Crea sito

LE OTTO FAMIGLIE

TRUMP e LE OTTO FAMIGLIE CHE COMANDANO IL MONDO

RumbleIn questo nuovo video, affronterò temi poco conosciuti, ti darò risposte a domande come: Di chi è la Federal Reserve? Come è stato possibile che BigTech si sia schierata apertamente contro Trump, cosa succederà in futuro?

Buona Visione

Seguimi anche su:

Twitter – https://twitter.com/genhixofficial
Youtube – https://www.youtube.com/channel/UCsW4TDk_z0lFF8MUXgvS8CQ
Telegram – https://t.me/GeNhiX
Instagram – https://www.instagram.com/genhix/?igshid=cb9ydfyhty7y

®wld

Come ti piace la tua neve? Naturale? O artificiale?

Dane Wigington
GeoengineeringWatch.org

Come ti piace la tua neve? Naturale? O artificiale?

Le fluttuazioni meteorologiche irregolari ed estreme stanno alimentando un aumento esponenziale della consapevolezza dell’ingegneria climatica. I texani si stanno affrettando a riparare le infrastrutture dopo l’evento di congelamento istantaneo che ha causato decine di miliardi di danni. Il Lone Star State è già rimbalzato a oltre 80 gradi in molte regioni. L’intero evento in Texas viene finalmente riconosciuto da molti come  conseguenza delle operazioni di ingegneria climatica . La notizia più terribile di tutte si sta svolgendo nell’Artico e nessuna fonte dei media mainstream sta dicendo una parola al riguardo. L’ultima puntata di Global Alert News è di seguito QUI.

Le foto qui sotto sono state scattate di recente nella regione di Panhandle in Texas. Credito fotografico: Kristin. Le immagini rivelano chiaramente i risultati e le conseguenze delle operazioni di nucleazione chimica del ghiaccio. I processi brevettati di nucleazione chimica del ghiaccio per la modifica del clima sono una componente primaria dei programmi di ingegneria climatica.

Tutti sono necessari nella  battaglia critica per risvegliare le popolazioni  a ciò che sta arrivando,  dobbiamo fare in modo che ogni giorno conti . Condividi  dati credibili  da una fonte credibile, fai sentire la tua voce. Gli sforzi di sensibilizzazione possono essere effettuati dal proprio computer di casa.
DW

Per coloro che non hanno ancora visto il nostro recente post su “The Dimming” , si tratta di un documentario innovativo attualmente in produzione. Questo documentario fornirà risposte e prove delle operazioni di ingegneria climatica / guerra meteorologica in corso. Di seguito è riportato un trailer di oltre 4 minuti sul film in uscita.

Fonte: https://www.geoengineeringwatch.org/category/breaking-news/

Correlati:

Il Sistema Operativo Umano

L’umanità sarà fortunata ad emergere da questo genocidio globale ingegnerizzato con anche un miliardo di sopravvissuti

®wld

Almanacco di marzo 2021

VIDEO: MICROSOFT FORMA IL “MINISTERO DELLA VERITÀ”

Un rapporto video con un’attenta ricerca sul ruolo di Bill Gates nella “Battaglia contro le notizie false”

L’iniziativa Bill Gates è supportata da “Adobe, Arm, BBC, Intel, Microsoft e Truepic in una coalizione per sviluppare uno standard aperto end-to-end per tracciare l’origine e l’evoluzione dei contenuti digitali” Sotto il timone di Bill Gates, “Tecnologia e entità dei media uniscono le forze per creare gruppi di standard volti a creare fiducia nei contenuti online”.

Produzione video di Really Graceful (RG) Fonte https://www.globalresearch.ca/video-microsoft-forms-ministry-of-truth/5738770 e https://www.windowscentral.com/microsoft-joins-battle-against-fake-news

Pubblicato sul sito web: https://www.nogeoingegneria.com/

***********************************************

Il concetto fatale della tecnocrazia che affligge il processo decisionale

L’analisi critica della tecnocrazia è in rapido aumento durante la pandemia dichiarata dai tecnocrati del 2020. Il processo decisionale non dovrebbe mai essere affidato a tecnocrati dalla mentalità ristretta, tutti in gran parte non eletti e inspiegabili. TN Editor (nda, la traduzione dell’articolo intero la si può abilitare nella tendina del link originale)

***********************************************

Scienziati stimolano il cervello per rimuovere la paura, aumentare la “fiducia”

Gli scienziati tecnocrati vogliono accedere al funzionamento interno del cervello per controllare gli impulsi di base tramite la stimolazione e l’intelligenza artificiale. Il potenziale per il lavaggio del cervello utilizzando questa tecnologia è sbalorditivo. TN Editor (nda, la traduzione dell’articolo intero la si può abilitare nella tendina del link originale)

***********************************************

I dipartimenti della polizia locale riceveranno i droni con “l’IA più avanzata di sempre”

In previsione di un’ampia accettazione da parte delle forze dell’ordine locali, Skydio ha già ottenuto una valutazione di 1 miliardo di dollari con iniezioni di capitale di rischio. Questa sorveglianza basata sui droni sarà onnipresente, autonoma e incrollabile e promuoverà la mentalità dello stato di polizia. TN Editor (nda, la traduzione dell’articolo intero la si può abilitare nella tendina del link originale)

***********************************************

ATTACCO E CONQUISTA. La guerra normativa

Con il crollo del muro di Berlino ha inizio la Terza guerra mondiale.

Una guerra combattuta più che tra Stati, tra “Prìncipi moderni”: oligarchie private più ricche degli Stati, con propri strumenti politici, comunicativi, legali e militari.

Una guerra in cui il conflitto più taciuto è il più importante: la guerra normativa.

Perché la legge è un’arma, e l’ab-uso del diritto, per conquistare e consolidare il proprio dominio, è una strategia nota da secoli. Eppure, ci siamo fatti trovare impreparati.

A seguito della globalizzazione reggimenti di avvocati e lobbisti si sono dati battaglia, attraverso un vero e proprio “arsenale legale”, seguendo strategie giuridiche a breve, medio e lungo termine che, giocate come una partita a scacchi, non vengono percepite se non quando il progetto è giunto a termine.

