile, vantaggioso e necessario.   

Ora, qual è il principale esempio di austerity? L’America, ovviamente…   

Grazie a quattro decenni di gente che ha distrutto e sta stupidamente distruggendo il suo stesso governo, quella stessa gente vive indegnamente: 

non hanno assistenza sanitaria, liquidazione, pensione, formule di salvataggio e quindi, non hanno mobilità, opportunità, stabilità, sicurezza e quindi, abbastanza ragionevolmente, non hanno più speranza e ottimismo, motivo per cui stanno usando delle droghe ancora più pesanti per intorpidire tutto questo dolore. 

Ma, ecco il punto, 

  • il nazionalista dice, 
  • “prima gli americani!” 
  • … che molto ironicamente vuole dire, 
  • “dopo gli altri!” 

È così stupido da investire nella sua stessa società.

Anzi, vuole cacciare i capri espiatori, escludere la minoranza e disprezzare i deboli.

Robert Mueller su Trump “O ha delle palle enormi, o è mostruosamente stupido” Fonte

Non riesce nemmeno a vedere che “noi prima” e “loro dopo” non sono due opposti, ma molto spesso vanno di pari passo in una corsa verso l’abisso. Bah, solo un vero imbecille potrebbe confondersi.  

Quindi, la prossima (la seconda) forma di stupidità è la stupidità sociale…   

La stupidità sociale sta nell’idea che una società possa funzionare senza un contratto sociale. Che la Uber possa sostituire le ambulanze, che gli hyperloop siano in grado di rimpiazzare gli autobus e… qual è la prossima?  

Che i distributori automatici possano sostituire gli ospedali e le scuole, suppongo. 

“Aspetta, Umair!”, non piangere. “Chi potrebbe essere così stupido da crederci? LOL!” 

Ahimè, a quanto pare… c’è pieno…   

E tutti quei partiti estremisti che stanno nascendo in tutto il mondo? Guardano all’America come un esempio, non come un avvertimento.  

Questo è quello che vogliono diventare. Per cui, i pomposi demagoghi che tirano le fila stanno per tagliare i servizi pubblici, decostruire la governance, distruggere il contratto sociale e sostituirlo con varie forme di autoritarismo, cleptocrazia e feudalesimo, che non sanno cosa sia un contratto sociale e un impegno di fedeltà.    

Agli esseri umani ci sono voluti millenni per sviluppare i cosiddetti contratti sociali, eppure eccoci qui: ogni mese torniamo indietro di secoli.   

Ma non sono solo i demagoghi e gli estremisti che esprimono fedeltà in questi giorni, vero? Ho letto un articolo su The Guardian, dove Elon Musk ha detto che per sopravvivere alla prossima guerra mondiale, dovremo colonizzare Marte. Ahahaha LOL.

Elon, amico mio. Forse, sarebbe meglio provare a prevenirla… la prossima guerra mondiale. Sai cosa intendo? Salvare milioni di vite, invece di scappare via mentre si trasformano in polvere radioattiva.  

Ecco la terza forma di stupidità, quella tecnologica.  

Potremo chiamarla tecno-determinismo – è l’idea che le soluzioni ai nostri problemi possano essere progettate, come ad esempio, andare su Marte. Elon non ha affatto considerato che se gli esseri umani guerrafondai vanno su un altro pianeta, tutto ciò che potrebbe succedere sono solo delle guerre mondiali su Marte, Venere e Plutone.   

Non si possono risolvere i problemi umani con la tecnologia.   

Questo è il motivo per cui,

  • Twitter si è trasformato nel più grande cesso emozionale del mondo  
  • Facebook fa un sacco di soldi a spese della democrazia  
  • YouTube è diventato un posto frequentato da ragazzi che vogliono istruirsi e imparare a dovere argomenti come l’omicidio, il bullismo e la tortura, non da ragazzi che vogliono studiare, per esempio, la letteratura rinascimentale e gli acquerelli.

Questa forma di stupidità, il tecno-determinismo, è molto più grande di quanto si possa pensare. 

Fatemi provare a condensarla. Pensate davvero che si possano vedere i problemi umani senza mai leggere un libro, guardare un’opera teatrale, studiare noi stessi e imparare la storia? 

Se ce la fate, congratulazioni. Siete dei tecno-deterministi, solo che non lo sapete. 

Tuttavia, il determinismo tecnologico non sta solo nella sua ricerca furiosa di soluzioni facili, comode e per cui non c’è bisogno di pensare, far delle considerazioni, riflettere o crescere.  

Questo mi porta alla quarta forma di stupidità. Quella culturale.   

La chiamerò salvazionismo.

  • La salvezza è nel mondo che viene, quindi chi ha bisogno di questo?  
  • L’ascesa di demagoghi e uomini forti.

La salvezza, ossia la sicurezza tra le braccia muscolose di papà.  

La nascita di forme bizzarre di pensiero magico, sia di sinistra che di destra, (la versione di destra è la “scienza razziale” e il determinismo genetico, proprio come ai bei vecchi tempi del Nazismo, mentre la versione di sinistra è l’idea che sta urlando Donald Trump su Twitter) stanno effettivamente risolvendo i problemi di povertà, abuso e violenza?   

La salvezza, amici miei…  

Ovunque voltiamo lo sguardo, vediamo della gente che vuole una via d’uscita da quest’epoca. Non dovrà sorprenderci se cercherà la più semplice e la meno dolorosa. Magari quelli che si drogano d’oppio vi fanno ridere, ma son pronto a scommettere che se doveste guardarvi un po’ più attentamente, beh…    

E questo mi porta alla quinta e ultima forma di stupidità.

È la più grande di tutte ed è psicologica. Il rifiuto.   

Rifiutiamo e neghiamo, profondamente e intensamente… più o meno tutto. Prendiamo di nuovo l’America. Solo poche settimane fa, dei bambini sono stati massacrati con una mitragliatrice. La nazione è diventata isterica, ma ora è già tornata a occuparsi dei principali programmi TV.  

Il rifiuto. Nessuno può fingere di non sapere che dei bambini che si massacrano è una cosa terribile, ma ci si può rifiutare di pensarci, no? 

Potrei estendere questo esempio all’infinito, perché le mie prime quattro forme di stupidità sono anch’esse delle forme di rifiuto. 

Il nazionalismo, l’estremismo, la demagogia, la rinascita del nazismo letterale, il salvazionismo, il determinismo e tutte le altre molteplici e folli forme di stupidità che definiscono quest’epoca piena di idioti globalmente catastrofici, sono delle strategie di rifiuto e negazione.  

Negare a qualcun altro i suoi diritti, la sua dignità, una possibilità, un futuro, la propria appartenenza, il proprio sé.   

Cos’è il rifiuto? La scelta di restare ignoranti, una delusione di massa socialmente costruita e una presuntuosa follia riguardo al mondo, l’umanità, la vita e il prossimo. 

Le cose andranno bene, torneranno alla normalità. Al minimo accenno della più piccola e scomoda verità, incrociamo le dita e gridiamo “LA LA LA LA!!”, cambiamo canale velocemente, iniziamo ad odiare chi dice quelle cose e sicuramente non lo seguiamo più.   

Ora che vi ho messo in una posizione da cui non potete muovervi facilmente, eccovi alcune di quelle verità: 

  • Il clima sta cambiando 
  • La disuguaglianza sta aumentando 
  • La vita giovanile è decadente 
  • L’economia globale è allo sfascio 
  • La democrazia sta lentamente svanendo, se non morendo…

Siamo nella merda più profonda come mondo, specie ed esseri umani. Potrei andare avanti.  

