Crea sito

Siamo tutti nel fango, ma alcuni di noi guardano le stelle…

La grande congiunzione di Giove e Saturno è su di noi e non guardiamo indietro. Immagine: Twitter

Ecco l’Alba dell’età dell’Acquario – una lettura astrologica del Pianeta terra al tempo della Grande Mutazione

di Pepe Escobar dal Sito Web AsiaTimes traduzione di Nicoletta Marino Versione originale in inglese Versione in spagnolo

Oggi tutte le stazioni radio del pianeta Terra dovrebbero suonare questa canzone.

Quella che i Fifth Dimension, con un nome appropriato, immortalò ai loro albori nel 1969, un classico soul psichedelico è ora letteralmente vero:

Questa è l’alba dell’Età dell’Acquario – Grande congiunzione di Giove e Saturno il 21 dicembre, anno Zero dell’Acquario…

L’Acquario inizia proprio quando alcune élite losche e autoimportanti si preparano per imporre un grande ripristino (Graet Reset) sulla maggior parte del pianeta, seguendo un programma politico molto specifico, riduzionista ed esclusivista.

Eppure il vero affare non è il Reset:

è la Mutazione

Quindi siamo tutti coinvolti in qualcosa di molto più grande di qualsiasi scenario neo-orwelliano.

Per far luce su quella che sembra la nostra attuale, interminabile oscurità, ho posto domande selezionate a Vanessa Guazzelli, una rispettata astrologa, scrittrice e relatrice in conferenze di astrologia in tutto il mondo, nonché psicoanalista e psicologa praticante.

Lascia che l’astrologia fertilizzi la geopolitica.

Fa entrare la luce…

La mappa astro-cartografica della Grande Mutazione

Tutto ciò che è solido muta in aria

PE (Pepe Escobar): Probabilmente non molte persone in tutto il mondo sono consapevoli che una congiunzione Giove-Saturno questo 21 dicembre sembra rapp  resentare l’ultimo punto di svolta – definito da studiosi di astrologia seri, come la Grande Mutazione.

Potresti spiegare cosa significa veramente questa “Mutazione”, astrologicamente, poiché sembra che si verifichi ogni 200 anni?

E riportandolo alla vita di tutti i giorni e alla politica, possiamo dedurre parallelismi geopolitici da ciò che ci dicono le stelle?

VG (Vanessa Guazzelli): Con “Grande mutazione” ci riferiamo a quando le congiunzioni Giove-Saturno cambiano elementi, cosa che accade ogni 200 anni come hai detto.

Giove e Saturno sono in congiunzione, astrologicamente, per longitudine eclittica, ogni 20 anni, un periodo non così lungo.

Tuttavia, continuano a intersecarsi nei segni dello stesso elemento per 200 anni, con la possibilità di altri 40 anni di transizione, e quindi con un ciclo maggiore.

Giove e Saturno sono ciò che chiamiamo pianeti sociali e devono essere considerati per quanto riguarda la politica e la geopolitica.

Quando la congiunzione Giove-Saturno inizia ad avvenire effettivamente nell’elemento successivo, segna la Grande Mutazione, dando luogo a,

importanti cambiamenti socioeconomici e culturali…

È quello che sta succedendo adesso.

Vanessa Guazzelli.

Veniamo da un periodo di due secoli di congiunzioni nei segni della Terra.

L’enfasi è stata sulla materia e sulla dimensione più tangibile della vita:

ragazzi e ragazze materiali in un mondo materiale.

Mentre ora ci spostiamo nell’elemento aria, quando si congiungono a 0º dell’Acquario, ha luogo una richiesta di sublimazione.

Tutto ciò che è solido si trasforma in aria…

Le cose e le procedure possono essere meno materiali, più digitali e, in una certa misura, virtuali.

Ma non solo quello.

Idee e ideali condivisi acquistano ancora più importanza.

Più di quello che abbiamo materialmente, ciò che conta di più è con chi e per cosa.

La collaborazione e la cooperazione sono, oggi più che mai, i venti che fanno girare il mondo.

Questo è davvero un aspetto e una configurazione astrologicica altamente significativa che si verificano il 21 dicembre, alle 18.20 UTC. In alcune parti dell’Asia e dell’Oceania, sarà già passata la mezzanotte, il 22 dicembre.

Questa non è solo la Grande Mutazione ma una Grande Congiunzione, quando i due pianeti visibili più lontani si congiungono non solo per longitudine ma anche per latitudine (coordinate eclittiche), sia nell’ascensione retta che nella declinazione (coordinate equatoriali).

Ciò significa che non sono solo allineati nella stessa direzione ma sono davvero molto vicini l’uno all’altro nel cielo visto dalla Terra, quasi come se fossero la stessa stella.

L’ultima volta che i due corpi celesti sono stati così vicini è stato nel 1623, ma quella non era una Grande Mutazione, solo una congiunzione regolare in termini di longitudine eclittica.

Astrologicamente, il fatto che tutti questi miglioramenti avvengano insieme in questo momento, intensifica il significato di ciò che questa congiunzione ora indica, quanto sia potente una mutazione che segna.

Nella vita di tutti i giorni si parla anche di un aumento dello sviluppo tecnologico, della digitalizzazione delle cose e delle procedure, comprese le criptovalute e il denaro digitale, come una sorta di denaro “trasformato” dalla materia a una “sostanza” più leggera e meno materiale che può rapidamente circolare nell’aria.

A livello più personale, tendiamo a perdere interesse per contesti sociali che non sono in sintonia con le nostre idee e ideali, e siamo spinti verso gruppi, associazioni e progetti sulla stessa lunghezza d’onda in cui siamo noi.

Non è il momento di affidarsi semplicemente alle istituzioni per prendersi cura delle persone, ma un tempo per discernere da soli e quindi collegarsi con gli altri con interessi, ideali, scopi condivisi.

L’elemento aria è dove apriamo lo spazio e facciamo spazio all’Altro, sia nel rispetto delle differenze sia per collaborare e cooperare verso interessi e progetti condivisi.

Co-op, in cui ogni partecipante riceve una quota equa e proporzionale, in un’impresa comune, è sicuramente una strada da percorrere.

L’Acquario è opposto al segno centralizzante del Leone.

Geopoliticamente, questo vuol dire, non è il tempo di governare il mondo per una sola stella egemonica, ma un tempo che illumina l’intero cielo per molte stelle.

Non è il momento per un unico impero.

Possono esserci imperi, solo al plurale.

La forza delle nazioni potenti ora risiede, più che mai, nella qualità delle loro partnership e alleanze nel rispetto reciproco, alla pari.

Qualsiasi potere che perde di vista quella chiave cruciale lo vedrà, a breve o lungo termine, ritorcersi contro.

Alcuni sono più potenti di altri e alcuni saranno più importanti di altri.

Tuttavia, non sono da soli.

È tempo per un mondo multipolare – ora questo è il Mandato del Cielo.

Per quanto riguarda la mappa astro-cartografica della Grande Mutazione, che mostra le linee delle posizioni planetarie sulla faccia della Terra, è interessante notare che le linee IC (Imum Coeli) di Giove e Saturno passano per Pechino, indicando la rilevanza della Cina all’inizio di questo ciclo di 200 anni, poiché l’IC è la radice di una carta astrologica.

Dall’altra parte del globo, vediamo le linee MC (Medium Coeli) dei due pianeti che attraversano il Sud America (Venezuela, Amazzonia brasiliana, Bolivia, Argentina), mostrando il valore delle risorse del continente in questo nuovo ciclo.

