Crea sito

L’Internet tecnocratica della cose

 

WI-FI globale 5G: non crederai a quello che hanno pianificato per l’umanità – Con David Icke 

Dalla stampa per la verità

Un sistema globale 5G è attualmente in fase di implementazione e nessuno sembra preoccuparsene. Come i porcellini d’India in un esperimento, stiamo per essere portati in una strada di incertezza che non solo influirà sulla nostra salute e sulla nostra privacy, ma soprattutto cambierà ciò che significa essere umani per tutti coloro che entrano in contatto con essa.

In questo video Dan Dicks di Press For Truth parla con David Icke dell’autore e presentatore di questo sistema globale 5G, quali sono i problemi di salute e privacy e, ancora più importante, in che modo intendono usarlo per manipolare i nostri stessi pensieri ed emozioni come uomo e la macchina si fonde lentamente in una zuppa tossica di transumanesimo.

Fonte: https://www.activistpost.com/

********************************* 

5G: effetti nocivi di una nuova tecnologia

di Jon Rappoport

* Vedi “5G Radiation Dangers-11 Motivi per cui preoccuparsi”, di Lloyd Burrell (twitter), su electricsense.com. Vale la pena leggere.

* Naturalmente, leggi il classico istantaneo di Patrick Wood (twitter), Technocracy Rising, che spiega l’agenda nascosta del Globalismo nel 21° secolo. Il blog di Patrick è qui.

“Insieme al 5G arriva un’altra cosa: Internet of Things. Se la guardi … il livello di radiazione aumenterà enormemente eppure l’industria ne è molto entusiasta … proiettano il business 5G / IoT in un business da 7 trilioni di dollari.” – Prof. Girish Kumar, Professore presso il Dipartimento di Ingegneria Elettrica presso IIT Bombay

Il 5G, l’ultimo e il più grande metodo di trasmissione wireless più veloce, sta arrivando con una tempesta.

I governi lo stanno promuovendo come se il futuro dell’umanità dipendesse da esso. Deve essere implementato.

Quando i governi e le multinazionali vedono la luce del giorno tecnologico su per la strada – e un sacco di soldi – corrono verso di essa uniti al fianco. Le conseguenze sono dannate.

E ora, 5G.

Voglio 5G, e anche 6G, la tecnologia negli Stati Uniti il ​​più presto possibile. È molto più potente, più veloce e più intelligente dello standard attuale. Le aziende americane devono intensificare i loro sforzi o rimanere indietro. Non c’è motivo per cui dovremmo essere in ritardo su ………

– Donald J. Trump (@realDonaldTrump) 21 febbraio 2019

… Qualcosa che è così ovviamente il futuro. Voglio che gli Stati Uniti vincano attraverso la competizione, non bloccando le tecnologie attualmente più avanzate. Dobbiamo essere sempre i leader in tutto ciò che facciamo, specialmente quando si tratta del mondo della tecnologia molto eccitante!

– Donald J. Trump (@realDonaldTrump) 21 febbraio 2019

Alcune delle molte aziende coinvolte includono Samsung, Intel, Qualcomm, Nokia, Huawei, Ericsson, ZTE. Questa è un’operazione globale e molti governi stanno appoggiando la spinta.

E il consumatore cosa ottiene? La capacità di guardare le repliche di Law & Order che sta già guardando? La sua attuale ricezione TV non è abbastanza buona? Gli elettrodomestici nella sua casa saranno tutti collegati a Internet e parlano tra loro e spiano su di lui e registrano il suo consumo di energia, in congiunzione con contatori intelligenti, per il bene più grande.

In qualche modo, hai davvero bisogno del tuo tostapane connesso a Internet? Lo vuoi? Non puoi andare d’accordo senza quello?

SENZA DUBBIO, UNA PARTE CHIAVE DEL PROGRAMMA 5G LO È, NELL’EVENTUALITA’, LO SONO NUMEROSE AUTOVETTURE SULLE STRADE DI TUTTO IL MONDO. Questo è il piano. Le auto sono collegate e parlano tra loro. Gli umani non hanno alcun ruolo in questo. L’Internet of Things tecnocratica decide come, in qualsiasi momento, regolare i flussi di traffico. Gli umani imparano a essere passivi.

E CON L’INTERNET DELLE COSE, L’ELITE TECNOCRATICA POTRÀ INSTALLARE QUOTE E SOFFITTI PER L’USO ENERGETICO PER OGNI PERSONA ED ESERCITARE IL CONTROLLO TOP-DOWN SUL PIANETA.

“Sig. Jones, questa è la voce della tua casa che parla. Hai raggiunto il limite assegnato del tuo consumo di energia per il mese. Cerca di andare avanti senza energia fino a quando il lotto del mese prossimo sarà online …”

Su electricsense.com (5/12/17), veniamo a conoscenza del presunto “upside” del 5G:

“5G e IoT [Internet of Things] promettono di connetterci nelle nostre case, scuole, luoghi di lavoro, città, parchi e spazi aperti a oltre un trilione di oggetti in tutto il mondo. Promette auto che si guidano da sole, lavatrici che ordinano detersivi e addolcitori e, naturalmente, download e streaming super veloci.”

“Secondo Fortune.com il 5G supporterà almeno 100 miliardi di dispositivi e sarà da 10 a 100 volte più veloce rispetto all’attuale tecnologia 4G. (4G era già circa 10 volte più veloce del 3G).”

“Porterà la velocità di download fino a 10 Gigabit al secondo. Ciò consentirebbe a un intero edificio di persone di inviarsi reciprocamente i dati in brevissimo tempo, migliorando così la produttività”.

Ora, electricsense.com ci porta nel disastro del 5G:

“5G utilizzerà celle di cellulari più piccole (e la tecnologia del beamforming) che rimescoleranno / decodificheranno e reindirizzerà pacchetti di dati su un percorso senza interferenze. Questo potrebbe significare antenne wireless su ogni lampione, palo, casa e lavoro in interi quartieri, di città in città.”

