Crea sito

SANTO GRAAL o meglio, L’ORO MONO ATOMICO

Ricevuto da: Anna Dossena

ARTICOLO MOLTO INTERESSANTE Noi siamo esseri umani con emoglobina basata sul ferro e un’anima, appunto la ghiandola Amigdala! Loro sono esseri umani demoni, con emocianina basata sul rame  ecco perché si dice “sangue blu”, e la loro cattiveria è data dalla assenza della ghiandola Amigdala, l’anima appunto. Molto meno intelligenti di noi, ma cattivi e uniti!

Vitamina B17 detta anche Amigdalina (fai una ricerca, e ti accorgerai che la spacciano per veleno)

MA È L’ESATTO OPPOSTO

Essi arrivarono dall’altra parte della parete di ghiaccio comunemente chiamata Antartide, già migliaia di anni fa, per predare ORO dalla porzione di Madre Natura Terra Dio in cui oggi viviamo noi. E depredarlo al popolo di IPERBOREA: gli ARIANI!

Essi usarono il “FASCIO LITTORIO” un’arma a induzione di onde sonore vibrazionali (cioè la luce … Lucifero! Infatti la luce non ha velocità propria, bensì è la reazione a catena dei fotoni, che vengono appunto attivati dalle onde sonore vibrazionali) Tale arma non è altro che la vera ed unica “ARCA DELL’ALLEANZA” con la quale possono provocare terremoti, smottamenti, slavine e valanghe, tsunami, cicloni uragani e tempeste.

Oggi ne hanno una versione addolcita ed “omologata” che si chiama HAARP, composta da 3 elementi separati: Le antenne HAARP in USA, la piattaforma galleggiante HAARP e un immenso “condensatore ionico” nella base di DIEGO GARÇIA!

Bene essi distrussero il 99% di tale avanzatissima civiltà, ma, la loro stessa avidità fece si che si ritrovarono essi stessi a corto di materie prime alimentari, per il fatto che per vincere tale guerra dovettero usare appunto L’Arca dell’alleanza. Cosa che portò ad uno sconvolgimento della geomorfologia terrestre, con conseguenze e danni fuori dalla loro portata tecnologica. Infatti i demoni sono INFERIORI, ma uniti e cattivi.

Abbandonarono quindi la nostra porzione di Terra, per tornare indietro. In seguito arrivarono gli Sciti i Fenici e i Rus (ovvero le derivazioni genotipi che dei Vichinghi che occuparono la Kiev arcaica. O meglio i marinareschi discendenti vagabondi degli ultimi Ariani) chiamati: русский.

E i Tartari (che non sono assolutamente coloro che i libri di storia LORO, ci insegnano!

Quindi, costoro si fusero senza tuttavia perdere identità, in un unico grandissimo impero: L’IMPERO DELLA GRANDE TARTARIA, che comprendeva tutta la grande Russia, la Gallia, Esperia (Italia) Ichnusa (Sardegna) la Sassonia (Germania) l’Anglia (UK) ma non il Nippon, l’India, l’Australia e la New Zealand, il Canada, e ben il 75% ca. dell’Amaruca (si Amaruca, perché Amerigo Vespucci è un personaggio inventato) così come moltissimi altri!

1000 anni di storia INVENTATI!

Passiamo adesso al movente sommo, di tutto ciò: VIVERE A LUNGO:

Carbonio 12, il mattone della vita organica 6 protoni, 6 neutroni e 6 elettroni…666 ti ricorda qualcosa? Il suo isotopo più importante è il Carbonio 7 Carbonio 7= 6 protoni, 1 neutrone e 6 elettroni … 616 Come i 12 apostoli più Gesù….

Leonardo Da Vinci sapeva tutto, ULTIMA CENA ecco perché è considerato il primo…il PRIMO DEGLI ILLUMINATI  il Carbonio 7 è l’unico elemento capace di fondere i tre tipi di oro insieme e come risultato, esce fuori: L’ ORO MONO ATOMICO! che polverizzato ed ingerito (perché l’oro può essere metabolizzato dagli esseri umani o meglio da tutte le forme di vita ORGANICHE)

dato il suo potere (assurdo)  antiossidante, permette agli esseri viventi, sia essi ferro-basati che rame-basati, di poter vivere molti molti anni.

Tavole dei Sumeri:

le tavole dei Sumeri, risalenti a giusto qualche annetto fa, descrivono cronologicamente le epopee dei loro re, e stiamo parlando di regni durati migliaia di anni.

Avrete certamente notato, altrimenti fatelo, le pseudo borsette che i famosi Annunaki hanno sovente in mano, nelle rappresentazioni artistiche che li raffigurano, statue dipinti, incisioni etc. etc., e queste borsette, le hanno con se anche tutti i cosiddetti dei venuti dal cielo, in ogni parte (della nostra porzione) della Terra in cui sono stati rinvenuti, Perù, Guatemala, India, Romania etc. etc.

E sapete bene che in tutte le civiltà antiche l’oro era maniacalmente presente e appannaggio dei reali o dei ceti elevati. Bene in quelle borsette avevano oro mono atomico.

Ecco perché le civiltà della nostra remota antichità erano, come in effetti siamo noi, ossessionati da tale elemento/metallo!

Ma purtroppo il Carbonio 7, o meglio il vero SANTO GRAAL, ha una vita effimera, che tecnicamente è categorizzata come: poco più di tempo zero!

È un elemento instabile, il più instabile. Ma essi, ”essi” lo hanno trovato, al CERN di Ginevra, via LHC (large hadron collider) e gli hanno dato in primis il falso nome di: BOSONE DI HIGGS, per poi subito dopo, dargli il suo vero nome: LA PARTICELLA DI DIO!

Adesso fermati un attimo e pensa … PENSA!

Cosa manca a costoro che GOVERNANO IL MONDO? Hanno le ricchezze, i soldi tramite le LORO banche Hanno il POTERE, sia economico, sia dei media (informazione e quindi descritto bene da G. Orwell, e da Orson Welles: il 4° potere) sia giuridico!

