Archivi categoria: Eugenetica

La deriva antropologica

Dall’ideologia di genere trans-umanesimo e post-umano

Di Marcello Pamio

Dall’ideologia di genere al trans-umanesimo per giungere al post-umano. Ecco i passaggi cruciali – passando per l’ectogenesi – attraverso i quali si vuole la totale disgregazione dell’essere umano.

 Possiamo raccontarci tutte le favole e le barzellette del mondo, ma da sempre la vita si genera dall’incontro magico dello spermatozoo (maschile) e ovulo (femminile)!!!

Una pericolosissima deriva antropologica che vuole trasformare l’uomo in un essere amorfo, privo di valori, delle radici e di cultura, e soprattutto privo di identità…

Scopo finale: giungere al post-umano. Oltre la Natura

Fonte: https://disinformazione.it/

®wld

Nuovi faraoni e nuovi dei pagani

 

Transumanesimo: i nuovi faraoni e i loro nuovi dei pagani

di: David Goldman 

La ricerca dell’immortalità è vecchia quanto l’esistenza umana, ma ha assunto una forma moderna nel Transumanesimo che è altrettanto superstiziosa e sciocca dei faraoni nell’antico Egitto. Alla fine, altrettanto certamente fallirà. ⁃ Editor TN 

Gli ebrei di tutto il mondo domani ascoltano Parsha Bo (Esodo 10: 1 – 13:16) declamato nella sinagoga, raccontando l’ultima delle piaghe bibliche, l’uccisione del primogenito egiziano e la nostra partenza di mezzanotte dall’Egitto. È un momento solenne nel nostro calendario religioso. I nostri rabbini sottolineano che Dio non ci ha semplicemente liberati dalla schiavitù egiziana, ma ha portato un terribile giudizio contro i loro dei. Signore, ascolta il nostro grido e porta un giudizio contro gli dei pagani che sono adorati oggi!

Dio disse a Mosè: “Passerò attraverso l’Egitto quella notte, e ucciderò tutti i primogeniti in Egitto, uomo e animale. Compirò atti di giudizio contro tutti gli dei dell’Egitto: Io (solo) sono Dio. “(Esodo 12:12). Il rabbino Lord Jonathan Sacks commenta: “Le piaghe non erano intese solo a punire il faraone e il suo popolo per i loro maltrattamenti agli israeliti, ma anche a mostrare loro l’impotenza degli dei in cui credevano. Ciò che è in gioco in questo confronto è la differenza tra il mito – in cui gli dei sono meri poteri, da domare, propiziare o manipolare – e il monoteismo biblico, in cui l’etica (giustizia, compassione, dignità umana) costituisce il punto d’incontro di Dio e l’umanità.”

Qual è stato il risultato dell’idolatria egiziana? L’élite al governo voleva vivere per sempre e ha reso schiavi i miei antenati per costruire grandiose tombe in cui i loro corpi mummificati sarebbero migrati verso un’altra vita, circondati dalla loro ricchezza e da alcuni servitori convenientemente morti. Una parte considerevole della produzione economica dell’Egitto nutriva le fantasie dei Faraoni, di cui oggi ridiamo. Il desiderio di vita eterna non è nuovo, e difficilmente unico per ebrei o cristiani. I Neanderthal seppellirono i loro morti con gravi omaggi. Gilgamesh l’eroe babilonese partì alla ricerca della vita eterna. I faraoni costruirono piramidi con il nostro sudore e il sangue.

Oggi i nostri progressisti opinionisti ridicolizzano il concetto di un Dio eterno e di un mondo a venire, ma credono che presto caricheremo le nostre menti su Internet dove la nostra coscienza continuerà intatta. Ridiamo all’idea che i beati passerebbero l’eternità suonando le arpe seduti sulle nuvole, ma l’opinione illuminata ora crede che manterremo le nostre menti consce nel cloud di Google. Aggiungi a questo un corpo robotico, e presumibilmente possiamo vivere per sempre. Molti miliardari della Silicon Valley lo prendono sul serio.

Secondo Wikipedia:

Il caricamento mentale può essere potenzialmente realizzato con uno dei due metodi seguenti: copia e trasferimento o sostituzione graduale dei neuroni. Nel caso del metodo precedente, il caricamento mentale sarebbe ottenuto mediante la scansione e la mappatura delle caratteristiche salienti di un cervello biologico, e quindi copiando, trasferendo e memorizzando lo stato di informazione in un sistema informatico o in un altro dispositivo computazionale. Il cervello biologico potrebbe non sopravvivere al processo di copia. La mente simulata potrebbe essere all’interno di una realtà virtuale o di un mondo simulato, supportata da un modello di simulazione anatomica del corpo 3D. In alternativa, la mente simulata potrebbe risiedere in un computer che è dentro (o collegato a) un robot (non necessariamente umanoide) o un corpo biologico. 

Questa non è scienza, ma fantascienza. L’urgenza di sfuggire alla morte, tuttavia, rimane potente oggi come lo era quando Mosè si confrontò con Ramses. Una startup tecnologica offre ora un metodo per preservare la disposizione chimica del tuo cervello fino al momento in cui può essere caricata, con l’effetto collaterale minore che dovrai morire nel processo.