Non intendo deprimervi. Scusate, ma non siete così importanti…

Il punto è che non si tratta di voi. Di cosa si tratta allora? Di questo. Tutto quanto. Il pianeta, la società, la democrazia, la vita, persino la vostra.  

La negazione è un modo per mantenere il nostro egoismo, aggrappandoci davvero all’illusione di essere onnipotenti.

“Se lo ignoro abbastanza a lungo, se ne andrà via!!”

Scusate, magari non vi importa molto, ma la grande verità di quest’epoca è proprio questa.   

Se solo ascoltassimo, in questi giorni il mondo ci sta dicendo qualcosa di importante. 

È che non ci importa affatto. Non in questo modo. Durante l’ultimo secolo abbiamo vissuto male e in maniera tutta sbagliata. 

  • Materialismo 
  • Razionalismo 
  • Individualismo 

E che cos’hanno prodotto? 

  • avidità 
  • brutalità 
  • malizia 
  • competizione… 

E queste, invece, cos’hanno prodotto? A livello umano, sotto i festoni e le guglie scintillanti? 

  • solitudine 
  • amarezza 
  • rabbia 
  • furia 
  • paura 
  • invidia 
  • disuguaglianza, stagnazione, immobilità e declino 
  • disperazione, crudeltà e infelicità senza senso. 

Siamo stati noi a scegliere tutto questo.

Questa mancanza di significato. Questa futilità, questo vuoto. L’abbiamo scelto dicendo che non ci importava nulla tranne che la vittoria, la conquista, la crudeltà, il possesso. Non ci importava niente se non avere il potere di non fare niente. 

Amici miei, questa è la definizione di imbecillità.   

Questa è l’era degli imbecilli 

Il punto è fare in modo che ci importi ancora. 

Della società, della democrazia, della prosperità, della vita, del pianeta, del prossimo… 

A quel punto conteremo di nuovo anche noi.   

Ma se non daremo importanza a queste cose, non ne avremo neanche noi. Svaniremo senza essere ricordati, come la polvere nel vento. Piccole creature cieche che pensavano di essere importanti – troppo divertente. Saremo spazzati via dagli oceani in un batter d’occhio e non ci sarà una stella nell’intero universo che verserà una lacrima…   

Questo è il messaggio di quest’epoca, il messaggio del momento, ma temo che non siamo ancora pronti a sentirlo. 

Cosa significa veramente la parola “stupido”?  

Significa qualcosa del tipo: 

“quello che pensavo fosse importante non lo era; quello che pensavo non lo fosse, lo era. Ho fatto tutto al contrario. Bah! Come sono stato stupido.” 

Non descrive forse il punto in cui ci troviamo oggi?  

Abbiamo reso tutto insignificante, tutto un gioco, una gara, un reality show, incluso noi stessi, continuiamo a farlo, e poi ci chiediamo… 

“ferma!! perché la mia vita non va da nessuna parte ?! Perché non conto niente?!” 

Ah, beh… 

… è perché per te niente ha importanza, incluso e partendo da te. Non ne ha il pianeta, la democrazia, la società, la prosperità, i tuoi nipotini e neppure la tua mente, il tuo cuore, il tuo corpo e la tua anima. 

Una persona del genere è un imbecille, una che non riesce a dare un significato al mondo, ma solo a togliergliene. 

E questo perché ingoiano delle menzogne a cui non credono nemmeno i bambini. 

  • La crudeltà è gentilezza 
  • Lascia il tuo vicino per ultimo 
  • Disprezza i deboli 
  • Odia gli stranieri

Queste bugie ci fanno diventare scemi, perché quando le crediamo vere, vale a dire quasi subito, ogni cosa non conta più eccetto i nostri desideri immediati, ma in questo modo niente conta più davvero, per cui alla fine restiamo sconcertati dalla mancanza di significato del nostro mondo, di noi stessi e delle nostre vite. 

Questo qui – dare, ottenere e ricavare dei significati – è un test che serve a vedere se c’è dell’intelligenza e gli esseri umani lo stanno sbagliando clamorosamente.  

Il mondo è stato inghiottito dagli stupidi, che è un modo per dire: 

ogni cosa non significa niente, proprio perché l’unico tipo di potere che desideriamo è il potere di togliere significato alle cose, anziché dargliene. 

Un mondo egoistico che prova piacere nel massimizzare i robot in carne umana, sarà felice di vedere che tutto brucia per un’altra botta di avidità, invidia, potere e odio.   

A questo livello di stupidità, la totale e assoluta mancanza di significato, vale a dire il totalitarismo, è ciò da cui dovrà cominciare il cambiamento, se vogliamo tornare di nuovo alle nostre vere sensazioni…   

Fonte: http://www.bibliotecapleyades.net 

®wld

L’onda temporale zero seconda parte

De stella nova in pedi serpentari

(Ricevo dall’amico Dottor Roberto Slaviero e pubblico)

“Esamina dapprima le parole,
medita tutto cio’ che esse intendono,
le norme fisse allora si palesano.
Se tu pero’ non sarai l’ uomo giusto,
a te il significato non si svela.”
(I Ching)
Tratto dal “Libro dei mutamenti” o “Zhou Yi”, ritenuto il primo dei testi classici cinesi, considerato da Confucio, filosofo cinese (551-479 a.C), un libro di saggezza; viene utilizzato per approfondire aspetti della matematica ed a scopo divinatorio.
 

Per uno dei metodi usati a scopo di oracolo (lancio di 3 monete o uso di gusci di tartaruga), si utilizza anche una pianta ben conosciuta dalle nostre parti, ovvero l’ ACHILLEA, su cui si cercano i responsi dalle sue stele…da cui il nome di Achilleomanzia! 

Dall’I Ching sopra citato, Terence Mc Kenna, estrapolo’ la sua incredibile previsione dell’ “onda temporale zero“, che ho descritto in un mio articolo.

Carl Nilsson Linnaeus (1707-1778) botanico e medico svedese, a cui si deve la classificazione scientifica degli organismi viventi, chiamo’ cosi tale fiore, poiche’ le credenze mitologiche arrivateci dalla Mitologia greca, narrano che Achille, nell’ assedio di Troia, uso’ l’ Achillea per curare le ferite di Telefo, Re di Misia. Telefo era stato ferito dallo stesso Achille, che poi pero’ gli curo’ le ferite…fantastico! 

Achille aveva appreso le virtu’ terapeutiche dell’ Achillea da CHIRONE, il mitico Centauro (uomo- cavallo), figlio della ninfa Filira e del dio Crono, che per conquistarla si trasformo’ in un cavallo.

Chirone fu considerato il piu’ saggio e benevolo tra i Centaurei, esperto soprattutto nelle scienze ed in medicina. Asclepio o Esculapio, che dir si voglia, fu allievo di Chirone, ed era venerato in Grecia come dio della medicina, della guarigione e dei serpenti!

Si narra che Asclepio facesse rivivere i morti e questo non piacque molto ad Ade, dio degli Inferi, in quanto perdeva ingressi di anime morte; Ade chiese cosi a Zeus di intervenire e Zeus intervenne folgorando Asclepio con le folgori prodotte per lui dai Ciclopi, che Apollo, padre di Asclepio, uccidette in seguito.

Per placare le ire di Apollo, Zeus rese Asclepio immortale, tramutandolo nella Costellazione di Ofiuco. 