Che cosa gli manca, o meglio, a cosa possono ambire costoro che HANNO TUTTO? Ad annientarci? NO! Lo avrebbero potuto fare molto tempo fa, ma purtroppo loro hanno la forza della cattiveria, ma noi abbiamo l’INTELLIGENZA!

Allora?

Gli manca il potere di poter vivere a lungo! E solo con l’oro, essi possono avere la possibilità di raggiungere il loro obiettivo! Come detto prima, purtroppo però, loro non hanno il nostro intelletto, e quindi devono IMPIEGARE gli UOMINI (quindi l’umanità) per ottenere il SANTO GRAAL o meglio, L’ORO MONO ATOMICO!

Stranamente la Cina sta costruendo un acceleratore di particelle, 10 volte la grandezza del CERN!

di: Stefano Desio

*****************************

Articoli correlati di:Dottor Roberto Slaviero

LE DUE IMMORTALITA’

di Mauro Biglino:

L’oro monoatomico e il Dio della steppa

®wld

La scomparsa della civiltà sumera

Dall’antropologia e dall’archeologia apprendiamo che …

Nel mondo accademico internazionale è ampiamente consolidata la convinzione che i Sumeri erano un popolo dotato di conoscenze straordinarie in ogni ambito dello scibile: scrittura, letteratura, agronomia con relativi sistemi di irrigazione, geometria, metallurgia,astronomia e calendario, unità di misura, legislazione civile e penale, governo pubblico e amministrazione, fiscalità, contabilità, sistemi di trasporto, musica e danza, educazione istruzione scolastica …

Avevano decine di termini con cui identificavano il petrolio e i suoi derivati.

Nell’ambito dell’edilizia hanno dato prova di una perizia straordinaria di cui troviamo conferma anche nella Bibbia (Gen 11, 1-4) la scienza moderna ha testato con prove di laboratorio che i mattoni di argilla cotta sono cinque volte più resistenti di quelli essiccati al sole e le loro costruzioni tenevano conto di questo aspetto: i mattoni essiccati venivano usati per costruire la struttura di base mentre i mattoni cotti in forno servivano per le parti degli edifici che erano sottoposti a particolari oscillazioni, come le scalinate, gli elementi architettonici sporgenti, strutture particolarmente esposti agli agenti atmosferici; il tutto era poi tenuto insieme dal bitume che fungeva da cemento.

E’ stato scoperto di recente (Università di Berlino) che la cultura mesopotamica utilizzava la geometria trapezoidale per calcolarle orbite dei pianti e prevederne quindi le posizioni. La trigonometria  era conosciuta in Mesopotamia almeno mille anni prima dei greci.

Come si comprende facilmente, questo popolo non poteva passare inosservato, eppure i lettori più attenti della Bibbia hanno sicuramente notato ciò che già il sumerologo S.N.Kramer ha evidenziato e cioè che l’Antico Testamento cita solo incidentalmente la terra di Sinàr (Gen 10, 10; Zc 5, 11) che viene identificata come Sumer, ma non nomina mai espressamente i Sumeri.

Nella cosiddetta Tavola delle Nazioni (Gen 10) sono elencati tutti i popoli che abitavano nei territori del Medio Oriente e non solo (Assiri, Babilonesi, Cananei, Filistei, Urriti, Hittiti, Moabiti, Etiopi, Amorrei, Evei, Accadi, quelli di Cipro, Rodi, Tarsi, Ofir …) ma non ci sono i Sumeri.

Non possiamo non porci la seguente domanda: com’è stato possibile dimenticare proprio il popolo da cui l’Antico Testamento ha addirittura tratto gran parte dei suoi contenuti originali!?

Il sumerologo Kramer ci riconduce agli studi del suo mastro Poebel raccolti in un articolo in cui in sostanza si afferma che gli ebrei sono in realtà i diretti discendenti dei Sumeri.

La Bibbia non li cita quindi espressamente perché quando parla degli Ebrei parla con ogni probità di un gruppo etnico diretto discendente di quel popolo.

I Sumeri erano quindi semiti!?

Proviamo a rispondere con l’aiuto della Bibbia stessa.

Sappiamo (Gen 10,21 e segg.) che Shem (Sem), figlio di Noè, ha avuto vari figli da cui sono derivate popolazioni che la storia conosce molto bene: Ashur, Elam, Aram …

Da uno di questi figli discenderà Ebèr (Evèr) capostipite degli Ebrei.

Gli studiosi citati rivelano alcuni aspetti decisamente interessanti e degni di un’attenta considerazione

Lam dicitura corretta presente negli scritti cuneiformi originali riporta Shumer e non Sumer;

  • nel nome Sem la Bibbia usa la consonante שֵׁ (scin) per cui la lettera esatta è Shem;
  • il vocabolo ebraico che indica “nome” è shem e corrisponde all’accadico shumu perché la “e” dell’ebraico equivale alla vocale “u” della scrittura cuneiforme;
  • La parola Shumer era pronunciata Shumi o Shum.