Sembra sciocco, ma la corrente principale dell’opinione illuminata ora crede che l’intelligenza artificiale, la manipolazione dei geni e altre mode tecnologiche trasformeranno la razza umana in qualcosa di completamente diverso. Lo scrittore popolare Yuval Harari, uno dei preferiti di Bill Gates, Mark Zuckerberg e Barack Obama, profetizza che ci trasformeremo in caricature fantascientifiche di noi stessi. In una recente intervista, l’autore più venduto ha dichiarato:

Dato il ritmo attuale dello sviluppo tecnologico, è possibile che ci distruggiamo in alcune calamità ecologiche o nucleari. La possibilità più probabile è che utilizzeremo la bioingegneria, l’apprendimento automatico e l’intelligenza artificiale per migliorare noi stessi in un tipo di essere completamente diverso o per creare un tipo di essere totalmente diverso che prenderà il sopravvento. In ogni caso, tra 200 o 300 anni, gli esseri che domineranno la Terra saranno molto più diversi da noi di quanto non lo siamo dagli uomini di Neanderthal o dagli scimpanzé. 

Harari non è pronto a conservare il suo cervello per un futuro caricamento, ma la sua visione di auto-trasformazione umana è la prossima cosa peggiore. Tutta l’indagine metafisica ed esistenziale dei filosofi, tutta l’ispirazione degli artisti, tutta la rivelazione dei profeti è gettata nel cestino del laboratorio del cervello. È una follia, ma ora offre una seria competizione alle fondamenta bibliche della società occidentale.

I nostri nuovi faraoni credono nei metodi per ottenere l’immortalità sciocca come i vecchi. Ed essi nutrono fantasie simili per lo stesso motivo: vogliono trasformarsi in divinità immortali che non hanno più alcun vincolo sulla soddisfazione dei loro appetiti rispetto alle divinità rapaci, concupiscenti e assassine dell’antico paganesimo.

Leggi la storia completa qui .. 

Fonte: https://www.technocracy.news/

®wld

L’idea di creare un umano sintetico

 

David Icke: chemtrails nanoparticelle e l’agenda di genere

by David Icke
February 12, 2018
from Youtube Website

Chemtrails, nanoparticelle e l’agenda di genere
trascrizione approssimativa di Bazook del video a fondo pagina
16 settembre 2018

Beh, voglio dire che è una lunga storia ma, in breve, sì, penso, sia tutto quanto vero. Ho esaminato questo in dettaglio nel, nel nuovo libro. E, sai, ho parlato con molte persone del Morgellons

Prima di tutto, è iniziato quando le scie chimiche hanno iniziato ad apparire, e la gente ha cominciato a notarle. 

E quello che sta succedendo è che le persone stanno trovando fondamentalmente forme di tecnologia nei loro corpi, sostanze artificiali e flessibili, e sostanze che, sapete, non sono certamente prodotte nell’arena pubblica dagli umani, e possono tirarle fuori, come ciocche di tubi e tubi cavi e, vedo, possono tirarli fuori dal loro corpo ma, um, continuano a replicarsi e quando le guardi, ti rendi conto che sono ben descrite come nel libro Ray Kurzweil, quindi in pratica lo sta descrivendo.

E sta parlando di un’intelligenza artificiale intelligente sotto forma di tecnologia intelligente del tipo di cui stiamo parlando, e ora c’è persino un nome per questo. 

La chiamano polvere intelligente, perché tutto oggi è intelligente. Perché tutta l’intelligenza, si connette a tutto il resto chiamato smart. Questo è quello che è. È la creazione di una griglia intelligente con tutte queste diverse espressioni, che comunicano tra loro per creare questo, questa griglia. 

E la polvere intelligente è anche la cosiddetta nanotecnologia. È così piccola (che) l’occhio umano non riesce neanche cominciare a vederla. E, questo è chiaramente quello che quando guardi le prove, è ciò che sta venendo fuori, dalla ricaduta delle scie chimiche. 

Non solo sta inflenzando il corpo umano, ma sta anche influenzando l’ambiente. 

Ora, qui, vi darò una citazione da parte di Ray Kurzweil, che disse: 

“I nanobot infonderanno tutta la materia intorno a noi con informazioni, coinvolgendo rocce, alberi, e tutto diventerà intelligente”. 

Quello che sta dicendo è che, quello che stanno per fare è infondere la tecnologia AI nella totalità dell’ambiente. 

Beh, come diavolo lo farai, tranne che lasciandolo cadere dal cielo? 

E questo è quello che sono le scie chimiche. Non solo, ma sono assolutamente, quale parte fondamentale di ciò che sono le scie chimiche, tra molte altre cose, ho sentito dire che non sto dicendo che sia vero, ho sentito che è ha detto che quelli che chiamiamo sofferenti di Morgellons sono persone i cui corpi lo stanno rigettando e, mentre il corpo lo rifiuta, stanno avendo sintomi fisici e le loro sostanze stanno uscendo dal loro corpo perché il sistema immunitario umano sta cercando di espellerlo. 

E così, sai, le persone hanno queste grandi piaghe sulla pelle e in tutto il corpo, mentre altri, viene suggerito che, lo stanno assimilando. Perché, vedi, il gioco finale non è solo per collegare la mente umana all’IA, ma per creare un essere umano completamente diverso, per creare un essere umano sintetico

Questo è il motivo per cui ora stanno parlando pubblicamente dello sviluppo di un genoma sintetico. E direi questo: questo è così importante. 

Qualsiasi cosa tu veda nell’arena pubblica in termini di sviluppo tecnologico è anni luce indietro ciò che sta accadendo nell’ombra. Perché sai, questo è un altro punto importante. 

Queste persone non sono sedute intorno a un tavolo a tamburellare con le dita in attesa di qualche ebete in un garage in California per sviluppare il prossimo stadio di sviluppo tecnologico necessario per il loro piano di controllo umano attraverso l’intelligenza artificiale. 

Questa tecnologia esiste da molto, molto, molto, molto tempo, perché è stata trasmessa da fonti non umane e il trasferimento tecnologico, che si sta verificando in larga misura in queste profonde basi militari sotterranee in America, e altre parti del mondo, fuori da, da fonti non umane a umane, vengono riprodotte nell’arena pubblica in una sequenza specifica. 

