Crea sito

Siamo tutti nel fango, ma alcuni di noi guardano le stelle…

La grande congiunzione di Giove e Saturno è su di noi e non guardiamo indietro. Immagine: Twitter

Ecco l’Alba dell’età dell’Acquario – una lettura astrologica del Pianeta terra al tempo della Grande Mutazione

di Pepe Escobar dal Sito Web AsiaTimes traduzione di Nicoletta Marino Versione originale in inglese Versione in spagnolo

Oggi tutte le stazioni radio del pianeta Terra dovrebbero suonare questa canzone.

Quella che i Fifth Dimension, con un nome appropriato, immortalò ai loro albori nel 1969, un classico soul psichedelico è ora letteralmente vero:

Questa è l’alba dell’Età dell’Acquario – Grande congiunzione di Giove e Saturno il 21 dicembre, anno Zero dell’Acquario…

L’Acquario inizia proprio quando alcune élite losche e autoimportanti si preparano per imporre un grande ripristino (Graet Reset) sulla maggior parte del pianeta, seguendo un programma politico molto specifico, riduzionista ed esclusivista.

Eppure il vero affare non è il Reset:

è la Mutazione

Quindi siamo tutti coinvolti in qualcosa di molto più grande di qualsiasi scenario neo-orwelliano.

Per far luce su quella che sembra la nostra attuale, interminabile oscurità, ho posto domande selezionate a Vanessa Guazzelli, una rispettata astrologa, scrittrice e relatrice in conferenze di astrologia in tutto il mondo, nonché psicoanalista e psicologa praticante.

Lascia che l’astrologia fertilizzi la geopolitica.

Fa entrare la luce…

La mappa astro-cartografica della Grande Mutazione

Tutto ciò che è solido muta in aria

PE (Pepe Escobar): Probabilmente non molte persone in tutto il mondo sono consapevoli che una congiunzione Giove-Saturno questo 21 dicembre sembra rapp  resentare l’ultimo punto di svolta – definito da studiosi di astrologia seri, come la Grande Mutazione.

Potresti spiegare cosa significa veramente questa “Mutazione”, astrologicamente, poiché sembra che si verifichi ogni 200 anni?

E riportandolo alla vita di tutti i giorni e alla politica, possiamo dedurre parallelismi geopolitici da ciò che ci dicono le stelle?

VG (Vanessa Guazzelli): Con “Grande mutazione” ci riferiamo a quando le congiunzioni Giove-Saturno cambiano elementi, cosa che accade ogni 200 anni come hai detto.

Giove e Saturno sono in congiunzione, astrologicamente, per longitudine eclittica, ogni 20 anni, un periodo non così lungo.

Tuttavia, continuano a intersecarsi nei segni dello stesso elemento per 200 anni, con la possibilità di altri 40 anni di transizione, e quindi con un ciclo maggiore.

Giove e Saturno sono ciò che chiamiamo pianeti sociali e devono essere considerati per quanto riguarda la politica e la geopolitica.

Quando la congiunzione Giove-Saturno inizia ad avvenire effettivamente nell’elemento successivo, segna la Grande Mutazione, dando luogo a,

importanti cambiamenti socioeconomici e culturali…

È quello che sta succedendo adesso.

Vanessa Guazzelli.

Veniamo da un periodo di due secoli di congiunzioni nei segni della Terra.

L’enfasi è stata sulla materia e sulla dimensione più tangibile della vita:

ragazzi e ragazze materiali in un mondo materiale.

Mentre ora ci spostiamo nell’elemento aria, quando si congiungono a 0º dell’Acquario, ha luogo una richiesta di sublimazione.

Tutto ciò che è solido si trasforma in aria…

Le cose e le procedure possono essere meno materiali, più digitali e, in una certa misura, virtuali.

Ma non solo quello.

Idee e ideali condivisi acquistano ancora più importanza.

Più di quello che abbiamo materialmente, ciò che conta di più è con chi e per cosa.

La collaborazione e la cooperazione sono, oggi più che mai, i venti che fanno girare il mondo.

Questo è davvero un aspetto e una configurazione astrologicica altamente significativa che si verificano il 21 dicembre, alle 18.20 UTC. In alcune parti dell’Asia e dell’Oceania, sarà già passata la mezzanotte, il 22 dicembre.

Questa non è solo la Grande Mutazione ma una Grande Congiunzione, quando i due pianeti visibili più lontani si congiungono non solo per longitudine ma anche per latitudine (coordinate eclittiche), sia nell’ascensione retta che nella declinazione (coordinate equatoriali).

Ciò significa che non sono solo allineati nella stessa direzione ma sono davvero molto vicini l’uno all’altro nel cielo visto dalla Terra, quasi come se fossero la stessa stella.

L’ultima volta che i due corpi celesti sono stati così vicini è stato nel 1623, ma quella non era una Grande Mutazione, solo una congiunzione regolare in termini di longitudine eclittica.

Astrologicamente, il fatto che tutti questi miglioramenti avvengano insieme in questo momento, intensifica il significato di ciò che questa congiunzione ora indica, quanto sia potente una mutazione che segna.

Nella vita di tutti i giorni si parla anche di un aumento dello sviluppo tecnologico, della digitalizzazione delle cose e delle procedure, comprese le criptovalute e il denaro digitale, come una sorta di denaro “trasformato” dalla materia a una “sostanza” più leggera e meno materiale che può rapidamente circolare nell’aria.

A livello più personale, tendiamo a perdere interesse per contesti sociali che non sono in sintonia con le nostre idee e ideali, e siamo spinti verso gruppi, associazioni e progetti sulla stessa lunghezza d’onda in cui siamo noi.

Non è il momento di affidarsi semplicemente alle istituzioni per prendersi cura delle persone, ma un tempo per discernere da soli e quindi collegarsi con gli altri con interessi, ideali, scopi condivisi.

L’elemento aria è dove apriamo lo spazio e facciamo spazio all’Altro, sia nel rispetto delle differenze sia per collaborare e cooperare verso interessi e progetti condivisi.

Co-op, in cui ogni partecipante riceve una quota equa e proporzionale, in un’impresa comune, è sicuramente una strada da percorrere.

L’Acquario è opposto al segno centralizzante del Leone.

Geopoliticamente, questo vuol dire, non è il tempo di governare il mondo per una sola stella egemonica, ma un tempo che illumina l’intero cielo per molte stelle.

Non è il momento per un unico impero.

Possono esserci imperi, solo al plurale.

La forza delle nazioni potenti ora risiede, più che mai, nella qualità delle loro partnership e alleanze nel rispetto reciproco, alla pari.

Qualsiasi potere che perde di vista quella chiave cruciale lo vedrà, a breve o lungo termine, ritorcersi contro.

Alcuni sono più potenti di altri e alcuni saranno più importanti di altri.

Tuttavia, non sono da soli.

È tempo per un mondo multipolare – ora questo è il Mandato del Cielo.

Per quanto riguarda la mappa astro-cartografica della Grande Mutazione, che mostra le linee delle posizioni planetarie sulla faccia della Terra, è interessante notare che le linee IC (Imum Coeli) di Giove e Saturno passano per Pechino, indicando la rilevanza della Cina all’inizio di questo ciclo di 200 anni, poiché l’IC è la radice di una carta astrologica.

Dall’altra parte del globo, vediamo le linee MC (Medium Coeli) dei due pianeti che attraversano il Sud America (Venezuela, Amazzonia brasiliana, Bolivia, Argentina), mostrando il valore delle risorse del continente in questo nuovo ciclo.

Cosa sta combinando la gentaglia di Davos

PE: La nostra attuale, turbolenta congiuntura sembra indicare una maggiore biosicurezza e ciò che alcune serie analisi di sistema definiscono tecno-feudalesimo.

Tutto ciò implica un’iper-concentrazione di potere – e non solo il potere esercitato dall’egemonico geopolitico, gli Stati Uniti.

Dobbiamo ora aspettarci una grave mutazione del sistema-mondo – come studiato da Immanuel Wallerstein, nel senso di cambiamenti seri nel nostro sistema capitalista?

Immanuel Wallerstein. Fonte: Wikimedia Commons

VG: Sì, dovremmo. Siamo proprio al punto di svolta del sistema-mondo.

Insieme alla Grande Mutazione, un altro aspetto immensamente significativo della decade 2020 è la congiunzione Saturno-Nettuno, nel febbraio 2026, a 0° dell’Ariete.

Questo è precisamente il primo grado dell’intero Zodiaco, chiamato anche il punto primaverile– cruciale nell’interpretazione astrologica.

Saturno e Nettuno si congiungono ogni 36 anni, il che è un ciclo storico relativamente breve.

Tuttavia, come con la Grande Mutazione, il modo in cui e dove si manifesta nello Zodiaco può condurci a prospettive storiche più ampie e indicare momenti storici più espressivi.

Se torniamo indietro fino a 7.000 anni fa, questa congiunzione si è verificata al punto primaverile solo nel 4361 a.C. e nel 1742 a.C.

Se guardiamo in alto tremila anni avanti, il punto più vicino è il punto primaverile è il terzo di Ariete nel 3172. Abbastanza raro…

Quindi questa congiunzione al primo grado dello Zodiaco, 0º dell’Ariete – l’inizio – non è un affare così da poco.

  • Nettuno feconda e concepisce
  • Saturno si relaziona con la struttura concreta della realtà
  • e 0º di Ariete significa nuovo, che spunta

Saturno-Nettuno su 0º Ariete significa una nuova concezione della realtà

Gli aspetti tra Saturno e Nettuno, secondo l’osservazione storica, sono associati al socialismo e al comunismo – questi movimenti sulla Terra coincidono con i contatti in transito tra questi due pianeti nel cielo.

È già stato dimostrato storicamente nell’astrologia comune.

Inoltre, questo non ci parla solo del passato, perché in effetti sta per iniziare:

migliorandosi e avanzando, riconfigurandosi in forme ancora nuove di socialismo.

Secondo Wallerstein, durante la crisi strutturale che caratterizza il periodo finale di un sistema-mondo, una biforcazione del sistema può volgere verso una delle due direzioni o in più sistemi.

Prima che finisse l’anno scorso, ci si considerava proprio nel mezzo della crisi strutturale del capitalismo, che dura dai 60 agli 80 anni.

Direi che in questo momento abbiamo superato il punto medio.

Potrebbe, inizialmente, andare verso più sistemi in due rami:

  • da un lato, la freschezza dei venti orientali che ispirano il socialismo e il multipolarismo attraverso la Belt and Road Initiative e l’integrazione dell’Eurasia e dei suoi partner

  • d’altra parte, il turbine dell’impero al collasso e dei suoi alleati occidentali come cyborg sterminatore gestito dal perverso 0,0001% che è così senza vita da non poter concepire il diritto di esistere degli altri…

Quando ne ho sentito parlare per la prima volta nel giugno 2020, mi ha stupito come hanno impostato il “Grande Reset” per gennaio 2021, così vicino alla Grande Mutazione alla fine di dicembre 2020.

Dubito che questa sia una semplice coincidenza o “sincronismo”…

JP Morgan è noto per aver affermato che i milionari non hanno bisogno di astrologi, ma i miliardari sì.

Forse consapevole di questa grande transizione, la ciurma di Davos sembra stia effettivamente cercando di ripristinare il sistema che già governa con le proprie impostazioni e di far rivivere il sistema morente come un cyborg dall’inferno.

“Wall Street Bubbles – sempre lo stesso”, Fumetto del 1901 di Keppler, raffigura JP Morgan come un toro che soffia bolle di sapone per gli investitori desiderosi. Fonte: Wikimedia Commons

Il potenziale nefasto dell’enfasi dell’Acquario è il controllo della società attraverso la tecnologia, sia essa tecno-feudalesimo o, gli dei non vogliano, tecno-schiavitù.