“Migliaia di studi collegano le esposizioni radiofoniche a radiofrequenza di basso livello a un lungo elenco di effetti biologici avversi, tra cui:

  • Le rotture DNA single e double strand
  • danno ossidativo
  • interruzione del metabolismo cellulare
  • aumento della permeabilità della barriera emato-encefalica
  • riduzione della melatonina
  • interruzione del metabolismo del glucosio cerebrale
  • generazione di proteine ​​da stress”

“Dato che il 5G è impostato per utilizzare le frequenze sopra e sotto le bande di frequenza esistenti, 5G si trova nel mezzo di tutto questo. Ma la tendenza (varia da paese a paese) è di utilizzare il 5G sulle bande di frequenza più alta. Il che porta le sue preoccupazioni particolari …”

“La più grande preoccupazione è come queste nuove lunghezze d’onda influenzeranno la pelle. Il corpo umano ha tra due milioni e quattro milioni di condotti del sudore. Il dott. Ben-Ishai della Hebrew University, Israele, spiega che i nostri dotti di sudore agiscono come “una schiera di antenne elicoidali esposte a queste lunghezze d’onda”, il che significa che diventiamo più conduttivi. Un recente studio di New York che ha sperimentato le onde a 60 GHz ha dichiarato che “le analisi della profondità di penetrazione mostrano che oltre il 90% della potenza trasmessa viene assorbita nell’epidermide e nello strato del derma”.

“Gli effetti delle MMW [onde millimetriche] studiati dal dott. Yael Stein dell’Università Ebraica si dice che causino anche dolore fisico agli umani mentre i nostri nocicettori si infiammano in riconoscimento dell’onda come stimoli dannosi. Quindi stiamo esaminando le possibilità di molte malattie della pelle e il cancro, nonché il dolore fisico alla nostra pelle.”

“Uno studio del 1994 ha rilevato che le radiazioni a microonde a basso livello di millimetro producevano l’opacità delle lenti oculari nei ratti, che è legata alla produzione di cataratta”.

“Un esperimento condotto dall’Istituto di ricerca medica dell’Università medica di Kanazawa ha scoperto che le antenne a onde millimetriche da 60 GHz possono causare lesioni termiche di diversi tipi di livelli. Gli effetti termici indotti dalle onde millimetriche possono apparentemente penetrare sotto la superficie dell’occhio.”

“Uno studio russo del 1992 ha rilevato che le frequenze comprese tra 53-78 GHz (quella che 5G propone di utilizzare) hanno influenzato la variabilità della frequenza cardiaca (un indicatore di stress) nei ratti. Un altro studio russo su rane la cui pelle è stata esposta a MMW ha rilevato variazioni della frequenza cardiaca (aritmie).”

“5G userà onde millimetriche pulsate per trasportare informazioni. Ma come sottolinea il Dr. Joel Moskowitz, la maggior parte degli studi 5G è fuorviante perché non pulsa le onde. Questo è importante perché la ricerca sulle microonde ci dice già come le onde pulsate hanno effetti biologici più profondi sul nostro corpo rispetto alle onde non pulsate. Precedenti studi, ad esempio, mostrano come le frequenze del polso delle frequenze portassero alla tossicità genetica e alla rottura del filamento di DNA”.

Questo è solo un esempio degli effetti disastrosi del 5G. C’è molto di più.

“AT & T ha annunciato la disponibilità del loro 5G Evolution ad Austin, in Texas. 5G Evolution consente agli utenti di Samsung S8 e S8 + di accedere a velocità più elevate. Questo fa parte del piano di AT & T per gettare le fondamenta 5G mentre gli standard sono in via di definizione. Questo dovrebbe accadere verso la fine del 2018. AT & T ha occhi in 19 aree metropolitane come Chicago, Los Angeles, Boston, Atlanta, San Francisco e così via. Indianapolis è sulla prossima pista 5G che arriverà in estate [2018]. “

È pieno di energia per il 5G sul pianeta Terra.

Profitti, controllo dall’alto verso il basso, nuova tecnologia: perché preoccuparsi di studi approfonditi sulla salute?

Una volta che gli effetti sulla popolazione prendono piede, i medici faranno diagnosi di MALATTIE che sembrano non avere nulla a che fare con il 5G. Lo chiameranno Sindrome da Stanchezza Cronica, o una varietà di disturbi del sangue, cercheranno IL VIRUS e svilupperanno nuovi farmaci …

Fonte: https://jonrappoport.wordpress.com/

®wld

Almanacco di febbraio 2019

 

Chi comanda davvero in Italia?

Di Massimo Bordin

Fa sempre una certa impressione scoprire che la maggior parte delle persone ignora che il potere non è più in mano della politica da almeno 50 anni. Alla televisione mantengono un alto gradimento i talk show dedicati alla politica e sui social rivoluzionari da tastiera i cyberutenti si massacrano a colpi di destra e sinistra, bianchi e neri, guelfi e ghibellini anche se sono categorie ormai svuotate completamente del loro significato e, come tali, inutilizzabili.

Eppure le informazioni sul vero potere ci sono. E sono abbondanti. E sono imbarazzanti, persino.

Visto che però la cosa passa in modo a quanto pare ancora confuso, proviamo a stilare un elenco dei veri poteri in Italia, senza tirare troppo in ballo Trilaterale e gruppo Bildelberg, che puzzano di complottismo. Continua QUI

***********************************

LA FABBRICA DI MIGRANTI CHE SALVINI NON TOCCHERA’ MAI (complici, killer, Bertrand Russell, Wikileaks).

Di Paolo Barnard

Il tasso di natalità africano è una macchina di disperazione e di morte di proporzioni infernali.

Non esiste guerra, sfruttamento neo-coloniale, franco CFA, o malapolitica africana che gli possa stare vicino come causa nella monumentale tragedia della loro povertà oggi. Oggi il vero anti-razzista e umanitarista deve guardare in faccia l’africano e l’africana e dirgli di smetterla di figliare come pazzi, e che, se continuano, allora che si prendano ampie responsabilità per disperazione, fuga e morte laggiù. Basta con la mentalità, quella sì razzista, che “ma poveracci non sanno… le donne non possono… vanno educati…”. No, non sono dei minorati incivili, sono come noi, hanno responsabilità e possono prendersele. Poi certo, non l’unica responsabilità, e nessun lettore qui usi queste righe per dire “ecco, cazzi loro, se lo meritano il barcone”.Continua QUI

***********************************

C’è qualcosa di terribilmente sbagliato nella Medicina Occidentale

Il New York Post ha pubblicato:

“Secondo una nuova ricerca la depressione dei medici sta diventando un problema enorme: quasi la metà di tutti i medici si sente completamente esaurita, al punto che un dottore su sette ha contemplato il suicidio.