La conseguenza di tale “offensiva di tipo giuridico” è che “Prìncipi moderni” hanno assunto il controllo di settori strategici e si sono appropriati in maniera strutturale di risorse vitali: tra queste la più importante è l’acqua.

Analizzare il percorso compiuto per appropriarsi dell’acqua ci consente di comprendere che le modalità attraverso le quali si sono affermate le gestioni delle Big Corporation non sono le regole del mercato, ma l’uso strategico delle leggi.

Pubblicato sul sito web: http://solangemanfredi.blogspot.com/

®wld

Klaus Schwab sta cercando di creare la Quarta Rivoluzione Industriale o sta cercando di creare il Quarto Reich?

Il falso “GRANDE RESET” e la fine della civiltà come la conosciamo

La quarta svolta Quarta rivoluzione industriale Il quarto Reich


Stato della nazione

Non commettere errori: negli Stati Uniti ci sono enormi cambiamenti durante questo terzo decennio del Terzo Millennio, indipendentemente dalle previsioni che si avverano o meno.

OPERAZIONI COVID-19

Niente dimostra quell’inevitabile “enorme cambiamento” più dell’esecuzione mondiale dell’OPERAZIONE COVID-19  da gennaio 2020.

Gli autori globalisti del NWO sono solo da un anno in quello che è essenzialmente uno schema di blocco globale, e guarda fino a che punto sono arrivati.

COVID-1984 è già qui, specialmente in posti come il Regno Unito, Israele, Australia, Canada, Nuova Zelanda, Germania, Francia, Spagna, ecc. Notate come tutti i Cinque Occhi siano in varie fasi di blocco draconiano con l’eccezione forse di gli Stati Uniti.

Il primo ministro della Nuova Zelanda Jacinda Ardern ha appena bloccato Auckland perché UN nuovo caso COVID-19 è stato rilevato sulla base di test di coronavirus palesemente falsi. Vedi: Il primo ministro neozelandese impone il secondo blocco ad Auckland DOPO UN NUOVO CASO COVID!


RIPETIZIONE: L’INTERO CAPITALE NZ È STATO APPENA BLOCCATO SULLA BASE DI UN FALSO TEST CV19


Tale è il puro potere e la schiacciante influenza del World Shadow Government che esercita un controllo virtualmente completo sull’intera civiltà planetaria.

Che un falso virus, di cui non è nemmeno stata provata l’esistenza, venga poi testato con un test che l’inventore ha affermato essere totalmente impreciso e nemmeno scientificamente applicabile, che viene poi utilizzato per bloccare intere nazioni, è inconcepibile quanto è assurdo.

Eppure, eccoci qui nel 2021, ancora timbrati come pecore in recinti di conformità Covid e rinchiusi in carrozze di bestiame per il consenso del vaccino. WOW ! ! !

Il GRANDE RESET

Cosa c’entra tutto questo con il GRANDE RESET?

Il GRANDE RESET è davvero il “grande blocco globale”.

The Powers That Be (TPTB) aveva bisogno di un pretesto per bloccare ogni paese all’interno della comunità mondiale delle nazioni … e così ne hanno semplicemente evocato uno: la pandemia Covid-19 del 2020 completamente falsa e fabbricata.

Ovviamente non è una coincidenza che l’elite del potere abbia gettato in giro così tante nozioni relative al GRANDE RESET per tutto il 2019 appena prima dello scoppio dell’epidemia di coronavirus di Wuhan. Il principale promotore istituzionale del GREAT RESET è stato il World Economic Forum e soprattutto il suo presidente esecutivo Klaus Schwab.

Klaus Schwab, il fondatore del World Economic Forum (WEF) che si riunisce ogni anno a Davos, è il perfetto “Dr. Stranamore ”per inaugurare il GRANDE RESET. Vedi: FLASHBACK: Il dottor Stranamore e la bomba (video)

Mentre il video precedente riguarda la “Doomsday Machine” (si vede l’immagine) in quel classico di Stanley Kubrick, prefigura anche il funzionamento del Klaus Schwab, completamente strangeloviano, in particolare alla luce della sua “capacità di leadership a Sulzer Escher Wyss, la società ha cercato per aiutare le ambizioni di armi nucleari del regime sudafricano “. [1]

Qual è il punto critico?

Un ingegnere tedesco certificabilmente pazzo (ed economista fasullo) – Klaus Schwab – è stato selezionato dalla cabala NWO per lanciare un GRANDE RESET che è davvero una “grande incarcerazione della razza umana” .

Il seguente estratto da un’esposizione molto dettagliata intitolata Schwab Family Values dice tutto:

L’ultima domanda che dovrebbe essere posta sulle reali motivazioni dietro le azioni di Herr Schwab, potrebbe essere la più importante per il futuro dell’umanità: Klaus Schwab sta cercando di creare la Quarta Rivoluzione Industriale o sta cercando di creare il Quarto Reich?

Chiaramente, Schwab è stato installato presso il WEF in modo da poter far avanzare l’ agenda del Nuovo Ordine Mondiale sulla scia del caos globale, della confusione mondiale e del conflitto internazionale creati dall’assurdamente kafkiano CORONAhoax .

Schwab ei suoi ultra-ricchi amici del WEF stanno implementando unilateralmente un programma sovranazionale segreto che alla fine priverà la sovranità nazionale e l’integrità territoriale di ogni nazione sulla Terra. Fondamentalmente stanno ghettizzando ogni centimetro quadrato del pianeta Terra per il 99% mentre si ritagliano spazi verdi attraverso l’ Agenda 21 e l’ Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile . Entrambe queste agende delle Nazioni Unite sono semplicemente modi per mettere il rossetto sul maiale del genocidio culturale in corso e sui massicci furti di terra che vengono compiuti di nascosto in tutto il mondo.

Stanno anche usando elementi chiave della Quarta Rivoluzione Industriale per raggiungere questi obiettivi su tutto il pianeta, che essenzialmente trasformeranno il mondo in un Quarto Reich dove le super élite governano a distanza tramite una tecnocrazia tirannica. E, dove i principali decisori operativi dell’IA sono letteralmente entità di superintelligenza autonoma prive di umanità e realizzate a immagine e somiglianza dei loro padroni satanici (vedi grafico sotto).

