La geoingegneria non dovrebbe essere rapidamente liquidata come teoria della cospirazione

 

La geoingegneria rilascia nell’aria alte concentrazioni di alluminio TOSSICO, provocando un aumento delle malattie neurodegenerative

(Natural News) La geoingegneria, nota anche come ingegneria climatica, è un argomento controverso. Anche se molte persone lo liquidano come nient’altro che una teoria della cospirazione, ci sono molti altri che insistono con veemenza sul fatto che le organizzazioni governative e di altro tipo siano attivamente coinvolte nei tentativi di manipolare il tempo. La maggior parte di questi esperimenti, dicono, sono diretti a invertire gli effetti del cosiddetto cambiamento climatico, mentre alcune agenzie hanno ragioni più sinistre per voler manipolare il tempo, compreso il desiderio di controllare la ionosfera – e quindi le comunicazioni radio – per i scopi militari.

Negli ultimi anni, sono aumentate le prove che forse la geoingegneria non dovrebbe essere rapidamente liquidata come teoria della cospirazione. Sono emersi rapporti che suggeriscono che una maggiore quantità di alluminio viene rilevata nelle precipitazioni. Se questo metallo pesante è presente sotto la pioggia, è certamente presente in grandi quantità nell’aria. Questo è perfettamente in linea con la teoria della geoingegneria, che afferma che l’alluminio viene spruzzato nell’atmosfera come un modo per controllare la pioggia.

Forse la prova più schiacciante a sostegno della teoria della geoingegneria, tuttavia, è il massiccio aumento delle malattie neurodegenerative negli ultimi anni. Secondo l’Alzheimer’s Association, il numero di persone che muoiono di Alzheimer è aumentato del sorprendente 145 percento dal 2000. Questo è significativo, perché gli scienziati hanno avvertito da tempo che l’uso dell’alluminio per scopi di geoingegneria causerebbe un picco nel numero di persone con malattie neurodegenerative. (Correlato: i media delle notizie false americane affermano che la geoingegneria è una “teoria della cospirazione” mentre Cina e Russia collaborano per “modificare l’atmosfera”).

Gli scienziati hanno avvertito di questo per anni

Come riportato da Waking Times (WT), documenti governativi declassificati risalenti agli anni ’70 confermano che i programmi scientifici finanziati a livello federale sono stati attivamente coinvolti in studi dedicati alla manipolazione del tempo. E questi programmi sono stati probabilmente intensificati con l’aumento dell’isteria sul riscaldamento globale. (Correlato: l’alluminio nanodetrato viene spruzzato nell’atmosfera, causando malattie degenerative, afferma il neurochirurgo).

Questo conferma ciò che gli scienziati hanno detto per anni. Waking Times ha riportato:

Nel 2014, una troupe televisiva della CBS ha intervistato il fisico Dr. Michio Kaku. Nell’intervista, il dott. Kaku ha rivelato che gli scienziati stavano conducendo esperimenti di modifica delle condizioni meteorologiche su larga scala che includevano la sparatoria di laser e nanoparticelle nel cielo.

Affermazioni come questa sono state supportate da prove scientifiche, come ulteriormente sottolineato da WT:

[Uno] studio scientifico all’avanguardia condotto dal dott. Marvin Herndon, un chimico nucleare e geochimico, ha trovato “prove di attività di geoingegneria che si sono verificate per almeno 15 anni … l’attività di geoingegneria tramite aerei cisterna-jet rappresenta un non naturale, sostanza tossica nell’atmosfera terrestre “che provoca il rilascio di grandi quantità di nanoparticelle di alluminio.

Perché l’esposizione all’alluminio atmosferico è più pericolosa

Mentre è vero che gli esseri umani sono esposti a grandi quantità di alluminio su base giornaliera attraverso il cibo che mangiamo, l’acqua che beviamo e i farmaci che assumiamo, come spiegato da WT, il corpo assorbe solo circa lo 0,3 per cento di questo alluminio a causa di protezione fornita dal tratto intestinale.

L’alluminio atmosferico, tuttavia, è molto più pericoloso:

Quando inalato, l’alluminio atmosferico bypassa i polmoni e ha accesso diretto al flusso sanguigno. Da qui può circolare attraverso il corpo e causare una quantità significativa di danni. Questo include il cancro del polmone, danni ai reni, deformità ossee, convulsioni e ansia.
C’è anche una grande quantità di ricerche che rivelano che l’esposizione dell’alluminio può aumentare il rischio di diverse malattie del cervello, incluso l’Alzheimer. Questo è il motivo per cui il dott. Herndon ha proposto che la geoingegneria sia responsabile della diffusione di malattie neurologiche in tutto il mondo.


Quel 145 percento di aumento nella morte di Alzheimer assume un significato nuovo e inquietante se osservato in armonia con questo tipo di informazioni. Sfortunatamente, è quasi impossibile evitare l’esposizione all’alluminio atmosferico, sottolineando l’importanza di cercare di disintossicarsi dai metalli pesanti su base regolare.

Maggiori informazioni su Geoengineering.news.

Le fonti per questo articolo includono:

WakingTimes.com

Alz.org 

HealthImpactNews.com 

SCMP.com 

Fonte: https://www.naturalnews.com/

®wld