Cosa sta combinando la gentaglia di Davos

PE: La nostra attuale, turbolenta congiuntura sembra indicare una maggiore biosicurezza e ciò che alcune serie analisi di sistema definiscono tecno-feudalesimo.

Tutto ciò implica un’iper-concentrazione di potere – e non solo il potere esercitato dall’egemonico geopolitico, gli Stati Uniti.

Dobbiamo ora aspettarci una grave mutazione del sistema-mondo – come studiato da Immanuel Wallerstein, nel senso di cambiamenti seri nel nostro sistema capitalista?

Immanuel Wallerstein. Fonte: Wikimedia Commons

VG: Sì, dovremmo. Siamo proprio al punto di svolta del sistema-mondo.

Insieme alla Grande Mutazione, un altro aspetto immensamente significativo della decade 2020 è la congiunzione Saturno-Nettuno, nel febbraio 2026, a 0° dell’Ariete.

Questo è precisamente il primo grado dell’intero Zodiaco, chiamato anche il punto primaverile– cruciale nell’interpretazione astrologica.

Saturno e Nettuno si congiungono ogni 36 anni, il che è un ciclo storico relativamente breve.

Tuttavia, come con la Grande Mutazione, il modo in cui e dove si manifesta nello Zodiaco può condurci a prospettive storiche più ampie e indicare momenti storici più espressivi.

Se torniamo indietro fino a 7.000 anni fa, questa congiunzione si è verificata al punto primaverile solo nel 4361 a.C. e nel 1742 a.C.

Se guardiamo in alto tremila anni avanti, il punto più vicino è il punto primaverile è il terzo di Ariete nel 3172. Abbastanza raro…

Quindi questa congiunzione al primo grado dello Zodiaco, 0º dell’Ariete – l’inizio – non è un affare così da poco.

  • Nettuno feconda e concepisce
  • Saturno si relaziona con la struttura concreta della realtà
  • e 0º di Ariete significa nuovo, che spunta

Saturno-Nettuno su 0º Ariete significa una nuova concezione della realtà

Gli aspetti tra Saturno e Nettuno, secondo l’osservazione storica, sono associati al socialismo e al comunismo – questi movimenti sulla Terra coincidono con i contatti in transito tra questi due pianeti nel cielo.

È già stato dimostrato storicamente nell’astrologia comune.

Inoltre, questo non ci parla solo del passato, perché in effetti sta per iniziare:

migliorandosi e avanzando, riconfigurandosi in forme ancora nuove di socialismo.

Secondo Wallerstein, durante la crisi strutturale che caratterizza il periodo finale di un sistema-mondo, una biforcazione del sistema può volgere verso una delle due direzioni o in più sistemi.

Prima che finisse l’anno scorso, ci si considerava proprio nel mezzo della crisi strutturale del capitalismo, che dura dai 60 agli 80 anni.

Direi che in questo momento abbiamo superato il punto medio.

Potrebbe, inizialmente, andare verso più sistemi in due rami:

  • da un lato, la freschezza dei venti orientali che ispirano il socialismo e il multipolarismo attraverso la Belt and Road Initiative e l’integrazione dell’Eurasia e dei suoi partner

  • d’altra parte, il turbine dell’impero al collasso e dei suoi alleati occidentali come cyborg sterminatore gestito dal perverso 0,0001% che è così senza vita da non poter concepire il diritto di esistere degli altri…

Quando ne ho sentito parlare per la prima volta nel giugno 2020, mi ha stupito come hanno impostato il “Grande Reset” per gennaio 2021, così vicino alla Grande Mutazione alla fine di dicembre 2020.

Dubito che questa sia una semplice coincidenza o “sincronismo”…

JP Morgan è noto per aver affermato che i milionari non hanno bisogno di astrologi, ma i miliardari sì.

Forse consapevole di questa grande transizione, la ciurma di Davos sembra stia effettivamente cercando di ripristinare il sistema che già governa con le proprie impostazioni e di far rivivere il sistema morente come un cyborg dall’inferno.

“Wall Street Bubbles – sempre lo stesso”, Fumetto del 1901 di Keppler, raffigura JP Morgan come un toro che soffia bolle di sapone per gli investitori desiderosi. Fonte: Wikimedia Commons

Il potenziale nefasto dell’enfasi dell’Acquario è il controllo della società attraverso la tecnologia, sia essa tecno-feudalesimo o, gli dei non vogliano, tecno-schiavitù.

Sul lato più luminoso della Forza, l’Aquario riguarda un progetto sociale per sostenere la vita e soddisfare i bisogni delle persone.

Entrambe le dimensioni o sistemi potrebbero coesistere sulla Terra per un po’…

Le potenze occidentali – per non parlare dei Maestri dell’Universo, come dici tu, che tirano i fili – sembrano avere molta strada da fare prima di raggiungere uno stato di cooperazione reale e rispettosa.

Forse le civiltà più antiche trovate in Oriente hanno una radice più profonda e più coerente da cui attingere la saggezza e la maturità necessarie in tempi così difficili per l’umanità.

Spesso ricordate per il cibo e le merci scambiate lungo il percorso, le Vie della Seta coinvolte in passato e coinvolgono oggi lo scambio di idee.

È interessante osservare il forte margine dell’Acquario attivato nelle progressioni astrologiche della Cina quando la Belt and Road Initiative fu proposta per la prima volta da Xi Jinping ad Astana, nel 2013, e come si collegasse al grado della Grande Mutazione (Venere progredita e Giove congiunti AC al 1º Acquario).

Quando alcuni anni prima Vladimir Putin tenne il suo discorso storico a Monaco, proponendo l’integrazione eurasiatica, nel febbraio 2007, c’era un aspetto Saturno-Nettuno: un’opposizione.

Quando alla 7a Assemblea delle Nazioni Unite, sia Putin che Xi hanno pronunciato discorsi lunghi, forti e sincronizzati affermando la multipolarità del mondo, nel 2015 c’era anche un aspetto Saturno-Nettuno: un quadrato.

Il prossimo aspetto Saturno-Nettuno sarà la congiunzione, nel febbraio 2026, che inaugurerà un ciclo nuovo di zecca e possiamo aspettarci che sia correlato a questi movimenti precedenti, tenendo presente che il ciclo punta verso la multipolarità e nuove forme di socialismo.

L’incantesimo della Luna Nera

PE: Può il Covid-19, a un certo livello, essere interpretato come il – spiacevole – preambolo di una Grande Mutazione?

Dopo tutto la nuova (non) realtà sociale rappresenta un sistema capovolto:

  • devastazione economica quasi totale, soprattutto delle piccole imprese

  • cancellazione dei diritti costituzionali
  • governi che praticamente governano per decreto, senza consultazione popolare
  • corporazioni globali che censurano ogni forma di dissenso informato
  • intere società praticamente agli arresti domiciliari
  • gran parte del pianeta ridotto a una sorta di parco tematico totalitario…

VG: Oh, Covid-19… – potremmo avere un’intera conversazione solo sulle implicazioni di questo, in così tante dimensioni e su come può essere, in una certa misura, tracciato astrologicamente.

Sicuramente può essere interpretato come lo spiacevole preambolo, forse mirante al Grande Reset, su cui si potrebbe riflettere.

Un’esperienza collettiva mondiale senza precedenti – e un esperimento.

Tuttavia, serve a scuotere tutto, trasformando la nostra stessa percezione del tempo, preparandoci alla concezione di un nuovo tempo.

A tutti coloro che prestano attenzione, un invito a essere ancora più vivi, più vividi, contro ogni previsione…

Una luna quasi nera. Immagine: Getty / AFP

La stessa dicotomia così enfatizzata tra “prendersi cura della vita o prendersi cura dell’economia”, in sé e per sé mostra quanto il mondo fosse già assurdo.