A queste note degli accademici noi aggiungiamo che:

  • I Sumeri avevano il loro territorio si lezione in Mesopotamia (a oriente della Palestina);
  • in Mesopotamia si pone la patria di origine del patriarca Avràm (gen. 15,7 e 24,10), che sappiamo essere discendente di Evèr, e dal cui figlio Isacco prosegue la discendenza genericamente pura;
  • gli usi matrimoniali seguiti da Abramo, Isacco e Gacobbe per garantire la discendenza corrispondevano esattamente a quelli dei governanti Sumeri e, ancora prima, dagli Anunnaki che garantivano la discendenza dinastica attraverso il matrimonio con una donna appartenente alla stessa famiglia finalizzato al mantenimento del patrimonio genetico; in genere si trattava di una sorellastra nel pieno rispetto degli usi dinastici, in Genesi20, 12 Avràm dce espressamente: <<Sara è figlia di mio padre ma non figlia di mia madre ed è divenuta mia moglie>>. E’ un caso che gli usi matrimoniali seguiti da Abramo e dalla sua famiglia corrispondessero a quelli dei governanti sumeri e, ancora prima, a quelli degli Anunnaki?
  • Il nome Isacco pare derivare dall’accadico (cultura che è succeduta a quella sumera) “Ishakku”: un titolo che indicava la più alta autorità della città. Questo ci fa pensare che la famiglia di Abramo occupasse una posizione di potere all’interno della società da cui poi si è mosso per andare a insediarsi nel territorio che il suo Elohim aveva avuto in dotazione per se stesso e per lui.E’ un caso che il nome di uno dei patriarchi fondatori del popolo, Isacco, derivi da un termine accadico che indicava un’altra carica amministrativa?

Dopo queste indicazioni manca un tassello per completare il quadro: la questione del territorio in cui vivevano i Sumeri, il sud della Mesopotamia che si trova a est della Palestina.

Ancora una volta è la Bibbia a venirci in soccorso e lo fa là dove elenca i figli di Ioktàn e ci dice (Gen 10, 29-30) che i figli di Ioktàn occuparono quindi Mesha, probabilmente il territorio dell’attuale Arabia che si spingeva lungo la penisola arabica fino a Sefàr, l’attuale catena montuosa dello Zafar che si affaccia sul mar arabico.

Non sappiamo con certezza se l’ultima parte del versetto indica che Safàr è il nome che si trova a oriente oppure se i figli di Ioctàn hanno raggiunto un’ulteriore catena montuosa non meglio definita che si trova anch’essa a oriente, ma la Bibbia ci dice comunque con chiarezza che una porzione della discendenza di Shem si è spostata a est.

Ricordiamo per inciso che Ioctàn era figlio di Evèr e dunque formalmente “ebreo”, esattamente come i figli di Abramo, discendente di Pelèg, fratello di Ioktàn.

Registriamo un ulteriore dato: la storiografia ufficiale fa terminare la civiltà Sumera intorno al 2000 a.C. e contemporaneamente attribuisce allo stesso periodo la comparsa del teatro mesopotamico prima, e palestinese poi, del patriarca Abramo.

Sappiamo che la storicità di questa figura è messa in discussione anche da molti rabbini ma quand’anche si trattasse di una finzione letteraria in cui sono state convogliate caratteristiche di varia  e vicende di varia origine, rimane un fatto inequivocabile: la consequenzialità storico-temporale che non vede interruzioni tra la scomparsa dei sumeri e la comparsa del capostipite (o dei capostipiti) del popolo che diventerà successivamente Israele, l’eredità data in assegnazione a Yahweh dal comandante Elyon (Dr 32, 8 e segg.).

Questi sono naturalmente spunti, elementi di riflessione certamente molto interessati ma il dato fondamentale non è costituito dall’ipotetica identificazione tra sumeri ed ebrei bensì dalla constatazione che la cultura sumera si è presentata sulla scena essendo nella sostanza già completamente formata (come ci dice la stereografia ufficiale).

L’antropologia e l’archeologia evidenziano la stupefacente assenza di tracce di una sua lenta evoluzione, cioè di quel processo dai tempi necessariamente lunghi che consente a un popolo barbaro e incolto di acquisire tutte quelle ricche, articolate e complesse conoscenze che abbiamo elencato in apertura della scheda e abbiamo visto essere inerenti in sostanza all’intero specchio dello scibile almeno nel modo in cui ce lo possiamo immaginare alcuni millenni fa.

Questa mancanza di tracce ci induce a pensare che la civiltà Sumera non sia il frutto di un processo secondo i  tempi e i modi della lenta evoluzione naturale ma il prodotto di una progressiva, ma sorprendentemente rapida, attività di acculturazione (ammaestramento) condotta da una civiltà superiore che ha trasmesso, almeno parzialmente, le sue conoscenze.

D’altra parte sono gli stessi sumeri ad aver registrato nelle loro memorie un dato di fatto: la loro esistenza e le loro conoscenze sono state un dono degli Anunnaki.

E’ sufficiente avere la mente scientificamente aperta e disponibile a “fare finta che” questa ammissione sia corrispondente al vero e si hanno le risposte alle domande che attualmente ne sono prive.

Mauro Biglino

Tratto dal libro “Resi Umani” di Pietro BuffaMauro Biglino. (2018 Uno Editori) (seconda ristampa Febbraio 2020)

___________________________________________

Corsivo mio:

ho letto questo libro almeno un paio di volte per comprenderne il messaggio; sono un amante delle antiche civiltà e tutto quello che riguarda i sumeri e ancora prima gli Anunnaki. 

Le mie ricerche sono state fatte, (oltre la Bibbia) anche sui libri dello scomparso Zecharia Sitchin e sul sumerologo S.N. Kramer. 

Seguo con veemenza tutti gli scritti e conferenze di Mauro Biglino.

Il libro “Resi Umani”, è avvincente sin dall’inizio, è una buona lettura che consiglio: “avere la mente scientificamente aperta” non è così peregrina, esce dagli schemi paradigmatici a cui siamo portati a credere e il “facciamo finta che” lascia aperti molti interrogativi sulla condizione umana.

Letture consigliate:

Sitchin & Il soggettivo business accademico

la sensibilità accademica sta facendo gridare i critici “al sacrilegio”

L’enigma Anunnaki

La storia della narrazione umana potrebbe non essere come viene raccontata

“IL DIALOGO”

®wld

Il Libro di Enoch bandito dalla Bibbia

Il Libro di Enoch bandito dalla Bibbia racconta la “vera storia dell’umanità”

di  Universe Inside You

from YouTube Website

 

Nella sua interezza, Il libro di Enoch è composto da cinque libri,

  • Il libro degli osservatori

  • Libro delle parabole

  • Il libro astronomico

  • The Dream Visions

  • Le epistole di Enoc,

… contenente circa 100 capitoli.  