Il rapportoannuale di Medscape, pubblicato a gennaio 2019, rileva che in media il 44% dei medici professionisti si sente stressato a tal punto che ha considerato di abbandonare completamente il settore.”

Wired Magazine ha scritto:

“Non è un segreto che l’industria farmaceutica eserciti una grande influenza sui medici che prescrivono antidolorifici, ma i dati al riguardo stanno notevolmente aumentando ed è costata la vita a parecchie migliaia di persone.

Questa settimana sono arrivate delle news riguardo una famiglia che possedeva un’importante azienda farmaceutica e che trascorse i primi anni del 2000 a ingannare medici e pazienti sui pericoli dell’ossicodone.

Quella promozione aggressiva fece in modo che quell’antidolorifico contribuì ad alimentare la crisi degli oppioidi che uccise oltre 40.000 americani nel 2017.”

Un omicidio di massa attraverso il terrorismo farmaceutico e medico.

ChrisMartenson descrive il mondo della medicina come quello della finanza, dell’economia e della politica.

“Le nostre vite ora sono piene di fantasie, frodi e finzioni facilmente confutabili, che ci vengono trasmesse attraverso i media da quelle istituzioni con dei piani deliberati per far scaturire dei risultati specifici.

Quelli di noi con una mentalità pragmatica e la capacità di ricordare la storia (anche quella abbastanza recente), spesso si ritrovano letteralmente a bocca aperta contro gli ovvi inganni che vengono imposti a quello che sembra essere un pubblico incredibilmente credulone.”

Teodrose Fikre ha scritto:

“Coloro che insistono nel dire la verità hanno sempre dovuto portare un fardello molto pesante.

Coloro che osarono sfidare la saggezza convenzionale e resistere all’ortodossia dell’establishment vennero etichettati come eretici ed emarginati, e furono brutalmente repressi nel corso della storia umana.

Tuttavia, nell’era dell’informazione, dove le élite dominanti temono la stampa nemica, le tattiche draconiane utilizzate in passato per zittire i dissenzienti si sono evolute e hanno assunto forme più velate di intimidazione.” Continua QUI

***********************************

 

Crimini di Big Pharma contro l’umanità – Processo di Norimberga

Dopo la seconda guerra mondiale, decine di criminali di guerra nazisti furono processati dagli alleati nel Palazzo di Giustizia della città di Norimberga, luogo di nascita del partito nazista.

Gli imputati non facevano parte solo dell’esercito, ma anche del settore medico, giudiziario, amministrativo e industriale della macchina da guerra tedesca.

Tra gli industriali accusati di crimini contro l’umanità c’erano 24 dirigenti della IG Farben, un’organizzazione senza la quale, secondo il procuratore capo degli Stati Uniti Telford Taylor, la Seconda Guerra Mondiale non sarebbe stata possibile.

Nel 1925, l’Associazione di Interesse Comune IG Farben (Interessengemeinschaft Farben) divenne un potente cartello di aziende chimiche e farmaceutiche tedesche come la Bayer (la produttrice dell’aspirina), la BASF, l’AGFA e la Hoechst (ora nota come Aventis).

Nel 1933 il gruppo IG Farben era diventato la più grande azienda chimica e farmaceutica al mondo e persino oggi, sebbene abbia cambiato nome, le sue società rimangono le multinazionali più potenti del pianeta per quanto riguarda i prodotti farmaceutici, chimici e agro-chimici.

Per lo sforzo bellico nazista, il cartello della IG Farben è stato fondamentale per la fornitura di carburante sintetico, gomma e altri prodotti chimici. Fabbricò anche lo Zyklon-B, il gas nervino usato per uccidere milioni di persone nei campi di concentramento di Auschwitz, Birkenau e altrove.

Il cartello, in seguito noto con il nome de ‘I Chimici del Diavolo’, usava contro la loro volontà i prigionieri dei campi di concentramento come schiavi e cavie per testare prodotti chimici, prodotti farmaceutici e vaccini. Decine di migliaia di persone morirono e quelle che si ammalarono a tal punto da non essere più utilizzabili, furono assassinate nelle camere a gas.

La IG Farben lavorò a stretto contatto con il regime nazista e le SS. Si trattò forse della dinamica più importante nella guida della macchina da guerra nazista; arrivò a donare circa 80 milioni di marchi in cambio delle industrie chimiche, farmaceutiche e petrolchimiche sequestrate nei paesi occupati.

Tuttavia non avrebbero mai potuto ottenere una tale posizione di potere senza gli enormi investimenti da parte di John D. Rockefeller e della sua Standard Oil Company.

Insieme a Rockefeller crearono una società chiamata Standard IG Farben.

Sebbene sapesse che sarebbero stati utilizzati per scopi bellici, nel 1938 Rockefeller fu in grado di organizzare una spedizione di 500 tonnellate di piombo tetraetile per la IG Farben, necessario per il carburante degli aerei della Luftwaffe. Sorprendentemente e con la guerra che stava per scoppiare, l’anno successivo fornì loro fino a 20 milioni di dollari in piombo tetraetile, che permise a Hitler di iniziare la guerra attaccando la Polonia e la Francia. Continua QUI

***********************************

5G è “L’idea stupida nella storia del mondo” – Biochimica dello stato di Washington / Professore di scienze mediche 

In breve

  • I fatti: Martin L. Pall, PhD e professore emerito di biochimica e scienze mediche di base presso la Washington State University delinea in un nuovo rapporto i numerosi rischi per la salute associati alla tecnologia 5G e alle radiazioni wireless in generale.
  • Riflettere su: Il 5G sta guadagnando attenzione e potrebbe renderci un po ‘timorosi degli effetti, ma dobbiamo osservare questa paura e riportare le cose alla consapevolezza del problema in modo da poter fare scelte migliori, ma non avere paura. Controlla il nostro Protocollo CE per questo.

Siamo nel bel mezzo di un lancio della tecnologia wireless 5G e i politici devono ancora affrontare i problemi di sicurezza . Recentemente ho usato il primo ministro canadese Justin Trudeau come esempio, ma sta accadendo in tutto il mondo. È uno dei tanti esempi che illustra come le grandi corporazioni controllano completamente la politica. Di recente ho anche scritto su Robert F. Kennedy spiegando come è nato, e come sono stati in grado di compromettere completamente il governo, i grandi media e le nostre agenzie federali che dovrebbero proteggerci e informarci.