Questo è il motivo per cui si sta muovendo così velocemente. Si sta muovendo così velocemente in termini di acquisizione dell’IA attraverso gli sviluppi tecnologici perché non sono sviluppi. Lo sono già, sono conosciuti da molto tempo. Si sta solo giocando nell’arena pubblica. 

E quello che fanno è: creare storie di copertura, come di nuovo qualche ebete in un garage lo ha creato per sbaglio, o qualsiasi altra cosa. No, no. 

Naturalmente, queste cose accadono, ma, in generale, che sta venendo fuori da progetti che sono in ultima analisi legati a una forza non umana, ma, ma progetti gestiti da DARPA, il braccio di sviluppo tecnologico del Pentagono, che lavora con organizzazioni come la National Security Agency ( NSA ) e la CIA per dirigere la Silicon Valley.

La Silicon Valley non è l’origine di tutto questo. È un mezzo attraverso il quale entra in uso pubblico e, nella società pubblica. Sta uscendo attraverso DARPA.

Perché DARPA, che sviluppa cose come i raggi della morte, e modi di creare genetica, distruzione della genetica specifica, razze genetiche e particolari, che ha, che cosa ha fatto, perché dovrebbe avere qualche interesse nel finanziamento delle sementi e nello sviluppo della tecnologia che è ora, questi assistenti di ufficio come Echo, e Alexa e Siri ?

Perché vorrebbe farlo? Perché, perché vorrebbe che le persone ne abbiano qualcuno, sai, Un assistente tecnologico nelle loro case? 

Oh, che bello, quelle persone DARPA sono così adorabili! No, perché fa parte del quadro generale. Ecco perché DARPA ci sta dietro. Questo è il motivo per cui la CIA ha finanziato il seeding di Google prima che diventasse Google. Um, sai, Facebook non lo è, non è gestito da Zuckerberg

Caspita, intendiamoci, voglio dire, lui è un ragazzino in pantaloni corti. È solo il frontman. 

Quindi, um, quindi, quello che stiamo guardando, è lo sviluppo di questa tecnologia in una sequenza specifica perché non aspettano che venga sviluppata. È già sviluppata. E, di colpo, dico che si sta muovendo così, così in fretta. 

E l’idea è di creare un umano sintetico. 

Ora, ecco il punto. Questo umano sintetico non è pianificato per essere maschio o femmina e non è previsto che abbia la capacità di procreare. Quello che stiamo guardando ora è esattamente, in fondo, ciò che Aldous Huxley descrisse in Brave New World, pubblicato nel 1932. 

Nelle avannotterie statali mondiali, in cui gli esseri umani sono creati in specifici tipi genetici, tecnologicamente, attraverso, mezzi sintetici. 

E questa è la vera ragione dell’esplosione transgender, ovunque. Sì, è per questo che lo stanno spingendo ora. Lo stanno spingendo, ma non lo spingono: sta andando fuori controllo. 

Perché? Perché, di nuovo, chi è il bersaglio più grande? Bambini e giovani, perché fondono la loro percezione del genere. 

Prima di tutto, rompi la percezione di maschio e femmina, e inizi a fondere i sessi, e hai più sessi tra i due, ed è per questo che ricevi questo lungo elenco di lettere in questi giorni, che si allunga, ma che cosa stai facendo tu? Tu, in punta di piedi totalitaria, con una manipolazione percettiva, stai spostando la percezione al punto in cui non c’è sesso. .. 

E stiamo ascoltando, stiamo ascoltando queste frasi ora, oh non c’è sesso, lo sai, noi, tu, sai, no, non identificarti con un genere. 

Bene, è stato fatto per preparare le persone per quando sono adulte ad accettare questo genere umano. E questo è quello che è: tutto un gioco mentale. 

E si sta dispiegando davanti ai nostri occhi.

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

L’audace Tecnocratico Nuovo Mondo

Embrione artificiale creato – niente uova, niente spermatozoi, nessun problema

di Jon Rappoport

Negli ultimi 35 anni, ho mostrato come gli elementi del Brave New World si stanno unendo.

Ultimamente, mi sono concentrato sul wireless 5G, sull’Internet of Things, sul gene-editing e sui vaccini che alterano il DNA. Ora abbiamo un pezzo molto importante del puzzle: embrioni artificiali. Una prospettiva agghiacciante.

La rivista MIT Technology Review racconta la storia: “In una svolta che ridefinisce il modo in cui la vita può essere creata, gli embriologi che lavorano all’Università di Cambridge nel Regno Unito hanno sviluppato embrioni di topo dall’aspetto realistico utilizzando solo cellule staminali. Nessun uovo Nessuno sperma Solo cellule prelevate da un altro embrione.”

“I ricercatori hanno posizionato le cellule con cura su un’impalcatura tridimensionale e le hanno guardate, affascinati, mentre [le cellule] hanno iniziato a comunicare e allinearsi nella caratteristica forma di un embrione a palla, un embrione di topo di diversi giorni.”

“Sappiamo che le cellule staminali sono potenzialmente magiche di ciò che possono fare. Non ci siamo resi conto che potevano auto-organizzarsi in modo così bello o perfetto, “Magdelena Zernicka-Goetz, che era a capo della squadra, all’epoca lo ha detto a un intervistatore.”

Zernicka-Goetz dice che i suoi embrioni “sintetici” probabilmente non sarebbero potuti diventare topi. Nondimeno, sono un indizio che presto potremmo avere dei mammiferi nati senza un uovo [o sperma].”