Questi capitoli raccontano la storia del 7°   Patriarca nel Libro della Genesi, Enoch, il padre di Matusalemme e nonno di Noè, lo stesso Noè nella storia ‘biblica’ dell’Arca di Noè.


Tuttavia, questa non era la storia biblica dell’Arca di Noè.

 

In effetti, il Libro di Enoc fornisce un racconto completamente diverso degli eventi che hanno portato al Diluvio Universale del tempo di Noè, cioè,

una storia dottrinale completamente diversa …

Racconta una storia degli Osservatori, spiegati in termini biblici come “angeli caduti”, inviati sulla terra per vegliare sugli esseri umani in un momento indefinito e antico.

Sfortunatamente, lungi dal limitarsi a guardare gli umani, questi Osservatori si sono infatuati delle donne umane e, in breve tempo, hanno iniziato a impegnarsi in atti sessuali depravati con loro.

 

Il Libro di Enoch parla dei bambini nati attraverso questo incrocio tra Osservatori e umani, chiamati Nephilim.

 Giganti

Questi Nephilim erano come descritti:

“giganti e selvaggi che hanno messo in pericolo e saccheggiato l’umanità” o, in altri termini, “giganti soprannaturali mangiatori di uomini”.

Irritati per ciò che avevano fatto gli Osservatori, quelli descritti come dei li incatenarono in una prigione sotterranea nelle profondità della terra.

 

Enoch divenne l’intermediario tra gli dei e gli Osservatori imprigionati.

Video interessante relazionato in lingua inglese, per leggere i sottotitoli in italiano: andare nelle “impostazioni sottotitoli”

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

Il rifugio di Enki durante il Diluvio

Il Pentagono ha scoperto le basi della SOTTERRANEE degli Anunnaki in Iraq e Romania

DI Michael

Una delle basi sotterranee più importanti del pianeta ospiterebbe una tecnologia aliena all’avanguardia. Più specificamente, degli Anunnaki. La base del Monte Bucegi, in Romania. In esso, il lato di Enki, tra le altre grandi personalità dell’antica Mesopotamia, si sarebbe rifugiato durante il diluvio. Uno dei luoghi più misteriosi ed enigmatici del pianeta, che ora sta dando molto di cui parlare.

Molti controller dedicati alla mappatura e geolocalizzazione delle basi militari sotterranee di Anunnaki (tra le altre cose), hanno sentito parlare di questa base che, a quanto pare, è protetta con la tecnologia elettromagnetica che consente la sua “invisibilità” per questi motori di ricerca. Nel 2002, è stato scoperto un orifizio in un’area dei Monti Bucegi, una misteriosa cavità che penetrava all’interno di questo complesso roccioso.

Le caratteristiche di questo ingresso alla montagna, hanno un tunnel con una forma così ben fatta che deve essere stato creato artificialmente. Ha un itinerario perfettamente costruito e quello, e le immagini che i satelliti hanno raccolto durante la scansione del monte Bucegi, e che presumibilmente hanno due enormi mura di energia elettromagnetica, concludono che si tratta di una base militare Anunnaki o qualcosa di simile.

Si sostiene che fu il Pentagono degli Stati Uniti a scoprire questa base e che vide che il muro di energia sotto forma di un semicerchio e la frequenza di vibrazione presentata da detta “porta”, oltre alle sue caratteristiche, avevano già scoperto a Baghdad, in Iraq, poco prima dell’inizio della devastante “Guerra in Iraq”.

Si dice che questa fosse la vera ragione per cui le truppe statunitensi hanno invaso il paese e che avrebbero preso il controllo di quella base senza che il popolo iracheno avesse mai avuto conoscenza di questa base sotterranea. L’esercito americano sarebbe riuscito a penetrare nella base usando le armi più sofisticate disponibili. L’ingresso alla base stessa sarebbe stato a circa settanta metri dal muro elettromagnetico di sicurezza.

Anunnaki Armi inimmaginabili per il resto dell’umanità, poiché avrebbero usato raggi al plasma e macchinari in grado di penetrare oltre la crosta terrestre a velocità incredibile. Tecnologia immaginabile solo per il comune dei mortali come fantascienza. Ma, come sempre, la realtà supera la finzione. La cosa più sorprendente di questa base sarebbe ciò che c’era dentro.

Due generali del Pentagono e il consigliere della Presidenza degli Stati Uniti sono andati alle strutture dopo tentativi falliti di sbloccare la barriera elettromagnetica che ha impedito l’accesso ai locali. Sono riusciti a scollegare la porta di alimentazione che aveva ucciso diversi soldati, grazie alle ultime tecnologie utilizzate dal Pentagono e che è il segreto.

Dopo quel tunnel, potevano accedere a una grande galleria che, nonostante avesse disconnesso quel muro di energia, poteva essere vista con grande chiarezza. L’altra barriera (ancora attiva) che era proprio di fronte alla prima, iniziò a emettere una maggiore energia. Continuarono a scendere e videro che, all’interno di altre gallerie più profonde, c’erano due enormi sculture in pietra, una di fronte all’altra, alte circa due metri.

In essi avevano intagliato una fortuna di scrittura cuneiforme come quella della Grotta del Taylor quella del lago Titicaca, solo che questa ha origini sconosciute, come quella che era nella Monolith Pokotia, che presentano protosumerias caratteristiche. Ma non è stato tutto quello che hanno trovato.

Fonte: https://infinityexplorers.com/

Articoli correlati:

L’oro monoatomico e il Dio della steppa

Il mistero del saccheggio al Museo di Baghdd

Piramidi & Serpenti

Leggi anche:

ANUNNAKI: le Tavole del Destino rubate

È possibile che l’Antartide nasconda davvero ‘prove’ di antiche civiltà altamente avanzate?