Johannes von Kepler o Keplero (1571-1630) osservò nel 1604 l’ esplosione di una Supernova in direzione della Costellazione di Ofiuco, l’Asclepio immortalato, e tale Supernova prese il suo nome.  

Fu la seconda Supernova osservata al tempo, dopo quella osservata nel 1572 dal mitico Thyco Brahe nella costellazione di Cassiopea e che prese anch’ essa il suo nome. 

Il simbolo che io porto sul camice, il Bastone di Asclepio, il simbolo dei farmacisti, raffigura ed onora ancor oggi il dio della medicina e dei serpenti.

Perche’ il serpente è il simbolo della conoscenza e della guarigione?

Sinistra: Coppa di Igea. In mezzo: Asta di Asclepio. Destra: Dio greco Asclepio  

A parte il famoso episodio biblico, si narra che a Creta, Asclepio somministroò a Glauco, figlio del Re Minosse, morto poiche’ caduto nel miele, un erba che gli era stata portata dalla bocca di un serpente e che, deposta sul corpo di Glauco, lo fece ritornare in vita! 

Cosi la costellazione di Ofiuco, ovvero di Asclepio immortale, rappresenta un Uomo con un enorme Serpente avvolto attorno alla vita. Il serpente ha inoltre una grande capacita’ di rigenerazione, tramutando la pelle annualmente.

Torniamo alle costellazioni e a Keplero, al quale Thyco Brhae nel 1599, offri un posto come suo assistente, che egli accetto’ nel 1600. Dei due grandi geni, di cui sopra, ne ho parlato in un recente articolo “Come in cielo così in terra  

Nel 1597 Keplero aveva pubblicato il “Misterium Cosmographicum”; ove egli tenta di dimostrare che, attraverso le leggi della matematica e lo strutturamento nella materia dei 5 solidi platonici, Dio ha creato la natura ed il mondo. 

Quindi la situazione del fine 500 e primi 600 vedeva la posizione di Tyhco Brhae, geocentrista convinto, e di cui Keplero fu assistente, con l’ inizio del movimento eliocentrista copernicano-galileiano.

Brhae mori nel 1601 e non pote’ quindi partecipare alle varie prese di posizione sull’ eliocentrismo che culminarono comunque con la condanna ed abiura di Galileo nel 1633 da parte della Chiesa di Roma. Chiesa di Roma che riabilito’ parzialmente il Galileo nel 1822 e comunque solo nel 1992 il Cardinale Poupard, su imprimitur dell’ allora Papa polacco Giovanni Paolo 2o, dichiaro’ che la condanna fu ingiusta.

Due anni prima, nel 1990 l’ allora cardinale Ratzinger, oggi Papa Benedetto XVI, in un discorso tenuto all’ Universita’ Sapienza di Roma, desto’ scalpore citando il filosofo della scienza Paul Fayerabend (1924-1994) , il quale dava un giudizio positivo sulla posizione tenuta al processo Galileo da parte della Chiesa di Roma. 

E quando dico Benedetto odierno Papa, affermo il vero in quanto il nuovo Francesco non si defini’ Papa, ma Vescovo di Roma, quando si presento’ al balcone dopo la fumata bianca; potete controllare facilmente sui video.

A seguito di questa vicenda il Cardinal Ratzinger, divenuto Papa Benedetto, dovette rinunciare all’ inaugurazione dell’ anno accademico 2008 della Sapienza di Roma per le polemiche riguardanti le posizioni sulla teoria eliocentrista o meglio Eliostatica. 

Come vedete non stiamo parlando di situazioni remote, ma di attualita’, direi quasi sconcertante, poiche’ parrebbe che gran parte della Chiesa sia ancor oggi su posizioni geocentriste, sebbene nelle scuole si insegni il Globo rotante, chiamato Terra e ce lo facciano vedere ogni giorno sui Tg; a tale globo si contrappongono pero’ le scritture bibliche della Genesi che parlano di una Terra ferma al centro dell’ Universo e dei 4 ANGOLI DELLA TERRA, che fa supporre una struttura geometricamente NON SFERICA!

Tali Scritture Bibliche sono ancor oggi il cardine del pensiero cristiano-ebraico, sebbene vengano usate a piacere, definendole fatti veritieri se fa comodo, oppure metafore od interpretabili se vanno in verso opposto al pensiero scientifico dominante.

Entro la fine di questo marzo 2018, i ricercatori brasiliani della Dakila Pesquisas presenteranno un documentario che, dopo 7 anni di vari esperimenti eseguiti da cartografi, matematici, geografi ed astronomi dimostra INEQUIVOCABILMENTE che la Terra NON e’ sferica ed esiste un’ altro continente, nascosto a noi, probabilmente al di la della Nuova Zelanda ed Australia, quindi su di un PIANO e non su una SFERA ok! Una Bufala galattica?! 

Vedremo nel prosieguo, anche se la notizia non verra’ certo passata al pubblico dai media manipolati dal potere mondiale…a meno che non si voglia volutamente rilasciare qualche informazione in merito;
infatti oramai la situazione Nasa, Musk, Satelliti etc e’ diventata una farsa mondiale a cui le persone, che fanno un minimo di ricerca, non possono proprio credere.

Il video della Tesla lanciata verso Marte a cui manca lo specchietto retrovisore, che magari evidenzierebbe luci usate in studi di registrazione film, e’ l’ ultima gaf, che e’ pensabile solo se vi e’ in atto una voluta disclousure controllata … sono troppo evidenti certi particolari che non quadrano.

Ricordate che la Nasa fu fondata nel 1958, ed a capo fu messo il barone nazista (ex) Werner Von Braun, inventore della V1 e V2 durante la seconda guerra mondiale. Passato poi con i nemici made in Usa, anzi …

Il Trattato Antartideo, di cui parlo in un mio articolo, fu fatto nel 1959…per nascondere sicuramente qualcosa; infatti la zona Antartidea e’ praticamente militarizzata e non se ne conosce la ragione…?!?! Chi sa la verità sono solo i militari che volano nella Stratosfera! 

Si potrebbe dire … La Farsa è finita..ma non andate in pace … cavolaccio … cosa raccontiamo allora adesso ai 7 miliardi di Sapiens, parrebbe rinchiusi in una prigione chiamata Terra?

Prigione per modo di dire, in quanto è anche fantastica, sebbene venga usata, probabilmente come ai tempi della Mitologia Greca, Sumera, Egizia ed Israelita, da non si sa bene quali PERSONAGGI con tecnologie avanzate, che usano gli umani per farsi guerre tra loro … i cosiddetti DEI dell’antichità! 

Non e’ che per caso vivano in una Terra nascosta… nella famosa ISOLA CHE NON C’E’ … quindi NON in un’ altra dimensione, ma nella NOSTRA dimensione, ed utilizzino la nostra parte della Terra per fare esperimenti genetici od altro…come descritto nella Genesi Biblica…da costola di Adamo>Eva, striscerai per il resto dei tuoi giorni (Qualcuno fatto diventare un serpente), o nella Mitologia greca (Centauri o uomo-cavallo) e via discorrendo ed anche magari per regolare i conti tra loro? 

Sapete cosa significa in iraniano Paradiso? RECINTO ok! 

Tali personaggi pare vivessero molto, circa 8-900 anni stando alla narrazione biblica e cacciarono l’ uomo dal paradiso terrestre; anzi probabilmente una razza particolare di uomo che loro, genetisti tecnologici, modificarono geneticamente per scopi a noi non chiari? 