“… Il prossimo passo, dice, è di creare un embrione artificiale da cellule staminali umane, lavoro che viene perseguito all’Università del Michigan e alla Rockefeller University”.

“Gli embrioni umani sintetici sarebbero un vantaggio per gli scienziati, permettendo loro di lasciarli liberi di STUZZICARE SEPARATAMENTE GLI EVENTI all’inizio dello sviluppo. E poiché tali embrioni iniziano con cellule staminali facilmente manipolabili, i laboratori saranno in grado di impiegare una gamma completa di strumenti, come il GENE EDITING, per investigarli mentre crescono. “[Enfasi è mia.]

Non c’è dubbio, nemmeno per un secondo che gli scienziati modificheranno i geni in questi embrioni, per vedere quali cambiamenti fondamentali possono apportare negli esseri umani.

E non c’è da dubitare che, in un laboratorio fuori dai sentieri battuti, i ricercatori cercheranno di portare un embrione umano sintetico a termine, come un bambino che respira.

Il Santo Graal dei tecnocrati? Nascite ingegnerizzate senza genitori, senza sesso, senza tratti ereditari, ma invece tratti intenzionali programmati.

Nel suo romanzo del 1932, Brave New World, Aldous Huxley presentò molti ritratti del piano. Per esempio:

Quando furono decantati, gli embrioni avevano un brivido di freddo. Erano predestinati a emigrare ai tropici, a essere minatori e filatori di seta acetati e lavoratori dell’acciaio. Più tardi le loro menti sarebbero state costrette ad approvare il giudizio dei loro corpi. “Noi li condizioniamo a prosperare in calore”, ha concluso il signor Foster. ‘I nostri colleghi al piano di sopra insegneranno a [programmandoli] ad amarli'”.

Il filo conduttore della “nuova società”: creare sia l’ambiente che gli umani che abitano l’ambiente.

La tecnocrazia è quel sistema di sistemi. Non può tollerare la vita naturale o l’individuo libero.

Questo è il motivo per cui deve essere respinto.

https://jonrappoport.wordpress.com/

®wld

La classe GenRich e la classe Natural

Flashback:

creazione di un essere umano geneticamente modificato 

by Jon Rappoport 

Combinando i miei file, mi sono imbattuto in un pezzo che avevo scritto nel 2011 sull’alterazione genetica. Ma il mio pezzo si riferiva a esperimenti fatti molto prima, nel 2001. 

Dato quello che è accaduto nel 2001, si può solo immaginare fino a che punto gli scienziati sono ora passati a armeggiare con il DNA – apertamente, e in segreto. 

Da The Telegraph, Sep.27, 2001, “Il DNA del ragazzo impiantato in uova di coniglio”, scritto da Roger Highfield: 

“Gli scienziati in Cina hanno inserito il DNA di un bambino nelle uova di coniglio vuote e negli embrioni ibridi cresciuti, è stato riferito oggi. Un team dell’Università di Scienze Mediche di Guangzhou Yat-Sen, Guangzhou, sta cercando di superare una limitazione pratica … In alcuni dei circa 100 trasferimenti di successo a un uovo di coniglio privato dei cromosomi, un embrione si è sviluppato fino allo stadio di morula, che è] la sfera compatta di cellule che si forma dopo circa tre giorni di sviluppo. Per isolare le cellule staminali, gli embrioni sono soggetti a svilupparsi ulteriormente.” 

Anche nel 2001, c’è stato un altro esperimento molto più ambizioso: 

BBC Online (4 maggio 2001): “Gli scienziati hanno confermato che i primi esseri umani geneticamente modificati sono nati e sono in buona salute”. 

“Sono nati fino a 30 bambini di questo tipo, 15 dei quali a seguito di un programma sperimentale in un laboratorio statunitense [l’Istituto di Medicina della Riproduzione e Scienza di St Barnabas nel New Jersey] …” 

“I test genetici improntati geneticamente su due bambini di un anno confermano che contengono una piccola quantità di geni aggiuntivi non ereditati da entrambi i genitori”. 

“I geni aggiuntivi sono stati prelevati da un donatore sano e utilizzati per superare i problemi di infertilità della madre”. 

“… I geni aggiuntivi trasportati dai bambini hanno alterato la loro” linea germinale”, o la loro collezione di geni che trasmetteranno alla loro prole … [Nota: questo significa che la nuova configurazione anomala dei geni si diffonderà nella popolazione generale, oltre tempo, con effetti sconosciuti.] 

“Scrivendo sulla rivista Human Reproduction, i ricercatori affermano che questo è il primo caso di modificazione genetica della germinale umana che si traduce in normali bambini sani”. 

L’autostrada in un futuro progettato geneticamente non è solo una fantasia fantascientifica. Le pietre su quella strada sono già state deposte. 

Ecco come procede l’op: in prima fila, gli scienziati dicono che stanno curando l’infertilità e altri problemi medici con l’alterazione genetica, e molti scienziati ritengono che questo sia l’unico scopo del lavoro. Ma dietro a ciò, sta accadendo qualcos’altro: 

Alterazione genetica all’ingrosso per inventare diversi e nuovi tipi di esseri umani. 

Questo è il Santo Graal dei tecnocrati. Una società in cui diverse classi di umani sono assegnate a diversi livelli di lavoro e vita.

