Archivi tag: geoingegneria

Geoingegneria: non hanno idea di ciò che stanno distruggendo

La geoingegneria clandestina
è correlata alle malattie degenerative

(NaturalNews) Negli anni 60, si iniziò un pacato dialogo scientifico sul cambiamento climatico globale e su come potesse essere manipolato.

Ciò che avrebbe potuto sfociare in una discussione produttiva per una protezione responsabile del clima della Terra e dell’ecosistema, invece si sviluppò in un esperimento scientifico pazzo e a fini di controllo.

Verso il 21° secolo, i jumbo jets venivano impiegati per far cadere dai cieli miliardi di dollari di alluminio, e non solo, in nanoparticelle.

Nel tentativo di riflettere lontano dalla terra, la luce solare e raffreddare le temperature del clima, questo esperimento scientifico ha sfruttato popolazioni intere, usando enormi quantità di metalli provenienti dall’aria, che letteralmente piovono giù e avvelenano tutti, lentamente, sottilmente.

Secondo il neurochirurgo dr Russell L. Blaylock, le nanoparticelle di alluminio che si trovano nelle chem-trails – scie chimiche- contribuiscono largamente alle malattie degenerative del nostro tempo.

Come la bioingegneria, dove gli scienziati “rifanno” il DNA dei raccolti, creando cibo geneticamente modificato, la geo-ingegneria è il tentativo globale per manipolare il sole e il clima della Terra.

In entrambe le operazioni di ingegneria di massa, i “professionisti” cercano di giocare a “Dio”, ma per certo, la natura e i processi naturali non possono essere controllati e mai sono stati pensati per esserlo.

Invece qui vediamo indesiderate conseguenze di malattie degenerative, presenti oggi a causa degli OGM e della geoingegneria. Vengono tuttavia negate tutte le statistiche sulle malattie, dato che i controllori giustificano i loro mezzi.

Quel che serve è un enorme grido di protesta pubblica contro la geoingegneria simile all’urlo di protesta contro gli OGM.

Mentre la realtà delle geoingegneria prende piede e mentre montano le conseguenze, non è mai troppo tardi per fermare la follia e lavorare insieme per una vera conservazione dell’ambiente, attraverso una partecipazione dal basso.

Dato che questi esperimenti di geoingegneria utilizzano i jumbo jets militari, per rilasciare nella atmosfera enormi quantità di nanoparticelle di alluminio, stronzio e bario, molti potrebbero chiedersi se il dibattito sul global warming non sia semplicemente una distrazione politica, al fine di ottenere consenso pubblico, per quel che riguarda le tattiche di geoingegneria.

Sono in molti ora a pensare, che queste chem-trails siano utilizzate segretamente a fini di controllo e de-popolazione. Dopotutto, milioni di genti sconosciute sono diventate vittime di questi spray di massa. Guardate i vostri cieli alla ricerca di chem trails…

Gli effetti dei gas serra sono reali ma quando mai è riuscito ad un gruppo di governo, o miliardario, di avere l’autorità necessaria per usare dei jet per riversare enormi quantità di elementi su popolazioni che nulla sospettano?

Per quanto accreditata possa apparire la loro ricerca, non hanno autorità morale e non hanno idea di ciò che stanno distruggendo.. dato che il terreno e le piante assorbono le grandi quantità di sostanze che vengono spruzzate sopra di loro.

Il desiderio di fare esperimenti coi cieli

Quando esplosero le quiete discussioni sul cambiamento climatico, negli anni ’60, gli scienziati iniziarono lanciare intorno delle idee per combattere il global warming. Introducendo particelle che riflettono la luce del sole nell’atmosfera, hanno potuto leggermente aumentare la reflettività, contrastando i gas che intrappolano il calore e quindi raffreddando il pianeta.

L’idea del colombiano Dr. Broecker fu di introdurre anidride solforosa (biossido di zolfo) nella stratosfera e questo negli anni ‘80. Nel 2006, Dr. Crutzen, un premio Nobel dal Max Planck Institute, iniziò a pubblicare degli articoli su come quel procedimento potesse funzionare per raffreddare il pianeta.

Uno dei maggiori inventori della bomba ad idrogeno, Edward Teller, pensò che “iniettare delle particelle, che avrebbero disperso la luce del sole, nella stratosfera, sembrava essere un approccio promettente e scrisse al The Wall Street Journal, “Perché non farlo”?

Le conseguenze di questo aerosol di massa, secondo il neurochirurgo Russell L. Blaylock.