®wld

Chiesa cattolica – Alieni & Teorie Teologiche

  

Cosa succederebbe alla religione cattolica se annunciano l’esistenza della vita aliena? Credito: Narvii.com / Walkerssk / Pixabay. Edizione: Erick Nielssen.  

Cosa accadrebbe alla “religione cattolica” se annunciassero l’esistenza della vita aliena? 

di Erick Nielssen Wonder 07 aprile 2020 dal sito web CodigoOculto

Un ipotetico annuncio dell’esistenza della vita extraterrestre … Potrebbe cambiare la dottrina cattolica su Dio e sulla creazione? Il sacerdote e l’astronomo gesuita esprime la sua opinione.

Il direttore dell’Osservatorio astronomico vaticano, José Gabriel Funes, ha affermato che la fede cattolica non cambierebbe se gli scienziati venissero ad annunciare l’esistenza della vita extraterrestre.

Questo prete e astronomo crede che Yahweh, il dio giudaico-cristiano, potrebbe aver creato forme di vita aliene su esopianeti. Ciò implicherebbe che Dio potrebbe essere in relazione con loro proprio ora. Gli astronomi hanno scoperto molti esopianeti considerati probabilmente abitabili e simili alla Terra.

Un esempio recente è il pianeta GJ 1061D situato a 12 anni luce dal nostro pianeta. È simile alla Terra …

Vita extraterrestre e Chiesa cattolica: teorie teologiche

 

Civiltà extraterrestretecnologia extraterrestreCredito: tombud / Pixabay

Un altro esempio è la scoperta del 2017, quando la NASA ha annunciato la presenza di un sistema planetario extrasolare (al di fuori del Sistema Solare).  

La NASA ha affermato che tre di questi esopianeti si trovano in aree abitabili con caratteristiche di supporto vitale (come gli oceani di acqua).

Questi mondi alieni con un potenziale di sviluppo della vita hanno ispirato nella mente degli studiosi e del pubblico la questione di come la scoperta della vita su altri pianeti influenzerebbe le religioni, in particolare il cristianesimo e la Chiesa cattolica 

 

Cattedrale di San Pietro, Roma. Credito: papannon / Pixabay 

Il prete e astronomo gesuita José Gabriel Funes, ex direttore dell’Osservatorio astronomico vaticano, ritiene che la vita extraterrestre non cambierebbe ciò che la Bibbia dice riguardo al dio giudeo-cristiano. 

Il gesuita disse in una dichiarazione:  

“I cattolici non hanno bisogno di cambiare la nostra visione dell’universo (…) Dio, nella sua libertà, avrebbe potuto creare altre creature che sono anche intelligenti e potrebbero far parte della creazione”.  

“Dio” potrebbe essere in relazione con gli alieni 

Secondo il pensiero di Padre Funes, Dio potrebbe aver creato e persino messo in comunicazione o in relazione con questi ipotetici alieni intelligenti. 

Tuttavia, forse “Gesù Cristo” non avrebbe predicato dove lo hanno fatto.

 

Per gentile concessione: jasonstadlander.com

Da parte sua, il teologo Vesa Nissinen dell’Università di Helsinki in Finlandia crede,  

Secondo gli ebrei, cristiani e il Vaticano, gli esseri umani sono le scelte persone di ‘Dio’ e per questo, sono loro che avrebbero dovuto predicare su Yahweh ad altre civiltà provenienti da altri pianeti. 

L’altra opzione dice che questo dio avrebbe potuto stabilire diversi tipi di salvezza per diverse civiltà.  

Va anche notato che Papa Francesco ha affermato che se alcuni alieni dovessero sbarcare sul nostro pianeta, la Chiesa cattolica non li respingerebbe e li inviterebbe a conoscere la sua dottrina.   

Come possiamo vedere, un annuncio sulla presenza della vita extraterrestre non sembra molto problematico per una parte dei teologi cattolici.  

Tuttavia, Vesa Nissinen ritiene che, dato il fatto che questi alieni portano le loro “credenze religiose”, ciò potrebbe cambiare o “minacciare” la Chiesa cattolica 

Riferimenti 

Anunnaki in Amazzonia

 

Credito: Yuri B / Pixabay, か ね の り 三浦 Pixabay, Rafael Narchi / Pexels, Kelly Tatiana Paloma Wikimedia Commons. Edizione: Erick Sumoza

 

Bep Koroti un Anunnaki in Amazzonia che ha insegnato e salvato i nativi   

 

por Erick Sumoza del Sitio Web CodigoOculto

 

Bep Kororoti,

un Anunnaki presente in antiche civiltà dell’Amazzonia nel passato remoto e chi istruì gli indigeni in varie conoscenze …

Durante la ricerca della verità sulle nostre origini, sono stati studiati tutti i tipi di teorie, dal creatore Dio agli antichi astronauti e agli Anunnaki.

Questa indagine ci ha portato in Amazzonia, per conoscere la storia di Bep Kororoti. Con il passare degli anni, sono i risultati che ogni volta ci hanno dato ragioni per mettere in discussione ciò che è stabilito per quanto riguarda le nostre origini dettate dalla storia convenzionale.

Le leggende delle antiche civiltà hanno tutte qualcosa in comune:

la presenza di dei che venivano dai cieli, alcuni su “dischi volanti”, come Zep Tepi, in Egitto, o i Dropa Records in Cina.

Tuttavia, poche persone sanno che nelle profondità dell’Amazzonia ci sono anche prove di ciò.

Una tribù che ha abitato la giungla per secoli, conosciuta come Kayapó e che si trova attualmente nello stato di Pará.

Questa tribù sembra conservare un antico ricordo di un personaggio di nome Bep Kororoti, o “Guerriero dell’Universo” in lingua Kayapó.