Erano forse preoccupati che, scoperto l’ ALBERO DELLA CONOSCENZA DEL BENE E DEL MALE(Serpente), Adamo ed Eva scoprissesero anche L’ALBERO DELLA VITA…che permetteva loro di vivere più a lungo!? La realtà miei cari supera di molto la fantascienza! 

Ma Heinrich Schliemann (1822-1890) non scopri’ forse Troia basandosi sulla Mitologia greca?! Inizialmente deriso, come sempre … ma poi..la verita’ viene a galla, prima o poi!

Oggi viviamo nell’ “Onda temporale zero” di cui parlava il grande Mc Kenna … e l’inimmaginabile diventera’ presto REALTA’

Ricordiamoci sempre che la nostra visione oculare viene modificata da molti fattori vibrazionali e molto spesso ci fa prendere ABBAGLI STROBOSCOPICI, facendoci vedere movimento, dove in realta’ e’ tutto FERMO; ciò che si muove è L’ETERE … l’energia Solare che ci permette la vita! 

Avete capito allora perchè dalle scoperte delle nuove terre, fatte da Colombo, Magellano, Diaz etc (1500-1600), la Terra piana, o meglio il cerchio della Terra ove siede Dio, come diceva Isaia, e’ stata trasformata in una sfera? 

Qualcuno ha scoperto altre terre sul piano orizzontale e non ha e non aveva allora, piacere che si sappia la verità; lo schiavo deve rimanere tale, fintanto che forse i suoi pensieri ed azioni, non siano pronti per comprendere nuove verità sul mistero dell’Universo Terrestre. 

In fin dei conti comunque, in questa probabile sorta di gigantesco esperimento genetico terrestre, il Creatore ha lasciato spazio per comprendere e libero arbitrio per scegliere. 

In tale processo di apprendimento, forse servivano anche gli Dei dell’antichità, che avrebbero dovuto insegnare all’uomo scienza e conoscenza.

Devono averlo inizialmente fatto ma poi, qualcuno di loro, deve aver “sgarrato” ed usato uno tra i peggiori dei sentimenti … L’ EGOISMO. 

Dotati inoltre di tecnologie avanzate, per gli Dei la schiavitù era facilmente realizzabile…

Sembrerebbe che il Creatore vero, stia in questa fase intervenendo direttamente per ripristinare il giusto progetto iniziale!

Vivere questi momenti sarà indimenticabile per noi e per la Storia dell’Umanità terrestre … ricordatelo!

“La verità si manifesterà in te come un dono quando meno te la aspetti. Quando rinuncerai a volerla strappare al mistero, con la violenza dei tuoi ragionamenti” Pierluigi Ighina.
Articolo correlato

Ipostasi degli Arconti

 

Gli Arconti; I Divini Creatori del Cosmo e dell’Umanità

Nell’antichità ci si riferiva all’Arcano o agli Arconti come ai servitori del Demiurgo, il dio creatore che si frapponeva tra la razza umana e un Dio trascendente che poteva essere raggiunto solo attraverso la conoscenza della vera natura dell’umanità come divina, portando alla liberazione della scintilla divina all’interno l’umanità dai vincoli dell’esistenza terrena.

L’arconte è anche la parola greca che significa “sovrano”, che veniva anche spesso usato nei tempi antichi come il titolo di un certo ufficio pubblico in un governo. 

Se diamo un’occhiata agli Arconti da un punto di vista gnostico, capiremo che in questo contesto erano considerati gli angeli e i demoni del vecchio testamento. 

Ipostasi degli Arconti: i creatori divini dell’universo e dell’umanità 

I governanti prepararono i piani e dissero: “Venite, creiamo un uomo che sarà suolo dalla terra”. Hanno modellato la loro creatura come un tutt’uno con la terra. Ora il corpo […] dei governanti […] hanno […] femmina […] è con la faccia di una bestia. Avevano preso un po’ di terra dalla terra e modellato il loro uomo dopo il loro corpo e dopo l’immagine di Dio che era apparso loro nelle acque. Dissero: “Veniamo, lasciateci prendere per mezzo della forma che abbiamo modellato, in modo che possa vedere la sua controparte maschile […], e possiamo afferrarla con la forma che abbiamo modellato” – non capendo la forza di Dio, a causa della loro impotenza. Gli soffiarono in faccia, e l’uomo venne per avere un’anima e rimase per terra molti giorni. Ma non potevano farlo alzare a causa della loro impotenza. Come venti tempestosi, persistevano nel soffiare, cercando di catturare quell’immagine, che era apparsa loro nelle acque. Senza conoscere l’identità del suo potere. (Fonte 

Chiamata anche The Reality of the Rulers, l’Ipotesi degli Arconti è un’esegesi – un’interpretazione critica di un testo religioso – sul Libro di Genesi 1-6 ed esprime la mitologia gnostica dei creatori divini del cosmo e dell’umanità.   

Credito d’immagine: Klaus Wittman. Pubblicato con permesso. 

Il libro della Genesi è il primo libro della Bibbia ebraica (il Tanakh) e l’Antico Testamento cristiano.

Questo antico testo era venerato tra molti altri dalla biblioteca di Nag Hammadi. La biblioteca di Nag Hammadi chiamata anche “Manoscritti di Chenoboskion” o “Vangeli gnostici” è una raccolta di numerosi testi cristiani e gnostici trovati nell’alto Egitto nel 1945. 

Si ritiene che la Realtà dei sovrani sia stata scritta durante il terzo secolo d.C. I ricercatori credono che sia nato da un periodo tradizionale nello gnosticismo quando si trasformava da uno stato puramente mitologico in una fase filosofica.

La scrittura è presentata come un’istruzione sul tema dei dominatori (arconti) del mondo menzionati da San Paolo.

L’intenzione espressa di questo scritto è di insegnare la verità sui poteri che hanno autorità su questo mondo. 

La storia inizia con il vanto del demiurgo, l’arconte supremo, in parole attribuite al Dio della Bibbia: “Io sono quello che sono, Dio non è nulla separato da me” 

La Realtà dei Sovrani viene presentata come un trattato erudito in cui un insegnante si avvicina a un argomento suggerito dal dedicatario del lavoro. Il trattato inizia con un frammento di cosmogonia, che guida una “vera storia” revisionistica degli eventi nella storia della creazione della Genesi, rivelando una sfiducia gnostica del mondo materiale e il demiurgo che l’ha concepito. Un “dialogo di rivelazione angelica” emerge all’interno di questa narrazione in cui un angelo ripete ed elabora il frammento dell’autore del mito cosmogonico in un ambito molto più ampio, concludendo con una profezia storica della venuta del salvatore e della fine dei giorni.

Bentley Layton, professore di studi religiosi (antico cristianesimo) e professore di lingue e civiltà del Vicino Oriente (copto) all’Università di Yale, scrive: La realtà dei sovrani (‘Ipostasi degli arconti’) racconta la storia gnostica dalla creazione di Yaldabaoth giù fino a Noè e alla grande alluvione e si conclude con una predizione dell’avvento finale del salvatore, la distruzione dei poteri demoniaci e la vittoria degli gnostici. 

Come notato da Roger A. Bullard nel suo libro “L’ipostasi degli arconti: il testo copto con traduzione e commento“, l’inizio e la conclusione del testo sono cristiani gnostici, ma il resto del materiale è un racconto mitologico sull’origine e natura dei poteri arconali che popolano i cieli tra la Terra e l’Ogdoad, e come questi antichi eventi influenzano il destino dell’uomo.