Basti pensare a come la cancelliera tedesca Angela Merkel sia riuscita a conquistare praticamente tutta l’Europa, servendosi abilmente del governo dell’Unione Europea, senza sparare un solo colpo. Adolph Hitler sarebbe estremamente orgoglioso del risultato della Merkel di soggiogare l’Eurozona senza nemmeno un conflitto armato o scaramuccia di confine. Consentire il flusso illimitato di stranieri clandestini e immigrati economici nell’area Schengen di 26 nazioni si è rivelata una strategia brillante con cui tutta l’Europa è stata conquistata dall’interno.


Esposizione dell’Unione europea: un superstato totalitario pianificato per distruggere l’Europa

Naturalmente, la Germania è stata in grado di farcela perché possedeva il maggior numero di marchi tedeschi. Anche se la Deutsche Bank è stata praticamente in bancarotta nel processo, la Merkel ha rivitalizzato con successo il Terzo Reich. Attraverso massicci finanziamenti sotto copertura, queste stesse tattiche da banchiere vengono utilizzate dai criminali COVIDcon che corrompono sfacciatamente e intimidiscono i paesi di tutto il mondo per imporre blocchi ai loro cittadini. Tutto questo viene fatto tramite enormi tangenti illegali e pagamenti di estorsioni forniti dalla Banca Mondiale e dal FMI. Come segue:


LANCIATA LA RIVOLUZIONE DEI COLORI Perché il presidente della Bielorussia Lukashenko ha rifiutato una tangente di 950 milioni di dollari dal FMI in cambio del blocco nazionale del Covid

Non è abbastanza indicativo che due delle persone più potenti al mondo oggi siano tedesche: una è un ingegnere meccanico (Schwab) e l’altra un ricercatore chimico (Merkel)?

Dato il gigantesco colosso NWO che sta attualmente rotolando attraverso la terra che sta schiacciando tutto in vista, non c’è da meravigliarsi che questi due cattivi attori siano stati scelti come frontmen per un’impresa così clandestina di distruzione della nazione.

Foto tratta da Questo è il modo in cui gli Stati Uniti sono diventati il ​​prototipo del Quarto Reich.

Il quarto Reich

Ciò che è molto confuso dell’emergente Quarto Reich è che non è solo un superstato fascista. In effetti, il Quarto Reich in rapida manifestazione ha anche molti attributi di un regime comunista controllato da un governo mondiale ancora nascosto .

In questo modo, i rettili in cima alla catena alimentare planetaria fanno sì che tutti al di sotto discutano se il mondo si sta dirigendo verso il comunismo (e il marxismo) o il fascismo. La risposta è: ENTRAMBI! In effetti, la manifestazione estrema di entrambi gli ismi porta allo stesso tipo di totalitarismo oppressivo.

Considera questa dichiarazione presa dalla pagina Wikipedia della Merkel.

All’Accademia delle scienze, è diventata membro del suo segretariato FDJ. Secondo i suoi ex colleghi, ha apertamente propagandato il marxismo come segretario per “Agitazione e Propaganda”.

Com’è ironico che un cancelliere tedesco sia un comunista che ha conquistato con successo il continente europeo usando tattiche naziste e strategie fasciste. Questo è esattamente il modo in cui i TPTB stanno lentamente e furtivamente conquistando il regno della Terra – in stile Ordo ab Chao.


Angela Merkel: Gli stati nazionali devono “rinunciare alla sovranità” al nuovo ordine mondiale

Merkel e Schwab rappresentano chiaramente le forze nascoste degli Illuminati che sono determinate a tirare un pugno a eliminazione diretta a tutta l’umanità. Quale modo migliore se non debilitare e / o inabilitare prima la razza umana tramite l’arma biologica COVID-19; e poi propagare il virus della paura Covid come un “secondo pugno” paralizzante ?! Dove quasi ogni essere umano è spinto dalla paura a farsi iniettare un farmaco Covid microchip che altera il gene (leggi: vaccino falso) … e con dosi multiple negli anni rimanenti della loro vita presto snervata.


PUNTO CHIAVE: è fondamentale comprendere che gli Stati Uniti d’America non sono solo il braccio militare del Nuovo Ordine Mondiale, ma servono anche come modello nazionale per il Quarto Reich, così come l’Unione Europea). In altre parole, il paradigma sociale verso il quale la cabala del NWO sta portando tutte le altre nazioni attraverso il marxismo culturale , così come l’ideologia comunista e l’autoritarismo fascista.

Conclusione

Questa analisi sfiora solo la minuscola punta del colossale iceberg noto come Nuovo Ordine Mondiale controllato da un segreto governo mondiale che è in realtà il Quarto Reich che viene abilmente introdotto dalla Quarta Rivoluzione Industriale. Vedi: La quarta rivoluzione industriale è davvero un genocidio globale altamente controllato

È fondamentale capire che tutta questa globalizzazione del mondo sta avvenendo nel contesto della Quarta Svolta. (Vedi: LA QUARTA VOLTA: Se non l’hai letto, ora è il momento. ) È anche vitale capire che il globalismo è davvero un capitalismo predatore (fascismo) combinato con il comunismo dittatoriale come si vede ora negli Stati Uniti.

Inoltre, è importante notare che l’élite del potere sta sfruttando appieno le energie e il tempismo della Quarta Svolta perché sanno che o gli Stati Uniti o Loro finiranno nella pentola quando tutto sarà finito .


Conclusione : ciò a cui stiamo davvero tutti assistendo è il secolare conflitto tra ricchi e poveri, potenti e impotenti. Il GRANDE RESET è davvero tutto incentrato su una cosa: bloccare l’umanità in modo così sicuro che nessuno rappresenterà una vera minaccia per l’élite del potere. Considerate tutte le “armi” basate su Internet altamente avanzate e nuove a disposizione di ogni persona connessa digitalmente sul pianeta durante questa era dell’informazione post-moderna, TPTB non tollererà alcuna sfida al loro potere e alla loro supremazia. Quindi, la furiosa guerra di classe che sta scoppiando ovunque in America e oltre è stata deliberatamente presentata come qualcosa di diverso dalla guerra di classe che è veramente. In questo modo, i criminali globalisti sperano di distrarre We the Peopledalla loro scioccante brutalità, perfidia incessante e inganni crudeli. Dopotutto, sono riusciti a farla franca con il loro dominio totale su questo piano di esistenza per millenni e non rinunceranno a quel controllo in nessuna circostanza. Questo è precisamente il motivo per cui il GRANDE RESET è su di noi in questo punto critico della storia umana … … … mentre la Quarta Svolta gira e trasforma ogni persona (e nazione) sulla Terra.