Lo studio di Bep Kororoti

 

 

Misterioso costume ispirato a Bet Kororoti (Dominio pubblico)

 

La ricerca condotta sulla mitologia brasiliana ci ha mostrato l’esistenza di esseri con “poteri” che trascendono l’umano nelle loro leggende.

 

Dei che venivano dal cielo quando l’umanità stava appena iniziando a muovere i suoi primi passi, insegnandogli ciò che era necessario per creare la civiltà. 

 

Bep Kororoti sembra avere una grande responsabilità in quest’ultimo. 

 

La leggenda narra che questo personaggio avesse una sorta di “macchina volante”, con la quale poteva distruggere qualsiasi cosa, quindi spaventò gli indigeni. 

 

Tuttavia, quando si tolse la “tuta”, si resero conto che non era pericoloso, di carnagione chiara, amichevole e gli mostrarono che la sua “magia” non era dannosa. 

 

Una delle persone che ha studiato maggiormente Bep Kororoti era Erich von Däniken, che ha dettagliato la sua leggenda e la sua importanza in rituali e celebrazioni, nel libro “Gods from Outer Space” e dove ha assicurato che questo essere era un “visitatore dallo spazio”, creando un’analogia quasi identica con gli Anunnaki di Sumer.

 

L’influenza sul Kayapó


 

 Sacerdote Kayapó indossa un vestito simile quello degli astronauti. (Dominio pubblico) 

 

25.000 anni fa, questo dio venne dal cielo per vivere con i Kayapó, dandogli conoscenza prima di tornare in paradiso in un “mare di fiamme”. 

 

Secondo i membri della tribù, Bep Kororoti indossava uno strano vestito lucido che lo copriva completamente e aveva un bastone da cui uscivano le frecce con cui cacciava. Inoltre, poteva bruciare tutto ciò che voleva incenerire. 

 

La tribù celebra ogni anno l’arrivo degli dei e il sacerdote è colui che assume il ruolo di Bep Kororoti, indossando un abito di paglia che lo copre completamente, imitando quello indossato dal dio al suo arrivo. 

 

La tuta, a prima vista, è molto simile a quella degli attuali astronauti, che ha generato alcune controversie, in particolare tra i critici della teoria degli antichi astronauti. 

 

Ed è che i Kayapó hanno avuto contatti con la civiltà moderna per molti anni, per quello che suggeriscono, avrebbero potuto avere l’influenza della società per l’elaborazione quasi identica a una tuta spaziale. 

 

Tuttavia, la simbologia di Kayapó confuta totalmente questo argomento, poiché il rito è stato documentato dal 1884, quasi 80 anni prima che venisse svelata la prima tuta spaziale. 

 

Nel 1952 furono anche pubblicate immagini dell’abbigliamento rituale degli indigeni, 8 anni prima dell’inizio delle missioni spaziali sovietiche e americane.

 

La leggenda di Bep Kororoti

 

 

Abito da cerimonia Bep Kororoti presa nel 1884 da Karl von den Steinen. (Dominio pubblico) 

 

La storia di Bep Kororoti e Kayapó non è iniziata nel luogo in cui vivono attualmente, ma in una grande savana, vicino alle montagne del Pukato Ti. 

 

È in quel luogo in cui un protettore discese dal cielo che avrebbe trattenuto il popolo per sempre, era Bep Kororoti, che aveva come abito una specie di vestito luminoso e che portava con sé anche una sorta di “arma del tuono” con cui poteva far sparire pietre e alberi. 

 

Chiamò quest’arma “Kop”. 

 

Il suo arrivo causò terrore negli abitanti della città, cercarono di combatterlo perché non lo conoscevano, tuttavia era impossibile poiché le loro armi non erano abbastanza potenti e tutti coloro che lo toccarono si trasformarono in polvere, causando un massiccio esilio della tribù verso le montagne. 

 

Dopo diversi conflitti, capirono che non era sua intenzione danneggiarli, il suo atteggiamento e il bagliore della sua pelle convinsero le persone e iniziò una grande convivenza. 

 

Le armi e le tecniche di caccia della città erano estremamente semplici per Bep Kororoti che in breve tempo assimilò tutto, superando per abilità e valore tutte quelle della città. 

 

Ha sposato una giovane fanciulla della tribù e hanno avuto figli tra cui Nio Pouti, una figlia molto significativa in questa storia. 

 

La sua intelligenza era superiore, insegnava in questioni sconosciute come la costruzione di rifugi, le sue armi e la raccolta di cibo.

 

Ha anche aiutato lo sviluppo sociale, creando la “grande camera” una sorta di tavolo da riunione in cui sono state decise e discusse le cose importanti della tribù, semplificando così la vita degli abitanti.

 

Si diceva che la sua nobiltà non avesse limiti, in tempi di difficoltà di caccia, uccideva i suoi animali senza fargli soffrire, prendendo solo ciò che era necessario per nutrire i suoi.

 

È stato davvero un ex astronauta Anunnaki?  Credito: Yuri B  Pixabay (dominio pubblico)

 

Tuttavia, c’è stato uno stadio negativo nella vita di Bep Kororoti: 

 

il suo comportamento è stato trasformato e molte volte si è isolato nella sua cabina o si è ritirato sulle montagne del Pukato Ti per la meditazione … 

 

Molti sostengono che fosse “nostalgia di casa per il suo pianeta”. 

 

Si dice che un giorno prese tutta la sua famiglia e scomparve per molti giorni, lasciò sua figlia Nio Pouti solo perché non era presente nel villaggio, quando tornò non era più lo stesso; Era furioso, senza che nessuno fosse in grado di calmarlo. 

 

Non ha mai attaccato nessuno, anche se hanno cercato di fermarlo, anche quando ha cercato di andarsene è stato inseguito dai guerrieri. Fu in quel momento che usò il suo “kop” e distrusse tutto ciò che lo circondava. 

 

L’intera regione ha sentito il grande ruggito che suonava quando Bep Kororoti scomparve tra fuoco, cenere e fumo. 