Sebbene non sia collegato a questo punto, è possibile che i cosiddetti Arconti fossero in qualche modo collegati agli Anunnaki Antichi? Cibo per la mente. 

Secondo l’Ipostasi degli Arconti, questi sono i personaggi mitici:

Il genitore dell’intera società: l’invisibile spirito vergine

incorruttibilità 

Il bambino: presiede per intero 

I quattro luminari: Eleleth e altri tre  

Il vero essere umano 

La razza non domata 

Saggezza: Sophia o Pistis Sophia

Zoe (vita): figlia di Sophia

Yaldabaoth: Il capo sovrano chiamato anche Sakla e Samael

Sabaoth: uno dei primi sette discendenti di Yaldabaoth 

Adamo: il primo essere umano 

Eva: la moglie e la controparte di Adamo

Caino: il figlio di Eva generato dai governant

Abele: il figlio di Eva generato da Adamo 

Seth: un figlio per dio  

Norea: la figlia di Eva 

https://ancient-code.com/

®wld

Articoli correlati>

Norea la figlia di Eva

Sophia e gli Arconti

indagine sugli arconti

“ARCONTI”

Le sfide dalla Società – un’incredibile riflessione

I 15 disegni sotto raffigurati sono un’incredibile riflessione su ciò che non va nella società

Per secoli l’arte è stata usata come strumento per raccontare la storia umana. Ciò che sembriamo, ciò che facciamo, le espressioni artistiche della nostra società – tutto è racchiuso in secoli d’arte. 

Ora non è diverso. Vediamo oggi nel cinema e nella musica, le persone che invocano vari aspetti della nostra società che devono essere osservati. Che siano band che parlano della prigione come natura del nostro mondo o film che attingono alla coscienza sottostante che compone tutta la vita, i trigger di riflessione sono lì.

Non è un segreto che nella nostra società di oggi ci troviamo di fronte a molte sfide che sono in ritardo sul cambiamento. In effetti, l’umanità è stata messa in discussione molto per affrontare questi cambiamenti … ora. Fa parte di un cambiamento generale nella coscienza che si sta diffondendo nel nostro mondo.

I seguenti disegni di Al Margen offrono l’opportunità di riflettere su ciò che è diventata la nostra società. Cosa facciamo di questi sentimenti quando si presentano guardando queste immagini? Inizia con te stesso. Come ti senti riguardo alle immagini che vedi? Stai contribuendo a ciò che rappresentano? Cosa puoi fare per cambiare te stesso e i tuoi comportamenti quando si tratta di ciò che vedi qui sotto?

Agendo su questo cambiamento da soli, da un modo pacifico, non giudicante o dannoso, ispiri gli altri a fare lo stesso. Una cosa è semplicemente guardare queste immagini e divertirsi, un’altra è iniziare a recitare in quello che rappresentano. 

Abbiamo scelto di agire. Il cambiamento inizia.

 Fonte:

http://www.collective-evolution.com/2018/02/16/these-15-drawings-are-an-incredible-reflection-of-whats-wrong-with-society/

Il livello della nostra intimità

Intelligenza emotiva e intima 

di Bernhard Guenther

L’intimità è spesso erroneamente intesa come sola vicinanza fisica:

abbracciare, coccolare, baciare, sesso.

Tuttavia, se non vi è alcuna intimità emotiva (come nelle relazioni emotive) e un sentimento di sicurezza in una relazione, allora l’intimità fisica non può che andare così lontano.

Per poter veramente aprirci ad un partner e andare in profondità, dobbiamo sentirci sicuri e poter condividere l’intimità emotiva, le nostre paure, gli errori e i dolori e ricevere l’altro con compassione ed empatia. 

Per molte persone l’intimità fisica è più facile dell’intimità emotiva. Per gli altri è il contrario. Spesso le persone evitano l’intimità emotiva concentrandosi sull’intimità fisica, usando il sesso per tamponare la loro vulnerabilità. 

Per essere intimi emotivi con un partner, dobbiamo essere in grado di essere intimi con noi stessi, sentendo la nostra vulnerabilità senza giudizio e sviluppando un sano amore per se stessi. 

Se non ci sentiamo a nostro agio con la nostra vulnerabilità, non possiamo ricevere pienamente la vulnerabilità di un’altra persona e l’intimità emotiva è bloccata. 

Non importa quanto sia caldo il sesso e quanto sia grande l’intimità fisica, se non sviluppiamo o non abbiamo un’intimità emotiva e la sicurezza di esprimerci in quel modo, solo così una relazione potrà andare lontano.  

Abbiamo bisogno di limiti sicuri e salutari per stabilire l’intimità a tutti i livelli. Questa sicurezza è molto più che sentirsi “sicuri” e i confini non significano rifiuto o evitamento. Si tratta di prendersi cura di noi stessi. 

Il nostro corpo ci dà costantemente indizi su ciò che è sicuro per noi e cosa no. Più siamo in contatto con i nostri corpi, più possiamo ricevere questi messaggi che ci mettono anche in contatto con la nostra vulnerabilità. 

È importante ascoltare queste sensazioni corporee che vanno più in profondità delle sole sensazioni sessuali. Molto spesso sono sepolti sotto strati di “armature”. 

È facile razionalizzare queste sensazioni più profonde, valutando se stessi per non aprirsi quando non ci si sente sicuri. Non ascoltare la mente, fidati del tuo corpo e non giudicare te stesso per quanto tu provi. 

L’intimità emotiva va di pari passo con la fiducia, sapendo che possiamo essere completamente noi stessi con tutta la nostra vulnerabilità ed essere sempre ricevuti con compassione ed empatia in un contenitore sicuro da un partner.

Ma prima di poter ricevere un’altra persona come quella di noi stessi, o persino esprimerci in quel modo, dobbiamo essere capaci di essere compassionevoli con noi stessi e amare noi stessi, l’oscurità e la luce, senza gonfiarci o diminuirsi.

Altrimenti continueremo a cercare il partner illusorio, che non arriva mai e che vogliamo essere in un certo modo, quando in realtà questo è ciò che dobbiamo dare prima a noi stessi. 

A volte cerchiamo inconsciamente un “salvatore” in un partner, ma è una proiezione di ciò che abbiamo negato o evitato di dare a noi stessi: 

un sano auto-amore, vulnerabilità e sicurezza interiore.

Prima di poter sviluppare una fiducia più profonda con un partner, dobbiamo essere in grado di fidarci di noi stessi e degli indizi più profondi che i nostri corpi ci stanno dando.

“Hai paura di essere intimo con te stesso – di essere solo con te stesso. Una volta che sviluppi un’intimità, un silenzio, un amor proprio e un contenimento della tua energia, allora vorrai rendere quell’aspetto del tuo livello di intimità con qualcun altro.”

Barbara Marciniak

Bringers of the Dawn  

Dal sito: http://www.bibliotecapleyades.net/

Traduzione e adattamento: Nin.Gish.Zid.Da 

Un percorso tra materia, spirito, coscienza e verità

Il processo del risveglio è un processo ruvido e distruttivo 

– non esiste alternativa – 

dal Sitio Web SimpleCapacity traduzione di Adela Kaufmann
Versione originale in inglese

Molte persone vorrebbero credere che il processo di risveglio sia glorioso.

Che il sentiero è pieno di luce e devi solo seguirlo per raggiungere il Divino. Anche se molti falsi guru possono volere che tu ci creda, se vuoi veramente svegliarti, dovrai abbandonare completamente quella nozione.