Continua in lingua inglese QUI

*********************************** 

Rh Negativo: l’antica linea di sangue dei Nephilim?

È possibile che, come alcuni ricercatori suggeriscono, Rhesus Negative sia collegato all’Antica Linea di Sangue dei Nephilim?

Per quanto possano sembrare controversi, ci sono numerosi ricercatori che credono fermamente che il gruppo sanguigno Rhesus Negative sia tanto enigmatico e misterioso quanto più si possa e possa essere collegato più alle stelle di quanto chiunque pensi.

Ci sono quelli che si oppongono fermamente alla teoria secondo cui le persone con sangue Rh negativo potrebbero appartenere ai Nephilim, una razza parallela della specie umana.

Tuttavia, secondo una serie di teorie, non è improbabile

Nuove teorie propongono questo enigmatico e un po ‘raro gruppo sanguigno può indicare tratti non umani nel corredo genetico, basandosi fondamentalmente sul fatto che il sangue Rh negativo è in qualche modo diverso dal DNA convenzionale trovato nell’homo sapiens.

Il Nephilim in ebraico è tradotto “cadere” ed è interpretato da molti come “gli angeli caduti” a causa di menzioni nei testi antichi. È interessante notare che la Bibbia, il Tamid e il Corano si riferiscono ai Nephilim come agli “angeli caduti” o alla discendenza degli dei.Continua in lingua inglese QUI

***********************************

 

Geoingegneria Guarda il Global Alert News, 16 febbraio 2019, n. 184

I cambiamenti della Terra che si stanno svolgendo e la velocità con cui si stanno svolgendo, non hanno precedenti nella storia del nostro pianeta. Man mano che si perde il precedente equilibrio della biosfera, le reazioni a catena e gli anelli di retroazione stanno accelerando. Anche ora ci sono molti che negano la mano dell’uomo in tutto ciò che sta accadendo. Anche adesso ce ne sono così tanti che negano che i governi e le forze armate stiano cercando di giocare a Dio con il tempo e il clima. La cieca cecità e il diniego continuano a dominare la giornata nonostante il fatto che le operazioni di ingegneria climatica possono essere viste costantemente nei cieli di tutto il mondo. Il colpo di frusta invernale è la carta che gli ingegneri del clima stanno giocando in tutto il mondo. Se c’è un rivestimento d’argento per il sempre peggioramento del tempo distruttivo, è il fatto che le persone stanno finalmente iniziando a svegliarsi con il problema della geoingegneria a causa di esso. L’ultima puntata di Global Alert News è qui sotto.

https://youtu.be/c53mA2dBLx8

Continua in lingua inglese QUI 

***********************************

 

Il telefono Motorola 5G limita l’esposizione alle radiazioni – Forse perché Big Telecom non può dimostrare che il 5G è sicuro e l’assicurazione non coprirà i loro prodotti

di BNFrank

Non posso essere l’unico a pensare che questo nuovo telefono Motorola 5G con sensori di spegnimento per proteggerti dall’eccessiva esposizione alle radiazioni 5G suona molto simile all’introduzione della sigaretta leggera da Big Tobacco. Dopotutto:

  1. L’industria delle telecomunicazioni ha dichiarato di nonpoter dimostrare che 5G NON ​​è dannoso.
  2. La Federal Communications Commission (FCC) è oggettodi indagine per collusione relativa alla legislazionefederale 5G che ha eliminatoil controllo locale sull’installazione di tecnologie 5G non sicure.
  3. C’è molta ricerca che GIÀ PROVVEDE che tutte le fonti di radiazione cellulare e wireless WiFi – e in particolare5G – sono dannose.
  4. Le compagnie di assicurazione nonfanno più affari con Big Telecom : è troppo rischioso.

Continua in lingua inglese QUI

®wld 

Nemmeno un solo: Perché?

 

 Il sistema educativo come strumento di controllo del pensiero

di Vicente Berenguer03 Gennaio 2019 dal Sito Web Sott traduzione di Nicoletta Marino Versione originale in spagnolo 

La società grigia nella quale viviamo, Società alienata, robotizzata. Chiunque vada un poco aldilà delle apparenze può percepirlo. Il sistema ha vinto, o almeno vince al momento. Il sistema ha annullato nelle persone la capacità di critica, la capacità di riflettere, e se non cambia nulla la società è perduta.

Perché? Questa è la domanda più basilare che uno può fare, però l’annichilire la riflessione a questo estremo che sentire oggi un “perché” diventa un compito complicato. 

La società non fa domande, le persone non si interrogano, non vanno oltre, non esplorano possibilità e tantomeno le concepiscono nella loro mente:

accettano solo…

Ma niente è per caso e questo annichilirsi del pensiero viene da lontano, viene dal sistema educativo, iniziando certo dalla scuola.

Perché il sistema educativo così come è impiantato (così come lo hanno voluto) oltre ad essere lo strumento che dovrebbe dare cultura ai cittadini con i contenuti, è lo strumento con cui si annulla il pensiero, è la forma con cui si allontanano i bambini, gli adolescenti, gli adulti … dal pensiero, dalla critica, per portare tutti ad accettare quello che si dice loro, ad accettare le norme, ma non li si porta verso un processo di riflessione perché deve essere così… 

Il sistema educativo così come è disegnato è uno dei principali strumenti del sistema dopo l’indottrinamento, dopo la rigidità mentale.  

Non si fomenterà la critica, non si fomenterà la proposizione di soluzioni alternative, non si fomenterà la creatività. 

Si proporranno invece problemi con una unica soluzione:

Il bambino, l’adolescente o chicchessia deve trovare la soluzione che già esiste o la deve memorizare ma non deve mai cercare alternative poiché non esistono, non ci sono né possono esserci alternative o soluzioni proprie.

Pertanto non si tratta di fomentare l’espansione della mente ma di restringerla; non si tratta che la persona mette in questione le norme o quello che si dice, ma si tratta che il tutto sia accettato poiché non c’è alternativa, non c’è altra possibilità a quanto già detto.  

Si tratta quindi di “tagliare le ali” al pensiero fin dalla più tenera età; si tratta di costruire pezzi per il sistema…  

Quindi la creatività, la riflessione e la critica sono soffocate da subito per avere dei cittadini docii e dalla mente semplice, persone che già da aulte saranno incapaci di muovere critica alcuna né di porsi per una questione qualsiasi o norma nemmeno un solo:

Perché?

