Crea sito

LA STAMPA IN PUGNO: BILL GATES (GATES KEEPER) COMPRA I MEDIA PER CONTROLLARE LE NOTIZIE

Editoriale di Robert F. Kennedy, Jr., Presidente del Consiglio di Amministrazione, Difesa della salute dei bambini

Un articolo del Columbia Journalism Review rivela che, per controllare il giornalismo globale, Bill Gates ha indirizzato oltre 250 milioni di dollari alla BBC, NPR, NBC, Al Jazeera, ProPublica, National Journal, The Guardian, il New York Times, Univision, Medium, il Financial Times, The Atlantic, il Texas Tribune, Gannett, Washington Monthly, Le Monde, Center for Investigative Reporting, Pulitzer Center, National Press Foundation, International Center for Journalists e una serie di altri gruppi. Per nascondere la sua influenza, Gates ha anche incanalato somme sconosciute tramite subconcessioni per contratti ad altri organi di stampa.

Le sue tangenti alla stampa hanno dato i loro frutti. Durante la pandemia, le agenzie di stampa comprate e senza cervello hanno trattato Bill Gates come un esperto di salute pubblica, nonostante la sua mancanza di formazione medica o di esperienza normativa.

Gates finanzia anche un esercito di fact checker indipendenti (n.d.r. presunti) , tra cui il Poynter Institute e Gannett – che usano le loro piattaforme di fact-checking per “mettere a tacere i dissidenti” e per ” demolire” come “false teorie di cospirazione” e “disinformazione”,  Gates è accusato di sostenere e investire in chip biometrici, sistemi di identificazione dei vaccini, sorveglianza satellitare e vaccini COVID.

I doni mediatici di Gates, dice l’autore di CJR Tim Schwab, significano che “il reportage critico sulla Fondazione Gates è raro”. La Bill and Melinda Gates Foundation ha rifiutato diverse richieste di interviste da parte della CJR e si è rifiutata di rivelare quanto denaro ha versato ai giornalisti.

Nel 2007, il LA Times ha pubblicato una delle poche indagini critiche sulla Gates Foundation, esponendo le partecipazioni di Gates in aziende che danneggiano le persone che la sua fondazione sostiene di aiutare, come le industrie legate al lavoro minorile. Il reporter capo Charles Piller, dice: “Non erano disposti a rispondere alle domande e si sono rifiutati di rispondere in alcun modo…”.

L’indagine ha mostrato come i finanziamenti sanitari globali di Gates abbiano indirizzato l’agenda degli aiuti mondiali verso gli obiettivi personali di Gates (vaccini e colture OGM) e lontano da questioni come la preparazione alle emergenze per rispondere alle epidemie, come la crisi dell’Ebola.

“Hanno evitato le nostre domande e hanno cercato di minare la nostra visibilità”, dice il giornalista freelance Alex Park dopo aver indagato sugli sforzi della Fondazione Gates per il vaccino antipolio.

FONTE https://childrenshealthdefense.org/news/press-in-his-pocket-bill-gates-buys-media-to-control-the-messaging/?utm_source=salsa&eType=EmailBlastContent&eId=3c1e5ff0-d5bf-4d1e-ac41-e527d3448ea2

Traduzione a cura di Nogeoingegneria

*********

DOSSIER GATES

GATES TO HEAVEN OR TO HELL- PORTE DEL PARADISO O DELL’ INFERNO? (1)

GATES TO HEAVEN OR TO HELL- PORTE DEL PARADISO O DELL’ INFERNO? (2)

GATES TO HEAVEN OR TO HELL- PORTE DEL PARADISO O DELL’ INFERNO? (3)

Pubblicato e tradotto da: https://www.nogeoingegneria.com/motivazioni/sociale/la-stampa-in-pugno-bill-gates-gates-keeper-compra-i-media-per-controllare-le-notizie/

Correlati:

IL CORONAVIRUS DÀ UNA SPINTA PERICOLOSA ALL’AGENDA PIÙ OSCURA DELLA DARPA

FDA PROSSIMA AD APPROVARE I CHIP SOTTOCUTANEI INIETTABILI

®wld

Buon Ascolto

 

ComiCost in Camera dei Deputati a Roma

 
 
Oggi Mercoledì 29/07/20 ComiCost in Camera dei Deputati a Roma, Dott. Stefano Manera, Avv. Nino Filippo Moriggia ospiti On. Sara Cunial, Gruppo Misto. 
 