Il risveglio è difficile, è crudele e disordinato e non esiste un modo indiretto per arrivare a quel punto senza sporcarsi prima.

Senza nemmeno rendercene conto, abbiamo interiorizzato così tante idee sbagliate sul mondo e su noi stessi. Siamo così abituati all’ascolto, alla credenza e alla ricreazione delle bugie che abbiamo dimenticato dove finisce la realtà e comincia la fantasia.

E anche se recuperiamo il senso e realizziamo la verità, la maggior parte delle volte non siamo disposti a rinunciare a quelle bugie.

È troppo comodo gongolarsi pensando di essere svegli solo a causa della nostra visione. Ma il vero risveglio si verifica quando siamo in grado di smantellare completamente noi stessi e abbandonare tutte le bugie, e finalmente possiamo iniziare il processo di ricostruzione.

Può essere molto difficile liberarsi di queste bugie perché nel tempo si sono incorporate nel nostro senso del sé. Senza di loro, non sapremmo dove siamo.

Abbiamo sopportato tanta resistenza perché siamo rigidi con questa nostra identità. Ma dimentichiamo che si basa anche sulle falsità.

Il modo per iniziare il processo di risveglio, è quello di arrenderci completamente a questo senso di noi stessi e arrenderci all’oblio di non sapere chi siamo. Non è facile e diventa molto doloroso e difficile da gestire con così tante cose.

Ma, per quanto sia schiacciante, è il primo passo e dobbiamo fare il salto.

Quando ciò accade, vediamo che il mondo in cui crediamo crolla intorno a noi. Tutte le nostre relazioni e amicizie e tutte le altre cose che abbiamo raggiunto sembrano inutili e false.

Questo, di per sé, è abbastanza per schiacciare chiunque, ma continuiamo a lottare contro quella sensazione che nulla di ciò che credevamo fosse vero. Ed è una lotta difficile perché non si potrà mai vincere.

L’unica opzione che abbiamo è di arrendersi alla sofferenza. Una volta che si smette di combattere contro l’inevitabile e si accetta l’oblio, possiamo finalmente avanzare dagli ultimi pezzi di ornamenti e bugie.

Sarà difficile e per molti giorni tutto sembrerà tetro e desolato.

Ma se ti impadronisci, un giorno, la luce tornerà alla tua vita. E quando entri in questa luce, finalmente inizierà a dare un senso. Dove inizialmente pensavi di essere vuoto e sterile, troverai una fonte eterna di amore.

Questo amore è ciò che connette tutti gli esseri nell’Universo e attraversa ognuno di noi. Ti sentirai immediatamente parte di tutto e allo stesso tempo a distanza da tutto.

Il percorso di Siddharta verso se stessi non è facile da percorrere.

Il tuo più grande nemico è la tua mente che è stata sottoposta a così tante illusioni che non può più dire quale sia la verità e cosa non sia. Non solo, ma non ci sono amici o persone care che possono viaggiare con te perché loro stessi sono delusi.

I tuoi unici strumenti sono la tua sicurezza e il tuo coraggio. A meno che tu non sia pronto a distruggere te stesso, non sarai in grado di trovarti. Sarai messo alla prova oltre la tua resistenza e non molti sopravviveranno.

Quindi pensaci.

Sei pronto a dare ciò che è necessario e non tornare mai indietro dalla tua missione, non importa cosa …?

http://www.bibliotecapleyades.net/

***********

L’uomo con il cervello più piccolo del mondo… 

scopre il segreto della coscienza

dal Sito Web PijamaSurf 

Non si tratta di materia – come quantità – ma piuttosto è la connessione tra materia e spirito – o coscienza – cosa consente il funzionamento ottimale di un individuo …

Con più di 100 miliardi di neuroni che usano più di 30 mila geni collegati per formare un miliardo di connessioni per millimetro cubico di corteccia cerebrale, il cervello è considerato uno degli elementi più ipnotici del corpo umano.

In realtà, si dice che la sua complessità permetta la sopravvivenza del corpo stesso, così come il corretto funzionamento dei processi cognitivi – linguaggio, immaginazione, coscienza … – ed emotività.

Tuttavia, dal 2003 è emerso un caso clinico che ha lasciato senza parole il mondo della medicina.

Si tratta di un uomo che, lamentandosi di un dolore alle gambe, ha provocato una scansione del cervello e un cervello che occupava poco meno del 10 percento della cavità cranica.

Cioè, un cranio pieno di liquido e una regione molto piccola di massa cerebrale.

Secondo la sua storia clinica, il personaggio ha sofferto durante i suoi primi anni di vita di idrocefalo – accumulo di liquido all’interno del cranio – e dopo anni di trattamento il suo cervello era,

             “relegato alle pareti della cavità cranica”.

La società medica aveva ipotizzato che gli effetti sulla vita generale del bambino sarebbero stati seri.

Tuttavia, col passare del tempo, è stato in grado di condurre una vita completamente normale: lavora come impiegato statale, è felicemente sposato e ha due figli.

In altre parole, è una persona in piena consapevolezza di se stesso e della sua realtà.

Secondo i ricercatori, questo è dovuto al fatto che la possibile posizione nel cervello della coscienza si trova in una regione molto specifica senza aver ricevuto alcun danno apparente dalla situazione.

Mentre per uno dei ricercatori, Axel Cleeremans, uno psicologo presso la Libera Università di Bruxelles, in Belgio,

“la posizione della coscienza può essere flessibile e può essere appresa da diverse regioni del cervello”, è ancora un’ipotesi che resta da indagare in profondità.

fonte

Per ora, questa ipotesi è coerente con quella evidenziata anni fa come neuroplasticità, la capacità del cervello di adattarsi ai cambiamenti e assumere nuovi ruoli in caso di infortunio.

Grazie a ciò, Cleeremans spiega che le dimensioni del cervello non contano:

“La materia grigia che ha è sufficiente per creare un’immagine di se stesso, il che significa che l’uomo è ancora consapevole delle sue azioni”.

Quindi si potrebbe considerare che non è la materia – come quantità – ma la connessione tra materia e spirito – o coscienza – che consente il funzionamento ottimale di un individuo.

Dal perfetto equilibrio tra questi ultimi due elementi per liberare le paure, superare gli ostacoli e scoprire i misteri del corpo umano.

http://www.bibliotecapleyades.net/

 

In realtà tutto è relativo ed interpretabile

Ricevo dall’amico Dott. Roberto Saviero di Alta Pusteria e pubblico 

Come in cielo così in terra

Dott. Roberto Slaviero

In un discorso alla Pontificia Accademia delle Scienze nel 1992 il Papa Giovanni Paolo II, il polacco Karol, dichiaro’ sul trattamento ricevuto da Galileo da parte della Chiesa…”l’errore dei teologi del tempo nel sostenere la centralita’ della Terra, fu quello di pensare che la nostra conoscenza della struttura del mondo fisico, fosse in certo qual modo, imposta dal senso letterale della Sacra Scrittura”

Un affermazione clamorosa che metteva in dubbio la veridicità letterale delle Scritture e quindi di tutta la struttura ecclesiastica che Wojtyla tra l’altro rappresentava.