Sul lato più luminoso della Forza, l’Aquario riguarda un progetto sociale per sostenere la vita e soddisfare i bisogni delle persone.

Entrambe le dimensioni o sistemi potrebbero coesistere sulla Terra per un po’…

Le potenze occidentali – per non parlare dei Maestri dell’Universo, come dici tu, che tirano i fili – sembrano avere molta strada da fare prima di raggiungere uno stato di cooperazione reale e rispettosa.

Forse le civiltà più antiche trovate in Oriente hanno una radice più profonda e più coerente da cui attingere la saggezza e la maturità necessarie in tempi così difficili per l’umanità.

Spesso ricordate per il cibo e le merci scambiate lungo il percorso, le Vie della Seta coinvolte in passato e coinvolgono oggi lo scambio di idee.

È interessante osservare il forte margine dell’Acquario attivato nelle progressioni astrologiche della Cina quando la Belt and Road Initiative fu proposta per la prima volta da Xi Jinping ad Astana, nel 2013, e come si collegasse al grado della Grande Mutazione (Venere progredita e Giove congiunti AC al 1º Acquario).

Quando alcuni anni prima Vladimir Putin tenne il suo discorso storico a Monaco, proponendo l’integrazione eurasiatica, nel febbraio 2007, c’era un aspetto Saturno-Nettuno: un’opposizione.

Quando alla 7a Assemblea delle Nazioni Unite, sia Putin che Xi hanno pronunciato discorsi lunghi, forti e sincronizzati affermando la multipolarità del mondo, nel 2015 c’era anche un aspetto Saturno-Nettuno: un quadrato.

Il prossimo aspetto Saturno-Nettuno sarà la congiunzione, nel febbraio 2026, che inaugurerà un ciclo nuovo di zecca e possiamo aspettarci che sia correlato a questi movimenti precedenti, tenendo presente che il ciclo punta verso la multipolarità e nuove forme di socialismo.

L’incantesimo della Luna Nera

PE: Può il Covid-19, a un certo livello, essere interpretato come il – spiacevole – preambolo di una Grande Mutazione?

Dopo tutto la nuova (non) realtà sociale rappresenta un sistema capovolto:

  • devastazione economica quasi totale, soprattutto delle piccole imprese

  • cancellazione dei diritti costituzionali
  • governi che praticamente governano per decreto, senza consultazione popolare
  • corporazioni globali che censurano ogni forma di dissenso informato
  • intere società praticamente agli arresti domiciliari
  • gran parte del pianeta ridotto a una sorta di parco tematico totalitario…

VG: Oh, Covid-19… – potremmo avere un’intera conversazione solo sulle implicazioni di questo, in così tante dimensioni e su come può essere, in una certa misura, tracciato astrologicamente.

Sicuramente può essere interpretato come lo spiacevole preambolo, forse mirante al Grande Reset, su cui si potrebbe riflettere.

Un’esperienza collettiva mondiale senza precedenti – e un esperimento.

Tuttavia, serve a scuotere tutto, trasformando la nostra stessa percezione del tempo, preparandoci alla concezione di un nuovo tempo.

A tutti coloro che prestano attenzione, un invito a essere ancora più vivi, più vividi, contro ogni previsione…

Una luna quasi nera. Immagine: Getty / AFP

La stessa dicotomia così enfatizzata tra “prendersi cura della vita o prendersi cura dell’economia”, in sé e per sé mostra quanto il mondo fosse già assurdo.

Quante persone sono state così facilmente intrappolate nel separare una cosa dall’altra, come se fosse un mezzo per resistere al sistema e dire finalmente no alle esigenze dell’accumulazione di capitale.

Per vedere alla fine, infatti, le piccole imprese devastate, la povertà drasticamente in aumento, mentre i miliardari concentrano la ricchezza a livelli ancora più bizzarri.

Una cosa fondamentale da considerare è come ha influenzato il corpo umano.

La pandemia è stata dichiarata durante una Black Moon (l’apogeo lunare) in Ariete e questo indica l’importanza di essere nettamente presenti e reattivi mentre Michael Jackson ballava, Bruce Lee si è mosso e Maria Zakharova risponde.

In ottobre, la Black Moon, questo punto astrologico che rappresenta la dimensione viscerale e istintiva dell’esistenza, si è trasferito nel Toro, evidenziando l’importanza di essere consapevoli di come la forza vitale in noi è condizionata o canalizzata, plasmando il modo in cui percepiamo la nostra stessa esistenza.

Ad esempio, come il confinamento del corpo potrebbe – o non potrebbe – confinare la nostra psiche.

Quali sono gli effetti psicologici della mancanza di tatto o dell’esperienza fisica di avere costantemente la bocca coperta?

Il modo in cui queste situazioni influenzano la nostra psiche, non è irrilevante.

Sia René Descartes che Wilhelm Reich avevano la Black Moon in Toro.

Come sono correlati mente e corpo?

Sono una dicotomia cartesiana o si intrecciano come unità bioenergetica mossa dalla libido?

Questo è un importante problema di fondo nella nostra collettività fino a luglio 2021

Il destino dell’impero americano

PE: L’astrologia nella storia è piena di storie affascinanti sulle interpretazioni celesti che aprono la strada a una mossa cruciale politica o militare.

Ad esempio, subito prima della conquista mongola di Baghdad nel 1258, il Gran Khan, Hulegu, chiese all’astrologo di corte le prospettive future.

L’astrologo, Husam al-Din, disse che se avesse seguito i suoi generali e avesse invaso Baghdad, le conseguenze sarebbero state minacciose.

Ma poi Hulegu si rivolse a un astronomo sciita, Tusi, un poliedrico.

Tusi disse che l’invasione sarebbe stata un grande successo. Questo è quello che è successo – e Tusi è stato ammesso nella cerchia ristretta di Hulegu. Quindi i Mongoli – che hanno costruito il più grande impero della storia – erano grandi fan delle ” conferme celesti”.

Potrebbe “la conferma celeste” dei nostri tempi finire per prevedere il destino di un altro impero – gli Stati Uniti…?

VG: È vero, ci sono così tante storie affascinanti.

La fine dell’Impero Bizantino e la conquista di Costantinopoli da parte del sultano Mehmet II dell’Impero Ottomano fu anche segnata da una previsione astrologica della vittoria ottomana relativa a un’eclissi.

Il ritorno di Plutone negli Stati Uniti avverrà nel 2022. È enorme. È un ciclo di circa 247 anni.

Plutone ha un valore del destino. Il ritorno del signore degli inferi parla anche del ritorno di ciò che è stato represso, nascosto o rifiutato. Avrà tre risultati esatti nel 2022 e l’ultimo e definitivo del prossimo ciclo di Plutone vedrà il pianeta della morte e della rigenerazione di fronte alla Luna Nera Lilith in Cancro, in opposizione.

Il karma è bastardo e colpisce all’interno…

È anche un ciclo correlato al potere e allo stato di potere. Non sarà tutto brutto e ci saranno alcuni momenti vittoriosi, ma c’è un cambiamento nella posizione del paese nell’equilibrio dei poteri nel mondo che non è così facile da digerire.

La lotta per il potere sarà intensa, sia esternamente che internamente, con notevoli rischi di manifestazioni distruttive.

Il modo migliore per attraversare un momento del genere sarebbe eliminare – anche se è difficile credere che “la palude” possa essere prosciugata così facilmente.

È un invito a una trasformazione profonda, quando tutte le cose sotto il tappeto e i cadaveri fuori dal seminterrato devono essere affrontati.

Per il popolo della nazione è un appello alla maturità (Saturno congiunge la Luna), alla compassione e una disposizione più umanamente ricettiva (opposizione di Nettuno), lasciando che le illusioni si dissolvano e che realizzano che l’impero sta perdendo la sua egemonia e il suo status, ma la nazione continuerà.

Che nazione sarebbe per il suo popolo, se andasse contro altri popoli?

Ciò non significa che l’Impero americano cadrà entro il 2022, ma sta collassando e subirà trasformazioni drammatiche nel prossimo decennio.

Un rinascimento distopico

PE: In mezzo a tanta tristezza, sembra che tu stia introducendo un concetto molto promettente:

“Rinascimento distopico”.

Questo è l’esatto opposto di ciò che viene ampiamente interpretato come il nostro inevitabile futuro neo-orwelliano.

Come descriveresti questo Rinascimento distopico, in termini di lotta individuale, collettiva, politica e culturale?

VG: Il concetto emerge proprio per chiarire l’estrema complessità dei nostri tempi.

Ebbene, la parte rinascimentale sembra molto promettente, non è vero? Ma c’è anche la parte distopica. Non è una rinascita utopica, come ben sappiamo.

Forse tra 200 anni, quando raggiungeremo la Grande Mutazione nell’acqua, lo stesso elemento del magnifico Rinascimento italiano, l’umanità potrebbe essere in grado di sentire e comprendere meglio dimensioni più profonde della vita.

Perché non mirare all’utopia? Ma tutto ciò che può essere possibile a quel punto passa proprio ora.

È ora che, insieme a questa speciale Grande Mutazione, alcuni significativi aspetti astrologici indicano un vero cambiamento del sistema-mondo.

Ci vuole questo momento cruciale nel tempo e questo periodo di aria per elevare le prospettive, per condividere idee e ideali e capire quanto possa essere arricchente costruire,

“una comunità con un futuro condiviso per l’umanità”, come dice Xi Jinping…

Un punto di svolta fortemente rafforzato, che apre nuovi orizzonti, offre la possibilità di arricchire gli scambi in un mondo multipolare e con un appello al socialismo come non abbiamo mai conosciuto prima.

Atlante catalano, dettaglio che mostra la famiglia di Marco Polo 1254-1324 che viaggia con una carovana di cammelli, 1375, disegno di Spanish School. Fonte: Wikimedia

Non dimentichiamo che questo momento risuonava anche nel XIII° secolo, quando il veneziano Marco Polo, viaggiando attraverso la Via della Seta fino in Asia, riportò in Europa la freschezza dei venti orientali, con notizie dalla dinastia Yuan di Kublai Khan, tra cui la ” variazione “del denaro in una forma più leggera, dalla moneta alla carta.

A quel tempo, c’era uno stellium (una concentrazione di pianeti) in Capricorno proprio come avevamo nel 2020, con la seguente congiunzione Giove-Saturno in Acquario (sebbene non come una grande mutazione), e l’ingresso di Plutone in Acquario come faremo anche noi nel 2023/2024.

È un contesto assurdamente distopico, ma punto di svolta per una nuova concezione della realtà e la possibilità di sorprendenti nuovi orizzonti.

Un nuovo sistema mondiale è nell’aria

PE: Giorgio Agamben ha fatto riferimento a quella famosa intuizione di Foucault in Les Mots et les Choses, quando Foucault scrive che l’umanità può scomparire come una figura disegnata nella sabbia che viene cancellata dalle onde che colpiscono la riva.

L’immagine sorprendente può applicarsi alla nostra attuale condizione mutevole, mentre stiamo per entrare in un’era transumana e persino post-umana, dominata dall’intelligenza artificiale (AI) e dall’ingegneria genetica.

Giorgio Agamben sostiene che il Covid-19, il riscaldamento globale e, più radicalmente, l’accesso digitale diretto alla nostra vita psichica – tutti questi elementi stanno distruggendo l’umanità.

La Grande Mutazione installerebbe un paradigma diverso e ci allontanerebbe dalla post-umanità?

FG: Il rapido sviluppo della tecnologia sarà qualcosa di seriamente complesso da affrontare.

Sarà sorprendente in molti modi, ma non tutti belli, che presentano sfide innegabili, alcune delle quali sono già in atto e stanno per intensificarsi.