CONFERENZA STAMPA Coronavirus e illegittimità dei provvedimenti: il ricorso di Comicost 29 luglio dalle 14.00 alle 15.00 presso la Sala stampa della Camera dei Deputati (in Via della Missione n. 4, Roma) Violazione del principio di ragionevolezza per mancata ponderazione e bilanciamento dei diritti, dei principi, interessi e valori costituzionali, in particolare in riferimento al diritto alla salute contenuto nell’art. 32 della Carta Costituzionale, dell’invalidità del regime sanzionatorio previsto e applicato in virtù dei DPCM impugnati per violazione del famoso principio “nulla poena sine lege, nullum crimen sine lege”. Sono solo alcune delle inadempienze denunciate dal Comitato per le Libertà Costituzionali (COMICOST), presieduto dall’avv. Nino Filippo Moriggia del foro di Brescia e notificate alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministero dell’Interno e al Ministero della Salute un Ricorso Straordinario al Capo dello Stato. Il 29 luglio dalle 14.00 alle 15.00, presso la Sala stampa della Camera dei Deputati (in Via della Missione n. 4, Roma), COMICOST presenterà le motivazioni del ricorso con il qualche si chiede formalmente che venga sollevata la questione di legittimità costituzionale di queste norme. All’incontro interverranno: Avv. Nino Filippo Moriggia, presidente COMICOST che ne illustrerà i principali contenuti; Dott. Stefano Manera, medico anestesista-rianimatore, presenterà il gruppo medico scientifico del Comitato e le sue iniziative.
 
Dott. Pasquale Mario Bacco, medico legale, amministratore delegato di Meleam Spa, ha potuto invece constatare attraverso oltre 7000 esami sierologici ed alcuni esami autoptici che il virus è diventato letale per grave responsabilità del Ministero della Salute e del Governo. Non aver permesso le autopsie e quindi non permettere di comprendere subito le vere cause delle morti è stata una mancanza imperdonabile.
 
L’ OMS avendo seguito mesi prima la casistica cinese ben sapeva quali erano le vere cause dei decessi; lo stesso Ministrero della Sanità, non poteva non sapere. Ora, desecretati i documenti sensibili si potrà finalmente sapere la verità. Prof.re Marco Mamone Capria, PhD., Dipartimento di Matematica, Università degli studi di Perugia, illustrerà aspetti critici dei dati e delle analisi dati forniti da Governo, ISTAT (Istituto Nazionale di Statistica) e ISS (Istituto Superiore di Sanità), in relazione all’emergenza Coronavirus. 
 
Nel suo intervento spiegherà come il Comitato Tecnico-Scientifico (CTS) abbia dato indicazioni largamente arbitrarie, e come alcuni numeri forniti dalle fonti ufficiali siano contestabili e fuorvianti. In complementarità con le altre gravissime negligenze del Governo e dei Ministeri competenti, è verosimile che l’obiettività di certi pareri tecnici sia stata compromessa al fine di fornire una giustificazione “scientifica” del clima di terrore che si è venuto a creare e delle relative misure restrittive, ancor oggi in parte applicate, ma che appaiono sempre più irragionevoli a gran parte della cittadinanza.
 
Fonte: https://www.youtube.com/watch?v=4o6Ym7UePYk&feature=youtu.be

Quando la menzogna diventa la verità

Chi c’è dietro le “fake news”? I media mainstream utilizzano video e immagini falsi 

By Prof Michel Chossudovsky
Global Research, August 01, 2020

Il filmato, che accompagnava il rapporto del 2008 di John Vause della CNN, non aveva nulla a che fare con la Cina. I poliziotti non erano cinesi, ma poliziotti indiani in uniformi cachi dello Stato nord-orientale dell’Himachal Pradesh, in India.
Gli spettatori sono stati portati a credere che le dimostrazioni all’interno della Cina fossero pacifiche e che le persone fossero state arrestate dalla polizia cinese. 

