Crea sito

Sant Jordi

Oggi proviamo a guardare da vicino la figura (mitologica?) di San Giorgio, colui che uccise il mitico drago. A volte quella ragazza impertinente che si chiama Storia, nasconde tra le sue spire tanti misteri a volte anche spettacolari, a volte appena accennati,  ma alla fine finisce sempre per mostrare la Verità.
San Giorgio di Cappadocia
 
La ricorrenza festiva di San Giorgio, si commemora il 23 aprile, San Giorgio è morto nel 303 d.C. Questa festa, apparentemente così bella dal fatto che in quella ricorrenza e ancora oggi vengono regalate rose rosse alle donne in segno d’amore.
La storia di San Giorgio, e la sua leggenda è nata probabilmente nel IV secolo. E’ la storia dell’ipotetico figlio di un ufficiale romano in Cappadocia, (la Turchia di oggi), che alla morte del padre, si trasferì in Palestina, si è fatto strada per il suo carisma e ben presto raggiunse la guardia personale dell’imperatore Diocleziano.
 
Quando Diocleziano ha dato inizio alla persecuzione dei cristiani, Giorgio si è dichiarato “obiettore di coscienza”, per questo fatto, essendo cristiano, venne torturato perché incapace di di cambiare idea sulle sue credenze, fu così che poi venne giustiziato.
 
La prima prova della venerazione di San Giorgio di Cappadocia, si trova nella dinastia merovingia, nel VI secolo.
È arrivato in Catalogna attraverso migrazioni dalla penisola dell’Anatolia fino a Chalons, da cui deriva ai giorni nostri il nome Catalogna.
Di qui anche la venerazione del suo nome Sant Jordi.
Il nome di Catalunya deriva dalla tribù celtica dei catalauns, che abitavano la zona di Camps Camps Catalàunics o catalani nella regione della corrente Champanya francese.
Da questa zona dello Champagne, i Celti emigrarono in Inghilterra e sui monti Pirenei in Catalogna.
Tra le montagne dei Pirenei ci sono le prove dell’agricoltura umana del periodo romano, tra altopiani le strade più sicure, dimostrando che questa teoria è più che ragionevole.
D’altra parte se guardiamo alla dinastia merovingia, si arriva fino al bivio con i re della tribù Catuvellauni. Questi e i loro discendenti, Catalaunui sono tribù celtiche delle più potenti, tra le quali abitate nel sud della Gran Bretagna.
In Catalaunicum o Catalaunum castrum (nome latino di Chalons-sur-Marne), va detto che in questa zona, nel 451, ha avuto luogo una delle battaglie più decisive dell’antichità, questa battaglia cruenta a Chatalàunics aveva un significato nel frenare l’avanzata di Attila.
Quindi i cittadini di questa regione sono conosciuti come “catalani”.
Altri popoli come Fenici o polacchi hanno una diversa origine, che più avanti verrà spiegata.  
La leggenda del drago che uccide
La Croce e la figura di Sant Jordi è “presente” in tutta Europa e in Asia, America e persino nell’Islam, questa storia popolare di San Giorgio che uccide il drago è sorta un po’ ovunque.
In Cappadocia era un drago che attaccava il regno terrorizzando i residenti che placavano la sua fame e la sua rabbia consegnando ogni giorno due agnelli da sacrificare. Quando non vi erano animali per via della carestia, hanno dovuto dare in sacrificio le persone a sostituire gli agnelli (come nel rito mitraico nella macellazione di un toro, che poi venne mutato in agnello.)
Ma venne il giorno in cui il popolo si stancò di sacrificare a sorte la famiglia e gli amici, mentre i membri della famiglia reale erano esentati da questa lotteria di scelta della vittima. Sembra che il re prima della rivolta decise di andare dalla principessa per rassicurarla prima di essere divorata dal drago.
La Storia è sempre così cattiva, che ci fa l’occhiolino … forse non è quello che sta accadendo oggi in Spagna, dove il re per raffreddare gli animi del pubblico e salvare il suo regno, il Principe offre al drago e il suo segretario (giudice Castro) con un San Miquel Roca a difenderlo (un “santo” un santo padre della “Costituzione”) Nella leggenda, San Giorgio uccise il drago e il sangue che scorreva dal corpo senza vita del mostro, è nata tra le mani del cavaliere la principessa a forma di una rosa rossa.
Ma molto probabilmente è aumentata la storia di San Giorgio come quella di raccogliere e consacrare rose rosse a Iside, che coincide con la leggenda della morte di Adone (il dio pagano aka Mitra), per l’attacco di un cinghiale. Quando il suo amante Afrodite (lo stesso ellenizzato di Iside), corse ad aiutarlo, mentre stava morendo per una pugnalata e nel suo stato di trance mortale, il suo sangue si trasformò in una rosa rossa (rosa che prima era un fiore bianco).  Da qui l’usanza in Catalogna e Valencia di dare rose alle donne. A sua volta, è consueto da parte delle principesse regalare un libro per il proprio cavaliere, perché è anche il giorno dell’anniversario della commemorazione della morte di Miguel Cervantes e William Shakespeare (anche se a rigore di logica, non sono morti oggi).
Fino ad oggi, non vi è alcuna prova che questa leggenda sia vera, di San Giorgio di Cappadocia, ma è dimostrato che in questa regione, è venerato fin dall’antichità, un dio su un cavallo  
Sabacius, l’uccisione sospetta del drago
Sabacio è conosciuto come Sabazio, un dio pilota. Il suo culto fu di carattere orgiastico ed è stato raffigurato con le corna sulla fronte.
Rilievi trovati, sono di di Dio in sella al suo cavallo che trafigge un serpente, che è senza dubbio l’origine della leggenda universalmente popolare di San Giorgio a cavallo che uccide il drago. Sabazio può significare sabato, la ragione del sabato ebraico, dopo essere stato assimilato dalla religione ebraica.
Sabazio, è anche noto per le numerose “mani votive”, trovabili in un paio di musei di tutto il mondo che riproducono la posizione delle mani di Gesù con le due dita e l’indice crescente per benedire.
Una ulteriore prova di come viene manipolata l’immagine di Gesù, per assomigliare ai culti pagani precedenti.
E’ il caso di Dioniso, che in alcune zone è stato assimilato a Mitra (dove i Gesuiti adorano l’anticristo – vedi la serie “Fine del cristianesimo”) e gli altri Sabacius.
Inoltre sul pollice c’è una pigna, simbolo della famiglia regnante Anunnaki e Mitra, nato da un pino. Nelle altre dita si vede un’aquila, simbolo della stirpe degli Uccelli, come spiegato di seguito il vero carattere a cui appartiene e adorato come Sabacius.
Inoltre, rappresenta il dio stesso della mezzaluna, dove la mezzaluna è rappresentata dalle corna poste sulla sua testa. Come Giove, dove il suo simbolo era il fulmine ed è spesso assimilato con un toro selvaggio.
Dove veniva invocato per inviare inondazioni sulle terre del nemico, o di portare la pioggia sui campi coltivati (vedere la piaga delle alluvioni e tutti i record di nevicate in tutto il mondo, a volte siamo portati a pensare, se ci sia ancora qualcuno che le stia invocando …)
Sabacius era anche adorato come il dio Ba.al, che significa padrone o signore, circa 3500-1750 a.C. nell’antica Mesopotamia. La Bibbia menziona più volte questo dio, descritto come un toro, un vitello, o un leone.
Ba.al era un dio crudele e sanguinario.
 
Richiedeva il sacrificio di bambini, che venivano gettati vivi nel fuoco in un forno costruito nell’addome di una enorme statua del dio. Molti genitori volontariamente hanno dato il loro primogenito per placare il dio e ricevere i suoi favori. Questi rituali si basavano sulla leggenda di Ba.al dove sacrificava il proprio figlio Jeud per salvare l’umanità. Preferiva i bambini, perché era nella convinzione che dai bambini assorbiva una elevata energia vitale, un principio simile che muove i vampiri a cercare il sangue delle loro vittime. Ba.al ci ha dato i nomi dell’inferno del carnevale e dell’olocausto (“carne Ba.al”)
L’Olocausto, un termine che si riferisce al massacro nazista degli ebrei e di altri gruppi etnici durante la seconda guerra mondiale, il rituale viene da Ba.al, l’holókauston greco di olone, equivale ‘precisamente’ a kauston, ‘bruciato’.
La scelta di questo nome, in memoria del dio ebraico che ha richiesto sacrifici umani, fa riflettere sulle teorie dei nazisti che erano solo gli esecutori di un grande rito …
L’inferno viene da una gola profonda e stretta a sud est di Gerusalemme, noto come Ge-Hinnom (Valle dei Dolori).
A Gerusalemme vi sono numerosi resti di animali sacrificati dove la gente getta e brucia continuamente. La puzza costante e il fumo è un vero e proprio inferno fatto, perché inferno è la traduzione della parola greca “Geenna”, che deriva dal nome della valle “Ge Hinnom”. Nelle vicinanze del luogo del sacrificio, Tofet, che deriva da “Tof” che significa “drum”. Quando i bambini venivano sacrificati, bruciandoli vivi, trombe e tamburi risuonavano forte per coprire le loro urla e le grida toccanti.
Così è nato il nome della valle di pianto.
“Hanno costruito l’altare di Tofet, che si trova nella valle di Hinnom, per bruciare nel fuoco i loro figli e le loro figlie, cosa che io non ho mai comandato, né mi è venuto in mente.” (Geremia 07:31 VIN)
San Giorgio è Giorgio di Cappadocia, che a sua volta era Sabacius che era Ba.al … ma finora sembra non aver commesso alcun significativo reato verso il Drago. Troviamo che il drago sia uno dei potenziali nemici che potrebbe avere …
Al di là della successiva interpretazione del drago, come la personificazione dell’ombra del male, c’è un indizio in Sumeria, la prima e misteriosa civiltà umana nata sulle rive del Tigri e dell’Eufrate nell’Iraq moderno.
E’ successo nel 4000 a.C., quando gli Anunnaki erano ancora presenti nel corpo fisico del pianeta.
 