Quante persone sono state così facilmente intrappolate nel separare una cosa dall’altra, come se fosse un mezzo per resistere al sistema e dire finalmente no alle esigenze dell’accumulazione di capitale.

Per vedere alla fine, infatti, le piccole imprese devastate, la povertà drasticamente in aumento, mentre i miliardari concentrano la ricchezza a livelli ancora più bizzarri.

Una cosa fondamentale da considerare è come ha influenzato il corpo umano.

La pandemia è stata dichiarata durante una Black Moon (l’apogeo lunare) in Ariete e questo indica l’importanza di essere nettamente presenti e reattivi mentre Michael Jackson ballava, Bruce Lee si è mosso e Maria Zakharova risponde.

In ottobre, la Black Moon, questo punto astrologico che rappresenta la dimensione viscerale e istintiva dell’esistenza, si è trasferito nel Toro, evidenziando l’importanza di essere consapevoli di come la forza vitale in noi è condizionata o canalizzata, plasmando il modo in cui percepiamo la nostra stessa esistenza.

Ad esempio, come il confinamento del corpo potrebbe – o non potrebbe – confinare la nostra psiche.

Quali sono gli effetti psicologici della mancanza di tatto o dell’esperienza fisica di avere costantemente la bocca coperta?

Il modo in cui queste situazioni influenzano la nostra psiche, non è irrilevante.

Sia René Descartes che Wilhelm Reich avevano la Black Moon in Toro.

Come sono correlati mente e corpo?

Sono una dicotomia cartesiana o si intrecciano come unità bioenergetica mossa dalla libido?

Questo è un importante problema di fondo nella nostra collettività fino a luglio 2021

Il destino dell’impero americano

PE: L’astrologia nella storia è piena di storie affascinanti sulle interpretazioni celesti che aprono la strada a una mossa cruciale politica o militare.

Ad esempio, subito prima della conquista mongola di Baghdad nel 1258, il Gran Khan, Hulegu, chiese all’astrologo di corte le prospettive future.

L’astrologo, Husam al-Din, disse che se avesse seguito i suoi generali e avesse invaso Baghdad, le conseguenze sarebbero state minacciose.

Ma poi Hulegu si rivolse a un astronomo sciita, Tusi, un poliedrico.

Tusi disse che l’invasione sarebbe stata un grande successo. Questo è quello che è successo – e Tusi è stato ammesso nella cerchia ristretta di Hulegu. Quindi i Mongoli – che hanno costruito il più grande impero della storia – erano grandi fan delle ” conferme celesti”.

Potrebbe “la conferma celeste” dei nostri tempi finire per prevedere il destino di un altro impero – gli Stati Uniti…?

VG: È vero, ci sono così tante storie affascinanti.

La fine dell’Impero Bizantino e la conquista di Costantinopoli da parte del sultano Mehmet II dell’Impero Ottomano fu anche segnata da una previsione astrologica della vittoria ottomana relativa a un’eclissi.

Il ritorno di Plutone negli Stati Uniti avverrà nel 2022. È enorme. È un ciclo di circa 247 anni.

Plutone ha un valore del destino. Il ritorno del signore degli inferi parla anche del ritorno di ciò che è stato represso, nascosto o rifiutato. Avrà tre risultati esatti nel 2022 e l’ultimo e definitivo del prossimo ciclo di Plutone vedrà il pianeta della morte e della rigenerazione di fronte alla Luna Nera Lilith in Cancro, in opposizione.

Il karma è bastardo e colpisce all’interno…

È anche un ciclo correlato al potere e allo stato di potere. Non sarà tutto brutto e ci saranno alcuni momenti vittoriosi, ma c’è un cambiamento nella posizione del paese nell’equilibrio dei poteri nel mondo che non è così facile da digerire.

La lotta per il potere sarà intensa, sia esternamente che internamente, con notevoli rischi di manifestazioni distruttive.

Il modo migliore per attraversare un momento del genere sarebbe eliminare – anche se è difficile credere che “la palude” possa essere prosciugata così facilmente.

È un invito a una trasformazione profonda, quando tutte le cose sotto il tappeto e i cadaveri fuori dal seminterrato devono essere affrontati.

Per il popolo della nazione è un appello alla maturità (Saturno congiunge la Luna), alla compassione e una disposizione più umanamente ricettiva (opposizione di Nettuno), lasciando che le illusioni si dissolvano e che realizzano che l’impero sta perdendo la sua egemonia e il suo status, ma la nazione continuerà.

Che nazione sarebbe per il suo popolo, se andasse contro altri popoli?

Ciò non significa che l’Impero americano cadrà entro il 2022, ma sta collassando e subirà trasformazioni drammatiche nel prossimo decennio.

Un rinascimento distopico

PE: In mezzo a tanta tristezza, sembra che tu stia introducendo un concetto molto promettente:

“Rinascimento distopico”.

Questo è l’esatto opposto di ciò che viene ampiamente interpretato come il nostro inevitabile futuro neo-orwelliano.

Come descriveresti questo Rinascimento distopico, in termini di lotta individuale, collettiva, politica e culturale?

VG: Il concetto emerge proprio per chiarire l’estrema complessità dei nostri tempi.

Ebbene, la parte rinascimentale sembra molto promettente, non è vero? Ma c’è anche la parte distopica. Non è una rinascita utopica, come ben sappiamo.

Forse tra 200 anni, quando raggiungeremo la Grande Mutazione nell’acqua, lo stesso elemento del magnifico Rinascimento italiano, l’umanità potrebbe essere in grado di sentire e comprendere meglio dimensioni più profonde della vita.

Perché non mirare all’utopia? Ma tutto ciò che può essere possibile a quel punto passa proprio ora.

È ora che, insieme a questa speciale Grande Mutazione, alcuni significativi aspetti astrologici indicano un vero cambiamento del sistema-mondo.

Ci vuole questo momento cruciale nel tempo e questo periodo di aria per elevare le prospettive, per condividere idee e ideali e capire quanto possa essere arricchente costruire,

“una comunità con un futuro condiviso per l’umanità”, come dice Xi Jinping…

Un punto di svolta fortemente rafforzato, che apre nuovi orizzonti, offre la possibilità di arricchire gli scambi in un mondo multipolare e con un appello al socialismo come non abbiamo mai conosciuto prima.

Atlante catalano, dettaglio che mostra la famiglia di Marco Polo 1254-1324 che viaggia con una carovana di cammelli, 1375, disegno di Spanish School. Fonte: Wikimedia

Non dimentichiamo che questo momento risuonava anche nel XIII° secolo, quando il veneziano Marco Polo, viaggiando attraverso la Via della Seta fino in Asia, riportò in Europa la freschezza dei venti orientali, con notizie dalla dinastia Yuan di Kublai Khan, tra cui la ” variazione “del denaro in una forma più leggera, dalla moneta alla carta.

A quel tempo, c’era uno stellium (una concentrazione di pianeti) in Capricorno proprio come avevamo nel 2020, con la seguente congiunzione Giove-Saturno in Acquario (sebbene non come una grande mutazione), e l’ingresso di Plutone in Acquario come faremo anche noi nel 2023/2024.

È un contesto assurdamente distopico, ma punto di svolta per una nuova concezione della realtà e la possibilità di sorprendenti nuovi orizzonti.

Un nuovo sistema mondiale è nell’aria

PE: Giorgio Agamben ha fatto riferimento a quella famosa intuizione di Foucault in Les Mots et les Choses, quando Foucault scrive che l’umanità può scomparire come una figura disegnata nella sabbia che viene cancellata dalle onde che colpiscono la riva.