Quali sono gli effetti della tecnologia e dell’intelligenza artificiale sia nel nostro corpo organico che in quello soggettivo?

Il controllo mentale con dispositivi bidirezionali, sia la raccolta di informazioni che l’induzione di comandi è un work in progress.

Livelli perversi di controllo tecnologico della società sono una seria preoccupazione poiché Plutone, alias Ade, signore degli Inferi, transiterà anche nell’Acquario tecnologico e futuristico dal 2023/24 in poi, fino al 2043/44 – tempi di intensa trasformazione sociale, quando i progressi tecnologici lasceranno a bocca aperta e la concezione stessa della scienza cambierà considerevolmente, ma con seri rischi di follia transumana e postumana.

Non possiamo ignorare la nostra omogeneità.

Non possiamo neppure ignorare la nostra soggettività.

Plutone parla di trasformazione o dominio, in altre parole, citando un tuo recente articolo:

“Ecco il nostro futuro: hacker o schiavi”.

Dobbiamo fare della pirateria, non solo in senso oggettivo – che sicuramente diventa sempre più un’abilità allettante – ma anche in senso soggettivo, trovando linee di fuga e mantenendo vivo Eros, la forza vitale vivida dentro di noi.

Considerando che siamo già qui, vivendo tempi distopici,

tanto vale trarre il meglio da questa avventura innegabilmente epica…

Invece di soccombere alla paura e all’isolamento, sopraffatti dal destino e dall’oscurità, non dimentichiamo l’osservazione di Wallerstein sul destino contro il libero arbitrio – una conquista molto interessante, tra l’altro, che la mia esperienza di astrologa che osserva i cicli collettivi e individuali conferma molto:

Entrambi esistono…

Durante il periodo stabile di un sistema-mondo, la sua vita normale, quando la sua struttura funziona bene anche se ci sono alcune fluttuazioni, tende alla stabilizzazione ed è molto difficile cambiare le cose nel sistema.

È destino:

devi fare un sacco di sforzi per ottenere forse pochissimi cambiamenti cercando di sfuggire al destino.

Ma quando il sistema-mondo ha raggiunto la sua fase finale, non può più essere salvato e c’è molta instabilità.

La crisi non sta finendo e l’unica possibilità è il cambiamento, in un modo o nell’altro – è tempo di libero arbitrio.

Nella crisi strutturale, Wallerstein dice che abbiamo più libero arbitrio, le nostre azioni hanno un impatto più forte e ogni piccola mossa conta per decidere in quale direzione andrà il cambiamento del sistema.

Nella nostra vita personale a questo punto di svolta nel tempo, come si chiede Foucault, possiamo anche chiederci:

In quanto esseri umani, siamo un freno o un ostacolo?

Siamo un modo per imprigionare la vita o siamo un’apertura, una linea di fuga?

Per quanto riguarda le parole di Foucault che tu e Agamben portate alla luce, permettetemi di fare riferimento al paragrafo precedente, poco prima di quello finale di Les Mots et les Choses, quando afferma che:

“prendendo un campione cronologico relativamente breve all’interno di un’area geografica ristretta – la cultura europea dal XVI secolo – si può essere certi che l’uomo è un’invenzione recente al suo interno”.

“L’uomo” a cui si riferisce come l’effetto di un cambiamento nelle disposizioni fondamentali della conoscenza un paio di secoli fa, con le disposizioni più recenti che forse stanno per finire, rientra nei riferimenti europei.

Questo non è né l’inizio né la fine dell’uomo, né la sua unica espressione interessante.

Con un enorme e profondo apprezzamento per così tanta cultura europea, forse una delle cose che giungono a una fine necessaria è l’Eurocentrismo.

Ciononostante, ovviamente, è profondamente preoccupante il modo in cui i volti vengono allo stesso tempo tracciati digitalmente dalle macchine e nascosti agli altri umani da maschere, specialmente gli effetti di tutto questo nei bambini. L’attuale transizione non è priva di effetti epistemologici ed effetti su come concepiamo l’uomo, gli esseri umani.

Ma non è tutto detto e fatto.

Per contrastare il rendere oggetto l’essere umano, potrebbe essere opportuno attingere dalla concezione degli esseri umani dei Tupis:

tu + pi, suono seduto.

Un essere umano è un suono che si è seduto, ha avuto luogo e vibra.

Dobbiamo mantenere vibranti i nostri corpi, i nostri volti e le nostre parole.

Per il nativo sudamericano Tupis, ogni essere umano è una nuova musica, una nuova parola che vibra e co-crea la vita con gli altri e la natura.

Albert Eckhout dipinto di un uomo Tupi. Fonte: Wikipedia

Sembra che le radici più profonde della saggezza aborigena-indigena debbano ancora essere più pienamente riconosciute e reintegrate nelle Americhe prima che possa aver luogo la reinvenzione del mondo in Occidente.

Ora i venti soffiano dall’Est e dall’Eurasia, ispirando nuove forme di convivenza.

Ma i controllori del capitale, della ricchezza e del potere del mondo non si arrenderanno senza combattere – o faranno poche guerre e un pesante bagaglio obbligo di controllo sociale tramite la tecnologia, catturando corpi e menti.

Quale sarà, Great Reset o Great Mutation?

C’è una via d’uscita? Sì…

E sembra percorrere le Nuove Vie della Seta e l’Integrazione dell’Eurasia – letteralmente in una certa misura importante, ma anche simbolicamente.

L’Occidente può guadagnare molto dall’apertura ai venti orientali, dalle notizie e dalle idee che portano, storie di una comunità di futuro condiviso per l’umanità.

Un nuovo sistema mondiale è nell’aria…

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

ARMONIE DEL PASSATO E STORTURE DEL PRESENTE

 Ricevo dal Dott. Roberto Slaviero  e pubblico 

CASTEL DEL MONTE.

Esiste un posto magico nella Puglia, una costruzione ottagonale, edificata su di un colle sopra Andria; liscio ed orizzontale alla sommità, fu fatta edificare a partire dal 1240 d.C. da Federico II di Svevia, Re di Sicilia, nonché nel corso della sua incredibile vita, anche Imperatore del Sacro Romano Impero, appartenente alla dinastia sveva degli Hohenstaufen;

Da parte di madre lo “stupor mundi“ Federico Ruggiero Costantino, discendeva dalla casata normanna degli Altavilla e sua madre Costanza, lo partorì ad Jesi il 26.12.1194, nel viaggio di ritorno verso la Sicilia, dove il marito Enrico VI, figlio di Federico Barbarossa, era stato appena incoronato Re di Sicilia.

Federico II parlava sei lingue, latino, siciliano, tedesco, francese, greco ed arabo; un uomo di grande cultura, promosse tra l’altro lo sviluppo di arti e poesie alla Corte siciliana, con l’utilizzo del nuovo idioma siciliano, che ebbe poi una grande influenza sulla futura lingua italiana.

Certificò e supportò in medicina, lo sviluppo della Scuola Medica Salernitana.

“se ti mancano i medici, siano per te medici queste tre cose; l’animo lieto, la quiete e una dieta moderata … se gli umor serbar vuoi sani, lava spesso le tue mani…“

Saggezza ed armonia del passato! E poi ci raccontano molti storiografi che il Medioevo fu un periodo di oscurantismo culturale e mentale … forse nelle loro zucche, a cui manca molto sale!

Veniamo al CASTEL DEL MONTE

Ho avuto la fortuna di arrivarci, dalla piana che circonda Andria in un primo pomeriggio di sole, con un cielo terso ed azzurro e con un sole splendente, un sole che negli ultimi decenni é diventato sempre più BIANCO, sempre più caldo e puro.

Un Sole che sta purificando il pianeta da tutte le storture, perversioni e malvagità, che il genere umano riesce a produrre nel suo passaggio sul pianeta Terra.  Pianeta probabilmente deputato a proporci sfide ed accadimenti, che dovrebbero migliorarci dal punto di vista spirituale; pianeta anche delle purghe animiche e corporee, soprattutto se si nasce e si trascorre la vita tra guerre e sofferenze continue.

Sul significato ed il perché il Castello fu edificato in quel luogo, ne sono state dette di tutte;

  • – struttura militare di osservazione sulle rotte marine adriatiche
  • – riserva di caccia di Federico
  • – luogo di villeggiatura e svago della Corte siciliana
  • – struttura militare difensiva

etc etc etc !!

“E’ un castello-gioiello, incastonato com’è, perfetta Corona sfaccettata simmetricamente, come una gemma, o come un sonetto di pietra, tanto le sue linee sono state condotte a rigor di musica” Mario Praz.

Il castello dispone di sedici sale uguali, ciascuna di 62 metri quadrati a struttura perfetta trapezoidale. Il cortile interno è ottagonale come le otto torri esterne.

“l’otto, primo cubo di un numero pari e doppio del primo quadrato, bene esprime la salda ed immobile potenza del Dio…” Plutarco.

La larghezza del cortile coincide con la lunghezza dell’ombra di uno gnomone di m. 20,50 (altezza del castello) alle date degli Equinozi (23 settembre – 21 marzo) in quel luogo preciso, posto al 41.mo parallelo. Se ci si sposta di qualche km, ciò non si verifica più.

I quattro punti del sorgere e tramontare del Sole, alle date dei solstizi d’inverno ed estate sull’orizzonte di Castel del Monte, tracciano un ideale rettangolo i cui lati sono in rapporto AUREO.

Il grande matematico pisano Leonardo Fibonacci nacque nel 1170, quindi 24 anni prima di Federico II. Viaggiò molto per motivi commerciali in Egitto e Siria e portò in Italia la conoscenza del numero arabo 0, che rivoluzionò il pensare ed i calcoli algebrici. Pubblicò a 32 anni il “Liber Abaci“, che rivoluzionò i sistemi di numerazione e calcolo dei mercanti del tempo.

A Federico II, dedicò il “Liber quadratorum“ e anche se non vi sono prove scritte, sembra abbastanza chiaro che la perfezione “aurea“ del Castel del Monte, sia stata realizzata seguendo la “successione di Fibonacci“  ( 1,2,3,5,8,13,21,34…..), ove la somma dei due numeri precedenti dà il numero successivo, creando un’armonia, uno sviluppo armonico delle forme; creando la famosa

“sezione aurea“, che possiamo ben osservare sulla chiocciola e ad esempio sul nostro organo di percezione uditivo, chiamato  Coclea!

https://olisticoaltapusteria.com/articolo.php?uomo3d

Castel del Monte è stato costruito seguendo esattamente tale regola!

Come abbiano fatto, a quell’epoca, a realizzare tale incredibile Tempio Solare è difficile a pensare; a meno che, finalmente, si dica e si possa pensare che, la Storia raccontataci sia molto bislacca, per non dire artefatta e manipolata!

“Castel del Monte è un concentrato di geometria, matematica, astronomia, rapporto aureo semplice, in radici e potenze in funzione simbolica e sacrale e, come tale, interdetta a chi non era un iniziato…”

Aldo Tavolaro (Castel del Monte ,scienza e mistero in Puglia)

E qui dobbiamo smettere di pensare che “iniziato” voglia  sempre significare un qualcosa di massonico, nel senso peggiore della parola; chi crea cioè una rete di amicizie esclusivamente per i propri fini, principalmente di potere economico e politico, sfruttando e soggiogando gli altri.

All’epoca essere iniziato voleva significare il sapere, la reale conoscenza delle regole intime e veritiere, della nostra struttura terrestre e della potenza del Creatore; dell’ unità e connubio tra Cielo e Terra.

“Ma tu hai tutto disposto con misura, calcolo e peso“

Sapienza 11:20 (Bibbia)

La nostra matrice terrestre (Matrix), si dispone nello spazio tridimensionale in cui noi viviamo (3D), essenzialmente secondo le forme dei cosiddetti  Solidi Platonici;

  • – tetraedro
  • – esaedro
  • – OTTAEDRO
  • – dodecaedro
  • – icosaedro

In Medio stat Virtus!