PIANO D’AZIONE

C’è molto che We the People può fare per terminare il GRANDE RESET. Soprattutto, la resistenza di massa e la disobbedienza civile sono armi alimentate dalle persone contro le quali TPTB non ha assolutamente alcuna difesa. Naturalmente, non appena il Movimento Patriot comprende il potere che possiede come un’immensa forza completamente armata, il gioco è finito per l’élite del potere. Sanno che, solo in America, le élite relativamente poche ricche dovranno affrontare “un fucile dietro ogni filo d’erba” . Se alla fine ci sarà una sparatoria è determinato dalle persone che riprendono il loro potere in massa. Dopotutto, questa guerra finale è davvero tra il 99,999999% contro l’01,000001%.

State of the Nation 27 febbraio 2021

[1] Incontra il vero Klaus Martin Schwab!

Pubblicato sul sito web: http://themillenniumreport.com/2021/03/the-fake-great-reset-end-of-civilization-as-we-know-it/

Correlati:

La guerra al virus segna l’inizio di una nuova epoca storica, in cui niente sarà come prima

LA CYBERWAR É IMMINENTE E AVRÀ CONSEGUENZE SU TUTTI

I SEMI OGM SONO GIÀ OBSOLETI?

®wld

Il motore per il raggiungimento dello spopolamento

L’Eugenetica è viva e vegeta e la truffa “Covid-19” è il motore per il raggiungimento dello spopolamento

Di Gary D. Barnett

“Mi chiedo solo come sarebbe essere reincarnato in un animale la cui specie era stata così ridotta di numero da essere in pericolo di estinzione. Quali sarebbero stati i suoi sentimenti verso la specie umana la cui esplosione demografica le aveva negato di esistere da qualche parte…. Devo confessare che sono tentato di chiedere la reincarnazione come virus particolarmente mortale”. ~Principe Filippo, nella sua Prefazione a “If I Were an Animal” – Regno Unito, Robin Clark Ltd., 1986.

“Il mondo oggi ha 6,8 miliardi di persone … che sono diretti a circa 9 miliardi. Se facciamo davvero un ottimo lavoro sui vaccini, sull’assistenza sanitaria e sui servizi di salute riproduttiva, potremmo ridurlo forse del 10-15%”. ~ Bill Gates

“Lo spopolamento dovrebbe essere la massima priorità della politica estera nei confronti del terzo mondo, perché l’economia statunitense richiederà grandi e crescenti quantità di minerali dall’estero, soprattutto dai paesi meno sviluppati” ~ Henry A. Kissinger

“Una popolazione totale di 250-300 milioni di persone, con un calo del 95% rispetto ai livelli attuali, sarebbe l’ideale.” ~Ted Turner

“La cosa più misericordiosa che la famiglia numerosa fa a uno dei suoi piccoli è ucciderlo.” ~Margaret Sanger, Woman and the New Race, Capitolo 5, “La malvagità di creare famiglie numerose”. (1920)

“Il fatto che ora sia molto più facile manipolare con precisione il genoma umano all’interno di embrioni vitali significa che è probabile che in futuro assisteremo all’avvento di bambini designer che possiedono tratti particolari o che sono resistenti a una specifica malattia”.

~Klaus Schwab, Plasmare il futuro della quarta rivoluzione industriale: una guida per costruire un mondo migliore

“L’eugenetica è un movimento sociale (e ‘scientifico’) basato sulla convinzione che la qualità genetica della razza umana possa essere migliorata mediante l’uso dell’allevamento selettivo, così come altri mezzi spesso moralmente criticati per eliminare gruppi di persone considerate geneticamente inferiori, incoraggiando al contempo la crescita di gruppi giudicati geneticamente superiori”.

Quelli che negano gli sforzi eugenetici di massa che esistono oggi negli Stati Uniti e nel mondo, sono bugiardi patologici, propagandisti manipolatori guidati dalla censura o completamente ignoranti di qualsiasi realtà. L’intero movimento transumano, tecnologico e tecnocratico che consuma oggi la classe dominante è fortemente basato sull’eugenetica.

Il “grande ripristino” apertamente cercato e pianificato perseguito da quelle “élite” al potere che attualmente governano questo paese e il mondo; coloro che desiderano quell’agenda “progressista” omicida e che altera l’uomo, sono l’epitome del movimento eugenetico moderno. A causa della natura atroce e del concetto sgradevole di questa crociata come descritto all’inizio del ventesimo secolo, i termini usati in passato sono stati alterati per ingannare il branco collettivo e stupido, e finora quell’inganno ha avuto successo.

Questa falsa pandemia è il primo passo utilizzato per ottenere la morte umana e l’alterazione genetica al fine di eliminare e controllare milioni o miliardi di persone comuni, ma il ragionamento in continua evoluzione per perseguire questi programmi si trasformerà presto nelle scuse dello sviluppo sostenibile e ‘ cambiamento climatico.’

E data la distruzione pianificata dell’approvvigionamento alimentare che è già in corso, e il controllo intenzionale e la scarsità di energia, le carenze di cibo ed energia appositamente create saranno utilizzate non solo per causare preoccupazione tra il pubblico, ma anche per creare panico. Questi eventi organizzati saranno accusati di razionamento di emergenza controllato dal governo, e quindi alcuni segmenti del pubblico saranno maledetti per il loro uso eccessivo di necessità vitali durante una “crisi”.

Questa è un’arma a doppio taglio, poiché senza cibo ed energia sufficienti,l’assassinio di ampie fasce della popolazione può essere ottenuto con il pretesto di sforzi di emergenza per proteggere la popolazione dipendente a spese di coloro che si sono preparati a questo tipo di situazione critica. Questo è l’ultimo uso della propaganda divisiva iniettando un istinto psicotico di sopravvivenza nelle menti di una popolazione già spaventata per soffocare l’empatia per gli altri. Queste tattiche sono semplicemente una guerra psicologica contro la classe proletaria nel suo insieme.