“Particolarmente preoccupante è l’effetto che queste nanoparticelle hanno sul cervello e la spina dorsale, data la crescente lista di patologie neurovegetative, che includono la demenza dell’Alzheimer, la malattia del Parkinson e quella di Lou Gehrig.”

Blaylock spiega successivamente che le nanoparticelle di alluminio possono penetrare facilmente nel cervello attraverso il sangue ed i nervi olfattivi nel naso. Passando attraverso i tratti neuronali olfattivi, le particelle di alluminio penetrano facilmente l’area del cervello che è più colpita dal morbo di Alzheimer. Inoltre, nei casi di Alzheimer, si è visto che in questa parte del cervello è contenuto il maggior livello di alluminio!

Le particelle di alluminio entrano nel corpo anche attraverso il sistema respiratorio, dove si è dimostrato che causano tremende infiammazioni ai polmoni, aggravando ulteriormente le condizioni come asma, e malattie polmonari.

Data la loro piccola dimensione, le particelle di alluminio possono anche entrare nel tratto gastrointestinale e disperdersi in molti altri organi e tessuti nel corpo, incluso la colonna vertebrale.

In qualità di neurochirurgo, che interagisce quotidianamente con la malattia neurologica, il Dr. Blaylock addita e obbietta l’opera di aerosol globale, che spruzza alluminio nei cieli.

“Bisogna che si facciano dei passi ora per prevenire un incombente disastro sulla salute, che sarà di enormi proporzioni, se questo progetto non verrà immediatamente fermato. Diversamente vedremo un aumento esplosivo nelle malattie neuro-degenerative, che colpiscono gli adulti e le persone anziane a livelli che non si sono mai visti prima, ma anche nei disturbi da sviluppo neurologico nei nostri bambini.

Vediamo già ora un enorme aumento di questi disturbi neurologici, che nei giovani stanno accadendo come mai prima d’ora”.

Articolo originale: naturalnews.com / Traduzione Cristina Bassi, per: thelivingspirits.net

https://www.ecplanet.org/

  Clicca sull’immagine per guardare il video

Caino e il suo mondo

 

Le scie formate dagli aerei sono un fenomeno recente? 

ARTICOLO NOGEOINGEGNERIA

Falso! dicono i debunker, mostrando vecchie foto. Secondo le loro affermazioni le cosiddette scie di condensazione che riempiono il cielo ci sono da quando volano gli aerei e quindi  si tratta di un fenomeno ‘normale’,  inteso come ‘naturale’. Un’indagine ci conferma che in varie circostanze scie di aerei sono state documentate fin da molti decenni fa. Ma solo da una ventina di anni sono diventate un’ incubo (almeno per noi che le denunciamo). Le  foto  sventolate  dai debunker ci mostrano aerei militari in azioni di guerra che risalgono agli anni quaranta.  Andando ancora più indietro nel tempo ne vediamo altre, troviamo documentate  scie davvero spettacolari. Sempre di aerei militari si tratta, che creano ‘smoke curtains’, una ‘tenda di fumo’. Parliamo degli anni venti. L’intento era quello di stendere un velo in modo di non far vedere determinate cose al nemico.

100 ANNI FA – scie create con un mix di solfuro di ammonio e potassio persolfato. Continua QUI

Quando si parla di IPCC
si parla di manipolazione dei dati – prima parte

Pubblicato da Sara Maria Maestroni

Non è la prima volta che scrivo di come l’IPCC, ovvero l’Intergovernmental Panel on Climate Change, si sia servita dei dati scientifici a proprio piacimento, pur di modificare l’agenda politica degli Stati più ricchi. Qui e qui avete due esempi, ma trovate anche più materiale nel sito se volete approfondire.

Proviamo ora ad ampliare lo sguardo e a complessificare il quadro perché se c’è chi corrompe, c’è anche chi è disponibile a reggere il gioco e a farsi corrompere…

Questo nuovo articolo ben dimostra come ci sia una reale intenzionalità nel creare uno scenario falso fin dall’inizio. Leggiamo infatti che:

“Il consenso era un tema centrale per la promozione politica del riscaldamento globale antropico (AGW) fin dall’inizio. Prima si trattava dei più di 6000 rappresentanti dell’IPCC. Più tardi, si trattò delle artificiali percentuali del 95 di Naomi Oreskes e poi del 97 di John Cooke. Ma c’è un’altra forma di consenso artificiale che continua ad influenzare l’opinione pubblica e politica. E’ una forma di consenso più potente perché sfrutta un appello ad un’autorità […] I due migliori esempi usati per promuovere il consenso dell’autorità nell’inganno rispetto al clima riguardano il Premio Nobel dato congiuntamente ad Al Gore e all’IPCC e il supporto apertamente dichiarato da parte delle società scientifiche per i Reports dell’IPCC.”