In mezzo ai solidi platonici c’ è l’Ottaedro, che permea tutto Castel del Monte!

Pensate che per ottenere Castel del Monte nelle dimensioni in cui lo vediamo, hanno dovuto tracciare dei rettangoli con un lato di 22 metri e l’altro di 35,60.

I 22 metri del lato minore del rettangolo, che rappresenta la sezione aurea del lato maggiore (numero irrazionale aureo 1,61803398 … quindi 22metri x 1,618 = 35,60metri) corrisponde ai 40 Cubiti sacri di 55 cm ciascuno  (55cm  x  40 = 22 metri) usati da Re Salomone per edificare il Tempio di Gerusalemme!

Sapienza divina, struttura materiale che collega con il Divino…

Tale Castello venne edificato in sintonia con la teoria Aristotelico – tolemaica del Geocentrismo, che prevede la Terra stazionaria immobile, al centro del sistema solare!

Chi ha orecchi per intendere…intenda!

A questo punto parlare delle storture e delle disarmonie del presente mi pare superfluo.

Non mi pare che ci siano state costruzioni auree nell’ultimo secolo, caratterizzato da dittature e guerre.

L’anno scorso bruciò la Notre Dame de Paris, anch’essa sviluppata secondo le regole auree….rogo probabilmente doloso…un attacco al cuore dell’armonia celeste!

La Gioconda di Leonardo è perfettamente aurea!

Qui trovate ottime informazioni al proposito, realizzate dal liceo scientifico Sacro Monte di Varese

http://divinaproporzione.blogspot.com/p/arte-e-architettura.html

L’idiozia che sta caratterizzando le persone, avvolte e distratte dalle onde elettromagnetiche tossiche e dai social vari, è ben visibile soprattutto nella politica; politica diventata l’arte della frode e degli spergiuri, manovrata dal Dio Denaro dei potenti, che tirano i fili dietro!

I potenti non sono idioti, anzi: idioti e svenduti sono gli attori politici, che per denaro si prestano ai loro sporchi giochetti. Questi potenti di oggi, non hanno nulla a che vedere con i grandi condottieri del passato e con i grandi matematici ed astronomi del medioevo.

Che bisogno ci sarebbe di un nuovo Federico II , di un nuovo Fibonacci!

Che bisogno ci sarebbe di un nuovo alto pensiero sulla “magia“ della vita, che riportasse in alto i cuori!

Adesso stiamo vivendo questo allucinante Transumanesimo, che vuole sostituire l’uomo con i Robot, facendo perdere lavoro a milioni di persone! E i più sono contenti, poiché hanno istituito il reddito di cittadinanza….stai a casa e non rompere le palle…e vivi con gli 800 che ti diamo e metti il cervello in salamoia!

Pensiero demenziale di autodistruzione e di miseria!

Il comico in questione, ha anche detto che agli anziani andrebbe tolto il diritto di voto, in quanto il loro pensiero è vecchio e non coincide con i fabbisogni delle nuove generazioni!

E i più tacciono invece di mandarlo a quel posto….Sono dei paraculi senza fine e senza vergogna, ingannatori di milioni di persone, che cercherebbero una guida illuminata!

“Le nove figure degli indiani sono queste; 9 8 7 6 5 4 3 2 1.

Con tali nove figure e con il simbolo 0, che in arabo chiamano Zephiro, qualsiasi numero può essere scritto, come sarà dimostrato, più avanti“

da Liber Abaci.

Grazie Fibonacci, grazie di cuore!

Abbiamo veramente bisogno della tua armonia aurea, sperando che ci permetta di ricollegarci con il Cielo!

Fonte: http://olisticoaltapusteria.com/

®wld

MARDUK: parallelismi tra previsioni profetiche, presagi astrologici ed eventi astronomici

 

Babilonia era la “città sacra” dedicato al culto di Marduk, che aveva lì il suo tempio e una statua d’oro 

La profezia di Marduk del re babilonese Nabucodonosor e la statua rubata di un Dio  

di Ellen Lloyd 04 luglio 2019 dal sito web AncientPages  

Come figlio del potente dio Enki, creatore e protettore dell’umanità, Marduk ha un ruolo importante nella mitologia mesopotamica e nella storia di Babilonia.

Babilonia era la “città sacra” dedicata al culto di Marduk, che lì aveva il suo tempio e una statua d’oro. Nell’antichità Babilonia era considerata quasi il “centro del mondo”.

Persino Alessandro Magno rimase incantato dalla sua bellezza e potenza.

Da un antico testo assiro noto come “Profezia di Marduk“, noto anche come “Profezie di Sulgi”, si può conoscere i viaggi di Marduk verso le terre di Ittiti, Assiri ed Elamiti e,

“la previsione di un futuro re che ricondurrà Marduk da Elam, un paese antico nell’Iran sud-occidentale” …

Secondo gli storici, la profezia di Marduk fu scritta tra il 713 e il 612 a.C.

L’antico documento è stato riportato alla luce nella Casa dell’Esorcista vicino a un tempio nella città di Ashur, la prima capitale dell’Impero assiro.

Poiché questo documento è stato probabilmente scritto durante il regno di Nabucodonosor I, la maggior parte degli storici suggerisce che sia servito come pezzo di propaganda per celebrare la sua vittoria.

La profezia di Marduk descrive,

il ritorno di un re forte e potente che ripristinerà la pace e l’ordine in città portando a casa la statua del dio.

 

Dettaglio dal kudurru di Nabucodonosor garantire a Šitti-Marduk la libertà fiscale. Credito: dominio pubblico

 Re Nabucodonosor I,

“Marciò nell’Elam e rimpatriò la statua rubata di Marduk”. 1

L’elenco dei re babilonesi informa che governò per 22 anni e un kudurru rivela che il re Nabucodonosor I recuperò la statua del dio Marduk durante la sua battaglia contro gli elamiti. 2

I babilonesi avevano i cosiddetti “kudurrus“, stele di pietra scolpite e scolpite con iscrizioni.

Erano importanti non solo per ragioni economiche e religiose, ma anche come quasi le uniche opere d’arte, sopravvissute dal periodo del dominio kassita in Babilonia (16-12 a.C. circa).

Molti eventi storici significativi furono inscritti su questi kudurrus.

Sebbene la maggior parte pensi che la profezia di Marduk sia stata scritta come omaggio al re Nabucodonosor I, è anche possibile che il documento abbia avuto un altro scopo.

È interessante notare che, durante gli scavi nella Casa dell’Esorcista, gli archeologi hanno trovato diverse tavolette cuneiformi che riguardano anche altri eventi.

“A parte la” profezia di Marduk”, l’inventario non include alcun testo rilevante per la campagna elamita di Nabucodonosor che probabilmente è stata la preoccupazione principale dell’autore del nostro testo, ma ci sono alcuni testi che proclamano la superiorità della divinità principale assira Assur Marduk (ad esempio il ‘Marduk Ordeal‘).

Ciò suggerisce che il proprietario dell’esemplare di Assur aveva molto più interesse per la riflessione teologica sul rapporto tra gli dei assiri e babilonesi, presumibilmente stimolato dal rapimento assiro della statua di Marduk sotto Sennacherib (689 a.C.), che nel trionfo di Nabucodonosor. ” 1

Ciò ha portato alcuni a ipotizzare se la profezia di Marduk sia stata forse scritta in relazione a come Marduk dovrebbe essere valutato in relazione al dio Assur, la divinità più importante della capitale assira Ashur.

 

Ashur, il dio principale del pantheon assiro nella religione mesopotamica, venerato principalmente nella metà settentrionale della Mesopotamia, e parti del nord-est della Siria e del sud-est asiatico minore (vecchia Assiria).

La profezia contiene anche testi di presagio astrologico e menziona alcuni luoghi antichi associati a costellazioni specifiche.

Molte predizioni nelle profezie di Marduk e Sulgi, così come nella profezia di Uruk, hanno allo stesso modo un parallelo esatto nel corpus astrologico. “3

Poiché i babilonesi e i sumeri avevano una conoscenza avanzata dell’astronomia, non è sorprendente scoprire che si basavano su oggetti celesti per una serie di ragioni e ci sono specifici parallelismi tra previsioni profetiche, presagi astrologici ed eventi astronomici …

Riferimenti:

  1. Takuma Sugie – La ricezione della profezia di Marduk nel VII secolo a.C. Assur – Oriente. 2014, Vol.49, No.0, p.107.
  2. Benjamin R. Foster – Before the Muse: An Anthology of Akkadian Literature
  3. Biggs, Robert D. – “Le profezie babilonesi e le tradizioni astrologiche della Mesopotamia” – Journal of Cuneiform Studies37, n. 1 (1985): 86-90. doi: 10,2307 / 1.359.960.

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

Lo Specchio Nero

 

 La Fine del Gioco 

Contributo di Elva Thompson

Waking Times

“Parlo Io dell’antico Atlantide, parlo dei giorni del Regno delle Ombre, parlo della venuta dei figli delle ombre.
Dal profondo più profondo erano chiamati dalla saggezza degli uomini della terra, chiamati allo scopo di ottenere un grande potere.
Lontano nel passato prima che Atlantide esistesse, c’erano uomini che si immergevano nelle tenebre, usando la magia oscura, richiamando
sotto di noi esseri dal profondo più profondo.
Per la prima volta entrarono in questo ciclo. Senza forma erano di un’altra vibrazione, esistenti ma non visibili dai figli degli uomini della terra.
Solo attraverso il sangue potevano essersi formati. Solo attraverso l’uomo potevano vivere nel mondo”. ~ Thoth l’Atlantideo”

Il Grande Anno Cosmico di ventiseimila anni terminò il 21 dicembre 2012. La data auspicabile registrata nel Calendario Maya quando l’era del materialismo dei Pesci lasciò il posto all’età mentale dell’Acquario.

Nella reimpostazione dal vecchio al nuovo, i governanti di questo costrutto hanno spianato la strada alla loro visione di un nuovo ordine mondiale. Hanno abolito il resto delle nostre libertà sotto l’apparenza di sicurezza e protezione; hanno rubato clandestinamente terre pubbliche per il beneficio della loro macchina politica da soldi del gas e del petrolio, e di altri interessi anti-vita che li mantengono al potere. Senza un piagnisteo da parte del pubblico, i funzionari del governo hanno rottamato la protezione ambientale, hanno aperto il massacro delle specie in via di estinzione e hanno spiato tutto ciò che scriviamo e diciamo … e ancora nella nostra vita dormiamo pensando che il futuro sia promettente.

E, mentre sogniamo, il “bel selvaggio viene ripulito, un bel ragazzo di scene televisive”, la bestia psicopatica che viene eletta per rappresentarci sta facendo il suo nido proprio nel nostro e pianificando la nostra fine.

Uno schiaffo spirituale

E’ ora che il cosmo abbia messo un po’ di buon senso in noi … ci ha fatto ‘veri occhi’ cosa sta succedendo in un ‘vortice’ che cerca di dividerci ad ogni livello: sessa, classe, razza e credo. A livello di cuore, gli umani sono una nazione, un archetipo … Quindi, perché abbiamo permesso al programma della dualità e alle nostre forme pensiero ereditate di dividerci?

Il nostro percorso nella vita ha un cuore o siamo ingranaggi nella matrice della macchina?

Nello speciale isolamento dell’individuo, siamo diventati polarizzati – controllati dal nostro auto investimento per diventare pedine sulla scacchiera della vita, e alla mercé di tirare e spingere governi, dittatori fuori controllo e corporazioni senza volto … entità che hanno fatto tutto ciò che è in loro potere per distruggere la nostra connessione spirituale con la Sorgente Creativa … e calpestare i nostri cuori.