L’immagine sorprendente può applicarsi alla nostra attuale condizione mutevole, mentre stiamo per entrare in un’era transumana e persino post-umana, dominata dall’intelligenza artificiale (AI) e dall’ingegneria genetica.

Giorgio Agamben sostiene che il Covid-19, il riscaldamento globale e, più radicalmente, l’accesso digitale diretto alla nostra vita psichica – tutti questi elementi stanno distruggendo l’umanità.

La Grande Mutazione installerebbe un paradigma diverso e ci allontanerebbe dalla post-umanità?

FG: Il rapido sviluppo della tecnologia sarà qualcosa di seriamente complesso da affrontare.

Sarà sorprendente in molti modi, ma non tutti belli, che presentano sfide innegabili, alcune delle quali sono già in atto e stanno per intensificarsi.

Quali sono gli effetti della tecnologia e dell’intelligenza artificiale sia nel nostro corpo organico che in quello soggettivo?

Il controllo mentale con dispositivi bidirezionali, sia la raccolta di informazioni che l’induzione di comandi è un work in progress.

Livelli perversi di controllo tecnologico della società sono una seria preoccupazione poiché Plutone, alias Ade, signore degli Inferi, transiterà anche nell’Acquario tecnologico e futuristico dal 2023/24 in poi, fino al 2043/44 – tempi di intensa trasformazione sociale, quando i progressi tecnologici lasceranno a bocca aperta e la concezione stessa della scienza cambierà considerevolmente, ma con seri rischi di follia transumana e postumana.

Non possiamo ignorare la nostra omogeneità.

Non possiamo neppure ignorare la nostra soggettività.

Plutone parla di trasformazione o dominio, in altre parole, citando un tuo recente articolo:

“Ecco il nostro futuro: hacker o schiavi”.

Dobbiamo fare della pirateria, non solo in senso oggettivo – che sicuramente diventa sempre più un’abilità allettante – ma anche in senso soggettivo, trovando linee di fuga e mantenendo vivo Eros, la forza vitale vivida dentro di noi.

Considerando che siamo già qui, vivendo tempi distopici,

tanto vale trarre il meglio da questa avventura innegabilmente epica…

Invece di soccombere alla paura e all’isolamento, sopraffatti dal destino e dall’oscurità, non dimentichiamo l’osservazione di Wallerstein sul destino contro il libero arbitrio – una conquista molto interessante, tra l’altro, che la mia esperienza di astrologa che osserva i cicli collettivi e individuali conferma molto:

Entrambi esistono…

Durante il periodo stabile di un sistema-mondo, la sua vita normale, quando la sua struttura funziona bene anche se ci sono alcune fluttuazioni, tende alla stabilizzazione ed è molto difficile cambiare le cose nel sistema.

È destino:

devi fare un sacco di sforzi per ottenere forse pochissimi cambiamenti cercando di sfuggire al destino.

Ma quando il sistema-mondo ha raggiunto la sua fase finale, non può più essere salvato e c’è molta instabilità.

La crisi non sta finendo e l’unica possibilità è il cambiamento, in un modo o nell’altro – è tempo di libero arbitrio.

Nella crisi strutturale, Wallerstein dice che abbiamo più libero arbitrio, le nostre azioni hanno un impatto più forte e ogni piccola mossa conta per decidere in quale direzione andrà il cambiamento del sistema.

Nella nostra vita personale a questo punto di svolta nel tempo, come si chiede Foucault, possiamo anche chiederci:

In quanto esseri umani, siamo un freno o un ostacolo?

Siamo un modo per imprigionare la vita o siamo un’apertura, una linea di fuga?

Per quanto riguarda le parole di Foucault che tu e Agamben portate alla luce, permettetemi di fare riferimento al paragrafo precedente, poco prima di quello finale di Les Mots et les Choses, quando afferma che:

“prendendo un campione cronologico relativamente breve all’interno di un’area geografica ristretta – la cultura europea dal XVI secolo – si può essere certi che l’uomo è un’invenzione recente al suo interno”.

“L’uomo” a cui si riferisce come l’effetto di un cambiamento nelle disposizioni fondamentali della conoscenza un paio di secoli fa, con le disposizioni più recenti che forse stanno per finire, rientra nei riferimenti europei.

Questo non è né l’inizio né la fine dell’uomo, né la sua unica espressione interessante.

Con un enorme e profondo apprezzamento per così tanta cultura europea, forse una delle cose che giungono a una fine necessaria è l’Eurocentrismo.

Ciononostante, ovviamente, è profondamente preoccupante il modo in cui i volti vengono allo stesso tempo tracciati digitalmente dalle macchine e nascosti agli altri umani da maschere, specialmente gli effetti di tutto questo nei bambini. L’attuale transizione non è priva di effetti epistemologici ed effetti su come concepiamo l’uomo, gli esseri umani.

Ma non è tutto detto e fatto.

Per contrastare il rendere oggetto l’essere umano, potrebbe essere opportuno attingere dalla concezione degli esseri umani dei Tupis:

tu + pi, suono seduto.

Un essere umano è un suono che si è seduto, ha avuto luogo e vibra.

Dobbiamo mantenere vibranti i nostri corpi, i nostri volti e le nostre parole.

Per il nativo sudamericano Tupis, ogni essere umano è una nuova musica, una nuova parola che vibra e co-crea la vita con gli altri e la natura.

Albert Eckhout dipinto di un uomo Tupi. Fonte: Wikipedia

Sembra che le radici più profonde della saggezza aborigena-indigena debbano ancora essere più pienamente riconosciute e reintegrate nelle Americhe prima che possa aver luogo la reinvenzione del mondo in Occidente.

Ora i venti soffiano dall’Est e dall’Eurasia, ispirando nuove forme di convivenza.

Ma i controllori del capitale, della ricchezza e del potere del mondo non si arrenderanno senza combattere – o faranno poche guerre e un pesante bagaglio obbligo di controllo sociale tramite la tecnologia, catturando corpi e menti.

Quale sarà, Great Reset o Great Mutation?

C’è una via d’uscita? Sì…

E sembra percorrere le Nuove Vie della Seta e l’Integrazione dell’Eurasia – letteralmente in una certa misura importante, ma anche simbolicamente.

L’Occidente può guadagnare molto dall’apertura ai venti orientali, dalle notizie e dalle idee che portano, storie di una comunità di futuro condiviso per l’umanità.

Un nuovo sistema mondiale è nell’aria…

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

A-L-E-X-A … PARLA CON IL CINQUE GI

LA GABBIA DEL CINQUE GI – IL DOCUMENTARIO DI JAMES CORBETT [VIDEO]

Sinossi del documentario di James Corbett -The 5G Dragnet- tradotta in Italiano

Le società di telecomunicazioni si sono lanciate nell’implementazione della tecnologia cellulare di quinta generazione. Ma il mondo del 5G è un mondo dove tutti gli oggetti sono connessi tra loro e continuamente scambiano dati. L’oscura verità è che lo sviluppo di reti 5G e la moltitudine di prodotti connessi che vedremo nascere nelle infrastrutture delle città smart globali, rappresenta la più grande minaccia alla libertà della storia umana.

James Corbett

Introduzione di Giulio Bona, traduttore e doppiatore del documentario:

James Corbett, Canadese di nascita, Giapponese di adozione, giornalista indipendente, analizza molto lucidamente l’attuale stato di questa nuova tecnologia, che si sta sviluppando ultimamente. Mai nella storia c’è stata una repulsione così diffusa tra il popolo, ed alla stessa misura una così grande ostinazione da parte delle multinazionali, per l’implementazione di una tecnologia così inutile, frivola, nociva per la salute, e soprattutto, che distrugge la libertà e la privacy degli individui.