Il risultato quindi è dato da cittadini che non si fanno domande, perchè nemmeno sanno di cosa si parla e accettano quello che si dice loro. 

E così le cose da contingenti diventano necessarie:

  • È necessario che il modello economico quello che sia poiché non c’è alternativa possibile

  • È necessario che sia gente che viva da re e altre persone che vivano come cani abbandonati poiché così deve essere
  • È necessario che ci governino persone senza scrupoli
  • È necessario che siano rieletti perchè così è la vita e è quello che abbiamo

…e che non ci sono altre possibilità oltre quelle che ci propongono, cioé c’è una sola possibilità.  

Così la massa è una vera massa, una massa malleabile e totalmente indottrinabile, una massa che non fa domande e che non se le pone, una massa superficiale senza una traccia di spirito critico. 

Insomma, una massa come quella che abbiamo… 

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/ 

®wld

IGNAVI: uomini nudi che inseguono una bandiera senza stemma

 

 Ricevo dall’amico Lino e pubblico   

Il tempo dei criminali e degli ignavi

Credo che oggigiorno il delitto più grande sia e sarà per un bel pò di tempo l’ignavia della gente di fronte a tanta sofferenza di anime sorelle.

L’ignavo è colui che pur intuendo, per vigliaccheria, non vuole conoscere la realtà, non sapendo che così facendo altro non farà che posporre la necessità esperienziale ad altre generazioni ed in altre sue incarnazioni. I delitti verso i bambini sono i più odiosi è la condanna ad una vita di terrore qual é quella di tanti bambini e giovani autistici (malattia pressoché inesistente prima dei vaccini) è un delitto ad ogni alba. 
 
E’ come uccidere la stessa anima ogni giorno nel tentativo di privarla di ogni bellezza, di ogni energia, di ogni sogno e distruggendo anche la vita di quanti malauguratamente accompagnano questi disgraziati nella loro vita di stenti.
 
E la quintessenza della crudeltà. Così tanto devono e dobbiamo soffrire? Ed a quanti dicono che è il nostro destino, il nostro karma, dico che lo può essere nella misura in cui l’ignavia di tanta gente crea una aridità delle anime e condensa e indirizza nella energia della mente umana i più reconditi baratri di sofferenza. Questa sofferenza in seguito si avvererà e accompagnerà l’anima che verrà ospitata nel futuro contenitore umano. 
 
Ecco perché l’ignavia è così terribile, perché reitera recidivandolo un dolore assoluto al quale la mente, lo spirito e l’anima umani sono resi impotenti schiavi. … senza andare a leggere le cifre enormi, vi anticipo che si parla di 8 milioni in prevalenza bambini, di persone scomparse ogni anno nel mondo. (vedere documentazione in Sulatesta di G. Lannes ed altre rivelazioni di Missing Children e in siti di lingua inglese che parlano degli utilizzi osceni di queste persone)… E’ il caso di dire “Difendiamoci dagli dei!” come dal titolo del libro di Salvador Frexeido” Sapendo che siamo noi i creatori della nostra realtà, dobbiamo riuscire a staccarci emotivamente da questo immenso dolore, che può nuocerci non poco e vedere e vivere del bello che ancora ci circonda. Non dimenticheremo però che l’ignavia di tanta gente dovrà essere vaporizzata come la nebbia quando il sole inizia a scaldare. 
 
Si lo so che è un esercizio difficilino, ma credetemi, ci si può riuscire, anzi è bene sapere che siamo nati per questo. Un abbraccio caloroso a tutti Lino
danni da vaccini
https://www.facebook.com/leonardo.santi.1441/videos/390538668391148/
https://www.facebook.com/leonardo.santi.1441/videos/390538665057815/
https://www.facebook.com/leonardo.santi.1441/videos/390538838391131/
https://www.facebook.com/leonardo.santi.1441/videos/390538811724467/
https://www.facebook.com/leonardo.santi.1441/videos/390538911724457/ 
************************************ 

 

 L’Umana Commedia – Il peccato di chi non sceglie: gli Ignavi

Poscia ch’io v’ebbi alcun riconosciuto,
vidi e conobbi l’ombra di colui
che fece per viltade il gran rifiuto.

Gli occhi di chi ha letto la Commedia, insieme a quelli di Dante, hanno attraversato le atrocità dell’Inferno in tutti i suoi gironi e hanno osservato le pene inflitte a chi si è macchiato dei peggiori peccati. La lussuria, la sodomia, il tradimento.  

Ma prima di camminare tra chi ha scelto di fare o farsi del male, il Poeta incontra chi, nella vita, non ha mai scelto, mai voluto, mai fatto. Gli ignavi, i primi dannati che incontra nel suo cammino, sono anime indegne tanto delle pene dell’Inferno quanto delle gioie del Paradiso: non avendo mai preso una posizione, non hanno mai fatto né azioni buoni né tanto meno quelle cattive nella loro vita. Per questo motivo, quindi, Dante li pone all’Antinferno, tra il fiume Acheronte e la porta del mondo degli Inferi.

Gli ignavi, comunque, non sono risparmiati dal contrappasso: per un uomo come Dante, così accorato nelle questioni soprattutto politiche, chi non ha scelto in vita è come se non avesse vissuto mai. Anche se non sono posizionati nei gironi infernali, il poeta non riserva loro certo un trattamento migliore di quello degli altri dannati, tutt’altro.

Qui, nel III canto, tra gli uomini «sanza ‘nfamia e sanza lodo», incontra un personaggio del suo tempo: Celestino V. Il pontefice è condannato per contrappasso a correre nudo per l’eternità insieme ai suoi compagni, tormentato da vespe, mosconi e vermi, inseguendo una insegna,  una bandiera, senza posa. Questa pena umiliante unisce tutti coloro «che mai non fur vivi» compreso Pietro Angelerio, eletto 192° Papa nel 1294. Il conclave per la sua elezione durò quasi due anni e una volta incoronato con il nome di Celestino V, l’ex eremita, si rese conto di non essere adatto al suo ruolo e per questo decide di abdicare al suo ruolo dopo circa tre mesi. La scelta ebbe un impatto enorme sulla comunità, sulla chiesa e sullo stato.