Sì, avete letto bene: la Commissione del Premio Nobel si presta a questi giochetti. Continua QUI

https://www.youtube.com/watch?v=cHb4lChdkys

UN CULTO DI LUCIFERO NELL’ALTA FINANZA.

di Maurizio Blondet

Vedo che alcuni blog  italiani hanno già postato parziali traduzioni di   questo video.  Non so chi  sia quello che parla, se davvero si chiami Ronald Bernard, sia olandese, e sia come dice un professionista interno all’alta finanza. Non so se quando dice che  in quegli ambienti alti si pratica  un culto luciferino, sia vero. Non ho prove. Solo che, quando comincia a  raccontare “sono stato invitato a  partecipare a dei sacrifici…all’estero…”,  gli occhi gli si  riempiono di lacrime.

“…Bambini…”. E’ davvero sconvolto al ricordo.

“Ti è stato chiesto di farlo?”, gli chiede l’intervistatore. “Sì, e io non potevo”. S’interrompe, non riesce  quasi più a parlare . Ma si sforza e continua.  Non sta mentendo, Ronald Bernard.

Quindi, traduco anch’io una parte (di 8 minuti:  l’intero video dura 40 minuti) delle confessioni di quest’uomo in cui la coscienza, come dice, “si è scongelata”. Continua QUI

I nemici della libertà di stampa

 «Esistono molti modi diversi per bruciare un libro:
e il mondo è pieno di gente
che corre su e giù con i fiammiferi accesi».
(Ray Bradbury)

I nemici della libertà di stampa sono moltissimi, sapete? Molti di più di quanti ne conosca la nostra filosofia – o la nostra fede politica.

I nemici della libertà di stampa sono i mafiosi, certo, ma a volte pure i magistrati, gli uomini in divisa e ogni tanto perfino quelli in tonaca porporata.

I nemici della libertà di stampa sono quelli che vogliono imporre leggi speciali e diverse a seconda che un contenuto sia su carta o sul web.

I nemici della libertà della stampa sono le corporation del web che censurano contenuti facendo prevalere le loro private e arbitrarie policy sulle Costituzioni delle democrazie.

I nemici della libertà di stampa sono i paradisi fiscali che nascondono gelosamente patrimoni e reati, lontanissimi da ogni trasparenza, da ogni diritto di sapere la verità sui potenti del mondo.

I nemici della libertà della stampa sono i politici di tutti i partiti – tutti, tutti, tutti – che telefonano ai direttori e agli editori.

I nemici della libertà della stampa sono i politici che danno una notizia a un cronista oggi in cambio di un favore a lui o alla sua parte domani. Continua QUI

I Muri della vergogna nel mondo – Eduardo Galeano 

Eduardo Galeano
Traduzione e sottotitoli di AlbaCanelli

“Il muro di Berlino è stata la notizia tutti i giorni dalla mattina alla sera abbiamo letto, guardato, ascoltato:  Il Muro della Vergogna, il Muro dell’infamia, la cortina di ferro

Infine, questo muro, che meritava di cadere, è caduto.

Ma altri muri sono sorti, continuano a germogliare nel mondo,

e anche se sono molto più grandi di quello di Berlino di essi si parla poco, molto poco o niente,

Poco si parla del muro che gli Stati Uniti stanno innalzando sul confine messicano, e poco si parla circa i recinti di Ceuta e Melilla.

Quasi per niente si parla del muro della Cisjordania, che Israele ha costruito per perpetuare l’occupazione delle terre palestinesi che presto sarà 15 volte più lungo del muro di Berlino.

E niente, niente di niente, si parla del muro del Marocco, il secondo muro più lungo del mondo, più lungo della Muraglia cinese, che da 20 anni perpetua l’occupazione marocchina del Sahara Occidentale. Questo muro, minato da un’estremità all’altra e sorvegliato da migliaia di soldati, è 60 volte il muro di Berlino.