In un mondo dove il cancro ed i tumori sono tra le cause più diffuse di morte, e dove è anche ultra risaputo che le radiazioni sono tra le maggiori cause di queste malattie, oggi ci stiamo impegnando in una saturazione completa dell’etere di onde e radiazioni. Il 5G porterà questo e molto altro, e senza un motivo o un bisogno apparente di questa tecnologia.

Il motivo per molti definiti “complottisti” è la costruzione di un’infrastruttura che raccoglierà costantemente dati in tempo reale sulla normale vita delle persone, questi dati verranno poi trattati dalle raffinatissime intelligenze artificiali, le quali potranno estrarre profili accurati e prevedibili delle persone comuni. Queste informazioni poi chissà dove vengono portate, come vengono elaborate, o chi, magari tra i servizi di intelligence, prende vantaggio da queste stesse informazioni.

Potere prevedere o controllare le persone nella propria intimità è il sogno proibito di tutti i tiranni della storia, probabilmente essi stessi credono che nella storia abbiano sempre fallito perché non potevano prevedere le mosse del popolo così nel dettaglio, così da vicino, se solo avessero potuto…

Be’, oggi si può! La tecnologia di oggi ce lo consente. E questo non è “complottismo”, è un semplice dato di fatto.

Ed io mi chiedo… Ma quale potrebbe essere il motivo primario per questa ostinazione, investimenti e sforzi per: installare decine di migliaia di sensori e trasmettitori, allacciarli tutti a delle strutture centralizzate di raccolta dati, mandare in orbita migliaia di nuovi satelliti, mandare una marea di pubblicità, coinvolgere i politici, trattare con leggerezza o volutamente ignorare gli studi sulla salute, mentire nei progetti dei nuovi dispositivi installando dispositivi nascosti e miniaturizzati dentro di essi (la dottoressa Shoshana Zuboff ha fatto uno splendido studio su questo), inondare il mercato di suddetti dispositivi, stanziare miliardi e spenderli tutti, stanziare altri miliardi e spenderli tutti, corrompere, avere gente nei posti chiave delle autorità di controllo preposte a proteggere il pubblico… è veramente uno sforzo MASTODONTICO per avere i telefonini che vanno più veloce o per fare in modo che il frigo ordini da solo la birra quando sta per finire!

Corbett si focalizza poco sull’aspetto della salute, lui si preoccupa molto di più di ciò che riguarda sia le libertà individuali che la semplice privacy. Tutti i dati raccolti da questi oggetti smart, se usati impropriamente possono diventare letteralmente un incubo distopico per le persone. L’aspetto della salute non va sottovalutato, ma se in futuro queste compagnie ed entità che stanno spingendo per questo, riusciranno a rendere questa tecnologia innocua per quanto riguarda la salute, non ci sarà più alcuna scusa per non fare un uso selvaggio di essa che avvantaggierà solo coloro che sono al potere.

Le persone crederanno di usare queste tecnologie ma sarà l’esatto contrario, queste tecnologie sfrutteranno le persone come risorse. Ma poniamoci anche un’altra domanda: coloro che possiedono oggi queste tecnologie sono davvero meritevoli della nostra fiducia?

Crediamo davvero che Google o Facebook o qualunque società di comunicazione, applichi alcuna etica nelle loro politiche aziendali? Sono compagnie private che (per statuto) vogliono 2 cose: tendere al monopolio sul mercato e fare soldi.

Questo è troppo potere persino nelle mani delle entità pubbliche statali, che in tanti esempi nella storia hanno abusato del proprio potere a discapito del popolo. Figuriamoci se in mano di compagnie private il cui unico scopo è soffocare la concorrenza e riempirsi le tasche. Non credo sia complottismo avere sfiducia di queste entità sia statali che private, ritengo sia molto ingenuo ed incosciente pensare il contrario, historia docet.

La previsione di Corbett è che se questa tecnologia sarà implementata, funzionerà esattamente come una rete da pesca che intrappola le sue prede mentre viene trascinata in mare. In lingua Italiana ho pensato che la “Gabbia”, che si chiude sulla sua preda, fosse una figura retorica equivalente e della stessa efficacia.

Ricordate che la preda viene sempre attratta dentro la gabbia da luci e suoni magici… e bellissimi… e che la preda siamo noi.

Buona Visione.

FONTE

Pubblicato su: https://www.nogeoingegneria.com/

®wld

IA L’intelligenza Artificiale – non c’è modo di controllarla

Foto di Gerd Altmann da Pixabay

Non si ferma l’IA? Gli scienziati concludono che non ci sarebbe modo di controllare macchine super intelligenti

BERLINO, Germania –  Dalle auto a guida autonoma ai computer in grado di vincere i giochi, gli esseri umani hanno una naturale curiosità e interesse per l’intelligenza artificiale (AI). Mentre gli scienziati continuano a rendere le macchine più intelligenti e intelligenti, tuttavia, alcuni si chiedono “cosa succede quando i computer diventano troppo intelligenti per il loro bene?” Da “The Matrix” a “The Terminator”, l’industria dell’intrattenimento ha già iniziato a riflettere se i futuri robot un giorno minacceranno la razza umana. Ora, un nuovo studio conclude che potrebbe non esserci alcun modo per fermare l’ascesa delle macchine. Un team internazionale afferma che gli esseri umani non sarebbero in grado di impedire che la super intelligenza artificiale faccia quello che vuole.

Gli scienziati del Center for Humans and Machines del Max Planck Institute hanno iniziato a immaginare come sarebbe una macchina del genere. Immagina un programma di intelligenza artificiale con un’intelligenza di gran lunga superiore a quella umana. Tanto che potrebbe imparare da solo senza una nuova programmazione. Se fosse connesso a Internet, i ricercatori affermano che l’IA avrebbe accesso a tutti i dati dell’umanità e potrebbe persino prendere il controllo di altre macchine in tutto il mondo.

Gli autori dello studio si chiedono cosa farebbe una simile intelligenza con tutto quel potere? Funzionerebbe per migliorare tutte le nostre vite? Dedicerebbe la sua potenza di elaborazione alla risoluzione di problemi come il cambiamento climatico? Oppure la macchina cercherebbe di impossessarsi delle vite dei suoi vicini umani?

Controllare l’incontrollabile? I pericoli della super intelligenza artificiale

Sia i programmatori di computer che i filosofi hanno studiato se c’è un modo per impedire a un’IA super intelligente di accendere potenzialmente i suoi creatori umani; assicurando che i computer futuri non possano causare danni ai loro proprietari. Il nuovo studio rivela, sfortunatamente, che sembra essere praticamente impossibile mantenere in linea un’IA super intelligente.

“Una macchina super intelligente che controlla il mondo sembra fantascienza. Ma esistono già macchine che eseguono determinati compiti importanti in modo indipendente senza che i programmatori comprendano appieno come l’hanno imparato. Sorge quindi la domanda se questo potrebbe a un certo punto diventare incontrollabile e pericoloso per l’umanità”, dice il coautore dello studio Manuel Cebrian, leader del Digital Mobilization Group presso il Center for Humans and Machines, in un comunicato universitario.

Il team internazionale ha esaminato due diversi modi per controllare l’intelligenza artificiale. Il primo ha frenato il potere della superintelligenza murandola e impedendole di connettersi a Internet. Inoltre, non poteva connettersi ad altri dispositivi tecnici nel mondo esterno. Il problema con questo piano è abbastanza ovvio; un computer del genere non sarebbe in grado di fare molto per aiutare effettivamente gli esseri umani.