Pochissimi giorni dopo le sue dimissioni il conclave fu riunito a Napoli in Castel Nuovo e qui elesse il nuovo papa nella persona del cardinal Benedetto Caetani. Aveva 64 anni circa ed assunse il nome di Bonifacio VIII. Un nome che diventerà molto famoso nella storia, soprattutto attraverso la voce di Dante.

La figura di Celestino V sembra sbiadire dietro l’ombra ingombrante del suo successore, spietato e ingiusto, tanto grande quanto pericoloso.

In molti sostengono che l’orribile pena che il Sommo Poeta infligge all’ignavo sia in realtà tutta rivolta alla mancanza di coraggio del singolo che ha poi portato a un dramma per molti: l’elezione di Bonifacio VIII, grande nemico di Dante. Come sempre all’interno della Divina Commedia infatti bisogna cercare di leggere le citazioni e gli incontri cercando di districarsi tra il livello analogico, quello allegorico e quello morale.

Il pontefice a cui è inflitta questa pena diventa simbolo di un non-peccato dai risvolti gravissimi che si inserisce in un canto fatto di paure divise tra la porta infernale e l’Acheronte. L’incapacità di decidere, è comunque una decisione, sembra suggerirci il Dante personaggio, che camminando tra i peggiori peccatori si ferma a un passo dall’ingresso dell’Inferno e medita su chi pur di non vivere ha scelto di morire anticipatamente. Un tratto che sarà poi ripreso in tutta la storia della letteratura e che compare nella nostra quotidianità più di trecento anni dopo.

Il più celebre tra gli ignavi è sicuramente quel celebre vaso di terracotta costretto a viaggiare in compagnia di molti vasi di ferro: il Don Abbondio dei Promessi Sposi. Chi più di lui vive per interesse senza scegliere mai, adeguandosi al facile più che al giusto?

Non è poi cambiato molto da quella schiera di uomini nudi che inseguono una bandiera senza stemma, così tanti e così poveri di spirito. Nel mondo odierno si sono persi anche molti valori di riferimento e, perciò, l’ignavia sta trovando terreno ancor più fertile. La gente cerca il compromesso, vive di egoismo, di guadagno.

Se Ulisse peccherà di presunzione e di curiosità malsana bruciando nel suo desiderio, agli ignavi è riservato un destino senza nome e senza senso, ben peggiore di quello dell’eroe epico. 

 

Ieri come oggi, i peccati sono molti, ma non scegliere resta il peggiore di tutti. Uomini che non cercano nemmeno la loro passione, camminando sulla facile strada del guadagno, politici che saltellano tra i partiti politici come nel gioco della campana, giovani svogliati sul divano della rassegnazione. Lì si può vedere tutti passeggiare sulla via delle scelte non prese, in una immagine non così diversa da quella che raccontò Dante. 

Celestino V nei secoli si è quindi fatto perfetta metafora di un peccato fatto di persone normali, di sbadigli senza sogni, di opportunismo. Il peccato di chi non sa nemmeno di peccare, il peccato di chi non è.

Giulia Toninelli per MIfacciodiCultura (Articolo inviatomi dall’amico Lino)

Articolo correlato: ... per tutti noi … 

®wld 

Il marchio di Caino

 

Dèi e altri antenati 

Prima Parte

Non sapremo mai il nome, ammesso che ne abbia avuto uno, dell’ominide di cui Ti.it fu usato da Ninmah nella miscela genetica per creare il lavoratore degli dèi: a causa dei vari tentativi fu infatti utilizzato più di un ominide.

Ma, grazie a ulteriori scoperte su tavolette cuneiformi, sappiamo di chi era l’essenza divina o la lingua di sangue usata in quel processo.

Ha importanza? Forse non molta, tenuto conto dei vari altri antenati genealogici e genetici che l’uomo terrestre ha avuto nel corso del tempo.

Ma se certi geni non muoiono mai, allora la questione è interessante, almeno dal punto di vista dal cosa sarebbe successo se, dato che la storia del genere umano, fin dagli inizi biblici, non è una odissea a lieto fine.

E’ un racconto più straziante di quelli di che Shakespeare od Omero abbiano mai potuto concepire: una creatura mirabile, “l’Adamo”, viene realmente creata per essere uno schiavo; messo in un rigoglioso Eden, il suo soggiorno viene interrotto per aver disobbedito a dio.

Reso in grado di procreare, Adamo è condannato a sbarcare il lunario lavorando la terra arrida, mentre Eva è destinata a partorire nel dolore. Mettono al mondo due figli, e sulla terra ci sono così quattro esseri umani; poi caino (un raccoglitore), geloso di Abele (un pastore), uccide suo fratello, riducendo il genere umano a tre individui…

Schiavitù, disobbedienza, fratricidio: fanno parte del nostro corredo genetico perché abbiamo ereditato in massima parte il DNA del regno animale terrestre o perché la linea di sangue selezionata dagli Anunnaki, i “geni alieni”, era quella di un giovane ribelle che aveva incitato i suoi compagni a uccidere Enlil?

Mentre in alcuni testi, compresi i riferienti alla creazione dell’uomo nell’Epica della Creazione, il dio il cui sangue fu usato venne giustiziato per essere stato il capo dei ribelli, altre versioni dell’Atra –Hasis spiegano che la scelta fu dovuta al fatto che il dio aveva il Te’ema giusto, tradotto con “essenza vitale” o “personalità” 8dal punto di vista genetico).

Dove non sono andati perduti del tutto, i segni cuneiformi che indicano il suo nome venivano letti Wéila (in accadico); nuove scoperte di tavolette effettuate a Sippar negli anni ’90 da archeologi iracheni lo chiamavano Alla in accadico e Nagar in sumero, un nome-epiteto che significa “artigiano del metallo”, specificatamente del rame.

Questo potrebbe suggerire una scelta deliberata (piuttosto che una semplice punizione), in considerazione del fatto anche il Nachash serpente/conoscitore di segreti nel racconto bibblico del giardino dell’eden deriva dalla stessa radice verbale in cui deriva Nechoshet, che in ebraico significa rame.

Il fatto che Nagar (e la sua sposa Allatum) siano elencati tra le divinità di Enki nelle varie liste di dèi rafforza il suo ruolo di capo nella insurrezione contro Enil.

Gli studiosi biblici concordano che l’episodio di Caino e Abele rientri nel conflitto interminabile e universale fra agricoltori e pastori per il controllo di terra e acqua.