Lee Silver, un eminente biologo molecolare di Princeton, ha scritto un libro, Remaking Eden (1998), sul futuro della scienza genetica nella società. È così che vede il futuro appena oltre l’orizzonte: 

“Il GenRich – che rappresenta il dieci per cento della popolazione americana – [porterà] tutti i geni sintetici. Tutti gli aspetti dell’economia, i media, l’industria dell’intrattenimento e l’industria della conoscenza sono controllati dai membri della classe GenRich…” 

“I naturali [che non sono geneticamente modificati] lavorano come fornitori di servizi a basso reddito o come lavoratori. [Alla fine] la classe GenRich e la classe Natural diverranno specie completamente separate senza alcuna capacità di incrociarsi e con il medesimo interesse romantico l’una nell’altra come una corrente umana avrebbe per uno scimpanzé”. 

“Molti pensano che sia intrinsecamente ingiusto per alcune persone avere accesso a tecnologie che possono offrire vantaggi mentre altri, meno abbienti, sono costretti a dipendere solo dal caso, [ma] la società americana aderisce al principio che la libertà personale è personale e la fortuna è il principale fattore determinante di ciò che gli individui sono autorizzati e in grado di fare”. 

“In effetti, in una società che valorizza la libertà individuale sopra ogni altra cosa, è difficile trovare una base legittima per limitare l’uso della ripro-genetica. Discuterò [che] l’uso di tecnologie di rigenerazione è inevitabile. [W] che ci piaccia o no, il mercato globale regnerà supremo.” 

Per quanto scioccante sia la valutazione di Lee Silver, è mite quando viene contestata la dichiarazione di Gregory Stock, ex direttore del programma in Medicina, Tecnologia e Società presso la Scuola di Medicina dell’UCLA: 

“Anche se metà delle specie del mondo fossero perse [durante esperimenti genetici], un’enorme diversità rimarrebbe comunque. Quando quelli in un lontano futuro guardano indietro a questo periodo storico, probabilmente non lo vedranno come l’era in cui l’ambiente naturale si era impoverito, ma come l’era in cui una pletora di nuove forme – alcune biologiche, alcune tecnologiche, alcune una combinazione dei due – irrompono sulla scena. Serviamo meglio noi stessi, così come le generazioni future, concentrandoci sulle conseguenze a breve termine delle nostre azioni piuttosto che sulle nostre vaghe nozioni sui bisogni di un futuro lontano”. 

Questa è una definizione abbastanza “innovativa” di responsabilità scientifica.

E si noti che Gregory Stock parla anche di nuove “forme di vita” che sono combinazioni di elementi biologici e tecnologici, le bio-macchine. 

Dare lo stato attuale della scienza genetica e le pretese inflazionate della competenza, si può essere sicuri che molte migliaia di esperimenti di successo sono stati effettuati. È una prova ed un errore. Si possono solo immaginare alcuni degli “errori” grotteschi. 

Dietro a tutto questo c’è il presupposto che gli esseri umani sono carenti; hanno bisogno di modifiche; come composti, sono terribilmente insufficienti per prendere il loro posto nel nuovo ordine mondiale.

Ecco perché sto postando questo pezzo, perché stiamo vedendo un altro vettore nell’attacco a The Individual. Come ho sostenuto negli ultimi 35 anni, non c’è nulla di sbagliato nell’individuo, tranne la sua riluttanza a riconoscere il proprio potere e la propria capacità di immaginare il suo miglior futuro e perseguirlo con impegno. 

In piena fioritura, l’individuo non è solo adeguato, è dinamico e maestoso. 

Capire questo è “l’aggiustamento” che dobbiamo fare. 

https://jonrappoport.wordpress.com/2018/03/01/flashback-creating-a-genetically-altered-human/ 

Articolo correlato dello stesso autore: Il paradigma: La filosofia dello scientismo

®wld

Giocare a dadi tra milioni e millenni di anni …

Clonazioni, virus ed ipotesi sul passato 

Dott. Roberto Slaviero

Krebsforschungschungzentrum (centro di ricerca sul cancro nda) di Heidelberg, Dr Frank Lyko, ci porta a conoscenza di una incredibile mutazione avvenuta nel giro di pochi decenni di una specie di gambero, il Procambarus virginalis.

Cosa è successo; i ricercatori hanno scoperto che i genomi di tale specie sono praticamente identici, ovvero essi non si riproducono sessualmente ma si clonano da soli.

Tale specie pare sia un’evoluzione della specie madre nordamericana, il Procambarus Fallax, ed è arrivata negli acquari europei tra il 1990 e 1995, dove ha cominciato ad autogenerarsi, due o tre volte all’anno senza accoppiarsi con il maschio.

Notano i ricercatori, che normalmente ci vogliono migliaia se non milioni di anni per tali mutazioni, che invece è avvenuta adesso in pochi decenni! Notate i nomi dei gamberi… Virginalis e Fallax… sti biologi sono proprio dei simpaticoni!

Qualche giorno fa il mio caro amico e ricercatore delle menti umane, dr Di Spazio di Bolzano, mi segnala un’altra incredibile scoperta riguardante una proteina, la Arc, responsabile molto probabilmente della fissazione della memoria nel nostro cervello. Tale proteina agisce come un virus che infetta le cellule ospiti, e in questo caso però è essenziale per garantirci la memoria dei nostri accadimenti. Incredibile!

La scienza ufficiale ci ha fatto odiare i virus…Negli umani afflitti ad esempio da Alzhaimer, nella regione cerebrale dell’Ippocampo, regione deputata alla conservazione della memoria, tale proteina non è più presente e da ciò si suppone la sua enorme importanza per la memoria.

La cosa stupefacente è che i ricercatori pensano che tale “mutazione” sia avvenuta da un antichissimo evento virale, che ha interessato diverse specie di mammiferi e viene collocato nella storia tra i 350 ed i 400 milioni di anni fa!

Adesso qui bisogna cominciare a verificare i dati storici; poichè tra Big Bang, nascita delle galassie, evoluzione dei pianeti e delle specie animali si gioca come al Casinò, si danno i numeri!