Essere gentili con gli umani non calcola

La seconda opzione si è concentrata sulla creazione di un algoritmo che fornisse principi etici al supercomputer. Si spera che ciò costringa l’IA a considerare i migliori interessi dell’umanità.

Lo studio ha creato un algoritmo di contenimento teorico che impedirebbe all’IA di danneggiare le persone in qualsiasi circostanza. Nelle simulazioni, l’IA smetterebbe di funzionare se i ricercatori considerassero le sue azioni dannose. Nonostante impedisca all’intelligenza artificiale di raggiungere il dominio del mondo, gli autori dello studio affermano che questo semplicemente non funzionerebbe nel mondo reale.

“Se si scompone il problema in regole di base dell’informatica teorica , si scopre che un algoritmo che comanderebbe a un’intelligenza artificiale di non distruggere il mondo potrebbe inavvertitamente interrompere le proprie operazioni. Se ciò accadesse, non sapresti se l’algoritmo di contenimento sta ancora analizzando la minaccia o se si è fermato per contenere l’IA dannosa. In effetti, questo rende inutilizzabile l’algoritmo di contenimento”, afferma Iyad Rahwan, Direttore del Center for Humans and Machines.

Lo studio conclude che contenere l’intelligenza artificiale è un problema incomprensibile. Nessun singolo programma per computer può trovare un modo infallibile per impedire che l’intelligenza artificiale agisca in modo dannoso se lo desidera. I ricercatori aggiungono che gli esseri umani potrebbero non rendersi nemmeno conto di quando le macchine super intelligenti arriveranno effettivamente nel mondo tecnologico. Quindi sono già qui?

Lo studio appare nel Journal of Artificial Intelligence Research.

Fonte: https://www.studyfinds.org/no-way-to-control-super-artificial-intelligence-ai/

®wld

L’Agenda di Davos 25-29-gennaio

Great Reset New World Order Wef

La data di lancio ufficiale di The Great Reset è il 25-29 gennaio a Davos, in Svizzera

di Silviu “Silview” Costinescu

Il World Economic Forum ha appena pubblicato quello che può essere chiamato solo il volantino ufficiale per il prossimo incontro di Davos 2021 dei leader del World Economic Forum, le menti dietro The Great Reset.

L’Agenda di Davos segnerà anche il lancio dell’Iniziativa Great Reset del Forum Economico Mondiale e inizierà la preparazione della Riunione Annuale Speciale in primavera.

Ogni giorno si concentrerà su uno dei cinque domini della Great Reset Initiative:

Lunedì 25 gennaio: Discorsi speciali, pannelli di leadership e sessioni di impatto sulla progettazione di sistemi economici coesi, sostenibili e resilienti

Martedì 26 gennaio: indirizzi speciali, pannelli di leadership e sessioni sull’impatto per promuovere la trasformazione e la crescita responsabili del settore

Mercoledì 27 gennaio: Discorsi speciali, gruppi di leadership e sessioni sull’impatto sul miglioramento della gestione dei nostri beni comuni globali

Giovedì 28 gennaio: indirizzi speciali, pannelli di leadership e sessioni di impatto sullo sfruttamento delle tecnologie della quarta rivoluzione industriale

Venerdì 29 gennaio: Discorsi speciali, gruppi di leadership e sessioni di impatto sull’avanzamento della
cooperazione globale e regionale

 

L’Agenda di Davos includerà:

– Capi di Stato e di governo del G20 e di organizzazioni internazionali che danno discorsi speciali sullo stato del mondo, oltre a dialogare con leader aziendali di tutto il mondo

– Leader del settore e personalità pubbliche che discutono in panel di leadership su come far avanzare e accelerare la collaborazione pubblico-privato su questioni critiche come la vaccinazione COVID-19, la creazione di posti di lavoro e il cambiamento climatico, tra gli altri

– Le comunità principali del Forum, compreso il suo International Business Council, condividono le loro intuizioni e raccomandazioni da iniziative globali, regionali e industriali in sessioni di impatto.

L’Agenda di Davos mira a informare il pubblico globale e gli oltre 25.000.000 di follower sui social media del Forum sulle questioni chiave che plasmano l’anno a venire.

Coinvolgerà anche oltre 430 città in 150 paesi che ospitano Global Shapers, una rete di giovani che promuove il dialogo, l’azione e il cambiamento.

Oltre 20.000 membri di TopLink, la nostra piattaforma di interazione digitale, e oltre 400.000 abbonati a Strategic Intelligence, la nostra app per la conoscenza leader a livello mondiale, saranno attivi anche online durante il programma della settimana.

Le sessioni live inizieranno ogni giorno dalle 08:00 alle 19:00 Central European Time (CET).

La scorsa estate, il WEF ha annunciato il raduno annuale dei ricchi e potenti sulle montagne svizzere, che sarà ritardato il prossimo anno a causa dell’impatto in corso della pandemia COVID-19.

Il World Economic Forum (WEF) ha dichiarato in una dichiarazione che il suo incontro annuale, come è ufficialmente noto a Davos, sarebbe stato ritardato fino all’estate 2021. L’evento avrebbe dovuto svolgersi a gennaio.

“La decisione non è stata presa facilmente, poiché la necessità che i leader mondiali si uniscano per progettare un percorso di recupero comune e dare forma al ‘Great Reset’ nell’era post-COVID-19 è così urgente”, Adrian Monck, amministratore delegato di public impegno al World Economic Forum, ha detto in una dichiarazione inviata ai media.

“Tuttavia, il consiglio degli esperti è che non possiamo farlo in sicurezza a gennaio”.

Da leggere sull’argomento: spiegazione molto dettagliata del grande ripristino e del nuovo ordine mondiale

Al contrario, il World Economic Forum terrà questo evento digitale di “alto livello”. I dettagli dell’evento riprogrammato saranno confermati “non appena ci sarà assicurato che tutte le condizioni sono soddisfatte per garantire la salute e la sicurezza dei nostri partecipanti e della comunità ospitante”, ha detto Monck.

Tra i partecipanti del 2020 c’erano Bill Gates, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, il CEO di Google Sundar Pichai, il capo della Banca centrale europea Christine Lagarde, la cancelliera tedesca Angela Merkel e la giovane attivista per il clima Greta Thunberg.

Fonte: https://humansarefree.com/

®wld

Catherine Austin Fitts conferma gli obiettivi della tecnocrazia e del transumanesimo

In una spettacolare intervista che ha raccolto oltre 2,2 milioni di visualizzazioni nelle prime 2 settimane dalla pubblicazione, Catherine Austin Fitts espone il piano generale globale per la tecnocrazia, il transumanesimo e il controllo totale sull’umanità. Questo è un video imperdibile.

nda, corsivo mio: abilita i sottotitoli in italiano, ti potrebbe interessare per comprendere quello che sta succedendo anche in Italia. L’ipotesi transumanista non è così peregrina. Tutto questo sta già succedendo, nell’ignavia e apatia della popolazione mondiale, terrorizzata dalla paura.

Fitts è stato assistente segretario statunitense per l’edilizia abitativa e lo sviluppo urbano durante l’amministrazione George HW Bush e amministratore delegato di un’importante società di investment banking, Dillon, Read & Co.

In Tecnocrazia con Patrick M. Wood sul suo sito web Solari Report, ha scritto:

La tecnocrazia è un sistema globale progettato per implementare la gestione e il controllo delle risorse centrali attraverso la microgestione basata su regole. La crescita della tecnocrazia è resa possibile dai sistemi e dal software digitali, dall’intelligenza artificiale e dallo “specchio unidirezionale” gestito attraverso la sorveglianza 24 ore su 24, 7 giorni su 7 da agenzie di intelligence e di controllo, finanziate dai nostri dollari di tasse.