Tali conflitti sono descritti nei testi sumeri come parte della storia dei primordi dell’umanità, un tema trattato in un testo chiamato dagli studiosi il mito del bestiame e del grano, in cui Enlil, è la divinità dell’Anshan (grano e agricoltura) ed Enki il dio del Lahar (gregge e pastorizia), ruoli portati avanti dal figlio di Enlil Ninurta, che (come raffigurato sul sigillo cilindrico VA-243, vedi figura) diede l’aratro agli uomini, e dal figlio di Enki Dumuzi, che era un pastore.

Come in altri esempi, la Bibbia ha fuso le due divinità (Enlil ed Enki) in un solo “Jahwe”  che accetta gli agnelli offertigli dal pastore (Abele), ma ignora le offerte dei “frutti della terra” fattegli dall’agricoltore (Caino).

Proseguendo il racconto di caino e Abele, la Bibbia dedica il resto del capitolo 4 della Genesi a caino e ai suoi discendenti. Timoroso di essere ucciso per il suo peccato, Caino riceve da Dio un “segno” protettivo visibile (il “marchio di Caino tanto amato dai predicatori della domenica) che durerà per “sette” generazioni.

(Se era trasmissibile di generazione in generazione, dev’essere stato un marcatore genetico).

Come nel racconto del Diluvio lo stesso “Jahweh”, che ce l’aveva con il genere umano ha cercato di eliminarlo ha poi fatto in modo di salvarlo attraverso Noè, anche qui “Jahweh”, dopo aver ignorato, condannato e punito Caino gli concede protezione e salvezza.

Ancora una volta vediamo che la Bibbia  unisce le azioni di Enki a quelle di Enlil attribuendole a un’unica divinità chiamata Jahweh.

Come viene risposto alla domanda di Mosè (Esodo 3,14), il nome significa “io sono colui che sono, un Dio universale che un volta agisce attraverso/come Enlil e un’altra attraverso/come Enki, o a volte mediante altre entità (dèi) che fungono da suoi emissari.

Continua nella “seconda parte” QUI – la “prima parte” che avete già letto) è solo riportata.

Articolo correlato:

CAINO

®wld

Giganti bianchi nel lontano passato

 

Secondo le antiche tribù native americane esisteva un’antica razza di “giganti bianchi”

by Ancient Code

Secondo numerosi scritti e leggende orali di tribù native americane, una razza di “giganti bianchi” esisteva nel lontano passato. È interessante notare che racconti simili di giganti esistenti sulla Terra nel lontano passato possono essere trovati in tutto il mondo.

Ci sono numerose leggende tra le varie tribù native americane, dai Comanches del nord alle altre tribù del sud, che parlano di una misteriosa razza di giganti dalla pelle bianca che abitava il Nord America migliaia di anni fa, prima di scomparire misteriosamente dal volto di il pianeta.

Nel suo libro “Storia degli indiani Choctaw, Chickasaw e Natchez” (1899), Horatio Bardwell Cushman scrive: “La tradizione del Choctaws. . Raccontò una razza di giganti che un tempo abitavano l’attuale stato del Tennessee, e con cui i loro antenati combatterono quando arrivarono nel Mississippi nella loro migrazione da ovest. … La loro tradizione afferma che il Nahullo (una razza di giganti) era di una statura meravigliosa.”

Cushman affermò che, col passare del tempo, il termine “Nahullo” divenne comune riferirsi a tutti i bianchi, ma in origine il termine era usato per designare una razza di giganti bianchi con cui i Choctaws combattevano dopo aver attraversato il fiume Mississippi.

Oggi ci sono molte prove che suggeriscono che gli esseri giganti, in effetti, camminarono sulla Terra.

È interessante notare che, secondo un resoconto del 1857, il capo Rolling Thunder dei Comanche disse: “Innumerevoli lune fa, una razza di uomini bianchi, alta 10 piedi, e molto più ricca e potente di qualsiasi popolo bianco che ora vive, qui abitava una vasta gamma di paese, che si estende dal sorgere al tramonto. Le loro fortificazioni coronarono le cime delle montagne, proteggendo le loro popolose città situate nelle valli intermedie. “Eccellevano ogni altra nazione che era fiorita, prima o dopo, in ogni sorta di astuzia artigianale – erano coraggiosi e bellicosi – governando la terra che avevano strappato ai suoi antichi proprietari con una mano alta e altezzosa. A confronto con loro, i pallidi del tempo presente erano pigmei, sia nell’arte che nelle armi. … ” (fonte)

Secondo il capo dei Comanche, un Grande Spirito spazzò via i giganti bianchi quando dimenticarono tutto della giustizia e della misericordia, diventando troppo orgogliosi.

I Navajo sono un’altra tribù antica che offre testimonianze di giganti che camminano sulla Terra. I Navajo parlano di un rave di “giganti bianchi” chiamato il popolo Starnake , descrivendoli come una “regale razza di giganti bianchi dotati di tecnologia mineraria che dominava l’Occidente, riduceva in schiavitù le tribù minori e aveva roccaforti in tutte le Americhe. Si sono estinti o “sono tornati nei cieli”.

Il misterioso Starnake si estinse o “tornò nei cieli”. Il nome potrebbe essere una corruzione della razza biblica nota come Anakim ( Numeri 13:33, Dt 1,28). Il nome Og (“capo” ebraico) sembra essere caratteristico (vedi Zimmerman, pp. 188-91). L’alfabeto ogham è attribuito a questo fondatore culturale. (Fonte)

Tuttavia, altre storie di Giganti Bianchi possono essere trovate in numerosi altri racconti di antiche tribù nordamericane. Anche il Choctaw menziona i giganti misteriosi. Secondo la tribù Choctaw, in questo, ora è conosciuta come Tennesee, una razza di giganti dominò la terra nel lontano passato. Si dice che i loro antenati combatterono contro di loro quando arrivarono in Mississippi durante la loro migrazione verso ovest.

È interessante notare che i Paiutes hanno leggende orali che parlano di giganti dai capelli rossi, cannibali bianchi che si ergono sopra i 10 piedi di altezza che abitano la Grotta di Lovelock, nel Nevada. È interessante notare che in passato gli archeologi hanno scoperto resti di persone con i capelli rossi nella regione.

In quello che oggi è il Messico moderno, le antiche leggende azteche accennano anche a menzionare l’esistenza di una razza di giganti.