Il Drago – La storia di una vittima
 
Abbiamo già Parlato degli dèi sumeri in dettaglio nei diversi articoli in questo blog, ma oggi vogliamo capire i loro lignaggi, i clan delle famiglie regnanti. Ci sono state due grandi linee di discendenza, dai due fratelli: Enki ed Enlil. I clan erano rappresentati sia da animali che da corpi celesti come pianeti e stelle.
Enki era simboleggiato dal serpente, che fu poi assimilato dalla religione cattolica come Lucifero (portatore di luce). Quindi, il diavolo è rappresentato come un serpente. Enki era anche il Sole, e quindi tutti i successivi e, anche attuali, culti solari sono Luciferiani. (Le Profezie saranno soddisfatte, il “diavolo” è giunto in Vaticano).
Enki era anche il signore delle acque, così il suo alter ego era Nettuno, dio del mare, egli è rappresentato con lo stesso tridente del demone. Nel frattempo, il primogenito Enlil, era il dio del cielo e come tale è stato rappresentato come un uccello. In particolare, un’aquila, un simbolo che conservano quasi tutte le monarchie oggi. Enlil era il capo del clan della Luna, a differenza di suo fratello, che era capo del clan del sole.
Gli Anunnaki-sumerici, come i suoi “eredi” e capireparto, gli attuali monarchi, avevano molto zelo per la purezza del loro sangue e si accoppiavano con consanguinei. Quindi prima o poi avrebbero potuto incrociarsi. Che cosa sarebbe successo se un’aquila si incrociava con un serpente? Avremmo assistito alla nascita di un prezioso cucciolo di drago, mitico essere simile a un serpente con le ali, metà uccello, metà rettile.
Che cosa sarebbe successo se invece di un’aquila si fosse incrociato un gallo e un serpente? Beh, sarebbe nato “Abraxas” o uno Starbucks, come l’Abraxas, che molti considerano un grande demone, il logo di una stella.

 

L’Abraxas è un elemento importante della magia di cui si parla nella “Fine del cristianesimo” che rappresenta San Pietro, fondatore del Vaticano, il cui simbolo è un gallo (gallo che avrebbe cantato per tre volte prima della mezzanotte).

E se qualcuno sta pensando anche alla Fenice, anche questo strano uccello ha avuto il suo successo, argomento che verrà discusso a breve, è il Kazakistan, l’unico paese che ha questo uccello strano e alieno sulla sua bandiera.

La prima raffigurazione di “Drago” nella storia è ritratto in un bassorilievo che si trova a Ninive.
Questa è la prova che rivela il vero assassino del drago, il personaggio che si trova dietro la lunga serie di nomi pagani.
Uno di questi nomi è Ninnurta, che è stato colto in flagrante nell’assassinio di un drago, metà rettile metà uccello. E nelle sue mani l’arma del delitto, un raggio a forma di tridente; ci sono voluti molti secoli dopo Haddad per arrivare a Giove, dio dei fulmini e la pioggia.
Ninnurta era il figlio maggiore del capo del clan della Luna-Uccello del Cielo, l’erede di Enlil il capo di un clan rivale.
 

San Giorgio è Ninnurta – la risoluzione sul crimine del  Drago
Così San Giorgio, o Ba.al, è la divinizzazione del sumero Anunnaki Ninnurta.
Ninnurta è il fratello del dio della luna chiamato Nannar/Sin, che ci ha dato la luna crescente come il simbolo dell’Islam. 
Il 2° Evento: In primo luogo il culto come quello del clan del Serpente-Solare e dell’acqua chiamato Mitra/Dummuzi, figlio di Enki, è quello che uccise il toro che rappresentava Ba.al, il dio ebraico venerato a Gerusalemme ai tempi di Gesù’. In breve, abbiamo fatto un po’ di strada … prima di invitare la famiglia al nostro pranzo di Natale!
Ora, molto più tardi, San Giorgio divenne il protettore dei crociati nella conquista di Gerusalemme e soprattutto i Cavalieri dell’Ordine del Tempio, i Templari.
Essi, i Templari, sopra le loro vesti, hanno una croce rossa su uno sfondo bianco, le insegne di San Giorgio, anche la Georgia, deve la sua bandiera al santo cavaliere così come lo è il nome stesso, come la nazione della Catalogna, I Templari e il mecenate San Giorgio sono un’icona nazionale. Dopo la relazione del patrono della Catalogna con Ba.al, e i bambini che sono stati sacrificati in Giudea. Spero che nessuno si offenda o cercare di trovare intenzioni politiche per quanto scritto, d’altra parte non sono finanziato da decine di milioni che il CNI ha speso nell’Operazione “Horizon” per fermare i tentativi di indipendenza della comunità autonoma (rivista Interviu).
San Giorgio non sarebbe l’unico caso di uccisore rivale dei draghi. L’Apollo/Mitra ha sconfitto il dio greco di Delfi nella grotta, un enorme serpente/drago, figlio della dea madre Gaia, e ottenne in cambio il dono della profezia.

L’eroe Perseo decapitò Medusa, una donna con decine di serpenti tra i capelli; Jason ha sconfitto il drago della Colchide e il serpente Cadmo Ares.

Anche in Canaan, il dio Ba.al ha sconfitto un serpente di mare chiamato Yam, che in seguito divenne identificato con il leviatano, che distruggeva il Signore.
In Cappadocia, le prime civiltà emerse sul Mar Nero, in cui l’umanità è stata rifondata dopo il diluvio, cioè dopo l’ultimo riavvio dell’umanità.
In questa zona due importanti regni fiorirono, la Lidia e la Frigia. È qui che è stata formata la lingua madre europea, indo-europeo, da cui il latino e il greco sono sorti. Fin qui potrebbe essere una storia mitologica divertente, ma la cosa peggiore è che questi esseri fossero davvero esistiti, migliaia di tavolette sumere lo dimostrano in dettaglio. Questa è una realtà e, il peggio è che queste realtà con le sue dispute sono state trasferite agli esseri umani.
Siamo stati usati come pedine di una partita a scacchi, durante tutta la nostra storia in cui siamo morti a migliaia e a milioni in una invenzione che gli Anunnaki hanno definito guerra.
 

La stirpe di San Giorgio/Ninnurta/Sabacius

Le due principali linee evolutive della classe dirigente Sumera e Anunnaki sono la stirpe solare corrispondente alla stirpe di Enki (Lucifero) e per il fratello, Enlil di lignaggio lunare.

Sabacius, cioè Ninnurta figlio di Enlil, è stato descritto come il dio della luna Nanna come il fratello/Sin, il dio della luna. Anche la figlia di Nanna/Sin Ishtar è stata descritta come la luna, viene venerata come la dea Venere o Selene.
Al contrario Mitra, che è in realtà il sumero Dummuzi, era il figlio di Enki e, quindi, è rappresentato come un dio solare con dei raggi sulla testa.
Raggi che sono stati poi incorporati in immagini cristiane in Gesù, la Vergine, in Santi, in padroni di casa e tabernacoli.
 
 
Il lignaggio lunare di  Enlil, che dà origine alle corna di Ba.al in versione molto primitiva del dio giudaico che ha richiesto sacrifici di bambini e neonati che sono stati bruciati vivi all’interno della statua, mentre un suono assordante di trombe copriva le urla silenziandole.

LR: cresce ai piedi della Vergine di Almudena a Madrid, molti altri, come Guadalupe, scoprono la loro origine pagana di essere una deviazione del culto lunare di Ishtar, facendo riferimento alle due stelle.

La stella 8 punte è il simbolo gerarchico dei militari Anunnaki.

A destra della dea la luna Selene nella mitologia greca, l’equivalente nella mitologia romana della dea Diana, che indossano le loro corna lunari.

Selene ha finito per essere soppiantata in molti luoghi da parte della dea Artemide (vedi Mariolatria). Certamente Diana aveva un tempio sul colle Aventino costruito nel VI secolo. C.