Quando consideriamo tutti i modi in cui siamo traditi dall’eletto venditore di olio di serpente che dovrebbe rappresentarci …. si rimane senza fiato!

Guerra costante, fame programmata, manipolazione meteorologica, nanoparticelle spruzzate nel nostro ambiente per modificare il nostro DNA, fluoruro nella nostra acqua, OGM, vaccinazioni, cibo a base di glifosato, decimazione della nostra fauna, deforestazione del nostro pianeta, distruzione del cuore basato sulla musica e, naturalmente, sacrificandoci sull’altare digitale della scienza distruttiva.

Allontanati dalla natura

Dai popoli tribali liberi di vagare per un mondo senza recinti e muri, siamo stati radunati e messi in città di cemento e vetro – esclusi dalla realtà spirituale e messi in una scatola insieme al nostro pensiero.

I ricercatori del Douglas Mental Health Institute di Montreal hanno scoperto che gli abitanti delle città mostravano i più alti livelli di attività nell’amigdala e nella corteccia cingolata anteriore del cervello. Queste complesse strutture cerebrali regolano le emozioni, memorizzano i ricordi e sono state associate a varie malattie mentali, tra cui depressione, disturbo d’ansia generalizzato, attacchi di panico, disturbo da stress post-traumatico, disturbo ossessivo-compulsivo e fobie …

……. In altre parole, malattia mentale.

Siamo stati tutti aborigeni nello stesso tempo – la distruzione forzata della nostra realtà sonora inclusiva è la causa principale del nostro disagio spirituale? – la causa della nostra costante ricerca di una connessione significativa con la vita?

La guerra alla coscienza

Poiché il nostro combattimento non è contro sangue e carne, ma contro i principati, contro le potestà, contro i dominatori del mondo di tenebre di questa età, contro gli spiriti malvagi nei luoghi celesti …” ~ Efesini 6:12

I dirigenti della fattoria umana: i blu sangue reale ei loro servili politici da adunata su entrambi i lati della corsia “rossa e blu” sono ben consapevoli di come operano gli animali compromessi chiamati homo sapiens. Sono in grado di velocizzare i manipolatori delle nostre emozioni e sono ben consapevoli del fatto che noi come co-creatori con La Sorgente definiamo la nostra realtà con il nostro pensiero su base individuale e collettiva. Pertanto, poiché i nostri pensieri sono estensioni elettromagnetiche del nostro intento, i nostri governanti possono deliberatamente manipolare e programmare le nostre menti con paura e informazioni negativamente caricate. Questa negatività è ulteriormente aggravata dal sacrificio di sangue nei centri energetici e nei luoghi sacri del nostro pianeta.

Le forme di pensiero negative rilasciate dalla tortura e dal sacrificio entrano nella griglia di energia che bagna il nostro piano guidato dal conflitto tridimensionale, e di conseguenza nella mente collettiva dell’alveare “non pensante”. Questa “vibrazione odiosa” crea caos e effetti negativi nelle nostre vite e nella vita del pianeta. Nella nostra ignoranza siamo diventati prigionieri dello specchio nero – lo specchio della nostra opposta realtà energetica.

Il mondo è un posto spaventoso quando ci svegliamo alla verità su chi gestisce il costrutto geometrico frattale che chiamiamo terra. La mente della matrice viene soffiata quando siamo “occhi veri” … la verità sulla manipolazione del nostro genoma, la fabbricazione della nostra storia e su come gli esseri umani che una volta percorsero il cammino di interdimensionalità diventarono il sacrificio di sangue, la carne da macello per le guerre per il proxy delle specie aliene … battaglie tra il male e il male.

È difficile da gestire … l’arresto completo.

L’agenda aliena

L’agenda segreta degli alieni ha sempre controllato il flusso di informazioni su questo piano, fomentando guerre finanziando entrambe le parti e creando tutte le religioni di controllo basate sulla paura patriarcale.

LEGGI: LA NUOVA AGENDA PER L’ORDINE MONDIALE È L’AGENDA ALIENA

Sono loro che decidono ciò che ci viene insegnato come verità, ciò che viene sconfitto in noi. Più grande è il trauma, meglio è … e molti non si riprendono mai dalla programmazione – non rivendicano mai il loro diritto a vivere le loro vite. Invece, aderiscono allo status quo pensando e avvelenandosi, e la realtà senziente con vite non soddisfatte, odio e risentimento.

Ingegneria sociale

La cultura della violenza che ha conquistato la scena mondiale è un risultato diretto dell’ingegneria sociale. La cabala satanica che gestisce lo spettacolo vuole che l’umanità si ritorca su se stessa, si comporti come eserciti di bruti subumani e trasformi il pianeta in un enorme campo di omicidi. Ci hanno trasformato in strumenti della loro stessa volontà parassitaria, nazione denocciolata contro nazione, fratello contro fratello e madre contro figlio.

L’agenda Luciferiana ci ha attaccato ad ogni livello del nostro essere usando la paura, ideali indottrinati e uno spauracchio del pensiero di qualcun altro. Attraverso menzogne, errori di direzione e agitando una carota su un bastone di fronte al nostro naso, ci hanno portato in schiavitù, incassati nella nostra ‘avidità e bisogno’ di tutto ciò che è intelligente.

Controllano persino la musica che ascoltiamo. Si assicurano che le nostre canzoni dei nostri giorni siano in sintonia con l’accordo dei diavoli. L’accordatura standard A-440hz risuona solo sui tre chakra inferiori. È musica senza cuore, puramente tridimensionale, e una guerra alla coscienza spirituale, tutta la cortesia della Fondazione Rockefeller. Informazioni su A-440hz possono essere trovate: medicalveritas.org/musical-cult-control/

Molto illuminati!

Non è un caso che la dose giornaliera di informazioni proiettate dai media sia intrinsecamente violenta, divisiva e narcisistica. La violenza è incoraggiata persino glorificata sotto la bandiera insanguinata del patriottismo nei programmi televisivi, nei film di Hollywood … e non dimentichiamo i videogiochi.

Definizione di giocatore: una persona che gioca ai videogiochi o partecipa a giochi di ruolo.

Secondo le statistiche del luglio 2018, ci sono stati 2,2 miliardi di giocatori nel mondo … sei scioccato? Lo sono.

Incredibile, questo è un terzo della popolazione che gioca ai videogiochi … giochi che rispecchiano la vita ….

Giochi sulla scelta dei lati e una lotta per lo stato alfa … per essere un vincitore! Tutti sono programmati per voler essere un vincitore, proprio come un cane maschio che piscia su un albero per segnare il suo territorio.

I giochi sono progettati per due cose – per sprecare la nostra vita in un mondo fantastico – mentre in nome del profitto, il mondo naturale viene distrutto tutto intorno a noi. E in secondo luogo per stimolare l’inconsapevole mente di sopravvivenza del cervello dei rettili, così possiamo andare su tutte le furie, picchiare il nostro partner, o fare una baldoria omicida … perché questo è esattamente ciò che stiamo programmando di fare dai media di qualsiasi forma.

E il crimine di tutti i crimini è che queste creature senz’anima stanno prendendo di mira i bambini ….

Bambini a rischio

“Il 97% dei bambini statunitensi di età compresa tra 12 e 17 anni gioca ai videogiochi, contribuendo al settore dei videogiochi domestico con 21,53 miliardi di dollari. Più della metà dei 50 videogiochi più venduti contengono violenza. I videogiochi violenti sono stati accusati di sparatorie a scuola, aumenti nel bullismo e violenza nei confronti delle donne. I critici sostengono che questi giochi desensibilizzano i giocatori alla violenza, premiano i giocatori per simulare la violenza e insegnano ai bambini che la violenza è un modo accettabile per risolvere i conflitti.” Fonte procon.org

E non finisce qui. Ora abbiamo 5G non collaudato con cui combattere.

5G e il controllo mentale

Ecco un’informazione interessante da CH4 News, 5 febbraio 2001 … prendi nota della data e immagina fino a che punto hanno ottenuto con la loro tecnologia zombiefying nel 2019.

“La massiccia tecnologia britannica per il controllo mentale e la zombificazione della polizia britannica è stata una realtà. Il governo britannico ha speso 2 miliardi e mezzo di sterline su una rete di trasmettitori a microonde modulata a impulsi da 400 MHz che trasmetteva 17,6 Hz nel cervello di tutta la polizia britannica e di chiunque vivesse vicino ai trasmettitori programmati, per essere utilizzato dalla CIA nella ricerca in un’ottica ottimale – controllo. Il sistema TETRA invaderà anche la metropolitana di New York e di Londra, così i pendolari saranno regolarmente esposti a modifiche comportamentali durante l’ora di punta.”

Ma non c’è niente da vedere qui per l’alveare. Dopotutto, è tutto per la loro sicurezza e comodità.

L’ordine del Nuovo Mondo per il prossimo Grande Anno Cosmico

L’end-game della cabala è del micro-chip. Dovrebbe essere facile in questa circostanza, ora la gente del mondo è come la pecora. Chiunque non ha ancora il gioco vuole essere il superuomo o la superdonna, e farà la coda per il miglioramento digitale e, è possibile che questa vecchia / nuova tecnologia trasformi la sua realtà in una nuova matrice?

Ricordiamoci che per aggirare la Legge Cosmica i sacchetti di schiuma devono dirci cosa intendono fare. Il film è Matrix la loro via di fuga karmica? se è così … il loro ordine del giorno è quasi un fatto compiuto e, tutto fatto in segreto mentre stavamo dormendo.

La forza Viola! Il Nuovo Ordine Mondiale avrà creato una nuova specie di schiavi di zombi controllati digitalmente chiamati homo borgiensis (nda – la presunta generazione di prole completamente e permanenentemete diversa dal genitore).

Venir fuori dalla negazione e dalla dissonanza cognitiva

Il male che ha messo radici nelle nostre menti è energico e il suo scopo è di disconnetterci individualmente e come specie dal Creatore originale. Gen 1 v29: le istruzioni originali prima della caduta.

Per quelli di noi che hanno ancora la loro mente, è tempo di tirarsi indietro e dare un’occhiata al concetto che chiamiamo vita. È tempo di iniziare a indagare sulle cause della retorica odiosa e divisiva che si è impadronita del nostro pensiero e del nostro mondo … e vedere se qualche risonanza in quel pantano appartiene al Sé, e se è così, quanto profondamente siamo investiti nel gioco.

Entra nello specchio

La realtà è duplice: c’è un mondo fisico e un’immagine speculare energetica e, ora nei momenti di tutti, miliardi di pensieri … il bene e il male stanno creando la nostra realtà ‘mattone di mattoni pensanti’, a livello personale e collettivo. Le nostre vite e il destino delle nazioni sono il risultato del nostro pensiero e della sua azione di estensione.

Non pensi che sia ora di mettere ordine nella nostra casa dei pensieri e di allinearci con la Vita?  

Acquario e il suo sovrano Urano – Lo Ierofante dei Tarocchi … l’insegnante.  

C’è un sacco di esagerazioni e aspettative sull’Età dell’Acquario, quindi diamo un’occhiata. L’Acquario è la prima casa nel Nuovo Grande Anno Cosmico. È governato da Urano, il pianeta del settimo raggio della forza viola … il settimo colore dell’arcobaleno. Urano è esplosivo, rompe le vecchie forme di pensiero e abitudini. È la sfera di distruzione spirituale che ci conduce attraverso gli anelli restrittivi di Saturno con le sue tradizioni cementate e le sue limitazioni nell’occolta comprensione in cui il nascosto è rivelato.

Urano è il pianeta della ribellione spirituale e della redenzione … IL Papa, il maglio psichico.