Nella mitologia azteca , questi giganti sono indicati come il Quinametzin. Il sovrano dei Giganti era, secondo alcune versioni del mito, il dio Tlaloc. È interessante notare che i Quinametzin erano ritenuti i costruttori della città di Teotihuacan e Tlachihualtepetl. Il “Tlaxcaltecas” raccontò che, vicino al tempo della conquista spagnola, essi stessi avevano combattuto l’ultimo Quinametzin sulla Terra.

Se viaggiamo in Sud America, scopriremo che gli antichi Manta del Perù parlano di una razza di giganti che nel lontano passato coesistevano con loro. La loro leggenda dice: “Arrivarono sulla costa, in barche fatte di canne, grandi come grandi navi, un gruppo di uomini di dimensioni tali che, dal ginocchio in giù, la loro altezza era grande quanto l’intera altezza di un normale uomo, anche se potrebbe essere di buona statura. Le loro membra erano tutte proporzionate alle dimensioni deformate dei loro corpi, ed era una cosa mostruosa vedere le loro teste, con i capelli che raggiungevano le spalle. I loro occhi erano grandi come piccoli piatti.” (Fonte)

Fonte: https://www.ancient-code.com/

****************************

Articolo correlato: 

“GIGANTI” – “TITANI” – “umani”

®wld

L’idea di non poter andare più a scuola a causa del Climate Change

 

Scioperati 

di  Massimo Lupicino

Le cronache di questi giorni ci regalano una serie praticamente interminabile di spunti tragicomici in tema climatista. L’ultima perla è che sull’onda dell’esempio di Greta Thunberg, la studentessa svedese che per protestare contro il global warming ha deciso di non andare a scuola, moltitudini di studenti in tutto il mondo hanno deciso di seguirne l’esempio. Non andando a scuola nemmeno loro. Per protestare, anche loro, contro il Climate Change.

Genitori e figli

Qualche mese fa una manifestazione simile si era svolta in Australia, con 200 studenti a scendere in piazza a protestare contro il Climate Change accompagnati…da 100 genitori. Altri tempi, rispetto a quando si scioperava di nascosto, contro il volere dei matusa, e con la prospettiva di uno shampoo una volta tornati a casa. In compenso l’età dei manifestanti pare essersi abbassata notevolmente: a lasciare i banchi per manifestare contro il global warming saranno anche gli studenti delle elementari: “fin dall’età di 5 anni”, sottolinea trionfante l’Independent.

Viene da chiedersi dove siano le tante associazioni che si occupano della tutela dei minori, nel momento in cui bambini totalmente inconsapevoli vengono portati fuori da scuola, esibiti in piazza a “protestare” per il clima che cambia con tanto di cartelli in mano a mo’ di scimmiette ammaestrate. E impaurite, come si intuisce da certi sguardi, e dai contenuti delle interviste indecenti in cui i bambini raccontano a memoria le favolette climatiste e si confessano terrorizzati all’idea di “non poter andare più a scuola” a causa del Climate Change. I più grandi, sgamati, vanno invece dritti al sodo e minacciano di usare presto il loro voto contro quei politici che non li salvano da morte certa per arrostimento.

Solo politica

Ché il punto è sempre il solito: si parla di politica. Di voti, e soprattutto di quei finanziamenti trilionari che la politica deve continuare ad erogare indefinitamente e a fondo perduto: a tutto beneficio delle elite che di quei fondi usufruiscono sotto la forma di finanziamenti per progetti senza senso che scaricano le loro inefficenze sulla collettività. E quindi ben vengano i bambini esibiti come trofei, spaventati a morte, dati in pasto ai media, e usati come arma di ricatto politica.

Perché quello che traspare, da queste manifestazioni semi-serie di isteria collettiva, è che si voglia mettere la politica nell’angolo, e ricattarla per costringerla ad assecondare cause ambientalistoidi senza senso, sotto la minaccia di un contraccolpo elettorale. È l’istinto di conservazione del Frankenstein climatista, scaricato dai suoi creatori politici perché economicamente insostenibile (ne abbiamo parlato) e impegnato adesso con le sue armi migliori (ONG, media e gruppi di pressione vari) in una lotta all’ultimo sangue contro il suo stesso creatore: la politica, appunto.

Non è una cosa seria

Al solito quando si parla di Climate Change, la situazione è grave, ma non seria. Gli spunti grotteschi, pure in uno scenario così desolante, sono infatti numerosi. A partire proprio dal fatto che i bambini, nel timore che il Climate Change non gli permetta più di andare a scuola, protestino…non andando a scuola. Sarà che si stanno semplicemente portando avanti?

Certo è uno spettacolo interessante quello di una quindicenne svedese che non va a scuola per protestare contro il fatto che, forse, in Svezia non si potrà più morire di freddo e di stenti in santa pace come succedeva ai suoi bisnonni. Ed è ancora più interessante il fatto che la quindicenne in questione sia stata invitata a parlare di Climate Change a Davos, nel tempio di quel globalismo finanziario che il futuro dei giovani europei l’ha sacrificato sull’altare della delocalizzazione, dell’abbattimento dei salari, e della cancellazione di diritti acquisiti in decenni di lotte sindacali proprio dagli antenati di Greta e dei suoi coetanei.

E qualcosa deve essere davvero andato storto, se vent’anni fa gli studenti protestavano contro la globalizzazione intravedendo correttamente le minacce che questa portava con sé, e oggi invece corrono a Davos per vantarsi di aver fatto sega a scuola davanti alla platea plaudente dei sacerdoti miliardari del globalismo. Mentre i loro emuli si fanno accompagnare da mamma e papà a concedere interviste ai giornaloni controllati della stessa élite che applaude Greta dagli scranni di Davos.

Sarà che non ci sono più i ribelli di una volta. Oppure è solo che questi giovani imparano tutto troppo in fretta: se davvero esiste una scienza “settled”, come sostengono certi espertoni di clima che si mettono simbolicamente alla testa dei cortei di baby-scioperati, allora andare a scuola non serve più, perché non c’è più niente da studiare e da scoprire.

Ma davanti allo spettacolo penoso di quei bambini trascinati fuori dalla scuola dai pifferai di Hamelin che intonano le stanche litanie del Climate Change, viene il dubbio che ci sia solo una cosa da fare: dare quei maledetti soldi ai pifferai. E in cambio farsi dare indietro i bambini. Proprio come nella favola tedesca.

Giacché di favole si parla.