Oggi sia l’Ordine di Malta e i gesuiti hanno i loro insediamenti qui a Roma

Nelle letture nel libro di Tolkien, si può riconoscere Ba.al/San Giorgio e Sauron, il Signore degli Anelli, nella sua fortezza di Mordor.
Sauron è la somma delle corna di Ba.al-mezzaluna con l’occhio che tutto vede (l’occhio di Horus), il simbolo di tutto il clan Anunnaki, con la quale si intende che sono sempre lì, a guardare noi. Essi usano velate minacce per intimidire, per insinuare le immagini nel nostro subconscio. Ma sono anche la semplice realtà che ci circonda. Sono in astrale, noi non li vediamo, ma sono sempre lì, ci guardano e ci controllano.
  E finiamo con una fotografia di San Giorgio
Questa statua si trova in particolare nei giardini interni nel centro del Nuovo Ordine Mondiale (sede dell’ONU) a New York. Come sempre, Giorgio uccide con la lancia un drago, ma il corpo del drago, è fatto di RAZZI !!!
Vi è un effetto ottico, non è un insieme.
Si vede chiaramente steso a terra come un razzo smembrato, la capsula superiore è la testa di un drago.
Il Bene vince il male – di  Zurab Tsereteli [1990] ..
Rappresentazione del bene e del male: San Giorgio e il drago.
Il corpo del drago è composto da missili degli Stati Uniti e missili sovietici
[Missili Americani Pershing II e missili sovietici SS 20 ]
Regalo dell’Unione Sovietica …
Stiamo cercando di insinuare che i draghi uccisi da San Giorgio provengono dallo spazio? Senza dubbio, sì, noi continueremo e cercheremo di svelarli …
Ma non siate distratti,
la persona che amate si aspettano una rosa
 
  Dimenticate tutto quello che avete letto …
e regalate una rosa con AMORE!
http://www.bibliotecapleyades.net/mistic/mistic_35.htm
http://ningizhzidda.blogspot.it/

L’Atmosfera Dorata degli Anunnaki

L’oro, gli Anunnaki e il Global Warming 
Un articolo datato di Andy Lloyd del 2007 per il  Website DarkStar1
Una delle cose più curiose delle teorie di Zecharia Sitchin è la sua descrizione degli Anunnaki e della loro ricerca per l’oro.
La loro discesa sulla Terra è stata innescata da un disastro ambientale e dal peggioramento del loro mondo, Nibiru. Sono venuti qui con la necessità esplicita di raccogliere solo una cosa: l’oro.
 
Perché? Non certamente per creare gioielli. Il loro saccheggio fatto sulla Terra per l’oro, era necessario al fine di ottenere un solo estremo obiettivo. Avevano bisogno di pompare quel materiale nell’atmosfera di Nibiru. Questo è uno degli aspetti più strani di una storia molto strana. Al giorno d’oggi, all’interno di un paio di generazioni, abbiamo tutti familiarità con l’idea di una minaccia ambientale, di un imminente collasso ecologico. Ma quando Sitchin scrisse il suo primo libro sulla teoria del 12° Pianeta’nel 1976 non vi era tale preoccupazione, al di là delle preoccupazioni dei prezzi del petrolio e il controllo dell’OPEC sull’economia mondiale.

 

Nel 2007 (e ancora oggi) ci sono state discussione sui nostri moderni problemi  del riscaldamento globale e di come gli scienziati riportano su ciò che i governi del mondo devono fare per evitare la minaccia molto reale del super-riscaldamento globale. In una implicita accettazione della minaccia del riscaldamento globale, gli Stati Uniti hanno pressato gli scienziati per cercare e raccomandare soluzioni hi-tech.

“Le civiltà hanno accumulato oro per secoli, ben al di là della cosiddetta storia registrata. Racconti di grandi imperi precedenti ai conti registrati abbondano mentre sono stati fatti degli omissis sulla storia moderna, i riformisti non dicono nulla degli imperi precedenti di cui si parla negli annali della storia archeologica e culturale, ignorandola completamente.”

 

“TUTTAVIA, c’è un profondo elemento esoterico per quanto riguarda l’oro e il suo attaccamento all’umanità e la sua moneta. I testi sumeri ci dicno che il valore dell’oro aveva a che fare con l’atmosfera da parte di una razza aliena e del suo pianeta per l’estrazione dell’oro sul nostro pianeta al fine di proteggere il loro pianeta morente. Che razze aliene stiano sfruttando le risorse del nostro pianeta non è al di fuori del regno della possibilità o delle considerazioni da tener conto. Siamo una giovane creazione nel grande schema delle cose, e notoriamente ingenui.” “Dov’è finito tutto l’oro del mondo?”

Tra queste soluzioni ci sono gli specchi spaziali per deviare l’1% della luce del Sole dalla Terra.
Riflettendo solo una piccola quantità della luce dal nostro pianeta potrebbe, a quanto pare, compensare gli effetti in corso dei gas serra a causa della produzione industriale e domestica di carbonio.
  • Uno dei modi per riflettere la luce nello spazio potrebbe essere quella di introdurre materiale riflettente nella parte più alta dell’atmosfera terrestre. Tale soluzione viene presa in considerazione seriamente. Suggerimenti includono la liberazione di milioni di palloni riflettenti nell’atmosfera superiore.
  • Un altro modo sta nel cambiando i gas di emissione di aerei per la produzione di scie bianche e di più lunga durata.
  • Un terzo modo è quello di rilasciare gocce di solfato nell’atmosfera superiore, che imitano l’azione di raffreddamento delle eruzioni vulcaniche. Come tutti i farmaci non testati, gli effetti collaterali del rilascio nebulizzato di solfato rimangono sconosciute.
Tutto questo suona improvvisamente piuttosto familiare. Materiale alla rinfusa rilasciato nell’atmosfera del nostro pianeta? Lee Covino ha fatto notare, che questa è la pura teoria di Sitchin! E’ quello che gli Anunnaki hanno fatto con il nostro ORO.
Hanno speso centinaia di migliaia di anni, presumibilmente per l’estrazione di questo metallo, inviandolo di volta in volta a Nibiru quando l’orbita allungata del pianeta si portava intorno alla zona planetaria della nostra stella ogni 3600 anni.
Una volta, avendone avuto a sufficienza di quel metallo, gli Anunnaki fecero ritorno al loro pianeta. Ora sembra probabile che lo scopo per l’oro non è stato quello di mantenere il calore planetario del loro-mondo, ma per mantenere la luce! Che si andava affievolendo, la loro Stella “Nana Bruna” si stava spegnendo.

 

Ora è il nostro turno di panico per l’ambiente; e con buona ragione. Nel libro ‘The Dark Star – The Planet X Evidence’, vengono discussi i meccanismi di lunghezza in base al quale il rapporto Sole e la Dark Star è cambiato nel corso del tempo. Credo che piccoli cambiamenti nell’orbita della nostra instabile compagna binaria hanno effetti profondi sulle orbite degli altri pianeti attorno al Sole.

 

Credo che il nostro ambiente sulla Terra sia legato alla Dark Star che orbita in modo molto ben definito. Quattro milioni di anni fa, è iniziata sulla Terra un’era glaciale. Prima di 40 milioni di anni di tale data non vi erano calotte polari sulla Terra. La scienza non può ancora adeguatamente spiegare a tutti il perché ci sono lunghi periodi di tempo in cui la Terra è priva di ghiacci, mentre negli altri periodi di tempo, della durata di milioni d’anni, ci sono sostanziali calotte in continua evoluzione.
Non sto parlando qui del flusso e riflusso delle ere glaciali all’interno delle Epoche Glaciali, che possono essere attribuite ai cicli di Milankovitch. Sto parlando di grandi tratti di tempo geologico, tra i punti estremi nel tempo in cui i dinosauri vivevano ai poli senza ghiaccio, o quando la Terra era coperta da tanto ghiaccio che è stata paragonata a una palla di neve di dimensioni planetarie.

 

Ho suggerito che questi enormi cambiamenti del clima sono state facilitate da cambiamenti nell’orbita della compagna nana bruna, che io nomino la Dark Star. Gli Anunnaki, erano in orbita con il loro pianeta attorno al loro Sole Dark Star, come lo siamo noi con il nostro “Sistema Solare”. L’atmosfera della loro propria casa-mondo è stato soggetto al riscaldamento globale negli ultimi 4 milioni di anni durante il periodo in cui la nostra Terra era più fredda.

È per questo che hanno introdotto l’oro nella loro atmosfera: per riflettere parte della luce del loro insolitamente brillante ed eccitabile Scuro Sole. È per questo che hanno preso questa decisione molto pericolosa di avventurarsi sul nostro pianeta Terra, un pianeta che era tossico per loro. Ora, (forse), ci hanno lasciato, forse perché il loro mondo è ora al sicuro. Anche se il nostro viene presentato come l’Abisso.

 

Questa non è semplicemente una coincidenza! Forse, e dico questo con leggerezza, abbiamo bisogno di andare su Nibiru a riprenderci il nostro oro per evitare che il nostro pianeta si surriscaldi. Forse questa potrebbe essere una delle notevoli soluzioni tecnologiche proposte dal governo degli Stati Uniti, che sembra tutto ad un tratto conoscere un bel po’ di metodi per pompare sostanze riflettenti nell’alta atmosfera.

Forse sono anche a conoscenza (da un bel po’) circa la Dark Star, Nibiru e gli Anunnaki …
 
Riferimento
  • David Adamo “grande rapporto delle Nazioni Unite si concluderà l’argomento scientifico. Quale atto attuerà ora il mondo?” The Guardian, p4-5, 27 gen. 2007
Follow-up
AL, 7 febbraio 2007 Ho avuto qualche feedback interessanti da altri ricercatori, e varie persone che amano il lavoro di Zecharia Sitchin.
Il mio amico e collega Lloyd Pye scrive a sottolineare che ha presentato idee molto simili nel suo libro del 1997:

 

“… Gli scienziati hanno sostenuto per molto tempo, la teoria del particolato d’oro sparato in alta nell’atmosfera “teoria sostenuta almeno prima del 1997, quando ho pubblicato” Everything You Know Is Wrong “(1).

Dico questo come la migliore soluzione apparente in quel momento (P232). Da allora, come si fa notare, sono apparse, lo “specchio riflettente” e le teorie del “palloncino riflettente”, ma questo probabilmente è quello di proteggere l’oro più di ogni altra cosa. Non sono sicuro che sia la soluzione migliore, solo che l’oro è da almeno un decennio sotto la lente d’ingrandimento.”