Perché mai ci sono muri così altisonanti e muri così muti?
Sarà per i muri dell’isolamento, che i grandi media di “comunicazione” costruiscono ogni giorno?  Continua QUI

CRIMINALI PAZZI E LORO CORIFEI

Quelli che Regeni martire, quelli che bruciano le chiese, quelli che le formiche ci provocano

(Con alcuni importanti commenti al mio articolo precedente)

Anonimo ha lasciato un nuovo commento sul tuo post “LANOTTE DEI MORTI VIVENTI – IL GIORNO DELL’ORSO D…“:

150.000 riservisti americani hanno ricevuto la lettera di tenersi pronti per essere operativi entro quindici giorni. Invasione della Siria? La Germania approva il decreto anti fake news per i social e i siti non allineati alla narrazione globalista, questa sì, realmente fake. Provvedimento dunque di censura pre guerra. Navi americane in avvicinamento alla Corea del nord. Solo muscoli tesi? E poi, attentati ovunque e false flags sempre più ignobili, l’escalation purtroppo sta aumentando vertiginosamente. Dobbiamo aspettarci di tutto. Lo confesso, non sono per niente tranquillo.

La firma è Isis, l’inchiostro e nostro

Visto che l’ininterrotto genocidio Usa e Nato non è considerato terrorismo, neanche quando mette in mano ai suoi sicari armi chimiche, per poi bombardarne le vittime, parliamo di attentati islamici.Continua QUI

Harvard: Conferenza sulla geoingegneria

Chi finanzia la Geoingegneria e perché?

In una recente conferenza sulla geoingegneria due ingegneri di Harvard hanno annunciato i piani per un esperimento di ingegneria sul reale clima mondiale a partire dal 2018.

Coloro che credono che la geoingegneria sia già in atto segretamente tendono a dividersi in due parti:

  • coloro i quali credono che i programmi siano gestiti da scienziati troppo zelanti che vogliono aiutare l’umanità
  • coloro che credono la geoingegneria sia un metodo per il controllo della popolazione 

Il secondo gruppo tende a indicare le fonti che finanziano questi progetti.

Di:

  • lo studio del finanziamento
  • le organizzazioni coinvolte
  • le filosofie degli individui dietro le organizzazioni,

… questi ricercatori sperano di comprendere le vere motivazioni per le scelte apparentemente illogiche.

David Keith, nel corso della conferenza, afferma che è interessante il fatto di quello che sta ricevendo la geoingegneria,

“finanziamenti da altre fonti”, che stanno portando “nuove risorse” per “nuovi significativi progetti”.

Egli non menziona esplicitamente di chi sono queste “altre fonti”, ma i finanziamenti per gli iniziali esperimenti sarebbero venuti dalle sovvenzioni di Harvard con possibili ulteriori fondi dalla ricerca del programma solare geo-ingegneristico di Harvard.

Il programma ha raccolto più di $ 7 milioni,

  • Microsoft co-fondatore Bill Gates 
  • la Fondazione Hewlett
  • il P. Sloan Foundation Alfred
  • Fondi di Harvard-interni,

… e altri filantropi.

Il Forum sulla ricerca della Geoingegneria Solare è stata sponsorizzata dalla Carnegie Endowment for International Peace e finanziato attraverso una generosa concessione da Alfred P. Sloan Foundation.

La presenza di Bill Gates rischia di andare nella stessa direzione a causa del suo coinvolgimento con la promozione di vaccinazioni e sterilizzazioni – un altro strumento per il controllo della popolazione.

C’è anche un sacco di documentazione relativa alla famiglia Carnegie e le loro segrete fondazioni che stanno lavorando contro la libertà e la salute delle persone (vedi questo, questo e questo).

Va inoltre notato che recentemente la Carnegie Science ha pubblicato uno studio che afferma di sfatare la possibilità di programmi di irrorazione segrete. Il coinvolgimento di Alfred P. Sloan coinvolto con il regime nazista e il sostegno dell’Eugenetica deve indurci ad allarmarci.

I rapporti del Washington Post articolo dal 1998:

I documenti mostrano che le società madri hanno seguito una strategia consapevole per continuare a fare affari con il regime nazista, piuttosto che spogliarsi dei propri beni tedeschi.

Poco meno di tre settimane dopo l’occupazione nazista della Cecoslovacchia nel marzo 1939, il presidente di GM Alfred P. Sloan ha difeso questa strategia come prassi commerciale, in considerazione del fatto che le operazioni tedesche della società erano “altamente redditizie.”

La politica interna della Germania nazista,

In data 6 aprile 1939, Sloan ha spiegato la questione in una lettera ad un azionista. Il business sulla gestione della General Motors non dovrebbe essere considerato”.

“Dobbiamo comportarci [in Germania] come l’organizzazione tedesca … Non abbiamo il diritto di chiudere l’impianto.”

L’Alfred P. Sloan Foundation è stata costituita per onorare Alfred Sloan.

Secondo il loro sito web, la Fondazione Sloan,

“crede che una sistematica comprensione accuratamente ragionata delle forze della natura e della società, quando applicate in forma inventiva e saggia, può portare ad un mondo migliore per tutti”.