 

Nio Pouti, che si era unito a un guerriero, diede alla luce un figlio e gli disse che, nonostante la carestia che la regione aveva vissuto dopo la distruzione lasciata dalla partenza di suo padre, sapeva dove trovare cibo e ha dovuto seguirla sui monti Pukato Ti. 

 

Quando arrivarono, Nio Pouti sedette sotto il Baba Mem Kent Kre, un “albero speciale”, con suo figlio e chiese a suo marito di piegare i rami fino a quando le punte arrivarono a terra. 

 

Suo marito le obbedì, assistendo ad un’esplosione quando i rami toccarono terra, osservando sua moglie scomparire come Bep Kororoti. 

 

L’uomo ha aspettato giorni, soffrendo la fame e vedendo la sua fede e il suo coraggio diminuire ogni giorno che passava. Quando fu al limite, sentì un colpo e notò che sua moglie era tornata, accompagnata da Bep Kororoti, portando cesti pieni di cibo. 

 

Il dio chiese all’uomo di ripiegare i rami a terra e avvenne una nuova esplosione, scomparendo. 

 

Nio Pouti ha continuato a spiegare ciò che suo padre gli aveva detto; tutti dovevano migrare e portare con sé i semi che dovevano piantare nelle stagioni delle piogge in modo che non mancassero mai del cibo. 

 

È così che la tribù ha imparato l’agricoltura e si è trasferita dove sono oggi. 

 

Bep Kororoti è un’ulteriore prova del fatto che i nostri antenati hanno assistito al contatto con esseri che non appartenevano al nostro mondo e che ci sono prove Anunnaki sparse in tutto il mondo.

 

Riferimenti  

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

 

**********************************

 

Correlati:

 

“Zep Tepi”

 

OLMECHI

 

3114 a.C.

 

Dei che hanno lasciato la Terra, promettendo un giorno di tornare

 

“un’incredibile storia”

 

®wld 

La scienza ufficiale ha sostituito le religioni

 

LUMINOSITA’ SOLARE  E MUTAMENTI

04.04.20

Di: Dottor Roberto Slaviero collaboratore

In questi giorni, vista la scarsa o nulla circolazione di aerei, riusciamo a vedere meglio il cielo, diurno e notturno.

Già da tempo, si può verificare che la luce solare, è molto più potente, nella sua luminosità di BIANCA purezza.

Infatti il sole, appare molto più bianco, rispetto al colore arancione di qualche decennio fa, ma a causa dell’inquinamento, pochi lo potevano percepire.

Un dato interessante, è che da quasi un anno il sole è senza macchie solari;

tecnicamente si dice in gergo, periodo di bassa attività solare.

http://www.meteoweb.eu/2019/12/sole-riposo-attivita-solare-minimo-senza-macchie-1913/1362289/

Sorprendente è il fatto che ciò non accadeva dal 1913….

Pare che in questo mese di aprile, il sole raggiunga la sua minima attività, con però conseguenti emissioni di particelle ionizzanti più forti (vento solare) e potenzialmente più dannose, si dice.

Abbiamo vari strati atmosferici sopra noi, che ci riparano dalle varie radiazioni; si potrebbe però supporre che, stia accadendo qualcosa di potente, a livello del sistema Sole-Terra e che ciò, potrebbe essere anche messo in relazione alle vicende, che tutto il pianeta sta vivendo in questi giorni!

Tutti ricorderete gli incendi terribili di pochi mesi fa in Australia, con temperature altissime, ad esempio.

Ma cosa accadde di strano nel 1913…? il 21.06.1913 … per la prima volta … una donna si paracadutò da un aereo …

http://www.mondi.it/almanacco/voce/1031001

Fantastico…ah ah ah cerchiamo anche di rilassarci, visto il periodo di castigo che stiamo subendo!

Torno serio…

Poco dopo il 1913, esattamente il 28.07.1914, scoppiò la Prima guerra mondiale, una delle più grandi tragedie della storia umana.

Una lampadina mi si è accesa, tipo Archimede pitagorico, nell’insistenza del continuo “restate a casa“

Ok, oggi ho addirittura sentito che un membro dell’Oms, pare abbia detto che ….

”il virus scorre nell’aria“ e quindi di usare protezioni anche all’esterno.

L’idiozia della sparata mi sembra neanche da commento, anche se verrà presa in considerazione da molti; oggi la scienza “ufficiale” ha sostituito le religioni.

Ma questo continuo richiamo, crea sospetti di altro tipo, rispetto ad un coroncino…

Facciamo un ipotesi.

Ci troviamo di fronte ad un cambio radicale della struttura planetaria e le possibilità sono:

  • – chi conosce la verità, inventa una pandemia e cerca di creare una specie di prigionia di massa, per evitare un risveglio di molti, una ionizzazione salubre a livello planetario, con conseguente rivoluzione sociale e perdita del potere dei pochissimi sui moltissimi.

  • – chi conosce la verità, ha un animo molto buono e vuole salvare gran parte dell’umanità dalla strage di un sole troppo caldo…mhhh difficile da credere, visti gli usurai incalliti che ci comandano

  • – nessuno conosce la verità, ma alla Erode…sa che sta per accadere qualcosa di strabiliante e trova un modo per imprigionare molti ed ucciderne il più possibile

  • – le fazioni opposte del pianeta, si stan facendo la guerra e vogliono nel frattempo verificare, la tenuta mentale dei terrestri e le capacità di adattamento ad un nuovo tipo di schiavismo

  • – sono solo degli psicopatici incalliti e si divertono a distruggere economie, per accaparrarsi le risorse del pianeta

  • – il sottoscritto dice un sacco di minchiate e dovrebbe dedicarsi al giardinaggio, oppure alla navigazione perenne virtuale…preferisco la prima.

 

Ma or dunque, veniamo al rapporto etereo, che esiste tra il sole e la terra.