La ‘vaccinazione’ (iniezione di veleni), l’introduzione di agenti patogeni attraverso test, controllo mentale, blocchi, omicidio premeditato, sterilizzazione e allarmismo saranno gli strumenti utilizzati per invertire la tendenza a favore dello stato alterando artificialmente la biologia umana, con metodi invasivi manipolazione psicologica, tramite restrizioni e mandati draconiani sempre crescenti, e dal terrore sponsorizzato dallo stato per mano del braccio esecutivo del governo. Se le persone non si alzano in massa contro questo assalto, la situazione sopra descritta sarà quasi certamente il risultato.

Ormai, l’eliminazione intenzionale di alcuni esseri umani, l’alterazione genetica e mentale di altri e le grandi campagne di sterilizzazione, specialmente nei paesi in via di sviluppo, dovrebbero essere viste come un complotto ovvio che è desiderato e per alcuni aspetti è già in corso. È estremamente difficile considerare quella parte della società che rivendica la superiorità sugli altri a tal punto da voler essere in grado di decidere chi vive o muore, chi è libero o schiavo e chi deve essere modificato con la forza per essere degno di esistenza , come esseri umani. Sono semplici mostri malvagi.

L’idea dell’eugenetica non è mai scomparsa; è solo svanito nell’ombra per alcuni decenni. Ma oggi se ne discute ancora una volta più apertamente, anche se con un altro nome. I sostenitori dell’eugenetica, quelli che professano la superiorità intellettuale sugli altri in una forma o nell’altra, sono normalmente di sinistra, progressisti, postmoderni, neo-marxisti, globalisti o potenti politici che non nascondono più molte delle loro opinioni.

Includono professori universitari, scienziati, tecnocrati, organizzazioni “sanitarie” e funzionari delle istituzioni, e le presunte “élite” e le loro fondazioni esentasse che stanno tentando di ripristinare il mondo a loro piacimento. Bill Gates, ad esempio, viene subito in mente, ma ce ne sono molti, e questi tipi occupano posizioni di potere negli Stati Uniti e in tutto il mondo.

La promozione e il progresso di un certo sterminio umano, dello sviluppo transumano e della sterilizzazione di massa possono essere realizzati in molti modi, e direi che questo in una certa misura sta già accadendo ora. Vaccinazioni che alterano il gene, distruzione del sistema immunitario, inserimento di nanoparticelle, impianti di chip, tecnologie a onde radio, rilascio di armi biologiche, isolamento e tecniche psicologiche disumanizzanti, fame e circolazione di alimenti OGM sono solo alcuni dei modi per alterare la biologia umana o uccidere i dissidenti e gli indesiderabili. Questa non è fantascienza né è inverosimile. Questa ora è una realtà.

A mio parere, con il passare del tempo si verificheranno conteggi di morte più elevati, specialmente per coloro che prendono questa iniezione velenosa falsamente chiamata “vaccino”. Mesi da adesso racconteranno la storia e non sarà una bella immagine. La soluzione è la totale disobbedienza e dissenso da parte di molti. Nessuno può farlo accadere tranne ogni individuo, ma più si rifiuta di obbedire, maggiori possibilità abbiamo tutti di sopravvivere a questa guerra pianificata contro l’umanità.

Collegamenti sorgente: qui, qui, qui, qui, qui, qui e qui.

Pubblicato sul sito web: https://www.lewrockwell.com/

®wld

Super Galline & Zanzare Terminators

 
Il Sequel di Crolla Cabala, Crolla! – Parte 9
 

Da Bill Gates come salvatore dell’umanità e del pianeta Terra, alle sue attività più sconosciute e segrete, la sua ossessione per la modificazione genetica praticamente su ogni cosa sui cui possa mettere le mani, oltre ai suoi legami con l’esercito degli Stati Uniti e il suo interesse per la guerra biologica. Diamo uno sguardo ad alcune delle attività di Gates di cui potresti non aver sentito nei notiziari…

DOWNLOAD & REUPLOAD di tutti i nostri video esplicitamente DESIDERATI! Il nostro lavoro gratuito dovrebbe essere disponibile ovunque.

Seguite Q su
https://qposts.in/

Qlobal-Change è una piattaforma che unisce le notizie alternativi.

Blog:
https://qlobal-change-italy.blogspot.comTelegram: t.me/QlobalChangeItalia

NewsFEED su Telegram: t.me/QC_Italia_BlogFEED

La parte 8 QUI

Se ti sei perso i “Sequel” dei video precedenti, li puoi trovare QUI  

®wld

IL TRADIMENTO DELLA SCIENZA

La medicina è diventata una religione e per il mito della salute siamo disposti ad accettare ogni imposizione.

Dialogo con Giorgio Agamben

Nuda vita

Nella medicina si stanno facendo strada i concetti di personalizzazione e di predizione: grazie a nuovi strumenti diagnostici ed ai big data pretendedi predire, individualmente, il rischio di sviluppare durante la vita determinate malattie. Una volta noti tali rischi si possono indirizzare le persone verso opportuni stili di vita. In aggiunta a questi screening di predisposizione genetica, le nuove tecnologie note come “wearables” permettono il costante monitoraggio di determinati parametri vitali. Oggi sono prevalentemente usate dagli sportivi mossi dalla ricerca di un continuo miglioramento delle proprie performance ma presto potranno essere estese a tutti i cittadini. Una tale impostazione della medicina sembra dirigerci verso quello che Lei ha definito come vita ridotta a condizione biologica, “nuda vita”. Tuttavia, molti scienziati nutrono forti dubbi sulla realizzabilità – etica e tecnica – di tale scenario.Ci può condividere una riflessione su questo argomento? Inoltre, cosa pensa si debba fare per invertire la rotta?

Nella prospettiva che lei delinea, decisivo è il passaggio della soglia in cui personalizzazione, predizione e screening non si traducono semplicemente in consigli e suggerimenti di stili di vita, ma diventano un obbligo giuridico. Questa soglia oggi è stata oltrepassata e quello che in passato si presentava come un diritto alla salute, si è trasformato in un’obbligazione da adempiere a qualsiasi prezzo. La causa di mortalità più frequente nel nostro paese sono le patologie cardiovascolari ed è noto che queste potrebbero forse diminuire se si praticasse una forma di vita più sana e ci si attenesse a un’alimentazione particolare. Ma a nessun medico era mai venuto in mente che le forme di vita e di alimentazione che consigliavano ai pazienti potessero diventare oggetto di una normativa giuridica, che decretasse ex lege come si deve vivere e che cosa si deve mangiare, trasformando l’intera esistenza in un obbligo sanitario. Del resto questo era escluso dal giuramento professionale del medico, che menziona espressamente “il rispetto dei diritti civili circa l’autonomia della persona”.