Siamo in un momento di transizione – Urano farà impazzire la barca di questo mondo e dovremmo aspettarci di vedere le nostre vite in tumulto, gli imperi saliranno e scenderanno e un nuovo ordine prenderà il suo posto. Che cosa è quell’ordine … dipende da noi. Dipende dal nostro modo di pensare. Urano … l’uranio è la forza del cambiamento ad ogni livello della nostra consapevolezza spirituale ed esistenza fisica. È il vento purificatore della Creazione dell’Anima – nulla sarà lasciato intatto, e così i miei compagni di viaggio, è il momento di rifare i nostri legami con la natura e i suoi regni. Alzati sopra le meschine liti, il dramma, l’odio della mente dell’alveare, e sii sovrano di nuovo. Camminiamo da soli per questo viaggio, e in questa fase del gioco, l’umanità nel suo stato vibratorio di divisione non ascenderà mai alla frequenza dell’ascensione, né prenderà parte alla promessa offerta dal mistico cristianesimo. 

Ma, lo possiamo fare. Allineamo noi stessi con la vita … prenderci cura del nostro piccolo spazio e diventare noi i creatori della Bella Strada da percorrere. 

Stiamo ritornando all’origine della creazione. Segui il tuo cuore e unisciti alla ribellione della quarta dimensione. 

Spero che tu abbia ottenuto qualcosa dall’articolo … se lo hai fatto, per favore condividi … e sentiti libero di unirti alla conversazione.

Fonte: https://www.wakingtimes.com/ 

®wld

La Caverna Cosmica

 

Mithra e il sacrificio del Toro

All’equinozio di primavera cadeva per il mithraismo la nascita del mondo e il suo futuro rinnovarsi alla fine del Grande Anno.

Il mito narrava che Mithra, più riluttante, aveva ucciso un toro focoso per ordine del Sole, affondandogli un coltello sacrificale nel collo.

Ma lo spirito maligno Ahriman aveva cercato di contrastare il sacrificio-creazione mandando contro l’animale tutte le creature immonde per avvelenare in lui la fonte della vita: Lo scrorpione, che lo aveva punto ai testicoli cercando di divorarli, la formica e, secondo alcune interpretazioni, anche il serpente.

Ma grazie al Cane – simbolo nel contesto, delle forze benefiche – che gli aveva leccato la ferita neutralizzando i veleni maligni, il toro riuscì a generare dal suo corpo tutte le erbe e le piante salutari: dal midollo il grano, che spuntò sulla coda in forma di spiga, dal sangue la vite, e infine dal seme, raccolto e purificato dalla Luna, gli animali utili.

Quando la sua missione creatrice e salvatrice fu compiuta, il dio suggellò la sua amicizia con il Sole in un banchetto nella Caverna Cosmica, dividendo con lui la carne del toro: quel banchetto costituiva il modello dei pasti rituali dove i fedeli, ornati di maschere che indicavano i sette gradi iniziatici, servivano il capo della confraternita.

La vita del cosmo sarebbe stata segnata dalla lotta tra le forze del bene, guidate da Mithra, e quelle distruttive, guidate da Ahriman, sino alla fine del Grande Anno Allora sarebbe riapparso un toro annunciando <<l’apocalisse>> mentre Mithra sarebbe sceso sulla Terra separando i buoni dai malvagi, e immolando l’animale divino.

Poi mescolando il grasso del toro al vino, avrebbe offerto lo haoma, bevanda di immortalità, ai giusti che sarebbero resuscitati con i loro corpi mentre sarebbe caduto dal cielo un fuoco che avrebbe annientato Ahriman e la sua armata con i malvagi; e da quell’istante il cosmo avrebbe goduto di una felicità perfetta.

Di là dal velo del mito, nel mithraismo la tauroctnonia e l’allegoria della creazione attraverso il sacrificio, dove Mithra e il toro attuano, nelle funzioni di sacrificatore e di sacrificato, la loro opera.

Dalla rvisitazione di tutti questi miti primaverili emerge un motivo riccorrente: un sacrificio cui succede una creazione-rinascita, simboleggiati dal sole che incrocia e poi supera la linea dell’equatore celeste passando da nord a sud.

Scrive a questo proposito Hugo Winckler: <<Al tempo dell’equinozio nel segno dei Gemelli la più notevole figura astrale del cielo meridionale, la Croce del Sud, era visibile nel cielo di Babilonia … perciò la croce è segno dell’adempimento … l’ultimo segno grafico della scrittura alfabetica è una croce e ha come nome “adempimento” … perciò il mito del dio dell’anno si conclude al termine della sua orbita col “dio appeso alla croce”

Tratto dalle mie letture

®wld

L’epoca del Ferro: l’epoca in cui viviamo

 

Epoche & Eoni: cicli di comprensione cosmica

Potremmo essere entrati in una nuova epoca, o almeno così ci dicono alcuni scienziati. L’Antropocene è un’epoca geologica caratterizzata dal notevole impatto dell’umanità sulla superficie della Terra. L’epoca precedente era l’Olocene interglaciale, iniziato dopo la quarta era glaciale. Si dice che l’antropocene abbia avuto inizio con la rivoluzione industriale nel diciottesimo secolo. Altri sostengono che una sostanziale influenza umana sulla litosfera iniziò a 15.000 BP (BP = Before Present, la scala usata per lunghi periodi di tempo) quando l’attività umana lasciò le prime tracce sul disco. Altri specificano il 1945 come data chiara, a causa dell’improvviso arrivo di materiale radioattivo negli strati rocciosi dall’esplosione delle bombe atomiche.

Come termine, Antropocene mi ricorda i concetti esoterici delle epoche e dei cicli dell’umanità, eoni ed epoche. Una credenza nei cicli cosmici è stata specificata come una delle caratteristiche tipiche dell’esoterismo. Questa categorizzazione della storia e della preistoria è uno dei numerosi esempi in cui idee religiose ed esoteriche esistono in una simbiosi con idee scientifiche e secolari. Concetti scientifici come l’età della pietra, del bronzo e del ferro devono la loro esistenza al mito; le moderne idee esoteriche di sviluppo umano, di età e cicli cosmici, attingono alla conoscenza scientifica del periodo.

L’Antropocene è in parte uno strumento per evidenziare la misura in cui l’umanità sta attualmente influenzando l’ambiente globale. Tuttavia è tipico della scienza materialista che viene valutato solo l’impatto fisico del genere umano sul mondo. L’umanità appare nell’immagine geologica principalmente a causa del danno che abbiamo fatto. In contrasto con questo, teorie esoteriche di eoni, epoche e cicli tipicamente vedono nell’umanità uno sviluppo verso una forma di coscienza sempre più spirituale, o una discesa da un’età dell’oro in una barbarie, o la ripetizione di cicli di una varietà di divina o cosmica influenza.

La differenza tra sistemi scientifici di età e sistemi esoterico-religiosi è questa: i sistemi scientifici si basano su misurazioni, sistemi esoterici sul valore. Il miglior esoterismo incorpora la conoscenza scientifica e pratica in una visione del mondo che ha un significato cosmico e riconosce lo sviluppo umano psicologico e spirituale. Le tecnologie dell’esoterismo sono quelle della trasformazione personale e della scienza sacra. L’esoterismo si occupa del significato interiore di qualunque fenomeno tocchi, siano essi di religione, mito o scienza.

Era un’età dell’oro

Probabilmente il sistema occidentale più familiare degli anni è quello del mondo classico. Siamo così abituati alle medaglie d’oro, argento e bronzo delle Olimpiadi moderne che la combinazione e l’ordine di queste medaglie ci sembra a malapena strano. Fu Esiodo nell’VIII secolo aEV che per primo scrisse dell’età dello sviluppo associata ai metalli, e sicuramente stava attingendo alla tradizione esistente. Il racconto di Esiodo segue la storia di Prometeo che porta il fuoco all’umanità e Zeus che punisce l’umanità modellando Pandora con l’aiuto degli altri dei, la cui infame scatola scatena mali e sofferenze sul mondo, con la speranza come unica qualità positiva. Esiodo descrive cinque epoche: oro, argento, bronzo, gli eroi e infine il ferro, l’epoca in cui visse e viviamo ancora.

Nell’età dell’oro, governata dal titano Kronos, l’umanità era libera dal lavoro e dalla cattiva salute, le persone vivevano lunghe vite felici e morivano pacificamente nel sonno. Dopo la morte le persone vivevano come buoni spiriti della terra che proteggono e portano ricchezza. La razza d’argento è stata modellata e governata dagli dei dell’Olimpo. Erano anche longevi da bambini, ma una volta cresciuti fino all’età adulta combatterono e furono uccisi, abbandonando gli dei. Questi vivono come spiriti degli inferi.

Le persone dell’età del bronzo erano forti e potenti ma tenaci, morenti in guerre. La nostra epoca è quella del ferro, a cui Esiodo affida una serie di guai mescolati solo con un po’ di buon gusto degli dei. Esiodo ci dice che preferirebbe che non fosse nato che vivere nella nostra era di ferro. Tra l’età del bronzo e il ferro era l’era eroica. Il suo stato anomalo, non essendo associato a un metallo, suggerisce che è stato aggiunto allo schema in seguito. L’era eroica era l’era degli eroi e dei semidei del mito greco, dai Sette di Tebe ai partecipanti alla guerra di Troia. Vivono nelle isole benedette.

I miti possono codificare imperativi sociali, tabù, giustificazioni per i rituali e verità spirituali e psicologiche. Possono anche conservare antichi ricordi popolari. L’età archeologica della tecnologia dei materiali, ovviamente, mostra che il bronzo veniva usato prima che il ferro venisse fuso. Il moderno triplice schema scientifico dell’età della pietra, del bronzo e del ferro deriva da Michele Mercati nel XVI secolo, con numerose suddivisioni e raffinamenti apportati come prova accumulata e lo schema sviluppato. La comprensione scientifica dell’età archeologica della tecnologia dei materiali deve la sua ispirazione al mito greco dell’era del metallo.

Nel libro V di La natura dell’universo, Lucrezio, scrittore romano del I secolo a.C., descrive un progresso nell’uso umano della pietra, del rame (e quindi della sua amalgama, del bronzo) e poi del ferro. Lucrezio era un epicureo e in molti modi un precursore del razionalismo moderno. Il suo metodo non era basato sulla sperimentazione e la misurazione, ma sull’assegnazione di spiegazioni materialistiche naturali ai fenomeni. Pertanto, Lucrezio attribuisce la conoscenza dell’umanità all’uso del fuoco non a Prometeo, ma alla visione di incendi boschivi causati da un fulmine. Suppone che l’umanità abbia imparato a odorare i metalli dal vedere i risultati di un incendio boschivo sul minerale. Lucrezio vede l’umanità svilupparsi in fasi, dalle tecnologie primitive alle civiltà avanzate del suo tempo, dall’uso della pietra al rame o al bronzo, e infine al ferro. È il mito del progresso.

Esiodo e Lucrezio offrono esempi dei due modelli opposti di sviluppo umano: una discesa e un’ascesa, da una parte una caduta dalla grazia e dall’altra la perfezione dell’età dell’oro e dall’altra uno sviluppo dalla barbarie alla civiltà.

La grande età e Yuga

Nella mente occidentale le quattro (o cinque) età greche, o almeno il concetto di età dell’oro, fanno parte della cultura comune. Le età astrologiche e gli Yuga indiani (indù, anche se ci sono anche adattamenti buddisti e giainisti) sono probabilmente i prossimi ben noti, il secondo principalmente tra quelli con tendenze spirituali, New Age o esoteriche.