 

Poliziotti cinesi in uniformi cachi?

1′.27-1′.44 “riprese video di” poliziotti cinesi “e manifestanti, compresi i monaci buddisti. I poliziotti cinesi vengono mostrati accanto ai monaci tibetani.

Questi poliziotti cinesi sono della provincia di Gansu o di Lhasa, la capitale tibetana, come suggerito dal John Vause’s Report della CNN? 

RAPPORTO SULLA CINA, 14 MARZO 2008

Screenshot dal video della CNN sopra

Presunti poliziotti cinesi in uniforme cachi che reprimono i manifestanti tibetani in Cina, CNN, 14 marzo 2008 1’38 “, 1’40” (immagine sopra)

Le loro divise color cachi con berretti sembrano portare l’impronta del periodo coloniale britannico. 

Le uniformi color cachi furono introdotte per la prima volta nella cavalleria britannica in India nel 1846.

Khaki significa “polvere” in hindi e persiano.

Inoltre, i poliziotti con uniformi cachi e baffi non sembrano cinesi.

Guarda attentamente.

Sono poliziotti indiani. 

La videocassetta mostrata il 14 marzo 2008 dalla CNN non proviene dalla Cina (provincia di Gansu o Lhasa, capitale del Tibet). Il video è stato girato nello Stato dell’Himachal Pradesh, in India. La videocassetta del movimento di protesta per il Tibet in India è stata utilizzata nel rapporto della CNN sul movimento di protesta per il Tibet in Cina. La CNN ha incasinato i suoi paesi. 

Per il rapporto completo su Global Research, fare clic qui 

2. Copertura della BBC sulla guerra in Libia, 2011 

Piazza Verde Tripoli. Libici festeggiano la “liberazione” e la vittoria delle forze ribelli su Gheddafi sventolando bandiere indiane

Esamina il filmato: non è Green Square e non è la King Idris Flag (rossa, nera verde) dei ribelli libici. 

Esamina il filmato: non è Green Square e non è la King Idris Flag (rossa, nera verde) dei ribelli libici.

È la bandiera indiana (arancione, bianca e verde) e le persone alla manifestazione sono indiani.

Forse non te ne sei nemmeno accorto.

E se l’hai notato, “probabilmente è stato un errore”.

Giornalismo sciatto alla BBC o menzogne ​​e fabbricazioni dirette? Riconosci le bandiere?

Bandiera indiana (vedi a destra)

Bandiera ribelle della Libia (Re Idris a sinistra)

Terroristi “in festa” a Green Square

Non ci sono state celebrazioni. È stato un massacro sponsorizzato dalla NATO che ha provocato diverse migliaia di morti. (2011)

Ma la verità non può essere mostrata sulla televisione di rete. Gli impatti dei bombardamenti NATO sono stati offuscati.

I ribelli sono annunciati come “liberatori”.

I bombardamenti della NATO hanno lo scopo di salvare vite civili sotto il mandato R2P dell’Alleanza. Ma la realtà è diversa: la popolazione civile è terrorizzata dai ribelli sponsorizzati dalla NATO.

Le immagini devono essere cambiate per conformarsi al “consenso NATO”.

La morte e la distruzione sono sostituite da immagini fabbricate di celebrazione e liberazione.

Vedi il rapporto completo su Global Research

3. CNN e BBC l’11 settembre.

Il rapporto sul crollo dell’edificio sette del WTC si è verificato prima del crollo

Fake News sul crollo del WTC Building Seven

La bugia più grottesca riguarda l’annuncio della BBC e della CNN nel pomeriggio dell’11 settembre che il WTC Building Seven (The Solomon Building) era crollato.

Il rapporto della BBC è andato in diretta alle 17:00, 21 minuti prima dell’effettivo verificarsi del crollo, indicando in modo indelebile la presunzione del crollo del WTC 7.

Il presentatore della CNN Aaron Brown ha annunciato che l’edificio “è crollato o sta crollando” circa un’ora prima dell’evento.