È quello che è ora avvenuto per il Covid-19 e, almeno per ora: la gente ha accettato non soltanto di rinunciare alle proprie libertà costituzionali, alle relazioni sociali e alle proprie convinzioni politiche e religiose, ma ha lasciato che i propri cari morissero da soli e senza funerale. In questo senso si può dire che l’esistenza umana è stata ridotta a un dato biologico, a una nuda vita che occorre salvare a qualsiasi costo, nonostante il fatto che l’IFR, il tasso reale di mortalità della malattia sia, secondo gli studi riportati nella vostra rivista, inferiore all’1%. Quel che è avvenuto è che, attraverso un processo di medicalizzazione crescente della vita, l’unità dell’esperienza vitale di ogni individuo, che è sempre inseparabilmente insieme corporea e spirituale, si è scissa in un’entità puramente biologica da una parte e in un’esistenza sociale, culturale e affettiva dall’altra. Questa frattura è secondo ogni evidenza un’astrazione, ma un’astrazione potente, alla quale gli uomini hanno sacrificato le loro condizioni normali di vita. Ho detto che la scissione della vita è un’astrazione, ma voi sapete che la medicina moderna intorno alla metà del XX secolo ha realizzato questa astrazione attraverso i dispositivi di rianimazione, che hanno permesso di mantenere a lungo un corpo umano in stato di pura vita vegetativa. La camera di rianimazione, con i suoi meccanismi di respirazione e di circolazione sanguigna artificiali e le sue tecnologie di mantenimento della temperatura corporea, attraverso i quali un corpo umano è tenuto indefinitamente in sospeso fra la vita e la morte è una zona oscura, che non deve uscire dai suoi confini strettamente medici. Ciò che è invece avvenuto con la pandemia è che questa vita puramente vegetativa, questo corpo artificialmente sospeso fra la vita e la morte è diventato il nuovo paradigma politico, sul quale i cittadini devono regolare il loro comportamento. Il mantenimento a ogni prezzo di una nuda vita astrattamente separata da quella intellettuale e spirituale e imposta come criterio non di vita, ma di mera sopravvivenza è il dato più impressionante nella situazione che stiamo vivendo.

Verità e falsificazione

Nel 2016 “Nature” ha pubblicato i risultati di una Survey dalla quale è emerso che oltre 1.500 scienziati non erano riusciti a riprodurre i dati ottenuti da colleghi. Uno stesso problema lo aveva riscontrato nel 2011 il dott. Glenn Bagley, ai tempi direttore del dipartimento di oncologia della multinazionale Amgen, il quale prima di investire diversi milioni di euro in un progetto di ricerca per un nuovo farmaco, aveva deciso di replicare i 53 esperimenti a partire dai quali si basava la loro strategia di sviluppo di un nuovo farmaco: riuscì a replicarne solo l’11%.Paradossalmente mai come oggi la scienza sta affrontando una profonda crisi di credibilità in quanto ad affidabilità dei dati che produce e a veridicità delle affermazioni. Nonostante ciò, sembra quasi impossibile far emergere sia a livello di opinione pubblica, sia a livello di opinioni accademiche, ipotesi e risultati diversi da quelli che vengono universalmente riconosciuti come “verità scientifiche”. Verità sulla base delle quali spesso vengono anche prese decisioni politiche ed economiche. Lei ha recentemente pubblicato un intervento dal titolo “Sul vero e sul falso”. Ci aiuta ad indagare meglio questo tema?

Qui si può toccare con mano che il problema della verità non è un astratto problema filosofico, ma qualcosa di estremamente concreto, che determina in maniera consistente la vita degli esseri umani. Per quel che concerne la verità scientifica, già Thomas Kuhn, in un libro ormai famoso, aveva mostrato che il paradigma ogni volta dominante in una comunità scientifica non è necessariamente il più vero, ma semplicemente quello che è in grado di procurarsi il più grande numero di seguaci. Ma questo è vero anche al di fuori delle verità scientifiche. L’umanità sta entrando in una fase della sua storia in cui la verità viene ridotta a un momento nel movimento del falso – o, più precisamente, nel dispiegamento onnipervasivo di un linguaggio che non contiene più in sé alcun criterio che permetta di distinguere ciò che è vero da ciò che è falso. Vero è quel discorso che viene dichiarato tale e che deve essere tenuto per vero anche se la sua non verità venisse dimostrata. Ma, in ultima analisi, essenziale per il sistema è che venga meno ogni distinzione fra il vero e il falso. Di qui la confusione crescente fra notizie contrastanti diffuse dagli stessi organi ufficiali. In questo modo è il linguaggio stesso come luogo della manifestazione della verità che viene messo in questione.

Ma che cosa avviene in una società che ha rinunciato alla verità e in cui gli uomini possono soltanto osservare muti il movimento multiforme e contraddittorio della menzogna? Per arrestare questo movimento occorre che ciascuno abbia il coraggio di porsi senza compromessi la sola domanda che conta: che cos’è una parola vera? Tutti ricordano nel Vangelo la famosa domanda di Pilato a Gesù, che Nietzsche considerava “la battuta più sottile di tutti i tempi”: “che cos’è la verità?”. In realtà, Pilato rispondeva all’affermazione immediatamente precedente di Gesù “Io sono venuto al mondo per testimoniare della verità”. Non vi è, infatti, esperienza della verità senza testimonianza: vera è quella parola per la quale non possiamo non impegnarci a dare personalmente testimonianza. E qui si misura la differenza fra una verità scientifica e una verità filosofica: mentre una verità scientifica è (o, almeno, dovrebbe) essere indipendente dal soggetto che la enuncia, la verità che è qui in questione è tale solo se il soggetto che la pronuncia si mette integralmente in gioco in essa – è, cioè, una veridizione e non un teorema. Di fronte a una non verità imposta normativamente possiamo e dobbiamo testimoniare.