Gli Yuga, che sono naturalmente ancora presenti nella cultura indù, sono i cicli più antichi e massicci. La lunghezza totale di una Grande Era (Mahayuga) è di 4.320.000 anni. I quattro Yuga hanno durate di proporzioni 4: 3: 2: 1, che vanno dall’età dell’oro Krita o Satya Yuga (età fortunata) a 4.000 anni divini, pari a 1.440.000 di anni umani, attraverso il Treta Yuga (terza età o di tre parti, 3.000 anni divini / 1.080.000 anni umani), Dwapara Yuga (Seconda Età, o di due parti, 2.000 / 720.000) e il nostro stesso Kali Yuga (Age of Conflict, 1.000 / 360.000 anni). Ci sono periodi addizionali che precedono e seguono ogni Yuga, ogni 1/10 della lunghezza dello Yuga.

Joscelyn Godwin cita la mezzanotte del 17 o 18 febbraio 3102 a.C. come l’inizio dell’attuale Kali Yuga, secondo gli astronomi indiani, e calcola la sua fine in 427.000 CE.1 Il Kali Yuga copre così il periodo che va dall’aurora più o meno all’alba della civiltà il futuro estremamente remoto. Questi lunghi periodi sono difficili da trovare significativi.

La vasta scala temporale ha spinto alcuni commentatori più recenti ad adattarsi a una scala più umana. René Guénon, il tradizionalista, suggerì di sbarazzarsi di tre zeri e di moltiplicarsi per 15. I periodi risultanti si collegarono con successo agli affari umani, con l’attuale Kali Yuga che terminava convenientemente nel 1999. Nonostante l’erudizione di Guénon, questo sicuramente equivale a un conveniente adattamento di un’idea difficile; d’altra parte è dovere dell’esoterismo occuparsi di ciò che è significativo. Il più noto ridimensionamento degli Yuga, forse meglio conosciuto dei periodi originali, è quello di Sri Yukteswar Giri, il guru di Paramahansa Yogananda, ampiamente conosciuto per la sua Autobiografia di uno Yogi. Nel sistema di Yukteswar di Yuga il Kali Yuga è già finito e ora siamo in un’era in cui l’Anno Grande scorre al contrario. Così i miti della discesa e dell’ascesa sono combinati.

In armonia con le loro lunghezze, gli Yuga sono associati a caratteristiche molto ampie della vita umana. Come con l’età d’oro dei greci, nel Krita Yuga gli umani hanno una lunga vita (4.000 anni), non hanno malattie e non hanno bisogno di lavorare. Il Kali Yuga è caratterizzato dall’avidità dell’umanità, da governanti irresponsabili, dall’uso diffuso di droghe e bevande e dalla continua migrazione di popoli. Una caratteristica indù caratteristica dei tempi è che ognuno ha un numero diverso di avatar del Signore Vishnu, con il Kali Yuga che ne ha solo uno, Kalki, che tornerà su un cavallo bianco per combattere contro il demone Kali (da non confondere con la dea Kali) che è il capo del tempo.

Questo è l’albeggiare dell’Era dell’Acquario

Le ere astrologiche sono ampiamente conosciute. Nella storia ufficiale della scienza fu Ipparco nel II secolo aEV che, nell’isola di Rodi, calcolò la precessione degli equinozi (vedi grafico a pagina 62 nella rivista). Nel II secolo CE Tolomeo, il grande astronomo / astrologo, elaborò che la precessione era dovuta ad una oscillazione della sfera stellata. La scienza eliocentrica alla fine ha determinato che l’oscillazione era nell’orbita terrestre.

Il grande anno delle età astrologiche è calcolato a 25.770 anni. Questo è in genere arrotondato a 26.000 anni, anche se la cifra è stata a volte inferiore e fino a quando il ciclo non è stato misurato correttamente si è ipotizzato che corrisponda al Grande Anno di Platone di 36.000 anni. Questo numero diviso per 12 dà 2.147,5 anni per un’età astrologica se i segni dello zodiaco sono equidistanti.

Si ritiene che il segno in cui sorge il Sole sull’equinozio primaverile (primavera) influenzi l’umanità nel suo insieme in un modo simile all’effetto dei 12 segni su un essere umano. Le età di Leone, Cancro e Gemelli mostrano l’umanità che emerge dalla preistoria, con i Gemelli, governati da Mercurio, associati allo sviluppo della scrittura, Leone che enfatizza l’importanza del Sole e Cancro quello della dea madre. L’età del Toro iniziò intorno al 4000-4500 a.C., a seconda del metodo di calcolo, ed è associata a culti di tori come quelli che si trovano in Egitto, in Assiria e Creta. Intorno al 2000 a.C., da un paio di secoli, l’equinozio di primavera Sun si trasformò in Ariete infuocato e guerriero. Questo fu un periodo di costruzione dell’impero ed età eroiche, di conquiste marziali e l’uso del ferro per le armi. Comprendeva anche lo sviluppo del monoteismo.

Da circa il 100 EV al passaggio dell’era cristiana – di cui, più in un momento – è l’alba dell’era dei Pesci. Le associazioni di pesci del cristianesimo, il simbolo della vesica piscis, i discepoli di pescatori che diventano pescatori di uomini e parabole e miracoli che includono il pesce, sono tutti in consonanza con Pesci. Pesci è anche degno di nota per la sua qualità da sogno, da qui la caratterizzazione dell’età dei Pesci come un tempo di inganno.

Guardiamo con speranza all’età dell’Acquario, ma ci sono molte opinioni su quando arriverà. Potremmo aver già superato la cuspide. Coloro che calcolano le ere astrologiche secondo i confini delle costellazioni piuttosto che le costellazioni zodiacali a 30 gradi equidistanti, calcolano che potrebbero volerci altri 600 o 700 anni prima di entrare nell’Acquario.

Molte affascinanti ricerche sull’archeologia e sull’astronomia suggeriscono che la conoscenza della precessione degli equinozi sia codificata nei miti da un’ampia varietà di fonti e negli allineamenti di siti antichi in tutto il mondo. Ciò renderebbe le ere astrologiche gli arbitri d’epoca per eccellenza. In queste ere la posizione dello zodiaco all’equinozio di primavera si allinea con la cronologia, la matematica e uno spirito del tempo che dura per due millenni. Lo spirito del tempo si manifesta attraverso sforzi umani su vasta scala come l’impero, la guerra e la civiltà, attraverso il simbolismo e le forme religiose.

Per noi, che ora risiedono a due millenni dall’inizio del nostro calendario cristiano, le ere astrologiche sono abbastanza estese da portare un significato oltre la lunghezza di una singola civiltà, ma non così tanto da essere incomprensibili in termini umani. Sebbene ci siano molte discussioni sull’inizio e la fine specifici delle età (sebbene la loro lunghezza non sia così controversa), lo schema è ammirevole. È come uno strumento delle giuste dimensioni e peso che si adatta comodamente alla mano.

Ha anche un valore predittivo carente negli Yuga e nelle età metalliche. Il sistema greco non offre sviluppo dopo l’età del ferro. Gli Yuga offrono un ritorno finale all’inizio del ciclo e una nuova età dell’oro, che è fonte di ottimismo. Ma le enormi scale temporali e il nostro posto all’interno del Kali Yuga possono solo permetterci di sospirare la miseria dell’umanità e la sua caduta dalla grazia. Le ere astrologiche cambiano per qualità diverse ma non sono caratterizzate da ascesa o discesa. Quando un’età diventa stanca e decadente, le qualità complementari possono essere a portata di mano nell’influenza della prossima era.

Da Adamo a Cristo

L’astrologia viene da Babilonia ed è stata formulata nella sua versione occidentale nel mondo classico pagano. Sebbene sia il cristianesimo che il giudaismo abbiano a volte avuto proprie forti tradizioni astrologiche, l’astrologia era vulnerabile alle critiche come una scienza pagana il cui simbolismo e termini di riferimento non esaltavano Yahweh o Cristo come le pietre portanti dell’universo. Secondo le ere astrologiche, il toro e il pesce sono semplicemente delle mode passeggere, anche se di una durata di 2000 anni. Così è toccato ai cristiani venire con i loro eoni e le loro epoche che attingevano alle loro mitologie e alla loro comprensione del mondo. Da un punto di vista cristiano e occidentale, gli Yuga e le età astrologiche stanno semplicemente girando in tondo.

La visione cristiana del tempo segue una linea non un cerchio. Corre dalla creazione alla distruzione, dalla Genesi all’Apocalisse, dalla Caduta all’Apocalisse. Tuttavia la linea può ancora essere divisa in sezioni, segnate dal carattere dei tempi, dallo stadio del processo di redenzione dell’umanità. Gli schemi cristiani ci portano fuori dal mondo antico e nel Medioevo.

Il nostro metodo occidentale standard di contare anni è in realtà un semplice sistema di due epoche, BC, Prima di Cristo, e AD, Anno Domini, l’anno di nostro Signore. Il sistema BC / AD non ha messo radici per diversi secoli dopo la sua invenzione nel 6° secolo. Riflette la divisione di base dell’Antico Testamento / Nuovo Testamento della Bibbia cristiana, ma non ha alcuna categoria per la Seconda Venuta. Non ha una qualità predittiva integrata.

Fu quel gigante d’influenza, Sant’Agostino, a formulare lo schema cristiano più influente dei tempi. Lo schema di Agostino utilizzava i sette giorni della creazione. Ispirato da Salmo 90: 4 (citato in II Pietro 3: 8), in cui “un giorno con il Signore è come mille anni”, ogni giorno era letteralmente un millennio. La settima età corrispondeva al settimo giorno, il sabato, giorno in cui Dio riposava dalle sue fatiche, ed era fuori dalla storia.

Ogni età di 1.000 anni potrebbe approssimativamente essere abbinata alle cronologie prodotte dalle genealogie della Bibbia. Le sei età erano:

  1. Da Adamo a Noè e il diluvio.
  2. Dal post-alluvione di Noè ad Abramo
  3. Da Abramo a David
  4. Da David alla prigionia in Babilonia
  5. Dal ritorno da Babilonia alla nascita di Gesù.
  6. Da Gesù alla seconda venuta.

Così viviamo nella sesta età, che continuerà fino all’Apocalisse. La sesta età è chiaramente e unicamente cristiana; tutte le epoche precedenti sono definite da figure ebraiche ma sono rivendicate per il cristianesimo. Non c’è alloggio, ad esempio, per i filosofi greci che sarebbero vissuti nella quinta era, o per Omero nella quarta età, non c’era spazio per consentire gli eroi greci o gli dei di Egitto, Grecia, Roma e altri paesi del Mediterraneo.

Che cosa può dire questo sistema di età sull’umanità e il mondo in generale? Le grandi civiltà dell’antichità, gli dei e le dee e i demoni, sono tutti spazzati via a favore delle tradizioni rubate di un popolo (gli ebrei) che non erano nemmeno inclusi nella nuova dispensazione religiosa a meno che non riconoscessero Cristo. C’era poco spazio per ogni epoca per avere la propria colorazione spirituale o psicologica o anche per un semplice ciclo di progresso o corruzione.

Quelle sei età permisero una trasformazione in arrivo nella settima età, ma Agostino collocò l’Apocalisse Cristiana abbastanza convenientemente nel futuro da non preoccuparsi per alcuni secoli.

Agostino assunse un regime ebraico esistente ma potrebbe essere stato influenzato da idee gnostiche. Nel secondo trattato gnostico del Grande Seth, la storia del mondo è effettivamente suddivisa in tre fasi. Barbelo, la divina figura femminile, visita Adamo, poi dona il seme a Seth, quindi più tardi al Cristo risorto. Nelle ulteriori estensioni dello gnosticismo troviamo analoghe demarcazioni della storia basate su personaggi importanti nella Bibbia. Bardaisan ha ideato uno schema che ha coinvolto 6.000 anni che hanno costituito un Anno Grande. La religione manichea è insolita nel riconoscere entrambe le figure bibliche di Adamo e Seth fino a Gesù e ai profeti non Abrahamo, inclusi Zoroastro e Buddha.