Guarda le immagini qui sotto: WTC Building Seven è ancora in piedi. 

“Il conduttore della CNN  Aaron Brown sembra faticare a dare un senso a ciò che sta vedendo un minuto dopo aver annunciato che il WTC Building 7, la cui facciata eretta è chiaramente visibile nella sua vista verso il Trade Center, è o sta crollando”. (vedi sotto) Vedi l’articolo completo su Global Research

4. Gli attacchi terroristici di Bruxelles del marzo 2016.

I media belgi hanno utilizzato il video di un attacco terroristico all’aeroporto di Mosca del 2011

I media di Bruxelles Dernière Heure su  dhnet.be  e La Libre hanno riferito degli attacchi terroristici fornendo un video di sorveglianza aeroportuale con telecamera CC degli attacchi terroristici. 

Il filmato pubblicato era falso, come documentato da un  post sul blog su Media Part

Il video riguarda un attacco terroristico all’aeroporto Domodedovo di Mosca il 24 gennaio 2011 (pubblicato su youtube nel novembre 2013).

Il rapporto di DHnet.be sull’attacco all’aeroporto di Bruxelles ha utilizzato il video dell’attacco a Mosca del 2011 con la data dell’attacco a Bruxelles: (22/03/2016) incollato sul video russo.

 

Di seguito è riportato lo screenshot del rapporto di DH.

 

E lo screenshot di La Libre su  http://lalibre.be,

Ed ecco uno screenshot dell’attacco terroristico del gennaio 2011 all’aeroporto internazionale Domodedova di Mosca pubblicato su youtube nel novembre 2013 seguito dal video completo dell’attacco di Mosca:

 


Secondo  il rapporto della BBC (24 gennaio 2011) (che include il video), l’attacco all’aeroporto di Mosca del 2011 ha   provocato 35 morti.

   

Screenshot del rapporto BBC Report gennaio 2011

Coincidenza? Quello stesso giorno, ci fu un secondo video di sorveglianza falso alla stazione della metropolitana di Bruxelles Maelbeek 
 
L’attacco terroristico nel pomeriggio del 22 marzo 2016 alla stazione della metropolitana di Bruxelles Maelbeek è stato segnalato dai media mainstream, compresa la CNN. 
 
In questi rapporti, le riprese video di un attacco terroristico del 2011 a Minsk, in Bielorussia, sono state utilizzate dalla rete televisiva e dai media online per descrivere ciò che stava accadendo nella stazione della metropolitana al momento degli attacchi.

Secondo l’Indipendent:

Il filmato della CCTV che è stato condiviso dopo gli attacchi di Bruxelles, che si ritiene mostrasse un video dall’interno della stazione della metropolitana di Maelbeek, si è dimostrato falso.

Quando è emersa la notizia della terza esplosione nella capitale belga, che ha preso di mira la stazione situata vicino agli uffici dell’UE, molti hanno iniziato a condividere ciò che credevano fosse il filmato dell’attentato.

Tuttavia si è presto scoperto che il video in realtà proveniva dall’attentato alla metropolitana di Minsk del 2011 che ha ucciso 15 persone e ferito oltre 200 persone.

Il rapporto dell’Independent si basa su un errore. Sono stati i media mainstream a pubblicare i filmati di Mosca e Minsk. È stato grazie a incisivi rapporti sui blog dei social media che è stato rivelato l’uso di video falsi da parte dei media mainstream. 

La domanda più fondamentale: due casi di video falsi:

Possiamo fidarci dei rapporti dei media mainstream sugli attacchi terroristici di Bruxelles?

Confronti: Bruxelles, 22 marzo 2016 contro Minsk, 11 aprile 2011. Stesse riprese video

Ecco uno screenshot di un filmato trasmesso sulla rete TV e su Internet che raffigura l’esplosione nella metropolitana di Bruxelles, 22 marzo 2016

Il presunto filmato della telecamera di sorveglianza CCTV, stazione della metropolitana Brussel Maelbeek (successivamente rimosso). La telecamera di sorveglianza CC è sotto il controllo delle autorità di sicurezza della metropolitana. (screenshot sopra)

Ora confronta quanto sopra con lo screenshot degli attacchi di Minsk dell’aprile 2011 seguito dal video integrale.