La bellezza della tecnocrazia è che può essere integrata in un’ampia varietà di sistemi politici e aziendali. Mentre gli Stati Uniti promuovono la nozione di mercato e processo democratico, i nostri sistemi possono essere convertiti in tecnocrazia con l’integrazione di un flusso infinito di regole e algoritmi governativi, bancari e aziendali che gestiscono e controllano la nostra vita quotidiana e le nostre infrastrutture. Lo stesso processo si sta sviluppando nel sistema monopartitico cinese e anche attraverso una regolamentazione sconvolgente da parte di più governi di coalizione e istituzioni dell’Unione europea.

Vedere e documentare questo processo è impegnativo. Richiede l’integrazione di operazioni complesse in molte industrie e governi diversi, ed è protetto dalla straordinaria segretezza concessa al complesso militare-industriale e alle banche centrali.

Ecco una breve clip da quell’intervista:

*****************************************

Il Grande Rigetto … del Grande Ripristino

Immagine: Pixabay

di Julian Rose dal Sito Web JulianRose traduzione di Nicoletta Marino Versione originale in inglese

Julian Rose è uno dei primi pionieri dell’agricoltura biologica nel Regno Unito, scrittore, attivista internazionale, imprenditore e insegnante olistico.

Il suo ultimo libro “Overcoming the Robotic Mind – Why Humanity Must Come Through” è particolarmente consigliato per questi tempi.

Noi Siamo il Potere

Il mondo che Klaus Schwab, direttore esecutivo del World Economic Forum (WEF), vuole che noi trasmettiamo è un incubo distopico al 100%.

In effetti, se si dovesse scrivere una sceneggiatura di un film sul peggiore di tutti i risultati per la razza umana e il pianeta, il sogno del “Grande ripristino” di Schwab combacerebbe bene.

Il Libro Bianco del WEF di ottobre 2020 proclama che tutto ciò che si muove e respira deve essere igienizzato, anestetizzato e digitalizzato.

Secondo Schwab e il suo team di troll tecnocratici, questo è il modo per trasformare il mondo in “Green”.

Bene, la maggior parte di noi diventerà green solo leggendo questo piano generale del WEF per l’umanità “Ripristinare il futuro dell’agenda del lavoro in un mondo post Covid“, quindi non c’è davvero bisogno di preoccuparsi della sua realizzazione, vero?

L’inventario di false “green hooey” che si trova all’interno delle pagine di questo giornale, risale al Club of Rome (fondato nel 1968) che ebbe l’idea per far sì che l’élite potesse mantenere la presa sugli affari mondiali, era necessaria qualche storia spaventosa che minacciasse la fine della vita sulla Terra.

Quindi l’idea del riscaldamento globale è nata per soddisfare questa esigenza.

Aveva anche il vantaggio di essere la strada per far denaro grazie all’invenzione delle “tasse sul carbonio” e allo sviluppo di un’intera nuova infrastruttura verde falsa con il titolo “La quarta rivoluzione industriale“.

Sì, è stato messo insieme un pacchetto di controllo davvero stimolante, aspettando solo il momento adatto per essere lanciato in tutto il mondo.

Bene, è appena successo che qualcosa chiamato ‘Covid’ è arrivato (pura coincidenza) per dare il via all’intero spettacolo all’inizio del 2020.

A parte il riscaldamento globale, lanciato una ventina di anni prima, il nuovo spettacolo si sta rivelando uno spettacolo!

C’è qualcosa per tutti nella tragicommedia drammatica chiamata ‘Covid-19’…

Notizie false, opinioni false e verità false:

il tutto si unisce per creare una saga di realtà virtuale mozzafiato con protagonisti alcuni attori in parte poco conosciuti, che hanno colto al volo l’opportunità di assumere ruoli da protagonista nel riportare in vita la dinastia tecnocratica del Grande Ripristino promessa dal Forum economico mondiale.

Una dinastia che richiede l’implementazione dei ritmi Al-Gore altamente sintonizzati in modo da modificare le comunicazioni di tutti coloro che non eseguono i ritmi-Al-Gore.

Non solo, ma anche il fatto che i campi elettromagnetici siano un modo nascosto per ridurre notevolmente la popolazione globale, è anche una parte vitale della combinazione.

L’unica cosa è che quei medici, scienziati e ingegneri ancora in grado di pensare, videro immediatamente che gli era chiesto di credere che il mondo fosse di nuovo piatto, come se fossismo prima di Copernico e Galileo.

E quel 2 + 1 = 4…

E quella radiazione a microonde del telefono cellulare, che ora funziona decine di migliaia di volte come quella della radiazione naturale, non cambia nulla e non farà del male a nessuno.

No, certo che no, perché dovrebbe – dobbiamo aver avuto un momento più delirante che mai, fermandoci su un’idea del genere.

Mentre scrutiamo i titoli dei giornali ogni mattina, ci rendiamo conto che una trama molto ben coordinata viene ripetuta in modo monotono giorno dopo giorno, con quasi nessuna variazione ovunque ci troviamo nel mondo, ma soprattutto in Europa, Nord America, Australia e Nuova Zelanda.

Nessuna sorpresa quando solo sei società possiedono il 90% dei media mondiali.

Questi titoli ci dicono continuamente di credere in un’agenda surreale che – ovviamente – recita ‘Covid’ e comprende tutta una serie di contraddizioni assolute, inventate, senza dubbio, allo scopo di causare distrazioni di massa e confusione nei lettori – mentre premono inesorabilmente il pulsante della paura per garantire l’obbedienza da parte di un pubblico semi-paralizzato.

Ma,

Cos’è questo che vediamo emergere dall’oscurità a quest’undicesima ora?

Potrebbe essere un nuovo eroe che sta emergendo dal caos per mettere a riposo le nostre menti?

Potrebbe essere un Klaus Schwab… “straordinario visionario” e ispirato salvatore dell’umanità?

Herr Schwab è stato ora affiancato da una persona non da meno, il Principe Carlo, per convincere i ritardatari del Ripristino ed “usano tutte le leve a disposizione” per garantire che il fascismo eco-corporativo espropri le piccole e medie imprese dei loro terreni commerciali conquistati a fatica, mentre contemporaneamente sconfigge noi con un muro di microonde 5G.

Apparentemente il Green New Deal vede il 5G come la soluzione per rendere operativa una “rete intelligente” centralizzata in modo da permetterci di essere “osservati” 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Questo, si presume, sia per aiutarci a ottenere quella calda sensazione di “non sei mai solo”.

Quella sensazione di calore sarà accentuata dal fatto che il 5G, come i suoi predecessori 3 e 4G, è un’arma a microonde che ci cucina dall’interno e ci serve crudi, a media cottura o ben cotti, a seconda della sua produzione.

“Molto bene!” è la risposta che Schwab e il suo royal team si aspettano senza dubbio che noi proclamiamo mentre applaudiamo a gran voce al lancio dell’Agenda 2030:

…per un futuro fascista completo.

Mi dispiace, Mein Herr, ma ho la strana sensazione che tu possa aver sbagliato tutto…

La tua megalomania è stata riconosciuta per quello che è.

Di conseguenza, la maggior parte di noi ha deciso di mostrarvi due dita e la strada per la porta.

La tua partenza non dovrebbe essere ritardata di un giorno in più del necessario.

Non preoccuparti, ti abbiamo semplificato il congedo assicurandoti che sulla porta di uscita ci siano queste parole scritte in grande:

‘IL GRANDE RIFIUTO‘…

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/ciencia3/ciencia_conscioussociopol635.htm

®wld

RECOVERY … TACHIONICO

Di: Dottor Roberto Slaviero – 11.12.20

La banda dei criminali al governo in Europa, prende per i fondelli la popolazione, con la scusa dell’emergenza corona.