Io non so come i ricercatori della proteina Arc parlino di fatti accaduti tra i 350 ed i 400 milioni di anni; parlare di decine, centinaia o migliaia di anni ha un senso ma di milioni… fantasticherie forse! Oggi pensiamo di conoscere gli avvenimenti storici più o meno abbastanza bene fino al 2.o millennio ante Cristum, ci spingiamo fino al 4.o millennio a.C., con l’ antica e misteriosa popolazione Sumera…recentemente si è scoperto il sito in Anatolia di Gobleki Tepe, datato circa tra il 10.mo e 9.no millennio a.C..

Cosa pensiamo inoltre di conoscere; tutte le popolazioni esistenti sul pianeta ci narrano di un evento catastrofico avvenuto, si pensa, tra il 10500 ed il 10000 avanti Cristo, il famoso diluvio.

Sappiamo poi che in tutto il pianeta esistono cavità sotterranee, con cunicoli che collegano varie regioni per migliaia e migliaia di km; ciò suppone che gli uomini abbiano vissuto sottoterra per migliaia di anni; mi viene in mente una enorme glaciazione sulla superficie, oppure la presenza in superficie di esseri non proprio amichevoli, chi lo sa!

Ne ho visitato una in Cappadocia … esperienza unica e non molto solare! Poi cosa pensiamo di sapere …, chiaramente non dalla scienza “ufficiale” dei vari Piero Angela e &., che hanno come obbiettivo il controllo mentale della pecora Homo sapiens.

Antichi testi sanscriti, affermano che in una regione dell’odierno Pakistan, a Mohenjo – Daro, avvenne circa nel 2000 a.C., una potente esplosione di tipo atomico.

Ricercatori dell’Universita di Roma, in seguito agli studi del ricercatore David Davenport e del giornalista italiano Ettore Vincenti, hanno confermato che i reperti da loro analizzati, supporrebbero che tali suppellettili, siano state sottoposte a temperature superiori ai 1500 gradi ed in tempi brevi, come può avvenire solo in eventi di tipo atomico! Hanno escluso eventi naturali, tipo terremoto, meteoriti e vulcani, in quanto le strutture, come pozzi, falde acquifere e strati geologici si sono mantenuti tali come allora!

Altri ricercatori, analizzando pietre e rocce parlano di altre esplosioni atomiche tra l’ odierno Egitto e Libia ed il ricercatore sumerologo Sitchin, era convinto che il famoso episodio biblico di Sodoma e Gomorra, si riferisse ad un attacco con armi atomiche, effettuato da uno degli Dei o Re, come li chiama la nostra Bibbia! Tali eventi sarebbero avvenuti più o meno negli stessi periodi storici del sopra citato evento Pakistano.

Quindi supponiamo che circa 4000 anni fa sul pianeta ci fossero esseri umani o non, in possesso di tecnologie avanzate, usate malevolmente, come ai nostri tempi, per distruggere gli altri!

Davenport, scomparso prematuramente (!?), studiando i Vimana indiani… diciamo i veicoli spaziali dell’antichità, creò una mappa stellare con delle rotte aeree di entrata sulla Terra provenienti da altri sistemi stellari, principalmente quelli delle costellazioni del Cane, del Toro, di Orione e Pleiadi.

Come riuscissero ad entrare sul pianeta Terra, avvolto dal Firmamento, se ciò fosse vero, non ci è dato sapere; ma le nostre conoscenze in materia sono limitatissime o nulle. Ma non voliamo troppo in alto, se nò perdiamo il senso della vita sul pianeta e facciamo il giochetto dei “voladores“, ben descritti da Carlos Castaneda!

Con la datazione del Carbonio 14 riusciamo più o meno a verificare la data storica di oggetti e roccie che abbiano “respirato” ossigeno… ma parliamo di decine di migliaia di anni, non di milioni. Come facciano i ricercatori a parlare di milioni e milioni di anni fa… chissà chi lo sa!

Ipotesi ragazzi miei, solo ipotesi non suffragate; o meglio, volutamente suffragate dalla scienza ufficiale, che ama farci fare voli pindarici nelle galassie o tra i dinosauri del passato, facendoci sognare basi su Marte e sulla Luna o viaggi su Orione…

Non riusciamo neanche ad uscire dall’orbita terrestre, quindi non oltre i 1000 km di altezza o meno, sebbene ci abbiano raccontato la farsa della Luna e continuino con la stazione orbitale Iss, posizionata in un orbita massima di 460 km di altezza, dove probabilmente la Termosfera misura 1500 gradi centigradi…

Tutt’al più sarà posizionata entro i 100 km di altezza, se non in qualche studio televisivo, tipo sbarco sulla Luna!

Dai creduloni, riaprite gli occhi!

C’è in atto (onda temporale zero) un importante evento universale, che vi permette cosi di riavvicinarvi alla realtà ordinaria, facendovi uscire dei mondi fantastici, e permettendovi inoltre di cercare di capire gli inganni vissuti dall’Umanità nel corso degli anni!

Nei mondi fantastici, magari reali, anzi molto reali sebbene in dimensioni più leggere, andateci di notte con i sogni, utilizzando la ghiandola pineale e la sua fase secretoria di Dimetiltriptamina (DMT).

Quando siete nello stato di veglia, vegliate affinchè gli impostori che ci comandano, vengano ridicolizzati e sputtanati nelle loro continue menzogne, con il fine di schiavizzarci e rubarci le nostre risorse, sia materiali che spirituali!