 

Full video of the Minsk Attack

 

Leggi l’articolo completo sui video falsi di Bruxelles

 

Osservazioni conclusive

Le bugie e le invenzioni del MSM non sono il risultato di un “giornalismo sciatto”.

Sono intenzionali e intendono fuorviare il pubblico.

I media mainstream usano abitualmente immagini e video falsi nella loro copertura della guerra in Siria.

La campagna contro i media alternativi e indipendenti cerca di limitare la libertà di espressione.

Medici americani in prima linea per esprimere le loro opinioni sull’idrossiclorochina

Le piattaforme censurano le pubblicazioni, il sobbalzo di Trump

Twitter e Facebook hanno “isolato” il presidente Donald Trump e suo figlio, Don Jr., per un incantesimo per aver ritwittato un video pro-idrossiclorochina che sta diventando virale.

Il video mostra un gruppo di medici che si definiscono i medici americani in prima linea. I dottori in camice bianco sono apparsi sui gradini della Corte suprema lunedì e martedì per esprimere le loro opinioni sull’idrossiclorochina (vedere i video di entrambi i giorni di seguito). La dottoressa Stella Immanuel era tra coloro che parlavano.

“Sono venuto qui a Washington, DC, per dire all’America che nessuno ha bisogno di ammalarsi. Questo virus ha una cura. Si chiama idrossiclorochina, zinco e Zithromax”, ha affermato. “Non hai bisogno di maschere. C’è una cura. Non hai bisogno che le persone siano rinchiuse. C’è prevenzione e c’è una cura.”

 

Il dottor Immanuel, un pediatra praticante di Alexandria, in Louisiana, ha affermato di aver avuto abbastanza di lasciare che i dottori della ricerca guidino la risposta al coronavirus.

 

“Li trattiamo e vivono. Nessuno è morto”, ha continuato. “Non c’è modo di trattare 350 pazienti e il conteggio e nessuno è morto e tutti hanno fatto meglio – e mi dirai che hai trattato 20 persone [o] 40 persone e che non ha funzionato.”

 

Ha pronunciato parole particolarmente aspre per i suoi colleghi, che dice stanno lasciando che la politica gestisca le loro pratiche: “Dico a tutti voi dottori che siete seduti e guardate morire americani: siete come i bravi tedeschi che hanno visto gli ebrei uccisi e non parla”.

 

I media si sono scatenati nel tentativo di screditare il dottor Immanuel. Il presidente Trump era per l’idrossiclorochina, ragionano, quindi deve essere contrastato appassionatamente. Il presidente e Don Jr. hanno entrambi ritwittato il video virale e sono stati banditi per questo. Twitter ha dichiarato di violare la loro politica di disinformazione COVID:

“In base a questa politica, richiediamo la rimozione di contenuti che potrebbero rappresentare un rischio per la salute delle persone, compresi i contenuti che vanno direttamente contro la guida da fonti autorevoli di informazioni sulla salute pubblica globale e locale

Dan Gainor di MRC TechWatch nota la reazione di altre piattaforme di social media. “Twitter, Facebook e YouTube hanno tutti chiuso questo”, dice a OneNewsNow. “Ora hanno deciso di essere un’autorità su tutto – sono un’autorità su verità, moralità e medicina”.

Secondo Breitbart News – che è stato vittima della rimozione di Facebook e YouTube del video del primo giorno – il video del primo giorno aveva accumulato più di 17 milioni di visualizzazioni durante le otto ore che era su Facebook prima di essere rimosso. Aveva raggiunto 80.000 visualizzazioni su YouTube prima della sua rimozione.

Mercoledì mattina la CNN ha riferito che alcuni dei medici presenti nei video si sono incontrati martedì con il vicepresidente Mike Pence e membri del suo staff.

(ndr. puoi vedere i due video al link originale qui sotto)

Fonte: https://onenewsnow.com/

**************************************** 

 BREITBART: Conferenza stampa Frontline Doctors a Washington CENSURATA SU TUTTI I SOCIAL QUI il video sottotitolato in italiano censurato

®wld

Complottando ma … non troppo!