La scomparsa delle ipotesi

In un suo intervento ha fatto notare come molto spesso il concetto di “notizia” abbia scalzato quello di “idea” introducendo così il termine notizia falsa come arma di silenziamento di quelle che in realtà sono idee o ipotesi diverse. Come mai secondo Lei anche se certe falsità vengono ben documentate vi si continua a credere a prescindere dal livello culturale dell’interlocutore? Quali strategie di comunicazione dovrebbe adottare uno scienziato che abbia una convincente documentazione a falsificazione delle narrazioni ufficiali?

In una società che non è più in grado di distinguere il vero dal falso, la notizia tende necessariamente a sostituirsi alla realtà ed è su questa onnipervasiva sostituzione della notizia alla realtà che operano i media. I media sono oggi uno strumento essenziale della politica proprio perché assicurano questa sostituzione, così essenziale al funzionamento del sistema. In un mondo in cui esistono solo notizie, vera è solo la notizia dominante e, al limite, nessuna notizia è più vera di un’altra; di qui la necessità di istituire, come il nostro governo non ha mancato di fare, una commissione incaricata di decidere quali notizie debbono essere considerate vere e quali false. Negli appunti presi durante la seconda guerra mondiale, Heidegger definisce l’età che stava vivendo come “una macchinazione dell’in-sensato”, in cui un’assoluta assenza di senso viene formulata in un algoritmo e incessantemente calcolata. È qualcosa di simile che abbiamo oggi sotto gli occhi.

Il giuramento tradito

Il primo punto della versione italiana moderna del giuramento di Ippocrate recita: giuro di esercitare la medicina in autonomia di giudizio e responsabilità di comportamento contrastando ogni indebito condizionamento che limiti la libertà e l’indipendenza della professione. Quanto spazio resta oggi all’autonomia dei medici? Si sta forse trasformando la figura stessa del medico in qualcosa di nuovo? Come vede il futuro rapporto di fiducia tra medico e paziente? Lei personalmente come si rapporta con il suo medico e con la gestione della propria salute?

Quello che lei ha menzionato è solo uno dei punti del giuramento professionale che sono oggi sistematicamente trasgrediti. Oltre ai punti 4 e 5 che ho citato prima sul rispetto dei diritti civili e dell’autonomia della persona del paziente, in questione è anche il punto 15, che impone “di rispettare il segreto professionale e di tutelare la riservatezza su tutto ciò che mi è confidato, che osservo o che ho osservato, inteso o intuito nella mia professione o in ragione del mio stato o ufficio”. Mentre in passato questo segreto è stato sempre osservato, oggi chiunque risulti positivo (non solo malato, anche semplicemente positivo) viene pubblicamente denunciato come tale e isolato. Conseguentemente anche il punto 6, che impone di “curare ogni paziente con scrupolo e impegno, senza discriminazione alcuna” viene trasgredito. Siamo arrivati al punto che i malati positivi non vengono visitati dal medico. È difficile mantenere un rapporto di fiducia individuale con un medico che agisce anche come rappresentante di un sistema di governo. Medicina e potere, terapia e normativa devono restare separati.

La medicina come religione

In diversi interventi Lei ha presentato l’idea che oggi la medicina e la scienza siano diventate una religione. Molti medici e scienziati che la leggeranno tuttavia faranno fatica a percepire sé stessi come rappresentanti di questa religione. Forse stiamo usando un unico terme, quello di medicina o quello di scienza, per nominare due concetti diversi? Ci aiuta a definire meglio quella medicina e quella scienza che sono diventate religione?

L’analogia che suggerivo non è soltanto metaforica. Se chiamiamo religione ciò in cui gli uomini credono di credere, certamente la scienza è oggi una religione. Ma in ogni religione occorre distinguere fra l’apparato dogmatico (le verità in cui bisogna credere) e il culto, cioè i comportamenti e le pratiche che ne derivano. Come il comune credente poteva ignorare i dogmi e le eresie di cui i teologi discutevano appassionatamente, così oggi l’uomo comune può ignorare completamente le teorie scientifiche di cui discutono gli scienziati. Ma dal punto di vista del culto, cioè delle sue pratiche e dei suoi comportamenti, in particolare per quanto concerne la medicina, egli ne è determinato in misura crescente. E come la religione cristiana si proponeva attraverso il culto la salvezza, così la medicina mira attraverso la terapia alla salute: in un caso dal peccato e nell’altro dalla malattia, ma l’analogia salta agli occhi. La salute non è in questo senso che una secolarizzazione di quella “vita eterna” che il cristiano sperava di ottenere attraverso le sue pratiche cultuali. Se già la medicalizzazione della vita negli ultimi decenni era andata crescendo oltre ogni misura, nella situazione che stiamo oggi vivendo, essa è diventata permanente e onnipervasiva. Non si tratta più di assumere dei farmaci o di sottoporsi se necessario a una visita medica o a un’operazione chirurgica: la vita intera degli esseri umani deve diventare in ogni istante il luogo di un’ininterrotta celebrazione cultuale. Il nemico, il virus è invisibile e sempre presente e deve essere combattuto senza una possibile tregua, in ogni momento della propria esistenza.

Transumanesimo

Sempre maggiori finanziamenti alla scienza provengono dal settore dell’info tech. Questi stanno indirizzando numerose ricerche verso la fusione uomo-macchina che da un lato rappresenta un nuovo mercato e dall’altro una nuova promessa: potenziale le facoltà umane e prolungare la vita. Cosa pensa di questa progressiva digitalizzazione e robotizzazione della vita?