Padre, Figlio e lo Spirito Santo

Dopo la fine del primo millennio cristiano, le sei età di Agostino avevano ancora una certa validità perché l’inizio della sesta età e la letteralità del periodo di mille anni potevano essere contestate.

Gioacchino da Fiore (1132-1202) propose per la prima volta che la storia fosse ascesa attraverso tre stadi governati da ciascun membro separato della Trinità. Quindi, il periodo da Adamo alla nascita di Gesù era l’età del Padre, caratterizzata dalla Legge; da Cristo in poi era l’età del Figlio, che era l’era del Vangelo; ad una certa data nel prossimo futuro sarebbe l’avvento dell’Era dello Spirito o dello Spirito Santo. Abbott Joachim, che era un cattolico devoto, credeva che la terza età avrebbe portato il regno di Dio sulla terra. Questa terza età non richiederebbe più la Chiesa (che era solo un artefatto della seconda era), ma consisterebbe in monaci celibi in diretta comunione con lo Spirito Santo. Joachim credeva che la terza età sarebbe nata tra il 1200-1260 e quindi doveva morire credendo che fosse imminente. L’influenza di Joachim sullo sviluppo del cristianesimo sarebbe indiretta ma considerevole. Il suo concetto di sostituzione della Chiesa da parte di individui santi sarebbe raccolto da vari movimenti protestanti e si presterebbe ad essere utilizzato da successive sette cristiane antinomiane. Non c’era alcuna costrizione ad accettare la stima di Joachim degli albori dell’Era dello Spirito, quindi l’interesse per le sue tre età sarebbe riemerso in aspetti dell’esoterismo del ventesimo secolo.

L’Islam potrebbe seguire lo stesso approccio delineando le ere secondo i sei profeti menzionati nel Corano (Corano 19,21-22), mentre nell’Ismaili Islam una serie di emanazioni di Allah determinano le diverse caratteristiche dei secoli. Anche le religioni minoritarie del Medio Oriente come gli zoroastriani e gli yezidi avevano i loro schemi. Quella dei Drusi è degna di nota per uno schema di eoni che durerà per sorprendentemente 343 milioni di anni. Altri aspetti del loro schema poco conosciuto includono una serie di 159 maestri attraverso la storia, oltre ai sei profeti dell’Islam, con la storia che si sta deteriorando gradualmente fino a che non avviene una liberazione finale. Questi 159 maestri sono preesistenti ma sono in qualche modo controllati da Cristo e dai quattro evangelisti come figure cosmiche. Al di fuori dello scopo di questo articolo ci sono la grande rabbia delle epoche mitiche che si trovano in tutto il mondo come i cinque Soli dell’era azteca o il calendario Maya.

La vera religione di Noè

Isaac Newton (1642-1727) fu il fondatore della scienza moderna, ma anche un cristiano, astrologo, alchimista ed esoterista. A volte è stato caratterizzato come l’ultimo mago piuttosto che il primo scienziato moderno. Newton credeva che la vera religione fosse quella di Noè. Credeva anche che i Sabei, i Confucio, i Brahmini e i Pitagora ereditassero tutti questa saggezza post-diluviana. Mentre ognuna di queste figure e movimenti sorse, la luce della “vera religione” si rinnovò, per poi declinare costantemente fino al prossimo rinnovo. L’Egitto, tuttavia, secondo Newton, fu responsabile di gran parte della corruzione e del declino di questa vera religione, incluso il concetto della Trinità cristiana, che Newton aborriva.

Tutto ciò ricorda il familiare schema abramitico di una successione di profeti che periodicamente porta all’umanità la legge o la religione o la gnosi. Ma Newton ha integrato nello schema figure come Pitagora (e Hyram of Tyre, di fama massonica). Newton credeva che Pitagora avesse dato la matematica ai greci con una mano e la “vera religione” con l’altra.

Diventerà la caratteristica dell’esoterismo di incorporare figure di molte religioni e culture, non solo ebraiche e cristiane, nei modelli di sviluppo. L’esoterismo è interessato al significato interiore e al significato interiore delle tradizioni, di solito considera le religioni e le culture come una condivisione di principi fondamentali (o spesso considerandoli svalutati) e quindi può soddisfare quasi tutti i criteri. Data la sua natura scientifica, Newton vide queste figure profetiche come portatrici di scienze come la matematica e l’astronomia. La civiltà più pura e più antica era quella di Israele, da cui, con una notevole quantità di giocoleria cronologica, tutti gli altri copiarono.

Tutta la grafica per questo articolo è visualizzabile nella versione digitale o di stampa di questo numero.

La seconda parte di questo articolo, pubblicata su New Dawn 153 (Nov-Dic 2015), esamina come il concetto di razza fosse correlato alla storia esoterica, così come la cosmologia del ciclo della Teosofia, i “gyres” di WB Yeats, Thelema eoni, spin-off di GI Gurdjieff, tra cui Rodney Collin e JG Bennett, e il lavoro di Jean Gebser e Peter Carroll, e altro ancora.

Questo articolo è stato pubblicato su New Dawn 152.

Fonte: https://www.newdawnmagazine.com/

®wld

Ermete Trismegisto: un nome avvolto nel mistero

Chi era Ermete Trismegisto?

Detto di aver creato il CorpettoErmetico, una serie di testi sacri che sono alla base dell’ermetismo, Ermete Trismegisto è un nome avvolto nel mistero.

Molti autori lo associano al dio greco Hermes, così come al dio egiziano Thoth. Thoth, ad esempio, era fortemente associato alla conoscenza. Nella mitologia egizia, Toth plaid un ruolo cruciale nel mantenere l’ordine nel cosmo. Thoth era fortemente associato alla magia, alla scrittura e allo sviluppo della scienza.

Nell’antica mitologia greca, Ermes veniva indicato come il Dio della religione e della mitologia. Fu spesso ritratto come emissario e messaggero degli Dei. Hermes è identificato con il dio romano Mercurio.

Un collegamento egiziano

Ermete Trismegisto è spesso menzionato nella letteratura occulta come saggio egiziano, parallelo al dio Toth che creò l’alchimia e sviluppò un sistema di credenze metafisiche che oggi sono conosciute come ermetismo.

Per molti pensatori medievali, Ermete Trismegisto era un profeta pagano che annunciò l’avvento del cristianesimo.

Corpus Hermeticum: prima edizione latina, di Marsilio Ficino, 1471 d.C., un’edizione appartenuta in precedenza alla Bibliotheca Philosophica Hermetica, Amsterdam. Immagine di credito: Wikimedia Commons.

Tavolette di smeraldo e Sir Isaac Newton

Gli studi di alchimia sono stati fortemente collegati a lui, così come la tavoletta di smeraldo, che è stata persino tradotta dal latino all’inglese di Isaac Newton.

Questa è la traduzione di Emerald Tablet di Isaac Newton. È stato scoperto tra i suoi documenti alchemici attualmente ospitati nella King’s College Library, Università di Cambridge.

È vero senza mentire, sicuro e vero.
Ciò che è sotto è come ciò che è sopra e ciò che è sopra è come ciò che è in basso per fare i miracoli di una sola cosa 

E come tutte le cose sono state e sono nate da una con la mediazione di una: così tutte le cose nascono da questa cosa per adattamento. 

Il Sole è suo padre, la luna è sua madre, il vento lo ha portato nel suo ventre, la terra è la sua nutrice.
Il padre di ogni perfezione nel mondo intero è qui. La sua forza o potenza è intera se convertita in terra. 
 

Separa tu la terra dal fuoco, il sottile dal grossolano dolcemente con la grande industria.
Salita dalla terra al cielo e di nuovo scende verso la terra e riceve la forza delle cose superiore e inferiore. 

Con questo mezzo avrai la gloria di tutto il mondo e quindi tutta l’oscurità volerà da te. 

La sua forza è soprattutto forza. Perché sconfigge ogni cosa sottile e penetra in ogni cosa solida.  

Così è stato creato il mondo. 

Da questo sono e arrivano ammirevoli adattamenti in cui i mezzi (o processi) sono qui in questo. Quindi sono chiamato Hermes Trismegist, con le tre parti della filosofia di tutto il mondo
Ciò che ho detto dell’operazione del Sole è compiuto e concluso. 

La filosofia è anche fortemente legata a Ermete Trismegisto.

Tuttavia, a causa della mancanza di prove conclusive sulla sua esistenza, la figura storica è stata costruita fittiziamente dal Medioevo fino ad oggi, specialmente dal risorgere dell’esoterismo.

Gli alchimisti europei consideravano la tavoletta smeraldo come il fondamento della loro arte e della sua tradizione ermetica.

Secondo antiche credenze egiziane, gli dei governavano l’antico Egitto prima dei faraoni mortali. Queste divinità alla fine hanno civilizzato le regole mortali trasmettendo loro la conoscenza.

Il dio egizio Thoth era il dio della saggezza e il patrono dei maghi. Era anche il guardiano e il commesso degli archivi che conteneva la conoscenza degli dei.

Clemente di Alessandria stimò che gli Egizi possedessero quarantadue scritti sacri, che contenevano tutti gli insegnamenti dei sacerdoti egizi. Clemente di Alessandria era un teologo cristiano che insegnava alla Scuola di catechesi di Alessandria

Hermes Trismegistus è stato infine accreditato con decine di migliaia di scritti, che erano reputati di immensa antichità. Per esempio, il Timeo e Critia di Platone descrivono che nel tempio di Neith a Sais si potevano trovare innumerevoli sale segrete che custodivano documenti storici che erano stati tenuti lì per almeno 9.000 anni.

La fusione di due dei 

Alla fine, Hermes, il dio greco, e Thoth, la controparte egiziana, furono uniti come uno, diventando il patrono di Astrologia e Alchimia.

L’Asclepio e il Corpus Hermeticum sono i più importanti dell’Hermetica, gli scritti superstiti attribuiti a Ermete Trismegisto.

Alla fine, durante il Rinascimento, molti studiosi vennero ad accettare che Ermete Trismegisto era un contemporaneo di Mosè. Alla fine, questa idea svanì dopo che fu scoperto che gli scritti ermetici furono scritti non prima del secondo o terzo secolo d.C.

Si crede anche da alcuni autori come Sayyid Ahmed Amiruddin che Hermes Trismegisto sia il costruttore delle piramidi di Giza

Altri studiosi propongono una connessione tra Ermete Trismegisto. E il Profeta Muhammad.

Il Profeta Muhammad, che si ritiene abbia viaggiato nei cieli nella notte di Isra e Mi’raj, possa essere un diretto discendente di Ermete Trismegisto, affermano i genealogisti arabi. Ibn Kathir, uno storico molto influente, esegeta e studioso durante l’era mamelucca in Siria, disse:

“Per quanto riguarda Idris … Egli è nella catena genealogica del Profeta Muhammad, tranne che secondo un genealogista … Ibn Ishaq dice che fu il primo a scrivere con la Penna. Ci fu un intervallo di 380 anni tra lui e la vita di Adamo. Molti studiosi sostengono che fu il primo a parlare di questo, e lo chiamarono Tre Ermi-Ermete [Ermete Trismegisto], “- Ismail ibn Kathir (fonte).

Il corpus ermetico

Si crede comunemente che gli Hermetica siano testi di saggezza greco-egizia risalenti al II secolo dC e forse anche più tardi.

Questi scritti sono spesso presentati come dialoghi in cui un insegnante, solitamente identificato come Ermete Trismegisto, illumina un discepolo. I testi sono considerati la base dell’ermetismo. Discutono del divino, del cosmo, della mente e della natura. Alcuni toccano l’alchimia, l’astrologia e concetti correlati.

https://www.ancient-code.com/who-was-hermes-trismegistus/

®wld