Proteste di Lockdown – Il Grande Risveglio in tutto il mondo Enorme Compilazione Maggio 2020 – QUI il link alternativo nell’eventuale rimozione

MONTANARI II – LA RIVINCITA – vediamo se anche questo video verrà rimosso QUI le motivazioni sulla violazione della “community” – Poliziotti attoniti e increduli QUI

IN GERMANIA SI STANNO RIBELLANDO SUL SERIO (ndr) e noi multati ma…solo alcuni – Dicono: Video non disponibile Questo video è stato rimosso dall’utente che lo ha caricato

https://mail.google.com/mail/u/0?ui=2&ik=d230fda565&attid=0.1&permmsgid=msg-f:1666507597025746186&th=17209fd478359d0a&view=att&disp=safe&realattid=17209fb280dc0b3df411Silvana Demari #complottista 11 Maggio  silvana.demarchiocciolalibero.it

________________________________________________

QUI invece: Portano via un bambino alla madre per non mantenere la distanza sociale! Qui non si tratta neppure più di dittatura, qui si tratta di sorprusi inumani! Due risposte a frequenti commenti: 1) E´recentissimo ed è avvenuto in Australia dove l’uso di mascherine (come in Germania) non è obbligatorio in luoghi aperti. Ma se anche non fosse recente NULLA giustificherebbe un tale comportamento. 

2) Se c’è una legge va rispettata. Con questo ragionamento allora tutti i nazisti dovrebbero essere scusati: obbedivano agli ordini. ANZI, ovviamente non si giustificano, ma e´più comprensibile il comportamento dei nazisti che quello degli odierni poliziotti. I nazisti o ubbidivano o finivano fucilati. I poliziotti odierni NON RISCHIANO NULLA, ma agiscono di propria volonta´. Non per nulla nelle forze dell´”ordine” abbiamo una grande percentuale di individui con QI basso e particolarmente crudeli. Devono solo UBBIDIRE. CHIUNQUE che abbia un minimo di intelligenza ed empatia non puo´che indignarsi.

______________________________________________

  

Twitter alza la barra della censura su COVID-19

Twitter è pieno di tecnocrati che vogliono controllare la narrazione di ogni problema. Una volta iniziata la censura su COVID-19, è andata in una sola direzione: più di essa. Ora, Twitter ti avvertirà e / o censurerà su tutto ciò che differisce dalla narrativa ufficiale WHO / CDC. ⁃ Editor TN  

Sembra che sia stato solo ieri che  abbiamo sottolineato  che la macchina censuratrice di Twitter era andata in overdrive, occupandosi di commenti meschini di polizia e parolacce. Ora, la macchina della censura sta scivolando ancora più in basso lungo il pendio scivoloso. 

In un  post sul blog  pubblicato ieri, Twitter ha affermato che sarebbe “l’introduzione di nuove etichette e messaggi di avviso che forniranno ulteriori contesto e informazioni su alcuni tweet contenenti informazioni contestate o fuorvianti relative a COVID-19”. 

In altre parole, gli sforzi del sito per sorvegliare la discussione sul coronavirus usando l’OMS come una rubrica di verità – che ha portato al divieto permanente di Zero Hedge  dal sito  di prevedere con precisione che l’Istituto di Virologia di Wuhan era probabilmente al centro dell’attuale pandemia globale – è stato abbastanza. 

Il sito afferma che ora aggiungerà etichette ai Tweet “contenenti informazioni potenzialmente dannose e fuorvianti relative a COVID-19” e che la modifica sarà adattata a tutti i Tweet precedenti. 

Le etichette si collegheranno a una “pagina curata da Twitter  o a una fonte attendibile esterna contenente informazioni aggiuntive sui reclami presentati all’interno del Tweet”. 

Gli avvisi potrebbero anche essere applicati ai Tweet, ha detto il sito. Gli avvertimenti “informeranno le persone che le informazioni contenute nel Tweet sono in conflitto con le indicazioni degli esperti di salute pubblica prima che le visualizzino.”