Homo Sapiens, riprenditi e ritorna attivo e sagace, come quando percorrevi il pianeta come nomade, felice nella libertà ed in contatto con la natura… le religioni non ti servivano allora per comprendere la grandezza del Creatore, lo capivi da solo guardando le foreste ed il cielo e odorando piante e corsi d’acqua!

Oggi sei costretto nelle città, schiavo del sistema opprimente, ma la tua genetica è quella del nomade, sebbene ti abbiano impestato con chimica, radiazioni, vaccini ed altri tossici, tentando cosi una riprogrammazione genetica in senso peggiorativo, in senso ultraschiavizzante

Se vuoi, tu sai come ritrovare l’ orgoglio dei momenti aurei vissuti attraversando senza paura e timore, le pianure, le montagne ed i corsi d’acqua del nostro meraviglioso pianeta Terra!

Se non ritrovi quell’ orgoglio e quella spinta di allora, i maledetti genetisti deviati ed i falsi politici, scienziati, storici e religiosi falsi, magari anche pervertiti contro la purezza umana, spegneranno per sempre la tua fiammella divina, calandoti nell’oblio assoluto!

FIAT VOLUNTAS..

AUTEM NOSTRORUM!

http://olisticoaltapusteria.com/articolo.php?clonazioniviruspassato   

Una nuova trasformazione culturale e antropologica

 

Clonazione umana e mind uploading: un viaggio tra scienza, etica ed effetti collaterali nascosti 

di Enrica Perucchietti 

Clonazione umana: un passo più vicini con la clonazione scimmie 

Nei giorni scorsi è stata data la notizia della clonazione di due scimmie che ha avuto forte risonanza e ha destato clamore. Si tratta della clonazione di due femmine di macaco dalla coda lunga, avvenuta poche settimane fa nei laboratori del Chinese Academy of Science Institute of Neuroscience di Shanghai, in Cina. 

Negli anni Novanta, da quando nacquero la pecora Dolly e il topo Cumulina, gli scienziati non hanno mai smesso di clonare gli animali, riuscendoci con ben 25 specie. Non è neppure la prima volta in assoluto che un primate viene clonato: c’era già stata Tetra, la scimmia nata attraverso la tecnica della scissione embrionale. 

Perché tutto questo clamore, dunque? Da un lato perché a pubblicare il lavoro del team di Qiang Sun è la prestigiosa rivista scientifica «Cell»: un fatto che conferisce autorevolezza alla ricerca, e allo stesso tempo chiarisce la risoluzione di problemi tecnici che finora avevano fatto fallire gran parte dei precedenti tentativi di clonazione di primati non umani e che sembravano pertanto precludere la strada successiva

La clonazione delle due femmine di macaco ha infatti riproposto quello che potrebbe essere il passo successivo, ossia la clonazione degli esseri umani, con i problemi di costi, le controindicazioni ma soprattutto con le sue problematiche etiche.

Clonazione umana: quando gli scienziati guardano alle controindicazioni fisiche 

Ne avevamo avuto un assaggio quando nel 2002 i raeliani, tramite Brigitte Boisselier, presidente di Clonaid, sostennero di aver clonato una bambina, chiamata Eva. L’annuncio bufala venne accolto con scetticismo ma permise di proporre il tema all’interno e fuori dalla comunità scientifica. 

Venne infatti ricordata l’alta incidenza di aborti e di decessi dopo la nascita, oltre che di difetti genetici e di altri problemi di salute nei soggetti animali clonati. La stessa pecora Dolly risultò invecchiare più velocemente rispetto alle sue coetanee. Da tempo il suo creatore, l’embriologo scozzese Ian Wilmut, ha messo in guardia sui pericoli della clonazione (gigantismo, problemi polmonari e disfunzioni del sistema immunitario, obesità, disfunzioni cardiache e polmonari, ecc.;).

Wilmut aveva infatti catalogato i problemi che presentano i cloni arrivando a chiedersi «se ne esista uno interamente normale». Da qui il suo appello contro la clonazione umana: «Nessuno dovrebbe neppure provare a clonare un bambino […] Ci sono abbondanti prove che la clonazione può andare e va male e non c’è motivo di credere che gli stessi problemi non si presentino clonando l’uomo». 

 

 Clonazione umana: scenari futuri al confine con l’etica

Il passaggio alla clonazione umana non è scontato ma date le derive del “progresso” scientifico e tecnologico va preso in considerazione e andrebbe richiesta maggiore trasparenza in questo campo, ponendosi inoltre dei paletti, dei limiti oltre i quali non si dovrebbe eticamente andare, nel rispetto cioè dei princìpi di precauzione, responsabilità e tutela della vita, intesa sempre come fine della ricerca, e mai unicamente come mezzo.

Quali potrebbero essere invece i benefici nel campo medico? La clonazione apre nuovi scenari per la cura di molte malattie umane gravi ad esempio del sistema nervoso (Alzheimer, Parkinson, Ictus). 

Molti in questi giorni hanno però paventato scenari da fantascienza per la possibilità teorica di un distorto utilizzo di queste nuove conoscenze. Clonare un essere umano è inutile e scientificamente immotivato, se non fosse che potrebbe divenire “utile” per motivi non etici, che vanno presi in considerazione, quale la possibilità di avere cloni umani intesi come riserve di organi. Non solo.

La clonazione umana è stata talvolta proposta per migliorare le qualità genetiche dell’umanità: clonando ad esempio individui di grande successo nello sport, nella musica, nelle arti, nella scienza, nella letteratura, e nella politica. E già questo modo di pensare potrebbe condurre a scenari distopici, perché alla base vi è un’idea di distinzione/suddivisione in caste tra persone più o meno capaci e quindi tra coloro che meritano di essere colonati/di sopravvivere e chi viene inteso come normale e quindi ipoteticamente in futuro anche “sacrificabile”. Stiamo camminando sul filo di un rasoio.