Lasciate perdere per un attimo, le vostre conoscenze astronomiche della scienza classica. In tempi non sospetti, anni fa scrissi un articolo, sulle anomalie solari e sulla mancanza di spiegazioni ufficiali

https://olisticoaltapusteria.com/articolo.php?anomaliesolari

Il Sole, motore del nostro universo, di purezza assoluta, emette delle radiazioni che, attraverso la quintessenza, ovvero l’Etere, giungono sul nostro pianeta, permettendone lo sviluppo della vita.

La Terra, utilizza l’energia eterica e la rispedisce al Sole, poiché venga da lui nuovamente riconvertita, riattivata, purificata e rimandata alla Terra.

E’ il ritmo a spirale Sole – Terra, tanto caro al grande Ighina !!

https://www.fortunadrago.it/approfondimenti/pierluigi-ighina/

Quando l’energia, dalla Terra risale al Sole, produce sullo stesso delle Macchie, appunto le macchie solari, che poi verranno ripulite e riconvertite in energia pura e vitale.

Perché oggi ci troviamo nella stessa situazione del 1913, con un Sole senza macchie per cosi tanto tempo?

Si potrebbe immaginare che, il pianeta Terra abbia imprigionato l’energia eterica e non la liberi, per un lavoro profondo che la stessa, sta compiendo: una pulizia, o comunque un’ attività, che preveda un mutamento radicale anche di chi la abita!

L’ipotesi sopra è la migliore.

La Terra non libera l’energia poiché “qualcuno” la mantiene bloccata, per manipolarla a propri fini: chiaramente in questo caso, parliamo di persone od entità tecnologicamente molto avanzate, oppure di cicli naturali, tuttora inspiegabili, ma avvenuti più volte, con conseguenti lotte, guerre ed epidemie varie.

Dal 1645 al 1715, vi fu un periodo di una attività solare molto scarsa

https://it.wikipedia.org/wiki/Minimo_di_Maunder con mancanza di macchie solari!

Questo ha coinciso con una piccola era glaciale; vi sono raffigurazioni della Fiera del Ghiaccio sul Tamigi a Londra

nel 1683-84!

La terribile guerra dei 30 anni, che pare fece circa 12 milioni di morti in Europa, creando danni micidiali, soprattutto nell’odierna Germania, fini nel 1648 con la Pace di Westfalia

https://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_dei_trent%27anni#Fine_del_conflitto:_la_pace_di_Vestfalia_(1648)

Come si vede, la fine della guerra, coincide con l’inizio della scarsa attività solare, iniziata nel 1645.

Si può quindi dedurre che, dall’attività solare, dipenda non solo il clima , ma anche gli avvenimenti delle genti e degli esseri viventi sul pianeta Terra. Probabilmente le menti umane, interagiscono con l’etere solare, come ben spiegò l’Ing Todeschini, nella sua Psicobiofisica.

 https://www.circolotodeschini.com/chi-era-marco-todeschini/

Essendo, purtroppo le menti umane, preda di predatori del profondo e basso strato eterico, o meglio basso astrale, su vibrazioni non solari, che il grande Castaneda defini Voladores,

https://it.wikipedia.org/wiki/Carlos_Castaneda

gli accadimenti terrestri, sono per lo più deviati in azioni, non di sublime purezza, ma di schiavitù, lotte fratricide ed assolutismo!

Qualcuno non permette, anzi ostacola,  alla purezza solare, di permeare ed illuminare le menti umane.

Ed è a causa di ciò, che a periodi cosmici, interviene direttamente la pura essenza solare, che si incarna nella materia!

La situazione caotica, nella quale viviamo oggi, rappresenta sicuramente la fase finale, di una lotta fratricida!

Anzi di una lotta che, gli “dei“ usurpatori del pianeta, hanno deciso di riproporre in forma moderna; ma con ben poche differenze, rispetto alle guerre ai tempi di Zeus, Yahve o Enki ed Enlil, per fare dei nomi del passato storico-leggendario.

La perfidia e le falsità di un sistema sanitario mondiale, che volendo continuare la quarantena,  parla di virus che volano nell’aria, impaurendo le persone, anzi facendo in modo che, respirando la loro CO2 ed i loro virus e batteri intestnali, si ammalino di più, la dice lunga con chi abbiamo a che fare!

In ogni caso, alla faccia di questi insani personaggi, il ciclo cosmico che è iniziato a partire dal 2012, sta accelerando e durante quest’anno subirà la massima espansione eterica, come ben dimostra l’attività solare! Starà a noi, esseri umani, decidere quale strada vogliamo percorrere: quella della paura e dello schiavismo che ci ricondurrà ad eventi tragici di più grande dimensione, o quella della rinascita etereo-solare!

Il libero arbitrio ci è stato donato

“A maggior forza e a miglior natura liberi soggiacete; e quella crea

la mente in voi, che il ciel non ha in sua cura.

Però, se il mondo presente disvia, in voi è la cagione, in voi si cheggia;
e io te ne sarò or vera spia.

OVVERO

Voi siete soggetti, liberi, a una forza maggiore e a una natura migliore (Dio); e quella crea in voi l’intelletto, che il cielo non ha in suo potere.

Perciò, se il mondo attuale pecca, la ragione è in voi e a voi deve essere attribuita; e io ora te ne darò una dimostrazione.

Purgatorio canto XVI

Aggiungo io: Il Sole è la vita La paura e l’oscurità sono la morte. Riappropriatevi della vostra fiammella DIVINA …adesso, subito, istantaneamente e senza indugi!

12

Esultate, dunque, o cieli,
e voi che abitate in essi.
Ma guai a voi, terra e mare,
perché il diavolo è precipitato sopra di voi
pieno di grande furore,
sapendo che gli resta poco tempo”.

Poco tempo…poco tempo…avete capito?! Sta a voi, ad ognuno di voi. Fiducia e temperanza Mi raccomando !!

Fonte: http://olisticoaltapusteria.com/

®wld