Twitter ha dichiarato che agirà in base a tre grandi categorie:

  • Informazioni fuorvianti  : dichiarazioni o affermazioni che sono state confermate false o fuorvianti da esperti in materia, come le autorità di sanità pubblica.
  • Reclami contestati  – dichiarazioni o asserzioni in cui l’accuratezza, la veridicità o la credibilità del reclamo sono contestate o sconosciute.
  • Reclami non verificati  : informazioni (che potrebbero essere vere o false) non confermate al momento della condivisione.

Ha quindi pubblicato questo grafico vago, che fa ben poco per chiarire qualsiasi cosa:

 

Leggi la storia completa qui …

®wld 

DISCONNESSI DALLA REALTA’

https://filebin.net/fifg6enj7v2cri0o/Ecco_la_Verit__.mp4?t=rlflhnhd

Clicca sull’immagine per vedere il video Il video è sottotitolato, dopo averlo rimosso, ora è disponibile anche in audio lingua italiana.

  

***************************

Chiediamo indagini sulla “Bill & Melinda Gates Foundation” per negligenza medica e crimini contro l’umanità

Creato da CS aprile 2020

Mentre guardiamo agli eventi che circondano la “pandemia COVID-19”, varie domande rimangono senza risposta. Il 18 ottobre 2019, solo poche settimane prima che il ground zero venisse dichiarato a Wuhan, in Cina, si sono verificati due eventi importanti. Uno è “Event 201”, l’altro è il “Military World Games”, che non si tiene altro che Wuhan. Da allora è stata avviata una spinta mondiale per vaccini e monitoraggio biometrico. 

In prima linea c’è Bill Gates, che ha dichiarato pubblicamente il suo interesse a “ridurre la crescita della popolazione” del 10-15%, attraverso la vaccinazione. Gates, UNICEF e OMS sono già stati accusati in modo credibile di sterilizzare intenzionalmente i bambini kenioti attraverso l’uso di un antigene HCG nascosto nei vaccini contro il tetano. 

Il Congresso e tutti gli altri organi di governo sono abbandonati fino al completamento di un’indagine completa e pubblica. FONTE

*****************************

 

 

“Alexa”, quanto durerà il Coronavirus? Cosa? Se vuoi vedere i sottotitoli riduci la velocità del 50%  di: Dino tinelli

 

******************************

 

La pandemia delle bugie – STESSO FILMATO DELL’OSPEDALE PER BERGAMO E PER NEW YORKVIDEO  Di Carlo Fanni   

 

******************************

 

QUESTO E` LO STATO IN CUI STANNO VIVENDO GLI ITALIANI. DITTATURA PURA. (CONDIVIDETE) VIDEO (video/ascolto di 1 ora e 7 minuti) video di solo ascolto di Morris San 

 

******************************  

 

(ndr) L’ultimo video/ascolto qui sopra, non si differenzia molto da quello che è successo a Milano se  non per la multa data ai ristoratori, bar e baristi, oppure alla situazione che sta succdendo a Bolzano, oppre al sindaco di Messina, oggi il primo cittadino di Milano ha minacciato di chiudere i Navigli, dopo l’uscita di due mesi dagli arresti domiciliari; anche sul Lago di Como alcuni primi cittadini hanno “decretato” che lo spostamento verso le seconde case, si potrà fare dalle ore 8:00 alle ore 18:00 per manutenzione, per poi fare ritorno alla casa di residenza. 

 

Il fatto grave è che quello sopra nel video/audio è al limite se non oltre dei nostri diritti sanciti dalla Costituzione e, se passa come normale prassi, tutti noi possiamo trovarci nelle stesse condizioni, per qualsivoglia motivo non violento. 

 

In tutto questo mi stupisce che nessuno e dico nessuno, ha preso le difese di quel cittadino siciliano che manifestava pacificaente e si è trovato sei persone che lo hanno immobilizzato e portato all’ospedale in un reparto di psichiatria, tenuto sedato per oltre quattro giorni, così almeno riferisce il fratello avvocato nel video, dove alla fine si sente il malcapitato “dialogare” con il fratello avvocato biascicando.

 

®wld