Inoltre, Eric Harrington sottolinea che non ha ancora incontrato un antico riferimento nel lavoro di Sitchin soll’uso dell’oro in atmosfera di Nibiru (2).
Egli sospetta che l’idea sia una delle idee originali di Zecharia, piuttosto che qualcosa sulla base di una citazione testuale, che mette le cose in prospettiva. Anche così, il signor Sitchin era in anticipo sul suo tempo su questo fronte!
Appendice 10 marzo 2007
Di recente ho ricevuto un certo numero di e-mail  che sostengono il caso del problema sul riscaldamento globale sia un carico di sciocchezze.
In un primo momento, ho confutato queste idee, nella convinzione che l’IPCC e simili organismi scientifici istituzionali di tutto il mondo hanno capito sostanzialmente la ragione a proposito del riscaldamento globale di origine antropica.
Tuttavia, sono stato aperto ad altre idee, e da allora sono venuto a rendermi conto che l’intero ordine del giorno sul riscaldamento globale soffre di difficoltà scientifiche acute.
  1. Il riscaldamento storicamente non segue i livelli di biossido di carbonio. Invece, la CO 2 segue le temperatura.
  2. Le temperature mondiali sono state costanti per 4 decenni dopo gli anni della guerra, quando invece avrebbero dovuto risalire secondo la teoria del riscaldamento globale.
  3. La troposfera non si sta scaldando tanto come dovrebbe essere secondo i dati meteo delle mongolfiere.
  4. Il sole è l’unità di temperature sulla Terra, sia in termini di riscaldamento diretto, che in termini del meccanismo della produzione delle nuvole vis-a-vis e l’interazione dei raggi cosmici con il vapore acqueo atmosferico.
Dati questi problemi, ho dovuto rivedere la mia posizione sulla realtà del riscaldamento globale.
Sembra chiaro che le condizioni naturali, e l’effetto del Sole, hanno una maggiore influenza sulla temperatura del pianeta per la produzione di gas a effetto serra di origine antropica.
Inoltre, le implicazioni politiche che circondano queste questioni scientifiche sono così complicate che la scienza non può essere facilmente distinguibile da eventi politici mondiali.
http://www.bibliotecapleyades.net/andylloyd/esp_andylloyd_25.htm 

Mesoamerica – 3113 a.C.

 
Dalla Mesopotamia alla Mesoamerica

Il ricordo che ha l’umanità di eventi epocali nel suo passato più remoto – “leggende” o “miti” come li definiscono la maggior parte degli storici – include narrazioni ritenute “universali”, nel senso che sono parte integrante del retaggio culturale o religioso dei popoli di tutta la terra. Appartengono a questa categoria Prima Coppia di Esseri Umani, di un Diluvio Universale, Gli dèi che venivano dal cielo. E di dèi sia che partivano alla volta del cielo.

Di particolare interesse per noi sono le memorie collettive dei popoli che abitano le terre in cui si verificano queste presenze. Abbiamo già presentato le prove che provengono del Vicino Oriente; ma ne abbiamo altre che giungono dalle Americhe e che riguardano sia gli dèi enliliti che quelli enkiti. 

In sud America la divinità principale era chiamata Viracocha “Creatore di tutte le cose”. I nativi aymara delle Ande dicevano di lui che la sua dimora era a Tiwanaku, e che dette alle prime due coppie fratello-sorella una bacchetta d’oro grazie alla quale avrebbero individuato il posto adatto per erigere Cuszo (la capitale inca), il sito per l’osservatorio di Mucchu Picchu, nonché altri siti sacri.
E che poi, dopo aver fatto tutto ciò se ne andò.

Il grande schema che simulava un Ziggurat quadrato con gli angoli orientati ai punti cardinali indicava la direzione della sua eventuale partenza (guarda figura sotto). Abbiamo identificato il dio Tiwanaku come Teshub/Adad del pantheon ittito/sumero, figlio minore di Enlil. In Mesoamerica il dio che dette la civiltà fu il “Serpente Alato” Quetzalcoatl: Lo abbiamo identificato come il figlio di Enky, Thoth del pantheon egizio (Nin.gish.zid.da per i sumeri),
colui che nel 3113 a.C. portò con sé i suoi fedeli africani per fondare la civiltà in Mesoamerica. Pur se il periodo della sua partenza non era stato specificato doveva necessariamente coincidere con la scomparsa dei suoi protegès africani, gli Olmechi e con la contemporanea comparsa sulla scena dei Maya – nel 600/500 a.C. circa.

La leggenda più famosa in Mesoamerica era la sua promessa fatta al momento di partire, di tornare –  in occasione dell’anniversario del suo Numero Segreto 52. E fu così che, a metà del I° Millennio a.C. nelle varie regioni del mondo l’umanità si trovò progressivamente senza gli dèi che aveva adorato da tempo; e non ci volle molto che una domanda cominciasse a tormentare l’umanità: Torneranno? 

Come una famiglia improvvisamente abbandonata dal proprio padre l’umanità ha iniziato ad annaspare nella speranza di un ritorno, poi, come un orfano che ha bisogno di aiuto, l’umanità ha cercato un salvatore. I profeti aveva promesso una sua venuta alla Fine dei Giorni. All’apice della loro presenza, gli Anunnaki erano 600 sulla Terra, più altri 300 Igigi con base su Marte. Il loro numero iniziò a decrescere dopo il Diluvio e, in particolare dopo la visita di Anu nel 4000 a.C. 

Degli dèi citati nei primi testi sumerici  e nelle lunghe liste degli dèi, ben pochi rimasero col trascorrere dei millenni, la maggior parte fece ritorno al proprio pianeta; altri – a dispetto della loro presunta “immortalità” – morirono sulla Terra. Ricordiamo Zu (che fu sconfitto) e Seth, Osiride fatto a pezzi; Dumuzi, che annegò; Ebau, vittima dell’olocausto nucleare. La permanenza degli dèi Anunnaki all’avvicinarsi di Nibiru fu il drammatico finale.

Erano finiti i tempi solenni in cui i dèi risiedevano nei recinti sacri nelle città degli uomini, quando un faraone affermava che un dio viaggiava nei cieli a bordo di un carro, quando un re assiro si vantava dell’aiuto ricevuto dal cielo. Già ai tempi del profeta Geremia  626- 586 a.C. le nazioni che circondavano la giudea venivano beffate perché veneravano non un “dio vivente” bensì idoli in pietra, legno o metallo, opera di artigiani – dèi che avevano bisogno di essere trasportati perché non erano in grado di camminare.

Al momento della partenza finale chi fra i grandi Anunnaki rimase sulla Terra? A giudicare dalle citazioni nei testi e dalle iscrizioni dei periodi successivi, possiamo essere solo certi di Marduk e di Nabu degli Enkiti; fra gli Enliliti troviamo Nanar/Sin, la sua sposa Ningal/Nikkal e il suo aiuto Nusku; probabilmente rimase anche Ishtar. In ciascuna fazione della grande divisione religiosa c’era solo un grande Dio di Cielo e Terra: Marduk per gli Enkiti, Nanar/Sin per gli Enliliti.  La storia dell’ultimo re di Babilonia rifletteva le nuove circostanze.Era stato scelto da Sin nel suo centro di culto Haran, ma aveva bisogno del consenso e della benedizione di Marduk a Babilonia e la conferma celeste con l’apparizione del pianeta di Marduk; portava il nome di Nabu-Na’id. Questo co-regno divino avrebbe potuto essere un tentativo di “monoteismo duale” 
(per coniare un’espressione), ma la conseguenza non intenzionale fu la nascita del seme dell’Islam.

Le testimonianze storiche indicano che ne gli dèi, ne il popolo erano soddisfatti di questa situazione.
Sin, il cui tempio ad Aran era stato restaurato, chiese che venisse ricostruito il sui grande Ziggurat a Ur e che diventasse il centro di adorazione; a Babilonia i sacerdoti di Marduk erano furiosi. Il testo di una tavoletta conservata al museo di British Museum, che gli studiosi hanno intitolato Nabu Na’id  e i sacerdoti di Babilonia, contiene un elenco di accuse da parte dei sacerdoti babilonesi nei confronti di Nabu Na’id , le scuse andavano da faccende puramente civili (legge e ordine non sono promulgate da lui), al fatto che trascurava l’economia del paese (gli agricoltori sono corrotti, le vie del commercio sono bloccate) fino alla mancanza di pubblica sicurezza (i nobili venivano uccisi), e alle accuse più gravi: sacrilegio.

Ha fatto l’immagine di un dio

che nessuno ha mai visto prima nel paese:

La messa nel tempio,

in cima ad un piedistallo, l’ha chiamata Nannar.

Con lapislazzuli l’ha adorata.

L’ha incoronata con una tiara che ha forma di falce di luna,

la sua mano, il gesto di un demonio.

L’accusa proseguiva affermando che si trattava di una statua ben strana, di una divinità mai vista prima, con capelli che arrivavano giù fino al piedistallo. Era talmente insolita e sconveniente, scrisse il sacerdote, che nemmeno Enky e Ninma (che finirono che l’essere raffigurate con strane creature – simili a chimere –  nell’atto di forgiare l’uomo) avrebbero potuto concepirla. Era così strana che nemmeno Adapa l’erudito (icona della conoscenza umana) ne conosce il nome.

la “parola” perduta

La verità sui Massoni 

Spesso i “Massoni” vengono definiti satanici, mentre alcuni membri dell’organizzazione sono allo scuro di tutto o ignorano completamente il loro scopo, alcuni di loro sono al corrente e rifiutano di far parte di una società satanica, utilizzando in gran parte la scusa di appartenere ad una società filantropica. Ma cosa c’è al centro delle credenze dei Massoni? E’ il credo in un unico architetto dell’universo.