Mind uploading e utero artificiale: il futuro distopico è già qui 

Si tratta di preoccupazioni etiche di certo non infondate, se consideriamo ad esempio le ricerche nel campo dell’ectogenesi, cioè dell’utero artificiale o del trasferimento di mente di cui abbiamo parlato ampiamente in opere quali “Utero in affitto” e Il mito dell’immortalità. Per quest’ultimo in particolare, il mind uploading, si sono paventati gli stessi benefici medici nel campo della clonazione. 

Chi ci dice che non si raggiungeranno presto, invece, scenari distopici come quelli immaginati dalla letteratura cyberpunk o ucronica come Non lasciarmi del premio Nobel Kazuo Ishiguro o da film come The Island con cloni umani che fungano da donatori di organi?

Pensate che immaginare in futuro la clonazione umana come sfruttamento di forza lavoro o riserva per trapianti sia così folle? 

Considerando che la bioetica latita e ha permesso anche aberrazioni nel campo scientifico, dovremmo chiederci quante possibilità ha l’idea della clonazione umana, citando la Finestra di Overton, di penetrare nel tessuto dell’opinione pubblica e diventare prima accettabile per poi essere legalizzata e concretizzarsi. Pensiamo ai precedenti. Anche questo significa avere memoria. E chiediamoci: può rappresentare una minaccia per il futuro dell’uomo? 

Dietro il mantra del progresso, l’uomo abbatte la Natura, e si trasforma in macchina…

Dietro il mantra del progresso, l’uomo moderno “fabbrica” (non potendo “creare”) imitazioni illegittime e parossistiche del creato, spacciandole per autentiche e giuste (da qui la retorica vittimistica del politicamente corretto e del pensiero unico). Fabbrica scenari virtuali in cui imprigionare i suoi accoliti, offrendo per il futuro una menzognera immortalità sia essa raggiungibile attraverso il mind uploading o tramite la donazione di organi da cloni. Legittima queste imitazioni con una filosofia fintamente antropocentrica, in cui i valori classici dell’Umanesimo vengono portati alle loro estreme conclusioni finendo di fatto per essere negate e sparire all’orizzonte come in un sofisticato gioco di prestigio.

E se ogni uomo fa la storia con le proprie intenzioni e i propri atti, vedremo come siamo sull’orlo di una nuova trasformazione culturale e antropologica, una vera e propria rivoluzione che intende snaturare l’Uomo della e dalla propria umanità per renderlo una “macchina”, un automa spersonalizzato in cerca di un’immortalità fisica tanto illusoria quanto mendace, oppure un essere da sfruttare, a cui sia stata strappata la sua umanità e il suo valore in quanto uomo. 

L’atteggiamento demiurgico, persino prometeico, di abbattere la natura, riscrivere i confini di ciò che è “umano” per modificare, migliorare e aumentare le proprie capacità è un atteggiamento tipicamente moderno all’insegna dell’idea visionaria di “evoluzione”.

Ricorda il Nulla descritto da Michael Ende ne La storia infinita, un’entità fluida in continua espansione, che avanza inghiottendo porzioni sempre maggiori del regno mitico di Fantàsia. «Il Nulla dilaga, poiché esso è la disperazione che ci circonda»: il non-luogo di Ende è effetto e causa della passività, è un vuoto simile al mito del progresso/evoluzione che divora oggigiorno porzioni sempre maggiori della nostra cultura e tradizione. Il progresso fine a se stesso dilaga e nel suo movimento di corrosione antropologica consuma tutto ciò che è “natura” e tutti i nostri valori.

 

Transumanesimo: oltre la Natura, verso il giorno in cui noi non potremo più dirci umani… 

Ci troviamo di fronte alla radicalizzazione di un pensiero moderno degenere in cui la tecnologia diventa un servizio per appagare i desideri dei ricchi (perché solo i ricchi potranno permettersi di downloadare la propria memoria, farsi clonare o usare cloni e chimere per l’espianto di organi o ancora fabbricarsi figli in uteri artificiali). 

Le nuove tecnologie hanno acquisito un tale potere di suggestione e di condizionamento che sono destinate a modificare i rapporti sociali e politici secondo il volere stabilito dall’alto. Questo cambiamento è già in atto. 

Per ottenere il cittadino perfetto del futuro, gli architetti del mondialismo e della globalizzazione delle menti stanno creando l’Uomo nuovo, dopo aver smantellato, livellato, spersonalizzato e svuotato quello vecchio. Per farlo non basta la manipolazione mentale ormai capillare e sistematica: si deve abolire la Natura

L’Uomo nuovo deve essere padrone del suo destino, vincitore della Natura che per millenni lo ha frenato. La Natura è solo un’invenzione e le sue leggi possono essere violate dalla cultura, dal progresso scientifico, dall’arguzia dell’Uomo. Ecco perché la modernità rispolvera quali suoi eroi i vari Prometeo e Lucifero: l’idea di fondo è che il progresso abolirà definitivamente la Natura, aprendo la strada al Transumanesimo.

E arriverà presto un giorno in cui noi non potremo più dirci umani.

 ______________________________________

di Enrica Perucchietti: laureata col massimo dei voti alla Facoltà di Lettere e Filosofia, vive e lavora a Torino come giornalista e scrittrice. È autrice di numerose pubblicazioni. Per Uno editori: “NWO – New World Order“, “Utero in affitto” e “Le origini occulte della musica. VOL 1-2-3

https://unoeditori.com/blog/clonazione-umana-e-mind-uploading-un-viaggio-tra-scienza-etica-ed-effetti-collaterali-nascosti-n104