170 anni prima,nel 1822 la Congregazione del Sant’ Uffizio rimosse il divieto di pubblicazione dei libri che trattano del moto della Terra in conformità con l’astronomia moderna; per fare un nome, il famoso “Il dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo” di Galileo Galilei pubblicato nel 1632

Nel 1543 a Norimberga veniva pubblicato il “De Rivolutionibus orbium

coelestium” di “Nicolaus Copernicus”, il grande astronomo polacco…strano destino con l’altro grande polacco Karol 5 secoli piu’ tardi. La sua frase famosa è “in vero medio omnium residet Sol “ovvero”e in mezzo a tutto sta il sole” ma in realtà egli formulò una teoria Eliostatica e non Eliocentrica; tale teoria infatti prevede due sistemi che sono in moto relativo tra loro…dopo lo vedremo meglio.

Si dice che Copernicus si oppose alla sua pubblicazione e non se ne conosce bene il perchè in quanto, purtroppo per lui, era sul letto morente e quindi non penso gliene importasse molto se la Chiesa lo avesse considerato un eretico, con le conseguenze del caso.

Ricordiamo comunque che nel 1517 con la pubblicazione delle “95 tesi di Lutero” contro la vendita delle indulgenze da parte della Chiesa Cattolica in Germania, iniziava la Riforma Protestante.

Quindi l’Europa stava vivendo un periodo di lotte anche di pensiero e religiose ed è in questo trambusto che si inseriscono le varie ipotesi sui moti dei pianeti e del sole!

La premessa del libro di Copernicus, in cui si afferma che poi non è che con questa teoria si vuole confutare quella Tolemaica, venne scritta pare da un teologo luterano, tale Andrea Osiander; almeno cosi dimostrò un altro grande astronomo nel 1609 Johannes von Kepler (Keplero) teologo evangelico tedesco oltre che matematico e astronomo.

Keplero dimostrò empiricamente le leggi che regolano i moti dei pianeti. La cosa molto interessante sulle intuizioni di Keplero e’ la sua convinzione che Dio nella creazione si sia ispirato ai cinque solidi regolari,detti Platonici; tetraedro-esaedro-ottaedro-dodecaedro-icosaedro. Ne ho gia’ parlato in altri miei articoli.

Ma andiamo avanti

Nel 1921 nell enciclica “In Praeclara summorum” il Papa Benedetto XV dice cose a mio avviso molto belle, con una sorta di profonda amarezza per le convinzioni della nuova scienza, chiamiamola Newtoniana-Darwinista “questa Terra che noi abitiamo, quantunque NON sia il CENTRO dell’universo, come un tempo si credeva, tuttavia è sempre stata la sede della felicità dei nostri progenitori; e testimone in seguito della loro miserrima caduta, che segnò per essi la perdita di quella felice condizione che fu poi restituita dal sangue di Gesù Cristo”

Sapete secondo me il problema più grande che affronta l’uomo nella sua vita? Dover sempre prendere una decisione alla quale un’altra contraria vi si oppone; il famoso dualismo della nostra dimensione, che si dice comunque ci faccia conoscere meglio la realtà del mondo…

Io personalmente dubito fortemente che sia cosi la storia. Ma veniamo a noi…cosa voglio raccontarvi…Stiamo parlando dei due sistemi di visione del funzionamento dell’universo o meglio principalmente del nostro sistema solare.

L’antico sistema detto TOLEMAICO-ARISTOTELICO parlava di una Terra Ferma al centro dell’universo e di pianeti, compreso il sole, che giravano intorno ad essa. E’ anche vero che il mondo Sublunare, cioè la Terra,veniva considerata l’unica parte imperfetta del cosmo per i suoi movimenti lineari e per la sua mutabilita’ dovuta ai suoi principali quattro elementi

-terra
-aria
-fuoco
-acqua

Al di fuori della sfera terrestre vi erano altre otto sfere composte da un quinto elemento fluido ed INCORRUTTIBILE: l’ETERE

Le prime sette sfere corrispondevano ai sette pianeti

-luna
-mercurio
-venere
-sole
-marte
-giove
-saturno

e l’ultima sfera

-il firmamento delle stelle fisse

Ogni oggetto delle sfere era incastonato nella propria sfera e ne condivideva il moto circolare uniforme perfetto, immutabile ed eterno attorno alla Terra.

Genesi 1-(7-8)
“Dio fece il firmamento e separò le acque che sono sotto il firmamento dalle acque che sono sopra il firmamento e cosi avvenne e chiamò il firmamento cielo”

Questa teoria accettata dai più fino al 16mo secolo venne poi rimpiazzata dai più dal sistema ELIOCENTRICO COPERNICANO che comunque sarebbe meglio chiamarlo ELIOSTATICO poichè prevede che il Sole sia fermo al centro e che la Terra gli giri intorno; ma prevede anche che gli altri pianeti in realtà girino intorno al movimento della Terra.

E’ un sistema in cui DUE DIVERSI SISTEMI DI RIFERIMENTO SONO IN MOTO RELATIVO TRA LORO

Ok?! Il sole è fermo, la Terra gli orbita intorno ma…anche la Terra ha un suo sistema orbitale attorno ad essa,costituito dagli altri pianeti…Quindi si tratta di due sistemi che interagiscono tra loro, “è da notare che, sebbene il Sole sia immobile, tutto il sistema solare non ruota intorno ad esso ma intorno al centro dell’orbita della Terra, la quale conserva ancora un ruolo particolare nell’Universo…” cosi si dice nella teoria copernicana NILAKANTA SOMAYAJI matematico ed astronomo indiano (1444-1544) aveva già ipotizzato un sistema doppio GEO-ELIOCENTRICO nel quale tutti i pianeti orbitavano intorno al sole, che a sua volta ruotava intorno alla Terra.

Il contrario del sistema eliostatico copernicano però con la stessa struttura di funzionamento.

E adesso arriviamo ad un grandissimo genio astronomo danese, il mitico Thyco Brahe (1546-1601) di cui Keplero fu suo allievo. Thyco possedeva molto denaro e fece costruire un enorme osservatorio sull’isola di Hven (Danimarca), l’Uraniborg (costruito tra 1576-1580) ultimo grande osservatorio che non si basava sul telescopio, che avrebbe sviluppato poco dopo Galileo…anzi Nel 1608 l’olandese Hans Lippershey costruì il primo modello di telescopio a rifrazione che poi Galileo perfezionò nell’anno successivo.

Torniamo a Thyco…nel 1573, quindi esattamente dopo 30 anni dalla pubblicazione copernicana, pubblica il suo “De stella nova”, dopo aver visto una stella molto luminosa apparire improvvisamente nella costellazione di Cassiopea.
Tale fenomeno metteva in discussione la teoria tolemaico-aristotelica dell’immutabilita’ delle stelle fisse!

Ma badate badate…avendo avuto grandi possibilità di osservazione del cielo rispetto a Copernico che fa?! Si convince come Copernico che vi sono due sistemi orbitali che interagiscano, ma dice che la TERRA E’ FERMA e che il Sole e la Luna le ruotano intorno, ed intorno al Sole ruotano gli altri pianeti. Il suo sistema passato quasi nel dimenticatoio si chiama
SISTEMA TICONICO

Egli affermava inoltre che “il cielo è fluido (etere) e libero, aperto in tutte le direzioni, tale da non opporre alcun ostacolo alla libera corsa dei pianeti”… affermazione rivoluzionaria per l’epoca.