La massoneria si basa sulla leggenda della costruzione del Tempio di Salomone, che si dice abbia impiegato migliaia di muratori e scalpellini quasi 3.000 anni fa.

Per molte ragioni, è impossibile verificare la storia massonica. Alcuni Attas hanno studiato la Massoneria, sia dall’interno che da infiltrazioni e al di fuori dall’indagine stessa. Thomas Paine è uno degli Attas che ha intrapreso l’attività dal di fuori, mentre altri Attas come Benjamin Franklin e Mark Twain si sono infiltrati nell’organizzazione.

Franklin ha rivelato molti dei segreti della massoneria a Thomas Paine e anche lui ha dotato alcune logge con copie di vari record.

Per questo, Franklin è stato scelto dagli Illuminati per la critica espressa come fondatore di alto rango massone e contemporaneo a Adam Weisshaupt, noto per il suo leggendario comportamento subdolo e contorto. Presumibilmente è stato Weisshaupt che ha fondato il Nuovo Ordine Mondiale. Tuttavia, era una mistificazione, un trabocchetto della classe dirigente che lo ha indirizzato e diretto.,

Dopo aver accuratamente indagato l’organizzazione, Paine sosteneva anche che gli storici massoni non potevano sostenere i fatti perché non li conoscevano. Per mostrare l’enorme corruzione dagli storici massoni, Paine ha osservato che secondo la storia massonica, Pitagora del 580 a.C. doveva essere uno dei primi iniziati, un solidale capofila dei massoni.

Tuttavia, in base alla loro storia, alla società è stato divulgato e stabilito che durante il tempo della costruzione del Tempio di Re Salomone, che è stato completato più di 300 anni prima che Pitagora fosse nato. Pitagora è uno dei Attas. I Massoni affermano falsamente che era un membro della loro società.

Inoltre, secondo la storia massonica, il famoso matematico greco Euclide, ha comunicato la sua conoscenza di Hiram Abiff, il Maestro Massone. Abiff era il decoratore principale del tempio, che è stato costruito nel X secolo a.C. Euclide è nato più di 500 anni dopo il completamento del tempio, rendendo questo impossibile. Se la storia è stata volutamente confusa è irrilevante, in quanto continuano a presentare la disinformazione di oggi, molto tempo dopo gli orrendi errori sono stati esposti dai massoni.

Dal momento che storia massonica è stata danneggiata dai suoi storici rifiutando di correggerli, questa discussione tenterà di spiegare alcune leggende massoniche pertinenti e ulteriormente spiegare la storia attuale. Il lettore dovrebbe sempre prendere in considerazione il perché la massoneria avrebbe mentito sulla sua storia contemplando le cose massoniche.

Secondo la loro leggenda, due dei personaggi principali sono il re Salomone e Hiram, re di Tiro. Questi re si sono riuniti e hanno deciso di costruire un tempio favoloso. Hanno poi impiegato Hiram Abiff, un maestro artigiano di grande fama, per adornare il tempio e abbellirlo.

Abiff, secondo ciò che viene presentato ai candidati del terzo grado della Massoneria, è stato trattato da pari a pari dai due re. Ma questo è discutibile, in quanto è l’indicazione che tutti i muratori e scalpellini che stavano costruendo il tempio sono stati considerati degni commercianti e nobili.

Secondo la leggenda massonica, poco prima del completamento del tempio, tre ruffiani cospiratori hanno tentato di carpire i segreti del Maestro Massone Abiff. Essi hanno tentato di estrarre i segreti da Abiff con la forza, ma hanno finito per ucciderlo.

I ruffiani assassini, nascosero il corpo nel tempio, poi lo hanno portato via e lo hanno seppellito. Quando re Salomone è stato informato che Abiff non si trovava, furioso ha chiamato tutti i muratori, riscontrando che mancavano anche i tre ruffiani assassini. Il re ha fatto bloccare i porti e le strade e inviato squadre di ricerca. Infine, i tre furfanti sono stati trovati e portati davanti al re Salomone, i quali hanno confessato. Salomone ha ordinato per ciascuno di loro terribili torture e rottura di parti del corpo, per essersi comportati in un modo così vile e orribile.

In seguito, il re Salomone e il re Hiram scavarono la tomba dove giaceva morto Abiff, dopo aver invano cercato su di lui la sillaba mancante. Non avendo trovato nulla, hanno alzato Abiff dalla sua tomba e lo seppellirono nei pressi del tempio, il più vicino al Sancta Sanctorum, come permetteva la tradizione.

Tuttavia, nell’interpretare la storia massonica, alcuni aspetti precedentemente nascosti della leggenda hanno bisogno di essere presentati. Re Salomone e il re Hiram avevano ognuno acquisito una sillaba di un codice una “parola” segreta. Abiff aveva la terza sillaba. I due re e Abiff stavano per usare la “parola” segreta per eseguire un rituale nel Sancta Sanctorum, dopo il completamento del tempio. (Queste informazioni sono disponibili solo per un piccolo gruppo di altissimo livello nella gerarchia dei Massoni.)

Questa è una storia molto scura – Salomone, (che era un tiranno), voleva il possesso esclusivo della “parola”. Ha assunto i tre ruffiani per carpire la sillaba segreta da Abiff, che era nel tempio, quando i ruffiani gli si avvicinarono. Uno dei ruffiani ha chiesto la sillaba segreta ad Abiff, questo ha insospettito Abiff, chi aveva rivelato loro questo segreto che solo Salomone e Hiram sapevano che possedeva una sillaba segreta.

Abiff è stato in grado di ingannarli sapendo che Salomone li aveva mandati avendo così il tempo di fuggire. I malviventi gli hanno dato la caccia, lo catturarono, e poi lo uccisero. Hanno poi trascinato il corpo fuori e lo seppellirono lontano dal tempio. I ruffiani poi hanno riferito l’accaduto a Salomone, che subito dopo aver eseguito i suoi ordini, sono stati giustiziati e smembrati.

Le uccisioni immediate dei ruffiani sono state fatte come punizione, anche perché era necessario a farli tacere.

Dal momento che i ruffiani sono stati uccisi prima di estrarre il segreto da Abiff, la sillaba è stata persa. Al funerale, i due re erano veramente sconvolti perché avevano perso l’opportunità di utilizzare il potere del codice segreto. Si sono ripromessi che un giorno avrebbero scoperto la parola perduta. Nel frattempo, hanno sostituito la parola perduta con una parola che suona come “mor-bon-zi”.

Oggi, questa parola sostituita è la “parola” Gran massonico, secondo la storia massonica. Si ritiene che Salomone e Hiram abbiano trasmesso le loro due parti della parola segreta molto attendibile solo ai membri, e che questi stessi membri allo stesso modo la trasmisero ad altri membri fidati. Oggi, pochissimi hanno questa conoscenza, sono attivamente alla ricerca della sillaba perduta in modo che si possa pronunciare la vera parola segreta in tre parti, o la perduta vera e propria “parola”.

Il mor-bon-zi è solo la parola segreta sostituta, oggi, tutti i massoni la riconoscono. Tuttavia, mor-bon-zi viene raramente menzionata tranne che durante le iniziazioni o in occasioni molto speciali, e poi solo in un profilo basso. La password che i massoni usano nelle questioni di tutti i giorni è “tu-bal-cain”.

Molti gradi in più sono stati aggiunti alla Massoneria nel corso degli anni. Adam Weisshaupt ha inventato alcuni gradi “francesi” poi si è recato in Scozia e li ha presentati come veri gradi francesi della massoneria massonica scozzese. Ha poi inventato i gradi “scozzesi”, portandoli in Francia presentandoli come i gradi scozzesi fasulli come veri a massoni francesi.

Va notato che i Massoni attuali (quelli in un più alto grado) affermano  e di aver trovato la perduta “parola” di Dio. Questa parola viene data ai candidati per il Santo Royal Arch.

La parola che si crede possa essere è “jah-bul-on”:

        “Jah” per il Dio ebraico Yahweh

        “Bul” per il dio antico cananeo della fertilità Baal e Devil

        “On” per il dio egizio degli inferi chiamato Osiride

Questa “Parola di Dio” presentata come “jah-bul-on” è un altro inganno massone di  Weisshaupt usata per ingannare alcuni candidati portandoli a pensare che la ricerca della parola fosse conclusa.

Ma, “jah-bul-on” è solo un’altra parola sostituita. La ricerca segreta della “parola” perduta  continua.

Chi erano queste tre persone davvero? Perché hanno le parti segrete della “parola”?  Ritengono che la “parola”, abbia davvero un potere?

Re Salomone, re Hiram e Abiff erano segretamente occultisti. Hanno cercato di nascondere queste informazioni, limitandone e scoraggiando gravemente coloro che avrebbero voluto intraprendere le cose occulte. Una tale indicazione di questo appare nella Bibbia esistente in un libro attribuito a Salomone.

Lui non ha scritto l’intero libro, ma ha fatto plagiare questo versetto:

    Di’ alla sapienza: “Tu sei mia sorella”, e chiama l’intelligenza amica tua, (5) affinché ti preservino dalla donna altrui, dall’estranea che usa parole melate.