Delle centinaia di miliardi stanziati col RecoveryFound, mi pare solo 9 vadano al settore sanitario, circa 15 ai diritti per la parità del “genere” e quasi 70 per la riconversione ambientale!

Ma ..ma ..ma…

e la gente gira ancora mascherata. Il comparto turistico – commerciale sta fallendo, l’impoverimento delle piccole imprese sarà drammatico e quella banda di non eletti del Consiglio Europeo stanzia fondi per tutt’altre cose?

Il governo italiano approva la richiesta di finanziamento del Mes, oltre 30 miliardi, per finanziarsi da un’Organizzazione privata, con sede in Luxemburgo, non perseguibile per nessuna ragione.

https://it.wikipedia.org/wiki/Meccanismo_europeo_di_stabilit%C3%A0

Usura totale!

Non potevamo stampare un po’ di titoli di Stato?

Lasciamo perdere, lo schifo è sempre più disgustoso.

La partecipazione al Mes venne approvato dal governo Berlusconi nel 2011; sono tutti uguali, lo avrete capito, lo spero!

Mortalità della famosa Pandemia nel mondo pari allo 0,02 % o meno!

Su quasi 8 miliardi di persone, lo 0,02%, corrisponde a 1 milione e 600mila persone…e attenzione, dichiarati morti causa Covid praticamente tutti i decessi con 3 o più patologie croniche, una truffa mondiale sui numeri reali.

E la gente gira mascherata

E la gente soffre di disturbi psichiatrici.

E molti si sono suicidati.

E nelle scuole devono usare maschere

E c’è il coprifuoco

E bar e ristoranti devono chiudere alle 18

Ci hanno tolto la libertà di movimento

E le vacanze natalizie sono disintegrate

E la gente gira mascherata da sola in auto.

E la gente gira in maschera all’aperto.

E la gente non osa più toccare oggetti per paura del virus.

E la gente, terrorizzata dalla morte, (e molta per le multe), obbedisce.

Cosa sta succedendo?

Il mondo Tachionico, il mondo eterico, il mondo fino, non materiale, il mondo della Creazione, E’ STATO DISCONNESSO DALLA PSICHE E MATERIA TERRESTRE UMANA!

Come ci sono riusciti?

Con la negazione della Creazione.

Con la teoria del Big Bang.

Con il Darwinismo.

Con il Malthusianismo

E negli ultimi decenni?

Con la tecnologia principalmente SMART.

Con la connessione tossica in rete di miliardi di persone.

Con l’emissione di onde elettromagnetiche dannose per la salute, non ultime le frequenze sulle bande di Giga Hz, dette di 5 generazione.

Le persone hanno perso la capacità di intendere e di volere, il senso critico.

I tachioni, sono particelle che viaggiano più veloci della luce, probabilmente rappresentano l’Etere, la Creazione, che quando ha pensato, ha già creato.

Non c’e spazio o tempo che possano limitarle.

“La maggior parte delle persone crede che il tempo scorra, in realtà esso sta sempre là, dov’è “ Maestro Zen, Dodgen

La scienza “ufficiale” dice che non esistono, sono immaginarie, e la stessa scienza però, riconosce la Teoria della Relatività.

La Relatività va bene … perché Albert era un simpaticone, il resto decidiamo noi, quel che esiste e non esiste.

Infatti, loro, i satanisti materialisti, attraverso i falsi divulgatori scientifici, fanno il lavaggio del cervello agli umani.

Basta accendere la Tv o leggere i giornali da marzo in qua e …

E’ sempre la stessa banda, è sempre la stessa cupola satanica, contraria alla Creazione!

Negli anni passati, non venivano comunicati dai media le morti  causa virus influenzali, oggi, ogni giorno sgranocchiano la mortalità causa virosi, come prima notizia ed i numeri battono nelle menti delle persone; numeri assolutamente discutibili, come già sappiamo.

Solo una riconnessione al mondo tachionico, potrà liberare le menti imprigionate.

E il vaccino? Quale?

Ce ne sono parecchi in giro e già pare comincino a dare qualche problemuccio, ed è solo l’inizio.

Non è consigliato a soggetti allergici, in gravidanza e allattamento. Scusate, ma chi al giorno d’oggi non è allergico a qualcosa?

Comunque è bene che chi è convinto sulla Panacea di tutti i mali, lo faccia quanto prima.

E’ inutile creare polemiche o cercare di avvisare le persone sugli eventuali effetti collaterali, anche gravi: si va ad agire infatti, sulle Eliche della Creazione degli Acidi Nucleici, si vogliono stimolare produzioni di proteine simil corona…

Non sono più i vecchi vaccini di virus isolati e depotenziati.

Tra l’altro, si sa che del Covid, sono state determinate alcune parti sequenziali, ma non tutta la struttura, capside compreso.

E i virus si modificano velocemente…

Ma se tanti pensano che la tecnologia odierna sia in grado di farlo, avanti signori:

nel frattempo, i governi stanno stanziando milioni per le cause da danni da vaccino!

Il Recovery, ovvero il Recupero, avverrà in modo repentino e catastrofico; non penserete mica che la dimensione Tachionica cammini dolcemente, come sulle uova, quando arriva l’ora!

Quando arriverà il momento, dopo i continuati e perseverati stupri dei potenti sulle masse, il vero Reset giungerà: forse, verranno utilizzati inizialmente gli stessi umani attraverso rivolte, guerre e distruzioni repentine, come nel recente passato: I e II guerra, Rivoluzione bolscevica, Corea e Vietnam, Cambogia di Pol Pot etc.

Ma credo che stavolta, eventi geologici più marcati, sicuramente accompagneranno ed accelereranno l’auto distruzione umana; sempre fu cosi.

D’altra parte, vedere molti umani ridotti ad idioti lobotomizzati, non è un bel risultato per chi ci ha creati e ci ha visti soccombere al Malvagio, in sottomissione completa.

La biologia continuerà comunque a svolgere il suo lavoro di incessante produzione artistica  genetica, sperando in un risultato migliore nei prossimi secoli per il genere umano.

Pessimismo il mio? Magari!

Solo un analisi asettica e non emotiva, della situazione odierna. Logicamente il mio istinto battagliero, mi farà continuare la battaglia per un parziale ripristino della “normalità“, ma i dubbi sono molti ed in molti vedo, manca coraggio e fermezza.

Poi è pieno di traditori e spioni: loro sono i più schifosi di tutti!

E tra l’altro oggi, molti di essi siedono nel Parlamento e nel Governo italico:

sguinzagliano poi i loro delatori in giro a rompere le palle ai normali cittadini…fanno schifo profondo, persone senza alcuna dignità umana!

A quando gli eventi ?

L’agenda ONU, parla del loro fottuto grande reset entro il 2030, ma il vero Grande Reset arriverà prima, statene certi; i luridi cultori e promotori del Transumanesimo, non ce la faranno. Probabilmente riusciranno a distruggere e mandare in malora ed in povertà milioni e milioni di persone, questo sta già avvenendo!

Ma…il “Veloce” (Tachione) esiste, crea e … ritorna nel tempo, anzi aleggia nel presente, passato e futuro…

“e lo spirito di Dio aleggiava sulle acque“

Genesi I,2

https://it.wikipedia.org/wiki/Tachione

Immaginazione? Si!

Istinto ed immaginazione sono la salvezza e la vera realtà!

Fonte: http://olisticoaltapusteria.com/

®wld