La Chiesa romana adottò la sua teoria dal 1611 al 1620…poi chissa’…

Nel 1610 Galileo pubblica il suo “Sidereus Nuncius” annunciando la scoperta dei pianeti medicei, ovvero i quattro maggiori satelliti di Giove che ruotano intorno ad esso. Questa scoperta mette in seria crisi il modello geocentrista tolemaico che non prevedeva altre orbite di corpi se non e solo attorno alla Terra. Nello stesso anno Galileo osserva che il pianeta Venere presenta le fasi, come la Luna e questo è possibile solo se il pianeta ruota attorno alla sorgente luminosa.

Adesso faccio una piccola parentesi tecnica e di difficile comprensione, che però viene usata dalla vigente scienza copernicana per confutare la teoria di Thyco a favore dell’Eliocentrismo.

Il Parallasse: https://it.wikipedia.org/wiki/Parallasse#Parallasse_stellare

E’ un fenomeno per cui un oggetto sembra spostarsi rispetto allo sfondo se si cambia il punto di osservazione.

Thyco quando vide la stella accendersi improvvisamente in Cassiopea, disse che se la Terra FOSSE IN MOTO le stelle vicine avrebbero dovuto cambiare posizione relativamente alle stelle più lontane, il che a suo avviso non accadde! Oggi si dice che essendo le stelle molto piu’ lontane di quello che si pensava allora il Parallasse esiste ed è facilmente verificabile.

La luce ed i suoi effetti di riflessione e rifrazione spesso ingannano l’occhio umano, organo anch’esso dotato di percezione estremamente limitate alle frequenze vibratorie dal rosso al viola!

Noi abbiamo una VISIONE BINOCULARE che ci consente di percepire la profondità, quando entrambi gli occhi partecipano alla visione di uno stesso oggetto o di una stessa area di campo visivo.

La nostra percezione elaborata dal cervello dell’oggetto ci è data da una specie di un solo occhio virtuale, posto al centro dei due veri fisici…direzione visiva ciclopica…in quanto la parte retinica di destra e sinistra si sommano.

Fate una prova:

Osservate un oggetto vicino a voi tenendo lo sguardo verso l’infinito, copritevi alternativamente prima un occhio e poi l’altro … e vedrete che l’oggetto sembra spostarsi; la sua posizione si modifica…come per il concetto del Parallasse…
Ma non è forse UN’ ILLUSIONE OTTICA QUESTA???? L’oggetto è fermo ma noi lo vediamo spostarsi semplicemente chiudendo un occhio!

E’ come per la luce STROBOSCOPICA tanto cara al grande Ighina Pierluigi, scienziato del novecento italiano che affermava che la Terra è FERMA e ciò che si muove è l’Etere; lo Spirito solare che ci dona la vita, etere, la quintessenza che la scienza moderna si rifiuta di accettare.

Abbiamo poi un altro grande scienziato italiano del novecento l’Ing. Todeschini e la sua Psicobiofisica che confuta le tesi Einsteniane e Newtoniane; afferma anch’egli che ciò che si muove è l’etere. Ne ho ampiamente parlato nei miei articoli. Ma loro sono considerati gli eretici della scienza moderna alla stregua di come venne trattato Galileo dalla Chiesa della Controriforma nel processo a lui intentato nel 1633…

Tra l’altro a quel tempo, o meglio vent’anni prima del 1633, nella Chiesa i due ordini che tutelavano la scienza e teologia, erano gli ordini dei Gesuiti e quello dei Domenicani, più vicini essi a San Tommaso e più sospettosi di qualsiasi novità metafisica; inizialmente infatti i domenicani osteggiarono la teoria Galileio-Copernicana, mentre pareva che i Gesuiti fossero piu’ aperti al dialogo. In realtà poi chi denunciò Galileo nel 1633 furono i Gesuiti che coinvolsero nelle accuse anche i domenicani, che avevano autorizzato la pubblicazione del “Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo”!

Cosa accadde in quei vent’anni per far cambiare opinione ai gesuiti e contrastare la visone copernicana?

Nel 1616 Dirk Hartog esploratore e navigatore olandese mise piede in Australia e quindi nuove terre venivano scoperte e magari qualche navigatore ben esperto, usando il sestante dubitava di una Terra che dovrebbe girare a 1666 km/ora da Ovest verso Est.

Gli aristotelici dicevano…ma se la Terra girasse cosi velocemente si dovrebbero generare dei venti continui e perenni da Est verso Ovest, per lo spostamento che, un volume cosi enorme, procurerebbe nell’aria superficiale.

Ma poi ci pensò zio Isaac nel 1687, pubblicando la legge di Gravitazione Universale e chiudendo quindi la partita per chi aveva pensieri più empirici di osservazioni semplici di cosa succede di giorno e di notte.

Ovvero…

quando ci alziamo vediamo il sole spuntare ad est e poi tramontare ad ovest
…di notte osserviamo i movimenti lunari e gli spostamenti della volta celeste…
Ma ci hanno detto che chi si muove è la Terra…pero’ noi non percepiamo tale movimento … ci hanno detto che non lo percepiamo perchè il sistema è chiuso e c’e’ la gravita’…ok

A dare il colpo finale, con le spiegazioni e dimostrazioni scientifiche dell’era moderna, ci pensò la Nasa ed il barone nazista Werner Von Braun, inventore nella seconda guerra mondiale delle famigerate V1 e V2 che i tedeschi spararono sull’Inghilterra, che…si dice..mandò l’uomo sulla Luna.

Sapete che oggi la Nasa dice di aver perso molti filmati dello sbarco lunare e delle tecniche per riproporre tale sbarco?? Anche ultimamente è molto attiva nello proporre ottimi film tipo Hollywood, grandi effetti speciali!

La Nasa venne fondata il 29 luglio 1958 ed il primo dicembre 1959 venne firmato il Trattato Antartico, dove praticamente venne militarizzato il continente antartideo.

Beh ok c’e’ un sacco di freddo da quelle parti e poi tra foche e pinguini…insomma … e che ci fanno laggiu’ oltre 60 basi militari ??? Cosa ci devono nascondere ?? Forse l’ISOLA CHE NON C’E’ per dirla alla Bennato ?? Altre Terre meno ghiacciate, come descrisse nel 1947 l’Ammiraglio americano Bird ??

Tutto ciò potrebbe esserci se e solo se…la Terra fosse ferma ed orizzontale… sulla Bibbia si parlava infatti dei 4 angoli della Terra…ve beh ma dai cavolaccio, anche il Papa Karol ha detto che le Scritture non vanno prese alla lettera.
Capite chicos ??

Corsi e ricorsi storici…adesso sono presi di mira quelli che hanno idee diverse dal pensiero unico scientifico che si sta imponendo soprattutto in Italia..vedi legge scandalo sulla frequentazione nelle scuole dei non vaccinati. Sono loro la nuova Inquisizione..che loro chiamano…scientificamente dimostrabile…pagliacci invece venduti agli interessi delle Corporation assetate di denaro … gente con idee fisse, direi quasi paranoiche e che non accettano altri pensieri diversi dai loro

Cosa vi ho voluto raccontare oggi…
che in realtà tutto è relativo ed interpretabile…

Copernico senza telescopio dice..il sole è fermo… trent anni dopo Thyco senza telescopio dice…la terra è ferma…Galileo altri trent’anni dopo con il suo piccolo telescopio dice…la terra si muove…

Tutti pero’ sono umani dotati di visione binoculare e spesso possono prendere degli abbagli di luce…stroboscopica…

Concludo e mi viene in mente William Blake (1757-1827)

“l’immaginazione non è uno stato mentale, è l’esistenza umana stessa” 

Dott. Roberto Slaviero Alta Pusteria

http://olisticoaltapusteria.com/