    Proverbi 7: 4-5.

La Chiesa cerca di dare altre interpretazioni, ma ciò che questo significa veramente è che la saggezza e la comprensione dovrebbero essere apprezzate, ma la conoscenza occulta deve essere evitata, in quanto è pericolosa. Molti dei Proverbi hanno un senso nell’interpretare la “strana donna” per essere i misteri occulti, che sembrano altrimenti essere non-conseguenti.

La Bibbia è piena di avvertimenti da evitare agli astronomi, medium, maghi, streghe, stregoni, veggenti, indovini e simili. Questo era particolarmente vero durante il regno di re Giosia d’Israele. Tuttavia, la Bibbia mostra anche che i leader religiosi comprendono l’esoterico (occulto) la potenza dei suoni, lettere, parole, nomi, simboli, astrologia, numeri ecc.

Un esempio di comprensione del potere dei suoni e dei nomi è quando il nome di Abram è stato cambiato ad Abramo dal Dio ebreo secondo la Genesi 17: 5.

In realtà, molti leader religiosi usano consapevolmente poteri occulti, mentre mantengono il gregge ignorante e timoroso della conoscenza segreta. Salomone è leggendario per la sua supposta saggezza, ma il suo lavoro con l’occulto è molto più nascosto. Re Salomone e il re Hiram, insieme a Abiff, praticavano l’occultismo, ma nel settore delle arti oscure. Essi sono stati indirizzati a costruire un grande tempio che doveva essere dedicato alle forze superiori del lato oscuro.

Per ottenere la massima efficienza del tempio, molta sofferenza è stata necessaria nella sua costruzione. Questo è stato realizzato con l sacrificio di sangue e la riduzione in schiavitù dei scalpellini e muratori che sono stati costretti a costruire il tempio e imponendo una tassazione opprimente. Queste e altre misure sono culminate in una rivolta.

Una volta completato, il tempio doveva contenere un Sancta Sanctorum, dove i tre si dovevano incontrare di tanto in tanto per evocare tutta la potenza delle tenebre associata alla élite degli Anunnaki non più presenti sulla Terra. Questo doveva essere fatto ritualmente chiamando giù il potere oscuro attraverso la “parola”. Una volta che il tempio (o qualsiasi altro oggetto), in particolare il Santo dei Santi nel tempio, è stato accusato, di avere una vita propria. Ha un potere proprio. Tuttavia, il Santo dei Santi non è mai stato accusato nel modo in cui è stato anticipato perché Abiff è stato ucciso prima che il tempio fosse completato.

I tre suoni dati, rispettivamente a Salomone, Hiram e Abiff, formano il vero segreto perduto della “parola” che i massoni stanno cercando. Quando queste vengono pronunciate nella corretta altezza, durata, ordine, i tempi e l’intensità del suono composito può invocare e alimentare il livello sottile.

Questa particolare formula ha la capacità di evocare tutta la potenza delle tenebre.

Questo non è un piccolo potere; esso non può essere sottovalutato di quanto sia potente. Chi possiede la chiave di questo potere può controllare praticamente il mondo intero tenendo sotto riscatto le nazioni. Questa non è una questione con cui si può scherzare e/o da prendere alla leggera. Immaginate cosa sarebbe successo se Salomone avesse posseduto la “parola” completa. Questa “parola” è ciò che Hitler stava segretamente cercando. Nelle mani sbagliate, questa “parola” può essere assolutamente disastrosa.

I massoni sono tutti sollevati fino al terzo grado con la storia della parola sostitutiva di Abiff. Questo perché molto pochi massoni conoscono le reali due sillabe distinte, ma quelli che sanno sono attivamente alla ricerca del suono perduto. Essi sperano che qualche candidato lo rivelerà. Sperano anche che alcuni Maestri Massoni lo possano scoprire. Tuttavia, nessuno della stragrande maggioranza dei massoni ha qualche idea di questo programma segreto. E, dopo quasi 3.000 anni di ricerca, il segreto della “parola” di Abiff è ancora sconosciuto a loro.

Per alcune persone Adam Weisshaupt era un agente che aveva imparato le sillabe di Re Salomone e re Hiram, parole che vennero utilizzate per iniziare il Nuovo Ordine Mondiale nella speranza di localizzare la sillaba perduta. Chi controllava Weißhaupt credeva che se ci fosse un solo dittatore del mondo, allora tutte le informazioni su tutti e tutto sarebbe stato a disposizione del regime.

I suoni sono molto potenti vibrazioni/energie quando vengono utilizzati in un certo modo con la conoscenza.

Ad esempio, la morte di Diana Spencer sembra essere stata causata da agenti fisici. Tuttavia, in realtà è stato determinato da forze incorporali che usarono la parola diretta da un livello invisibile, che ha portato la manifestazione fisica della sua morte. Le persone che sono coinvolte con le forze oscure possono entrare in situazioni molto gravi. Questo è il motivo per cui il leggendario cuore “puro” viene ripetutamente menzionato nelle leggende, raccontando di uno che può utilizzare correttamente poteri occulti.

So che dei suoni e delle sillabe di Salomone e Hiram. So che anche del suono mancante di Abiff. So che l’intera “parola” è perduta. Come so che questo è irrilevante. Allo stesso modo, se qualcuno creda alla mia affermazione o no, anche questo è irrilevante.

Anche quando ho rivisto mentalmente questo suono ho potuto sentire il tremendo potere oscuro della “parola”. Ho anche sentito il contro-suono che ho usato per neutralizzare la oscura “parola”. Ora, il completo, terribile segreto oscuro della “parola” che i massoni cercano di assemblare è stata contenuta e neutralizzata.

Tenete a mente che alcuni massoni possono conoscere i primi due suoni o sillabe della “parola”. E ora, altri la conoscono. Ma, non potranno mai rivelare il suono perduto della élite degli Anunnaki a nessuno a causa della natura altamente pericolosa dell’energia oscura incorporata nella “parola” che potrebbe essere “resuscitata” se cadesse nelle mani sbagliate – cioè, chiunque senza un cuore “puro”.

Tale sillaba non è stata registrata, SCRITTA, trascritta o impartita a nessuno.

Nessuna ricerca potrà scoprirla. In ogni caso, sono già state neutralizzato tutte le “parole” con il contro-suono. Questo contro-suono della Luce è stato rilasciato nel 2002 in un CD dal titolo Loving You, perché il contro-suono può essere utilizzato anche per un contro-atto da altre energie che sono dirette dalle tenebre.

Ecco la rivelazione dei due suoni.

        La Sillaba di Re Salomone è “KIR”

        La Sillaba di Re Hiram è “WHAH”

La Sillaba di Abiff ha eluso le Tenebre per 3.000 anni, e non verrà acquisita prima che questa realtà virtuale crolli.

E’ come un cautelativo avvertimento, qualsiasi tentativo da parte di chiunque invii pensieri con la cattiva intenzione di attaccare queste informazioni o per abusarne i suoni divulgandoli, verrà automaticamente deviato e restituito al mittente. Il mittente, con tale intento malvagio, mieterà conseguenze istantanee o verranno ritardate le sue proprie azioni.

Tornando alla leggenda massonica, è opportuno precisare che le morti orribili sofferte dei tre malviventi,  sono ora parte d’obbligo dei massoni nei primi tre gradi della Massoneria. Quando una persona viene assegnato un grado, egli deve pronunciare obbligatoriamente un giuramento sotto la pena di subire la morte se mai dovesse rivelare i segreti di un Maestro Massone.

Ai candidati viene detto che i giuramenti e le sanzioni sono solo simboliche e non avrebbero in realtà alcun seguito, se il Maestro massone dovesse divulgare i segreti noti ai membri generali della società segreta. Tuttavia, le informazioni sul segreto della “parola” originale, sono giuramenti progettati per proteggersi contro qualsiasi divulgazione.

Sono giuramenti reali con sanzioni reali.

Il termine “massoneria” rivela molte cose. Salomone aveva le schiavi che hanno costruito il tempio. Ma alcuni dei commercianti non erano schiavi; Erano liberi-muratori. Analogamente, il termine “master massone” ha lo stesso significato. Quelli di rango erano i padroni degli schiavi o degli insegnanti.

Salomone era un re che aveva la fama di avere avuto molte mogli e concubine. Egli non annetteva le donne nel culto dell’adorazione insieme agli uomini, né l’adesione a società segrete. Il rito divino della regalità, la schiavitù, il dominio maschile e la poligamia sono tratti caratteristici degli Anunnaki, e Salomone era un discendente dei resti degli Anunnaki di Atlantide. È così che ha acquisito la sua posizione.

Il riferimento a Salomone di essere un discendente degli Anunnaki non deve essere confuso con l’avere legami di sangue con loro. Questo si riferisce all’incarnazione della sua coscienza, che incarna più e più volte in diversi organismi biologici, indipendentemente da connessioni biologiche.

Allo stesso modo, il re di Tiro e Abiff entrambi avevano radici Anunnaki. I tre, erano a conoscenza dell’occultismo per la loro dedizione a queste arti, essi, errano a conoscenza che certi suoni hanno proprietà molto potenti. A ognuno di loro era stato dato un suono in grado di abbattere i poteri speciali del più alti e più oscuri regni.