L’attuale presidente della Alfred P. Sloan Foundation è il Dr. Paul L. Joskow, un laureato della Yale University, membro del Council on Foreign Relations, e consulente della corrente per la US Environmental Protection Agency.

Questo mette Joskow proprio nel bel mezzo di una serie di organizzazioni coinvolte con la promozione del governo globale.

E’ anche curioso notare che Joskow è allo stesso tempo,

un consigliere dell’EPA di Trump il capo di un’organizzazione che investe in ricerca di geoingegneria

Questo mi sembra un indicatore che l’amministrazione Trump sosterrà ulteriori ricerche.

Un’ultima nota interessante riguarda una recente lettera dal Comitato Editoriale Union-Tribune di San Diego.

Il consiglio ha condannato il Presidente Trump di lavorare contro le normative ambientali all’epoca di Obama per poi chiamare miliardari a investire privatamente nella ricerca sulla geoingegneria.

Il Comitato di redazione dell‘Union-Tribune di San Diego non può essere il solo a pensare a una copertura contro il senso comune di una catastrofe.

Chiediamo a uno o più dei miliardari benevoli della nazione di prendere in considerazione il finanziamento privatamente, uno sforzo enorme sulla scala del Progetto Manhattan per cercare una tale copertura sulla geoingegneria .

Ogni giorno la gente compra un’assicurazione sulla vita.

Anche la Terra ha bisogno di una assicurazione sulla vita, anche – soprattutto quando l’uomo più potente su di essa è indifferente a una minaccia esistenziale per l’umanità.

La scelta delle parole del Consiglio sono estremamente provocatorie se si considera che il ricercatore Peter Kirby ha riferito che le origini per i programmi di modificazione del clima dei nostri giorni si trovano nel Progetto Manhattan, il progetto infame e segreto che ha creato la bomba atomica.

E’ veramente possibile che il governo degli Stati Uniti e le altre nazioni stiano segretamente testando la tecnologia sull’ingegneria del clima? Sia per combattere il cambiamento climatico o di avvelenare le masse, questo argomento merita l’attenzione del pubblico.

Se le persone che stanno dietro questi programmi riusciranno a processare pubblicamente le loro intenzioni, inizieranno il processo di normalizzazione dell’ingegneria climatica spruzzando i cieli.

Dopo anni spesi a negare l’esistenza di programmi tecnologici, saranno lentamente “testarli fuori” in bella vista del pubblico.

Ancora prima che noi conoscessimo questa tecnologia, sembra banale mettere in discussione il potenziale pericolo così sgradito della sicurezza e l’efficacia dei vaccini.

Ultima parte di un corposo articolo visionabile QUI
in lingua inglese, dove vengono menzionati
i seguenti capitoli:
“I possibili pericoli della Geoingegneria”
“Geoingegneria per salvare l’umanità? O qualcosa di più nefasto?”

Fonte; https://www.bibliotecapleyades.net/

Che il clima stia cambiando sotto ai nostri occhi 
è ormai accettato da tutti

Il segreto di pulcinella

“Questa fotografia sopra esposta fatta con un semplice smartphone, l’ho ricevuta l’11 di questo mese da mia nipotina di dodici anni dalla Baviera Germania dove vive.”

   ******

Giulietto Chiesa: Brennan, l’informatore mal informato

Giulietto Chiesa introduce un intervento del direttore della CIA, John Brennan, il quale afferma nitidamente l’esistenza di esperimenti di geoignegneria. La possibilità di rallentare il riscaldamento del pianeta e di modificare il clima sono tra gli effetti descritti da Brennan. Ma la cosa più grave è che Brennan sembra essere male informato su ciò che sta dicendo…

Link al video originale: https://www.youtube.com/watch?v=uIQDqxl9FtM

VEDI ANCHE

GIULIETTO CHIESA : ANOMALIE IN CIELO

Giulietto Chiesa: ci troviamo di fronte a una operazione militare segreta

 Inchiesta-shock dell’Independent: la CIA lavora al controllo del clima attraverso la geoingegneria!

Fonte diretta Link:  http://www.nogeoingegneria.com/tecnologie/sunradiation-management/giulietto-chiesa-brennan-linformatore-mal-informato/

Per saperne di più, il sito più esaustivo (su questa piaga del mondo globale) visita il blog italiano http://www.tankerenemy.com/

In lingua tedesca: http://www.sauberer-himmel.de/

In lingua inglese:  http://www.geoengineeringwatch.org/

”       ”         ”       : http://globalskywatch.com/

http://ningizhzidda.blogspot.it/