Credo che sia opportuno considerare il fenomeno di cui lei parla nella prospettiva dello sviluppo della specie umana. È ormai passato quasi un secolo da quando un geniale scienziato olandese, Ludwik Bolk, a cui si deve l’idea della pedomorfosi o immaturità costitutiva dell’homo sapiens, aveva previsto che gli apparati tecnici cui l’uomo si affida in misura crescente per poter sopravvivere come specie avrebbero raggiunto un punto di esasperazione estrema in cui si sarebbero rovesciati nel loro opposto e avrebbero finito per causare la fine della specie. Paul Alsberg già negli anni venti del XX secolo ha mostrato che nella proiezione tecnologica esterna delle funzioni degli organi corporei, quel che in realtà avviene è che questi organi vengono progressivamente disattivati a favore degli strumenti artificiali che li sostituiscono. Mentre l’animale adatta le proprie funzioni corporee alle condizioni naturali, l’uomo le disattiva per affidarle a strumenti artificiali. A ogni progresso tecnico esosomatico corrisponde così un regresso delle funzioni endosomatiche. Ma se questo regresso si spinge oltre un certo limite, la sopravvivenza stessa della specie viene messa in questione. Credo che ci troviamo oggi su questa soglia. Ma l’esperienza insegna che non sempre ciò che sembra ineluttabile avviene. Nelle parole di Euripide: “ciò che ci aspettavamo non si è compiuto e gli dei trovano una via per l’insperato”.

Linguaggio

Lei ha fatto notare come gli stessi termini sembrano scelti per sostenere un paradigma di organizzazione della società. Ad esempio, il termine “distanziamento sociale” avrebbe potuto essere diverso come distanziamento personale o distanziamento fisico. Pensa ci sia una regia del linguaggio oppure che siamo già talmente immersi in un nuovo paradigma di governo che questo linguaggio emerge spontaneamente a tutti i livelli della società? Una sorta di evoluzione naturale? Molti scienziati lottano da tempo contro termini fuorvianti e inappropriati eppure, nonostante numerose argomentazioni forti, non si riesce ad intervenire sul linguaggio universale. Quali sono i meccanismi che rendono acquisiti e consolidati determinati termini?

Il rapporto fra l’uomo e il linguaggio, l’esperienza che il parlante ha della sua lingua non è qualcosa di semplice ed è forse il primo problema di cui il pensiero deve occuparsi. Il linguaggio è qualcosa che gli uomini cercano di padroneggiare e manipolare e, nello stesso tempo, esso è ciò da cui sono già sempre dominati e determinati, cioè qualcosa con cui si deve necessariamente fare i conti. Va da sé che la grande trasformazione operata dalla tecnologia e dalla scienza moderna non sarebbe stata possibile senza un cambiamento profondo nell’esperienza del linguaggio. Il mondo antico non poteva né voleva aver accesso alla scienza e alla tecnologia in senso moderno perché – malgrado lo sviluppo della matematica (significativamente non in forma algebrica) – la sua esperienza del linguaggio non permetteva di riferirsi al mondo in un modo che si pretendesse indipendente da come esso si rivelava nella lingua. Il linguaggio non era uno strumento neutrale, che poteva essere sostituito da  cifre e algoritmi, ma il luogo in cui le cose innanzitutto si rivelano e comunicano nella loro verità. Solo la riduzione della lingua a strumento neutrale, che si compie con Ockham e il tardo nominalismo, permette quella delinguisticizzazione della conoscenza che culminerà nella scienza moderna. E solo quando la verità si sposta dall’ambito delle parole e della lingua in quello dei numeri e della matematica, il linguaggio, divenuto un sistema di puri segni convenzionali, sembra essere, almeno in apparenza, dominabile e manipolabile, non è più il luogo di una possibile verità. Ma proprio un linguaggio senza  più rapporto con la verità può diventare una prigione, una sorta di macchina che sembra funzionare da sé e da cui non sembra possibile uscire. Forse gli uomini non sono mai stati così inermi e passivi di fronte a un linguaggio che li determina in misura crescente.

Filosofia della natura

Un tempo la scienza veniva identificata come “Filosofia della Natura” e persone come Goethe che si interessavano di scienza, di filosofia e di letteratura erano considerate come massima espressione dell’intelligenza. Oggi la scienza si è indirizzata verso una sempre maggiore specializzazione che ha indubbiamente portato ad enormi avanzamenti tecnico-scientifici. Si tratta di due percorsi radicalmente divergenti. Cosa consiglia a quei giovani studenti e ricercatori che oggi muovono i loro primi passi nel mondo della scienza?

Un momento importante nella storia dell’occidente è quando la filosofia si rende conto di non poter più esercitare un controllo sulla scienza, perché la scienza si è resa del tutto autonoma rispetto ad essa. In Kant ciò è perfettamente chiaro e la sua filosofia rappresenta l’ultimo tentativo di mantenere un rapporto con la scienza, ponendosi come una dottrina della conoscenza in grado di fissare dei limiti all’esperienza possibile. Non credo che oggi qualcosa del genere sia tra i compiti della filosofia. Il rapporto fra pensiero e scienza non si gioca sul piano della conoscenza. La filosofia non solo non è una scienza, ma nemmeno si può risolvere in una dottrina della conoscenza, della quale del resto la scienza ha dimostrato di non avere alcun bisogno. La filosofia è sempre etica, implica sempre una forma di vita. Ma questo vale per ogni singolo uomo e quindi anche per ogni scienziato che non voglia rinunciare a essere umano. Certo gli scienziati hanno dimostrato di essere pronti a sacrificare senza scrupoli l’etica agli interessi della scienza, altrimenti non avremmo visto illustri scienziati servirsi dei deportati nei lager nazisti per i loro esperimenti. Quello che ricorderei a un giovane che muove i primi passi nella scienza è di non sacrificare mai un principio etico alla propria volontà di sapere.

Resistenza

Lei ha parlato della necessità di sviluppare nuove forme di resistenza. Cosa intende? Ci può fare degli esempi?

Io sono un filosofo e non uno stratega. Naturalmente la lucida coscienza della propria situazione è la prima condizione per trovare una via d’uscita. Posso solo aggiungere che non credo che la via d’uscita passi oggi necessariamente, come si è forse troppo a lungo creduto, attraverso una lotta per la conquista del potere. Non vi può essere un potere buono – e quindi nemmeno uno Stato buono. Noi possiamo solo, in una società ingiusta e falsa, attestare la presenza del giusto e del vero, possiamo solo, nel mezzo dell’inferno, testimoniare del paradiso.

*L’intervista è stata realizzata da Andrea Pensotti e pubblicata in origine su “Organisms. Journal of Biological Sciences” (Sapienza Università di Roma); la si riproduce per gentile concessione

La Redazione

FONTE https://www.lintellettualedissidente.it/controcultura/filosofia/agamben-intervista/

Pubblicato sul sito web: https://www.nogeoingegneria.com/

®wld