Ciò è stato fatto solo dopo aver praticato molti sacrifici di sangue rivelando la loro fedeltà alle Tenebre. Attraverso questo processo, ciascuno dei quali aveva acquisito una parte delle tre parti della parola. Erano impressionati della maestosità del tempio, e dove era ubicato il Sancta Sanctorum, dove si trovavano per eseguire il rituale nell’evocare il potere della “parola”. E’ stato importante avere degli schiavi per costruire il tempio, e la sofferenza degli schiavi ha aggiunto notevolmente la potenza del suono segreto. Inoltre, come sopra descritto, le esecuzioni dimostrano ancora un altro tratto degli Anunnaki.

Allo stesso modo, I Massoni prosperavano anche per la loro sete di sangue, come si è visto nelle loro santificazioni brutali, orribili, uccisioni demoniache dei tre ruffiani.
Molti, tra cui Thomas Paine, hanno paragonato la pratica della Massoneria con il cristianesimo. Paine ha concluso che entrambi adorano il sole fisico, anche se viene  mascherato nel cristianesimo nel farlo apparire come il culto di Gesù, che essi chiamano il Figlio di Dio. L’oscurità ha imitato la Divina Madre e le “Dodici Sorelle” creando il Sole e i dodici segni dello Zodiaco.

Il cristianesimo non è stato fondato da Gesù. Il culto dei primi cristiani è stata la propaganda di Paolo (Saulo di Tarso) e di coloro che si nascondevano dietro il nome di Gesù. Hanno contribuito all’invenzione di una storia meravigliosa che ha portato Gesù ad essere noto come il fondatore di una religione che non gli è mai appartenuta.

Allo stesso modo, Gesù viene erroneamente associato con i Maestri Ascesi nella Teosofica Didattica. La Cristianità è diventata ortodossa solo quando l’imperatore Costantino e i concili della chiesa ha creato i credi canonici al Concilio di Nicea nel 325 d.C. Con questa legge la chiesa dall’uomo, e i seguaci del cristianesimo hanno rispettato non più gli insegnamenti di Gesù, ma invece hanno seguito i dettami della chiesa.

Secondo molti massoni, Abiff presumibilmente rappresentava Gesù – che tra l’altro non era ancora nato quando Salomone era al potere. Ma, i riti del cristianesimo fa simbolicamente apparire e sostenere che la credenza sia il figlio del Dio della luce.

Appare abbastanza chiaramente che i massoni, involontariamente, sono adoratori del diavolo. Tuttavia  Allo stesso modo, i cristiani, inconsapevolmente, stanno facendo la stessa cosa adorando Satana (Saytan l’avversario)

L’oscurità ha sempre oscurato la Luce; quando possibile, corrompe anche la Luce, come quella che si può vedere nel cristianesimo.

Quello che è conosciuto come San Germaine, è un personaggio significativo nella storia massonica, è stato accreditato con il concetto del colore della Fiamma Viola/Ametista. Era anche conosciuto come il Maestro Rakoczi, che erroneamente è stato coinvolto nel rituale delle cerimonie di reincarnazione che ha attribuito a Merlino di Camelot e a Lao Tse, il grande mistico cinese. Merlino e Lao Tse sono degli Attas della Luce.

Germaine era un discendente dei rimanenti Anunnaki sulla Terra. Germaine era anche presumibilmente Ruggero Bacone (13° secolo) e, Francis Bacon (16e-17e secolo), era anch’egli un massone.

L’ultima incarnazione di Germaine doveva essere stata Francis Bacon, che era uno statista, filosofo, oculista inglese, redattore della esistente versione della Bibbia di Re Giacomo. Bacone è stato completamente screditato come una canaglia per aver abusato del potere e aver accettato tangenti. Francis Bacon è anche conosciuto come un Maestro Asceso della Grande Fratellanza Bianca nei circoli di Teosofia/ New Age.

Era presumibilmente il sommo sacerdote del Tempio della Fiamma-Viola che è associata con il settimo raggio nella “Teosofia dell’Universo”.

In realtà, il concetto di Fiamma Viola è stato rubato alle “Dodici Sorelle” della Divina Madre. Come ho già detto altrove, l’etichetta delle “Dodici suore” non significa necessariamente rivelare i loro rispettivi generi.

Il colore viola è uno dei colori distinti della Divina Madre e lei le ha estese alle “Dodici Sorelle” con la potenza della vera trasmutazione. Nell’ambito del male di questo potere trasmutante, è il tentare di simulare, come spesso fa il maligno, rubando disegni/ concetti/ idee/modelli ecc. dalla luce, per poi corromperli e li rivendicandoli come propri.

Per quanto riguarda la trasmutazione, va ricordato che l’energia nel regno fisico è intrappolata all’interno della materia. Questa energia è molto diversa dall’energia della vera creazione divina.

Un’analogia può essere disegnata considerando il micro livello in questo regno, in cui gli elettroni possono essere paragonati come conduttori di energia, non i padroni dell’energia come alcuni hanno ipotizzato. I protoni e i neutroni dopo essere stati catturati, agiscono e vengono costretti a lavorare.

Il Demiurgo ha usurpato questo settore della vera creazione divina e successivamente ha creato un mondo di realtà virtuale. Questo regno è un’illusione, una realtà virtuale. Tuttavia, in questa illusione una grande quantità di abusi viene fatta agli esseri della Vera-Luce.

Il Demiurgo ha creato la materia e quindi la gravità, che è la prima causa nella definizione del movimento della Materia. Più Avanti, ha creato il freddo e il caldo, entrambi i quali possono causare una pseudo trasmutazione della materia, le cui proprietà possono anche intrappolare gli elettroni. Gli elettroni, in questa dimensione sono simili agli intrappolati esseri di luce.

La Gravità sostiene il movimento fisico. Molti hanno teorizzato che la gravità è una forza più debole di alcune altre forze e, che non è la forza primaria. Questo è errato. La gravità è la prima causa della forza critica che tiene insieme questo universo illusorio. Solo più tardi il Demiurgo ha creato le forti e deboli forze nucleari per comprimere meglio la materia legandole insieme e, più tardi ancora, Ha creato la forza elettromagnetica per sigillare le sezioni della Creazione del Male cancellando i ricordi degli esseri nella realtà virtuale.
Gli Incrociatori Solari sono stati i responsabili della distruzione della casa degli Anunnaki e della sua stella ZA-OS, facendoli estinguere e, a sua volta ha liberato molti esseri di Luce dalla morsa delle tenebre.

Gli Anunnaki erano una razza molto avanzata di esseri e che aveva compiuto viaggi nello spazio prima che la loro stella si spegnesse. Essendo gli Anunnaki avanzati tecnologicamente hanno diffuso i loro tentacoli in tutto il mondo fisico come principali agenti del Demiurgo. Essi sono, in effetti, gli angeli delle tenebre. Sono stati programmati per essere maligni come il Demiurgo, spietati, brutali e sciovinisti, e come disperatamente lo è il loro putrido “padre”.

Agli Anunnaki sono stati dati alcuni poteri per aiutare il Demiurgo a mantenere il più a lungo possibile l’illusione.

Il Demiurgo sa che i suoi giorni sono contati, nello stesso tempo sta impiegando i terribili Anunnaki, inviandoli nei vari sistemi planetari nella possibilità di riavviare il “tempo”, che è quello di viaggiare nel passato in modo che la realtà virtuale possa essere ri-vissuta più e più volte.

Questi Anunnaki sono venuti sulla Terra, e qui sulla Terra hanno imposto il loro controllo. Vengono letteralmente dal passato, e come nel passato, hanno ri-avviato il sistema. Essi sperano di ri-cominciare di nuovo in modo di poter ridurre in schiavitù tutti gli esseri di Luce per un altro giro di giostra, e costringerli qui a guidare l’inutile contraffatta creazione. Gli Anunnaki sanno che devono ri-iniziare tutto prima del 2012 d.C. perché quella è la data che essi hanno fissato per riavviare l’orologio.

Mentre per gli Anunnaki le cose stavano andando per il lungo, Gli Attas della Luce sono diventati molto attivi, questo, è un motivo in più per farli preoccupare.

Tutte le grandi religioni di questo mondo sono sponsorizzate dagli Anunnaki. La religione è uno strumento estremamente efficace per mantenere il controllo del popolo. Un aspetto fondamentale di tutte queste religioni è la figura centrale del culto del sole, hanno chiamato il loro dio solare in molti modi come: Ra, Apollo, Helios ecc. Questo è riscontrabile in molte civiltà passate e presenti come lantica Grecia, egiziana, sumera, babilonese, romana, inglese, Maya, e culture Inca, ecc. ecc.

Il culto del Sole è alla base delle grandi religioni di oggi, anche se le sue fondazioni sono state danneggiate, oscurate o perse. Per esempio, gli ebrei hanno i loro antichi templi costruiti per onorare il sole e lo Zodiaco.

Una degna di nota di questi templi dedicati al culto del sole sarebbe stato il Tempio di Salomone, che era ancora in piedi durante l’intero regno di Giosia. Josiah è ricordato dagli studiosi della Bibbia per l’abbattimento di idoli dedicati al culto del sole e di altri dei del pantheon ex ebraici. Josiah affermava di seguire le leggi di Mosè.

Eppure, il Tempio di Salomone, che è stato costruito molto tempo dopo la morte di Mosè e ha violato molte di quelle leggi, ed è stato lasciato intatto. Anche le leggi di Mosè furono manomesse dopo che il tempio è stato costruito, il Tempio di Salomone era un abominio per la fede ebraica. Ma il motivo ovvio per cui Josiah ha permesso al tempio di Gerusalemme di rimanere era dovuta alla dedizione al culto del sole.

Una caratteristica del culto del sole è che tutto fa perno sulla resurrezione del sole che risorge ogni giorno. Il sole dà calore e vita. Ecco perché ci sono così tante leggende sulla morte degli dei e la loro resurrezione. I candidati massoni di terzo grado, svolgono la parte drammatica della morte di Hiram Abiff. Il candidato, (come Abiff), viene sollevato dalla tomba, che simboleggia il morente/aumentando così le leggende.

I cristiani onorano Gesù, il figlio di Dio, che prende il posto del sole fisico. Anche il sole-onomastico EAST è alla base del cristianesimo. Thomas Paine ha osservato che:

    [T] la religione cristiana è una parodia del culto del Sole, in cui hanno messo un uomo che chiamano Cristo, al posto del Sole, e viene adorato alla stessa maniera dell’adorazione che è stata originariamente legata al sole

Va sottolineato qui, che i Magi di Persia erano anche loro adoratori del sole, il che dimostra che l’invenzione della storia circa la visita dei tre Magi alla nascita di Gesù è stata aggiunta nell’estensione contenuta nel Nuovo Testamento. Questa aggiunta è accaduta qualche tempo dopo che Costantino fece del Cristianesimo ortodosso una religione, includendo nel culto del Sole la religione cristiana.

Nella tradizione celtica, la direzione dell’est è molto significativa. I Druidi adoravano il sole; I nativi americani danno molta importanza alle danze del sole; Le religioni orientali hanno una grande venerazione del Sole. Spesso, gli antichi imperatori del mondo orientale sono stati assimilati al sole che sorge.

I Massoni hanno costruito le loro logge a est e non a ovest, il Maestro Venerabile della loggia si trova a est, perché, secondo gli insegnamenti massonici, il sole sorge a est, pertanto, è opportuno pensare che il maestro risieda in oriente. I Massoni avanzano per gradi cercando più luce nella Massoneria. Questo però non deve essere confuso con la luce divina.

Gli insegnamenti massonici affermano che ci sono due luci. Queste luci sono indicate come luce  maggiore e luce minore. Il sole è la luce maggiore, mentre la luna è la luce minore.

In Gran Maestro George Smith, ci spiega l’uso e l’abuso della Free-Massoneria:

    Il significato emblematico del Sole è ben noto per il curioso illuminato della Free-Mason; come il vero Sole è situato nel centro dell’universo, in modo emblematico il Sole è il centro della vera Massoneria.

    Sappiamo tutti che il Sole è la fonte della luce, la fonte delle stagioni, la causa dell’alternarsi del giorno e della notte, il genitore della vegetazione, l’amico dell’uomo; quindi la scientifica Free-Mason sa il motivo per cui il Sole si trova nel centro di questa bella sala.

Gli Anunnaki hanno edificato il culto del sole in tutto il mondo.

Hanno costretto migliaia di persone alla costruzione di strutture per rendere omaggio al sole, come Stonehenge, dove la pietra dell’altare si trova di fronte al sole che sorge. Anche se Stonehenge è stato utilizzato anche come osservatorio e aveva altri scopi, il culto del sole era il suo scopo principale. Gli Anunnaki sa che il sole deve mantenere la combustione o l’illusione del sistema solare si frantumerà.

Questo è l’obiettivo principale degli Anunnaki nell’occupazione dei mondi – per mantenere le stelle, masterizzandole.

L’élite degli Anunnaki hanno ricevuto un suono particolare dal Demiurgo che ha permesso loro di controllare il re-start del “tempo” all’interno dei sistemi solari. E’ come la chiave per una enorme macchina del tempo. Permette agli Anunnaki per così dire, di riportare indietro l’orologio, ottenendo una tregua temporanea della Luce nella correzione Celeste.

Il suono del Demiurgo è stato rimosso dalla Terra dalla élite degli Anunnaki quando fuggirono dopo aver distrutto Atlantide. Hanno portato via con loro la “parola”. Gli Attas della Luce hanno  bloccato l’élite degli Anunnaki impedendogli di tornare sulla Terra.

Tuttavia, temporaneamente, alcuni della élite Anunnaki, sono scivolati attraverso la rete avvicinandosi abbastanza vicino alla Terra durante il tempo di re Salomone per trasmettere il suono ai tre scelti Rimanenti Anunnaki che erano sulla Terra – re Salomone, re Hiram e Abiff, il Maestro Massone. L’élite degli Anunnaki ha fatto questa cosa disperata nella speranza che i rimanenti Anunnaki sarebbero stati in grado di aiutarli a tornare e ri-prendere il controllo della Terra.

Questa “parola” è la centrale elettrica del Demiurgo. La “parola” ha il potere di mantenere questo regno in movimento e mantenere l’illusione a galla. Fatta eccezione per l’intervento da parte delle amebe, la “parola” continuerà ad avere questo potere.

Quello che segue è degno di riflessione per quanto riguarda la “parola” e il “dio” come è scritto nel versetto.

     In principio era la “parola”, e la “parola” era con Dio, e la “parola” era Dio.

Le prime due sillabe della “parola” date al re Salomone e al re Hiram, rispettivamente, sono come i mattoni. Essi non possono fare nulla in sé e per sé, senza la terza e ultima sillaba. Così, le prime due sillabe sono come droni senza lo “spirito” della terza sillaba. La sillaba finale si comporta come la forza vitale che spinge la “parola” del Demiurgo.

La terza sillaba è stato data a Abiff perché l’élite degli Anunnaki lo videro come il più pio (devoto e fedele alla élite degli Anunnaki), quindi, è stato visto come il più affidabile degli strumenti. Ecco perché i due re erano in grado di portare la potenza completa del Demiurgo alla Terra. Così, iniziarono una frenetica ricerca, un quiz per tutti gli operai e schiavi che avevano preso parte della costruzione del tempio, sperando che Abiff potesse aver dato la sillaba a uno di loro.

Questa ricerca si è rivelata infruttuosa.

Da allora, la ricerca per la “parola” perduta continua. Questa ricerca continua in molte forme, con la maggior parte dei ricercatori totalmente ignari di ciò che stanno veramente cercando o perché. Ancora oggi, molti cercano ancora l’Arca dell’Alleanza e il Santo Graal. Molte storie sono state create per nascondere il vero scopo delle iniziative. C’è sempre una sorta di attaccamento nella ricerca spirituale della “parola”. Le crociate furono parte di questa ricerca.

L’Arca dell’Alleanza possedeva Famose PROPRIETÀ. Era in realtà un ricetrasmettitore “radio”, che è stato utilizzato dai sacerdoti per inviare e ricevere informazioni direttamente da e verso i loro “dei” Anunnaki (Elite) nelle navicelle spaziali.

Queste ricerche sono tutte istigate e sponsorizzate dai rimanenti Anunnaki sulla Terra, che hanno diritto per primi ad ispezionare tutti i reperti. Questa è una condizione obbligatoria di tutti i progetti finanziati dai rimanenti Anunnaki progettati per cercare la “parola” persa, le ricerche sono effettuate sotto molti travestimenti. Queste ricerche attraggono molti di coloro che cercano sinceramente la Verità, Amore, Luce e purezza.

Tuttavia, molti di quelli con intenzioni ammirevoli vengono ingannati dai rimanenti Anunnaki. I ricercatori sinceri non hanno alcun sospetto di sorta circa l’origine o la trama dell’agenda.

Diversi gruppi dei rimanenti Anunnaki sono ancora alla ricerca della “parola”, eseguendo la ricerca in modi diversi e mentre la maggior parte delle persone non ha sospetti su questo ordine del giorno, la maggior parte si fa beffe di loro. Comunque, alcune persone possono ora vedere o percepire gli Anunnaki che si celano dietro i loro travestimenti umani (facce che sono Rettiliane, Vulturite, Masa-Karas, e anche Olcars che sono i Rettiliani più alti ecc).

Mentre la realtà virtuale sta crollando sempre più, nel contempo ci saranno sempre più persone che diventeranno consapevoli sulla realtà degli Anunnaki che li circonda.

Un recente esempio di questa ricerca disperata della “parola” persa da parte di un gruppo dei Rimanenti Anunnaki sulla Terra, si è verificato quando l’Iraq è stato invaso nel 2003. La storia di copertina di questa invasione era di liberare il mondo di quel paese che aveva armi di distruzione di massa. I leader più informati e consapevoli delle forze d’invasione sapevano che non c’erano armi di distruzione di massa in Iraq.

Ora, è giunto il momento per la Luce di liberare la sua proprietà dalle tenebre.

Il processo è iniziato.

Anunnaki – La Saga Completa

Nel video qui sotto, viene presentata la saga degli Anunnaki, un documentario completo di oltre tre ore; non sono riuscito a trovarlo in lingua italiana, ma anche in lingua spagnola è ben comprensibile, è comunque una lingua latina più vicina a noi che quella anglosassone, pertanto di facile interpretazione anche per i neofiti, visto che si colloca nel centro del mediterraneo dove le lingue si fondono in un unico idioma.

Sulla base di trascrizioni delle tavolette sumere fatte da Zecharia Sitchin, e altri reperti associati, abbiamo un dettaglio di alcuni dei principali eventi del processo genetico che caratterizza gli inizi dell’umanità, da visitatori stellari chiamati Anunnaki, gli dèi che dal cielo scesero sulla terra,” l’uomo li prese come degli Dei divini.

In realtà, essi erano esseri con conoscenze scientifiche altamente avanzate.
Queste storie possono essere trovati nel Libro Perduto di Enki di Zecharia Sitchin, oppure in questi LIBRI.


BUONA VISIONE: