Archivi categoria: Politica

miti, bufale (e soldi facili)

Global Warming: miti, bufale (e soldi facili)

Posted By Massimo Lupicino

Oggi parliamo di Richard Lindzen, la criptonite del salvamondo-medio: ce le ha tutte lui. Innanzitutto è uno scettico, o un negazionista come preferisce chiamarlo con disprezzo il salvamondo in questione. In secondo luogo è un combattente, uno che scende in campo con la forza delle sue idee e senza paura di sfidare i sepolcri imbiancati del politicamente corretto con iniziative anche clamorose, come la petizione al presidente USA per il ritiro dalla Convenzione dell’ONU sul Climate Change. Ma soprattutto, è uno scienziato con un curriculum di tutto riguardo: fisico dell’atmosfera, professore di Meteorologia al MIT per 30 anni e autore di più di 200 tra pubblicazioni e libri. Per giunta, è anche un raffinato divulgatore che si serve delle sue conoscenze per affondare i dogmi antropo-serristi con una leggerezza e un’ironia che dall’altra parte della barricata non hanno mai trovato ospitalità.

Riflessioni

Pochi giorni fa è uscito un articolo scritto dallo stesso Lindzen, che tradotto in italiano suonerebbe come “Riflessioni sulla Narrativa del Climate Change”. L’articolo è stato pubblicato sul Merion West, una piccola gemma nella galassia dell’informazione online che si permette il lusso di pubblicare pezzi scritti da 3 diverse prospettive politiche: destra, centro e sinistra, servendosi di contributi di studenti, accademici, politici o attivisti di diversa estrazione. Proprio come i giornali mainstream italiani, insomma.

L’invito è a leggere direttamente il pezzo in questione. Per chi non avesse dimestichezza con l’inglese, mi permetto di farne un sunto qui di seguito.

  • Il mito del 97%

Il mito in questione soddisfa il bisogno psicologico di tante persone di sentire di essere “dalla parte giusta”, ed è stato smontato sul WSJ da Joseph Bast dell’Hertland Institute e da Roy Spencer dell’UAH [Spencer è un altro nemico del popolo salvamondo, a causa dei dati satellitari non-taroccati che gli sono probabilmente valsi una salva di proiettili sulla finestra del suo ufficio in occasione della “Marcia per la Scienza”, ché notoriamente i proiettili verdi non fanno male, anzi profumano e hanno una bassa carbon footprint].

Uno dei tanti punti che vengono contestati al mito del consenso sta nel fatto che agli scienziati era stato chiesto se concordassero sul fatto che la CO2 è aumentata, che la Terra si è scaldata un pochino, e che l’uomo può aver avuto un qualche ruolo in questo. Domanda alla quale chiunque può rispondere di sì, senza per questo avallare posizioni catastrofiste. Per non parlare della scarsa rappresentatività del campione esaminato e della tendenza generale a sparare numeri a casaccio sull’argomento, come quelli citati dal Christian Science Monitor che arriva a sostenere che di 70,000 articoli pubblicati tra il 2013 e il 2014, solo 4 sostengono che l’uomo non sia responsabile del global warming. Numeri senza senso e sbugiardati persino dallo stesso IPCC.

Lindzen sottolinea che le statistiche sulle pubblicazioni non possono comunque esulare dal fatto che la grandissima parte della ricerca in campo climatico è sponsorizzata dai governi, prevalentemente al fine di corroborare l’ipotesi antropogenica [ché il terrorismo procura voti, mentre il buon senso li fa perdere]. In un ambiente del genere, promuovere studi o ricerche che vanno nel senso opposto al mainstream e all’orientamento stesso dello sponsor equivale ad una missione suicida, che stroncherebbe le velleità di carriera di qualsiasi ricercatore.

  • Il mito dell’anno più caldo di sempre

Lindzen comincia col sottolineare che ogni progetto di demonizzazione si basa sull’identificazione di un male assoluto, in questo caso il caldo. Eppure non risulta che i pensionati più facoltosi vadano a svernare in Artico quanto piuttosto in Florida o alle Hawaii. Allo stesso modo la “velenosa” CO2 viene pompata nelle serre per favorire la crescita delle piante e aumentarne la produttività.

Segue una sezione piuttosto lunga e articolata in cui si fa notare come dal 1998 le temperature siano rimaste sostanzialmente stabili. Visto che nel 1998 è stato stabilito un record del caldo, consegue che tutti gli anni seguenti, a fronte di temperature sostanzialmente stabili su quei livelli, siano stati battezzati come “anni più caldi”. A nessuno, però, è parso altrettanto interessante il fatto che la stabilizzazione delle temperature implicasse l’esistenza di una forzante di intensità paragonabile a quella antropica, e di segno opposto. In altri termini, se la CO2 aumenta e le temperature rimangono stabili, come risolviamo il problema? [Karl l’ha risolto a secchiate, ma i dati satellitari continuano a dargli torto]

Segue una sezione in cui si discute dei margini di incertezza nelle misure e nelle analisi, e della tendenza diffusa ad usare questa incertezza per dare una rappresentazione grafica dei dati più affine alla narrativa dominante. Se ne riparlerà più avanti, a proposito del solito Karl et al.

Un ulteriore paragrafo è dedicato alla sensibilità climatica all’aumento di CO2: Lindzen fa notare come questa sia notevolmente inferiore a quanto stimato dai modelli (Fig.1, colonna rossa vs. colonne grigie).

  Fig.1: Osservazioni Vs. Previsioni

Il finale di questa sezione, beffardo, è dedicato alla mitica hockey stick di Mann e, soprattutto, all’infame studio di Karl et al., citato come esempio di utilizzo in malafede dei margini di incertezza nelle misurazioni. Peccato che tale studio, pur criticatissimo nelle sue assunzioni di base, non sia riuscito comunque a far fare bella figura ai modelli climatici usati dall’IPCC: su un totale di 108 di questi modelli prodotti tra il 1998 e il 2014, il grande sforzo di Karl et al. relega il supposto aumento di temperatura globale ad un misero 2.4o percentile (Fig.2). Tante secchiate per nulla, è proprio il caso di dire.  

Fig. 2: Tante secchiate per nulla.

  • Il mito degli eventi estremi

Chiunque si occupi di meteorologia sa che gli eventi estremi si verificano ovunque, con cadenza pressoché quotidiana. La tentazione di attribuirli al climate change è quindi platealmente disonesta. Roger Pielke Jr. ha scritto un libro in cui si dimostra che non esiste un trend definito in nessuna tipologia di evento estremo, semmai un trend verso la diminuzione degli stessi. Cosa del tutto in linea, per altro, con il fatto che un pianeta che si scalda vedrebbe diminuire il gradiente termico tra poli e regioni tropicali, con conseguente diminuzione dei fenomeni estremi e dell’instabilità baroclina – che di quel gradiente è conseguenza e che di quei fenomeni è una delle cause scatenanti.

La teoria secondo cui i fenomeni estremi siano in aumento è semplicemente falsa ed infondata ed è utilizzata con l’unico scopo di sostenere la narrativa del disastro imminente, al fine di spaventare la gente.

  • Innalzamento del livello del mare

Lindzen fa notare che l’innalzamento del livello del mare è legato molto più a dinamiche tettoniche che a presunti riscaldamenti globali. Dopo aver fatto notare che l’aumento del livello dei mari è di entità trascurabile Lidnzen conclude, beffardo, che gli investimenti di Al Gore e Susan Solomon (ex-dirigente all’IPCC) in proprietà immobiliari fronte mare sono la pistola fumante dell’inesistenza del problema: se non ci credono nemmeno loro… 

  • Ghiacci artici

Le serie di misurazioni satellitari dei ghiacci artici parte dal 1979. Un tempo infinitesimo se paragonato alle dinamiche di evoluzione delle temperature terrestri. Pretendere di linearizzare l’andamento dell’estensione dei ghiacci su un intervallo così breve è come voler linearizzare l’andamento delle temperature usando come intervallo di riferimento quello compreso tra alba e crepuscolo di un singolo giorno: la conclusione sarebbe che nel giro di pochi giorni saremmo in un forno. I modelli stessi di estensione dei ghiacci artici, del resto, brancolano nel buio e sfornano previsioni talmente diverse tra loro da essere, semplicemente, inutilizzabili.

Al solito, eventi tutt’altro che catastrofici vengono presentati come esiziali per l’umanità, al fine di sostenere la narrativa del disastro imminente. Ad esempio, l’uomo ha sempre sognato di poter attraversare i Passaggi a Nord-Ovest ma oggi, misteriosamente, quella che sarebbe una buona notizia per tanti motivi, diventa la prova del fatto che moriremo tutti. Citando Mencken, Lindzen conclude che lo scopo dei politici è spaventare la gente al punto da portarla a reclamare con forza l’intervento salvifico dei politici stessi. Un’arte che l’ambientalismo ha portato in questi anni alla sua massima espressione.

  • Il mito degli orsi polari

La narrativa ambientalista salvamondista ama sottolineare come gli orsi bianchi siano minacciati dal climate change. Eppure esiste una banale correlazione tra la conta degli orsi polari e la pratica della caccia: quando è consentita, diminuiscono; quando è vietata tornano ad aumentare [al solito, in barba al Rasoio di Occam, il salvamondo coltiva spiegazioni astruse e sgangherate laddove ce ne sono di assolutamente ovvie alla portata: gli orsi non li ammazzano i cacciatori, ma la CO2 che scalda la Terra, scioglie il pack e fa annegare l’orso].

Lindzen conclude sostenendo che non esiste alcuna prova che un clima piu caldo arrechi danno ai simpatici plantigradi, tanto più che questi sono in grado di nuotare per distanze superiori a 100 miglia. Abbastanza da trovare un nuovo frammento di banchisa a cui aggrapparsi, se non la terraferma stessa.

Conclusione

 
Dopo aver proposto un paio di interessanti hyperlink relativi ad altri due miti cari ai salvamondo (l’acidificazione degli oceani, e lo sbiancamento dei coralli) Lindzen passa alle conclusioni:
  • Oggi si attribuisce alla CO2 e al relativo global warming qualsiasi evento infausto, sfidando il buon senso e il senso stesso del ridicolo. Ad esempio, la “velenosa” CO2 è talmente tossica che livelli superiori di 10 volte (e oltre) a quelli atmosferici sono comunque ritenuti sicuri per l’uomo [per non parlare degli effetti ovviamente benefici per le piante e per l’agricoltura in generale].
  • Il circo della politica salvamondo ha speso risorse enormi per cercare di contenere temperature e CO2, per altro fallendo miseramente nel raggiungere l’agognato obbiettivo. Fallimento provvidenziale, alla luce dell’evidenza che aumenti di CO2 e temperature terrestri sono decisamente più benefici che dannosi per l’uomo. Resta, tuttavia, l’immane spreco di risorse dilapidate per una causa sgangherata, alla luce delle tante cause più giuste e più urgenti di questa, sul nostro pianeta.
  • Un raddoppio del tenore di CO2 in atmosfera ha un peso pari a circa il 2% del bilancio energetico terrestre. Ritenere che questo 2% legato ad una singola variabile prevalga sull’infinità di fattori che influenzano il clima terrestre equivale a credere nella magia. Eppure vi raccontano che credere a questa assurdità equivale a credere nella “scienza”. C’è qualcosa di palesemente sbagliato in questa presunzione, conclude Lindzen, perché la scienza è una modalità di indagine conoscitiva, e non una religione.

 …E Fatti Alternativi

Come d’abitudine concludiamo questo articolo con qualche fatto alternativo, anzi con una riflessione alternativa. Negli stessi giorni in cui Lindzen scriveva l’articolo in questione, l’ex-presidente degli Stati Uniti preparava il discorso di 45 minuti da tenere a Milano e che sulla base del tariffario fissato di recente, dovrebbe avergli fruttato all’incirca 400,000 dollari. Un discorso all’insegna delle fake news: o perché francamente indimostrabili, come il mito del global warming che fa migrare milioni di persone [altro affronto ridicolo al già citato Rasoio di Occam: la gente emigra in massa e improvvisamente perché le temperature aumentano di qualche decimo di grado in 30 anni, e non a causa degli esiti disastrosi di rivoluzioni più o meno colorate]. O perché clamorosamente false, come l’incredibile affermazione che a causa del global warming i raccolti stiano diminuendo e il costo del cibo stia aumentando.

Dell’aumento spettacolare della produzione agricola russa abbiamo già parlato. Ma la clamorosa fake news per ascoltare la quale 3,500 persone hanno pagato 850 euro a cranio è tutta nel grafico in calce a questo articolo, che mostra l’andamento dei prezzi sul mercato dei futures del frumento: crollati del 50% in 4 anni a causa dell’elevata offerta. Se questo è l’effetto dell’incremento della CO2, non ci resta che bruciare montagne di carbone per avere pane e pasta gratis per tutti.

È tutto in questo grafico, il senso della narrativa sul global warming: 45 minuti di discorso infarcito di bufale climatiche valgono il totale degli stipendi di una vita da ricercatore.

Follow the money: lunga vita al global warming.

Fonte: http://www.climatemonitor.it/

____________________________________________

Raffreddamento mari settentrionali in corso

Pubblicato da Alessio
Leggi l’articolo QUI 

Stelle Cadenti

I 5 stelle stanno perdendo la loro qualità migliore: la coerenza

 di Massimo Mazzucco

Se vanno avanti così i 5 stelle non vinceranno mai le elezioni (con margini sufficienti per andare al governo, intendo) perché non hanno più il coraggio delle proprie idee. Prendiamo ad esempio la posizione ambigua, e sostanzialmente contraddittoria, che hanno assunto di recente riguardo al problema dei vaccini.

Ospite della Gruber un paio di settimane fa, Alessandro Di Battista si è sentito fare una domanda-trabocchetto da una giornalista di Sky-TV: “Lei vaccinerà suo figlio [che sta per nascere, ndr]?” “Certamente” ha risposto Di Battista senza esitazioni, e dimenticandosi di aggiungere una qualunque obiezione rispetto all’obbligatorietà dei vaccini. In altre parole, Di Battista ha voluto far passare il messaggio che “per i 5 stelle i vaccini, così come sono somministrati oggi, non rappresentano un problema”.

Peggio di lui ha fatto Luigi Di Maio, che pochi giorni dopo ad Harvard ha dichiarato: “I vaccini in Italia sono obbligatori per legge. Noi non abbiamo nessuna intenzione di eliminare questa obbligatorietà. Per noi sono fondamentali, e vogliamo promuovere il più possibile la cultura dell’informazione”.

Ma scusa un attimo, caro Di Maio, che cosa ce ne facciamo noi dell'”informazione”, se poi tanto i vaccini restano obbligatori?

Questa lampante contraddizione nasconde una evidente paura che ha assalito i 5 Stelle da quando è esplosa la polemica sui vaccini. Messi sotto attacco da ogni angolo (compreso il New York Times, che non è poco), e accusati di essere anti-vax in modo categorico, i 5 Stelle non hanno trovato di meglio che fare una violenta retromarcia, per andare a nascondersi dietro ad una posizione palesemente allineata con il pensiero mainstream.

La stessa cosa è successa con l’Euro. Inizialmente i 5 Stelle denunciavano apertamente la moneta unica come evidente strumento per tenere in schiavitù le diverse economie nazionali, ma da un po’ di tempo a questa parte le loro posizioni si sono progressivamente annacquate, al punto da non essere più distinguibili dal pensiero mainstream.

Il problema dei 5 Stelle è molto chiaro: quando sentono di poter diventare vulnerabili su un certo argomento, o fanno una netta marcia indietro (come nel caso dei vaccini) oppure annacquano talmente le loro posizioni (come nel caso dell’Euro) da finire per assomigliare a tutti gli altri.

Ma a questo punto a cosa servono i 5 Stelle? Se da partito di rottura stanno diventando lentamente allineati con gli altri su tutte le questioni più importanti, tanto vale votare Berlusconi oppure Matteo Renzi, no?

Purtroppo i 5 Stelle seguono questa strategia convinti di poter conquistare più voti “fra gli indecisi”, ovvero fra coloro che sarebbero magari disponibili a votare per loro, ma che ne temono alcune posizioni troppo estreme. Ma in realtà avviene l’esatto contrario: l’indeciso rimane comunque indeciso (a causa delle posizioni poco chiare dei 5 Stelle), mentre chi prima li appoggiava apertamente rischia di sentirsi tradito dai loro voltafaccia, e di disamorarsi di questo movimento.

Prendiamo ancora l’esempio dei vaccini: quante madri credono di aver conquistato, dicendo che “l’obbligo delle vaccinazioni non verrà messo in discussione”? Pochissime, in realtà, perché comunque le madri che già sono favorevoli all’obbligo sono certamente persone che non votano 5 Stelle. E quante invece ne avranno perse? Moltissime, a mio parere, e cioè tutte quelle madri che speravano in una rimozione dell’obbligo vaccinale, proprio per poter decidere in piena libertà sul futuro e sulla salute dei propri figli.

Quando ci si trova di fronte ad argomenti controversi non bisogna arretrare “per paura del nemico”, ma bisogna andargli incontro sostenendo con coraggio le proprie idee, in modo documentato ed informato.

Io voglio poter votare per un movimento che sostiene apertamente e coraggiosamente quello che è giusto, documentando e argomentando in modo adeguato le proprie posizioni. Non me ne faccio nulla invece di un movimento che ha paura di tutto e di tutti, nascondendosi dietro ad un filo d’erba ogni volta che rischia di essere attaccato.

Altrimenti, davvero, evviva la Democrazia Cristiana. 

https://www.luogocomune.net/

Almanacco di maggio 2017

ICE AGE BRITAIN: Il fiume Tamigi darà i primi segnali dell’arrivo di questo periodo – in milioni a rischio

Pubblicato da  

Articoli che, al di là della previsione in se, comunque sempre di autorevoli studi di scienziati del settore e in base a indicazioni ben precise che ci da la natura, iniziano a preoccupare per la loro frequenza con cui occupano sempre più spazio nel nostro presente

Il raffreddamento GLOBALE “arriverà entro pochi anni” inaugurando così una “Mini Ice Age” della durata di circa 100 anni e che potrebbe portare al congelamento del fiume Tamigi. Questo riferiscono gli scienziati climatici al Daily Star Online. 

Di Joshua Nevett – Pubblicato il 7 maggio 2017

Gli esperti climatici hanno confermato che il nostro pianeta è sulla via per una nuova “Little Age Ice” entro i prossimi tre anni grazie ad un cocktail di cambiamenti climatici e di un’attività solare molto ridotta.

La ricerca mette in mostra un ciclo naturale di raffreddamento che si verifica ogni 230 anni iniziato nel 2014 e che farà scendere le temperature ulteriormente entro il 2019.

Gli scienziati si aspettano anche una “enorme riduzione” dell’attività solare per un periodo equivalente di circa 33 anni, che tra il 2020 e il 2053 causerà il crollo delle temperature.

Entrambi i cicli suggeriscono che la Terra sta per entrare in un ciclo di raffreddamento globale che potrebbe portare a conseguenze devastanti per l’economia globale, l’essere umano e la società così come la conosciamo.

Se le previsioni ipotizzate dagli scienziati climatici, di questo grande raffreddamento globale, si dovessero avverare, la trama del film del 2004 “The Day After Tomorrow” non andrebbe molto lontano dalla realtà durante le prossime stagioni invernali. Continua QUI

Sistema solare: Matrix sta collassando

C’è una coincidenza singolare tra il cervello umano (DNA compreso) e ciò che l’Astronomia ammette: l’Universo osservato è appena il 4% della massa oggi calcolata dagli astrofisici e, di questa, è “conosciuto” (andrebbe tra tante virgolette, poi, si capirà il perché) solo un 1-2%. Allo stesso modo, noi utilizziamo potenzialmente solo il 4-5% del nostro cervello (la parte conscia, per intenderci), ma di fatto solo un 1-2%.

Quasi a significare che, se si volesse vedere e/o comprendere tutto l’Universo nella Sua Realtà, dovremmo mettere in moto almeno l’altro 95-96% del nostro cervello.

Una particolarità su quell’Universo, per come vorrebbero farcelo intendere, tuttavia, la conosciamo, anche se la scienza ufficiale cerca di non ammetterla, per non interrompere l’immensa catena di falsità che la mantiene in vita: siamo immersi in un’illusione! Che non è psicologica, ma ottica e, per assurdo, ampiamente dimostrata dalla stessa scienza che vorrebbe negarla.

Molte scoperte, infatti, mostrano oggi l’illusione delle osservazioni celesti, che dipendono dalle frequenze prescelte dagli osservatori. Le distanze calcolate in microonde sono diverse da quelle calcolate in ottico. Le dimensioni e le forme dei corpi celesti non sono perciò oggettive, ma dipendenti dai nostri modi di osservarle, dalle nostre attenzioni e interpretazioni. Continua QUI 

Hanno mangiato la brioche 

Oggi sono tutti contenti che Macron sia riuscito a sconfiggere il fascismo. Non è stato da meno di Reagan, Thatcher, Sarkozy, Merkel, Hollande, i Chicago boys e Pinochet i quali di volta in volta hanno salvato il popolo dalle insidie dell’ “estrema sinistra”, del “populismo” del “castro -chavismo”, del “sovranismo”, del comunismo. Ora i francesi hanno la loro brioche e dunque potranno continuare la guerra in Siria, aiutare i nazisti ucraini, continuare a fare stragi in Africa per sostenere dittature tribali, non mettere mai più in dubbio la Nato, ma soprattutto potranno finalmente lasciarsi alle spalle gli obsoleti diritti del lavoro.

Ben presto ci si accorgerà che in Francia ha vinto comunque la destra e dopo le legislative di giugno, Macron mostrerà il suo vero volto facendo scoprire che la sostanza marroncina con la quale è farcita la brioche non è precisamente crema al cioccolato.

Del resto cosa ci si può attendere da uno la cui candidatura al potere è stata di fatto avanzata dal seguace dell’eugenetica Jacques Attali, a una riunione di Bilderberg nel 2014? E cosa ci si può aspettare da corpi elettorali sistematicamente frastornati da un’ informazione divenuta cane da guardia del gregge e sempre più composti dalle generazioni perdute, rassegnate alla precarietà, votate al dilettantismo e orgogliose di “spiccicare” in inglese per poter imitare modelli di subordinazione e di primitivismo antropologico?

Cosa ci si può attendere da giovani di apparente sinistra che affermano di aver dovuto scegliere tra fascismo e capitalismo? Nemmeno si accorgono che i capitalisti hanno scelto per loro fin dall’inizio, che hanno creato le condizioni per una dicotomia così ridicola tra una signora di provincia piuttosto confusa e dunque anche erratica sui temi della campagna e un giovanotto ricco, arrogante e del tutto irrilevante sul piano della politica e dell’intelligenza. Li hanno messi nel recinto lasciando che fossero loro stessi a chiuderlo; il vecchio fascismo è usato da quello nuovo come un’arma per la lotta di classe. Continua QUI

Noi saremo gli anticorpi 

di Marcello Foa 

Una interessante riflessione di Marcello Foa, che fa da ottimo corollario alla discussione in corso sull’Europa e su Macròn. 

Viviamo in un mondo sempre più complesso, in cui l’apparenza non corrisponde alla realtà, un mondo in cui, ricorrendo alle tecniche che Jacques Ellul aveva sapientemente individuato oltre mezzo secolo fa nel suo saggio “Propaganda”, si tende ad appropriarsi di un concetto, di un’idea, di un principio, promettendo di difenderlo, per poi fare in realtà esattamente l’opposto, ovvero svuotarlo di significato ma sempre pretendendo il contrario. Gli esempi sono innumerevoli.

L’ex presidente italiano Napolitano avrebbe dovuto essere il primo custode della Costituzione italiana, dunque della sua sovranità e dei suoi valori, ma durante la sua lunga permanenza al Quirinale non ha fatto altro che incentivare il trasferimento di poteri e di competenze all’Unione Europea, violando – nella forma e nella sostanza – proprio la Costituzione su cui ha prestato giuramento.

Dopo l’11 settembre i governi occidentali hanno proclamato la difesa ad oltranza delle nostre radici giudaicocristiane, ma poi hanno promosso una società i cui valori sono antitetici rispetto ad esse. Il valore della famiglia, del ruolo e delle origini dell’uomo e della donna, viene rimesso in discussione dalla teoria del gender secondo cui l’identità maschile e femminile non è naturale ma frutto di condizionamenti culturali, dalla promozione dell’aborto, dai matrimoni gay e dalle adozioni gay, dai continui attacchi e alla ghettizzazione dei cattolici. Continua QUI

E’ NATO IL PARTITO UNICO DELL’EUROPA POST-NAZIONALE

di  

Macron e Jacques Attali alla riunione del Bilderberg a Copenhagen, giugno 2014. Lì Attali ha presentato il suo giovane protetto a quelli che contano.

E lì probabilmente è stata architettata la strategia per fare del giovanotto il candidato sintetico al silicone, visto che il loro Hollande stava rovinando nei sondaggi e diventava impresentabile alle elezioni il partito detto “socialista”. 

Dovrà diventare “il campione del pop-futurismo, trasformare i francesi nei nomadi ideali alla Attali: una classe di precari che ha acquisito qualche competenza e un inglese passabile, ma, manca di impiego stabile, di una professione affidabile, di un vero salario e di un avvenire” (The Saker): insomma esattamente quel che aveva preconizzato la Boldrini nello stesso anno: “I migranti sono l’avanguardia della globalizzazione, ci offrono uno stile di vita che presto sarà molto diffuso per moltissimi di noi, perché nell’era globale tutto si muove. Si muovono i capitali. Si muovono le merci. Si muovono le notizie. Si muovono gli esseri umani”. O come auspica il filosofo post-hegeliano materialista Alain Badiou, i migranti ci devono insegnare a diventare migranti noi stessi, stranieri in casa nostra, per “non rimanere prigionieri di questa lunga storia occidentale e bianca che volge al termine”. Continua QUI

Dr Giuseppe Di Bella: lo stato interposto tra medico e paziente

by Cristina Bassi

“La medicina è gestita da un’élite, che la professoressa Anghel e il Nobel Schekman hanno chiamato “la Comunità scientifica” o “i Vertici del Potere”.

Nel seguito la trascrizione del breve ma efficacissimo video del dr Giuseppe Di Bella, pubblicato il 16 marzo 2015: pochi minuti ma con chiarezza sullo stato delle cose…ovvero le ingerenze “di un vertice di potere” non certo solo nazionale, tra le scelte e valutazioni del medico e il paziente.

“Non siamo più nell’ambito della scienza e non siamo più nell’ambito della ricerca, siamo nell’ambito politico. Questo è l’inquinamento politico sulla scienza, è la prevaricazione della politica sulla scienza. Perché la politica mi impone terapie coercitive e vincolanti, che DISATTENDONO IL DATO SCIENTIFICO. Per cui pretendono di creare dei protocolli vincolanti, cui deve sottostare sia il medico ospedaliero che il medico convenzionato.

La gravità del momento attuale è questa, e questo oltretutto disattende ed invalida completamente elementi base dell’etica medica di sempre, perché  il medico deve prescrivere secondo scienza e coscienza, NON secondo la politica o i protocolli di un governo; risponde al paziente e alla sua coscienza, NON allo Stato.

Lo Stato si è interposto ARBITRARIAMENTE nel rapporto tra medico e paziente, lo ha alterato, per cui il danno è politico e la politica, tra la miriade di danni che ha prodotto, ha prodotto anche il decadimento della salute, imponendo arbitrariamente e TIRANNICAMENTE terapie obsolete, illogiche e inefficaci. Continua QUI 

Persone d’onore al di fuori di ogni sospetto

bugie – mendacium

Tutto è falso: I 40 pezzi al Top della falsità nel nostro mondo

(Prima parte)

di Makia Freeman

Tutto è falso nella nostra società di oggi – o, almeno, un gran numero di cose lo sono. Il nostro mondo è pieno da una straordinaria quantità di bugie, l’inganno, la disinformazione, la falsità, la frode, le facciate, i miraggi, la propaganda e il lavaggio del cervello. La cosa buona però è che una volta che ci si risveglia dall’inganno, è possibile utilizzarlo come strumento per aumentare la nostra coscienza. Praticamente se l’idea di falsità è ovunque, questo ci abilità piuttosto che deprimerci. Certo, ci sentiamo tutti sopraffatti, tristi, arrabbiati e impotenti nei momenti in cui abbiamo visto quanto facilmente i nostri (MIS) leader possono ingannare le masse con sofismi e vuota retorica, ma sono stati tutti messi lì per sfidarci, facendoci svegliare recuperando, il nostro mondo.

Ecco la mia lista dei primi 40 pezzi di falsità nel nostro mondo di oggi:

  1. notizie false

Cominciamo con il MSM (Media Mainstream), meglio chiamato i media lamestream, e le loro “news”, che è essenzialmente spettacolo dell’informazione aziendale. L’MSM indebolisce la notizia e la rende divertente per distrarre ulteriormente le persone dalle cose e dal suo significato reale. Non c’è nulla di equilibrato, imparziale o fiero sulle novità del MSM. Negli Stati Uniti, Australia e molti altri paesi occidentali, la notizia è veicolata da una manciata di società a scopo di lucro che sono legalmente tenute a fornire un ritorno sugli investimenti ai propri azionisti. Questo significa far scorrere pezzi di “notizie” o promuovere l’agenda dei proprietari aziendali (in particolare l’agenda militare) o storie di censura che avrebbero fatto male ad alleati politici e inserzionisti (come Big Pharma, che è il più grande contributore di fondi per la pubblicità sul MSM, in base a quello che ha riferito l’ex senatore degli Stati Uniti Robert Kennedy Jr.).

Inoltre, un’altra notizia che è letteralmente falsa – ricorda l’assurdità andata in onda sullo schermo della CNN (il video è stato rimosso nda) dove fingevano di essere stati bombardati in Arabia Saudita ma erano veramente in uno studio? Che dire sul mentire delle notizie come Brian Williams e Bill O’Reilly (Bill O’Leilly)?

  1. Il giornalismo falso

Accanto a notizie false, naturalmente, arriva l’altrettanto falso giornalismo. I giornalisti del MSM di oggi non sono veri giornalisti investigativi come quelli di un tempo. Ci sono quelli che lavoravano per il CSM Big 6 e stanno lavorando in modo indipendente (sia che lo facciano di loro spontanea volontà o perché sono stati licenziati), come le eccezioni dei giornalisti Ben Swann e Sharyl Attkisson. Tuttavia, sono pochi e rari. La maggior parte dei giornalisti funzionano come poco più di pappagalli ripetono la linea del partito aziendale, e sono troppo spaventati, hanno paura che la loro barca affondi perdendo così il posto di lavoro. La Casa Bianca controlla rigorosamente chi ha “accesso” al Presidente e altri funzionari. In generale, se si vuole avere l’accesso, si deve rigare dritti e fare semplici domande, insomma domande softball che sembrino buone per i politici. Inoltre, il governo ha ammesso di aver fatto comunicati stampa video o notizie preconfezionate(il video è stato rimosso nda) per il CSM, che poi trasmettono queste release come “notizie” senza rivelare ai telespettatori che i pezzi sono stati predefiniti dal governo!

  1. Falso intrattenimento

Sul tema dei media, diamo la nostra attenzione a Hollywood e all’industria dell’intrattenimento. Se siete alla ricerca di falsità e superficialità, non cercate oltre, perché Hollywood e alcune parti del sud della California arrivano senza problemi alla superficialità. La cultura dominante ci impone che è più importante ciò che si guarda di quello che si è; è più importante flirtare con quello che vedi che con quello che sai; sono più importanti quanto grandi siano le labbra di Botox o i seni al silicone più di quanto sia grande il tuo cuore; la cosa più importante che hai è che cosa c’è nel tuo conto in banca e quello che doni o che hai dato al mondo.

Le industrie cinematografiche e musicali di Hollywood sono imbevute di satanismo. Questo è facilmente visibile con la sua influenza sulla heavy metal, rock, hip hop e in questi giorni anche pop (date un’occhiata alla simbologia degli Illuminati nella musica e video di Madonna o di Katy Perry). Attrici come Rosanne Barr e molti altri addetti ai lavori di Hollywood hanno esposto come il controllo della mente, la prostituzione (lanciando promettenti stelle a prostituirsi o costringendole a “fare” sesso) e la pedofilia sono all’ordine del giorno in tutta Hollywood. Michael Jackson soffriva di controllo mentale e ha tentato di dirlo al mondo prima di essere ucciso. Molti altri, come Mariah Carey e Britney Spears mostrano segni evidenti di controllo mentale.

  1. Pubblicità e false PR Corporate

Un altro aspetto dei media visivi (TV) che ci fa male sono queste generiche “cure per noi” falsi spot per sentirsi bene fatte dai servizi di marketing a chiazza di petrolio della corporatocrazia, cercando di ottenere l’associazione con la felicità, la cura, dando l’uguaglianza o qualsiasi altro valore che si sceglie da un elenco. Usano il marketing come una sorta psicologica di arma. Vi siete mai chiesti il ​​motivo per cui Big Pharma mostra sempre bellissime modelle, pensionati felici, rimbalzando dai cani o al sorridere dei bambini, mettendo in bella vista farmaci velenosi dagli effetti collaterali? Le società sono entità senz’anima e in molti casi le persone giuridiche – l’epitome di falsità, dal momento che sono falsi sui diritti degli altri e senza nessuna responsabilità.

  1. Medicina Falsa

Big Pharma è la forza dietro la medicina occidentale, e Rockefeller è la forza dietro ciascuno di essi. Con il suo buffet farmaceutico di sintesi, vaccini, chirurgia, chemioterapia e radioterapia, medicina occidentale o allopatia ha guadagnato il dubbio onore di aver ucciso ogni anno centinaia di migliaia di persone. Uno studio del 2000 del Dr. Barbara Starfield, MD, ha rilevato che l’allopatia ne uccide 225.000 ogni anno negli Stati Uniti, mentre in uno studio del 2003 dal Dr. Gary Null, MD ed altri, ha scoperto che l’allopatia uccide negli Stati Uniti 783.000 persone ogni anno. Starfield ha concluso che la medicina occidentale in America provoca:

– 12.000 morti per interventi chirurgici non necessari;

– 7.000 morti da errori terapeutici negli ospedali;

– 20.000 morti per altri errori negli ospedali;

– 80.000 decessi per infezioni contratte negli ospedali; e

– 106.000 morti dalla FDA, farmaci che ha approvato e correttamente prescritti.

Null e altri hanno concluso che la medicina occidentale provoca:

– 37,136 morti da procedure non necessarie;

– 32.000 decessi legati alla chirurgia;

– 98.000 decessi per errore medico;

– 115.000 morti da piaghe da decubito;

– 88.000 decessi per infezione;

– 108,800 morti per la malnutrizione;

– 199.000 decessi legati a pazienti esterni; e

– 106.000 morti per reazioni avverse al farmaco.

Ora, con i suoi farmaci antibiotici sempre più inutili di fronte ai crescenti super virus, si deve davvero mettere in discussione se un intero sistema medico che si basa sul mascherare i sintomi della malattia per poterla “gestire”, porta i pazienti sulla ruota del criceto somministrando pillola dopo pillola, dopo pillola, può davvero costituire la vera guarigione – o se è solo più falsità.

  1. L falsa Ricerca Scientifica

Il supporto medico occidentale del cartello Big Pharma / Rockefeller è una  massiccia catasta di falsa ricerca scientifica. Così come ogni cosa falsa, l’impiallacciatura appare lucida e ci porta a credere che quello che si trova all’interno sia affidabile e rispettabile, quando in realtà si tratta parte di pacchetti di ricerca e architettati con timbri pre-rivisti. Le ex ripetizioni di Big Pharma, stimate da redattori di riviste mediche e persino da scienziati insider governativi, hanno tutti confessato la verità scioccante che una grande quantità di dati scientifici pubblicati là fuori è fraudolento e semplicemente non ci si può fidare. Controlla i primi 10 trucchi utilizzati dalla spazzatura della scienza aziendale.

  1. falsa immunità acquisita

Un altro pezzo di falsità è che l’idea del vaccino-indotto ci renda immuni e che l’acquisita immunità potrebbe possibilmente essere identica all’immunità naturale, dopo averlo ricevuto e aver scongiurato con successo la malattia (come ad esempio la varicella). I fautori del vaccino insistono inoltre sul fatto che i non vaccinati mettono in pericolo i vaccinati rischiando la loro immunità (argomento immunità della mandria) – sfidando la logica che dal momento il vaccino funziona davvero, non ci sarebbe bisogno per i vaccinati di preoccuparsi del contagio dai non vaccinati. Nel mio articolo immunità di gregge contro la diffusione virale: Chi e che cos’è l’infezione? Discuto come il sistema immunitario umano è molto più complesso e sofisticato di quanto abbiamo capito, e si compone di parti specifiche e non specifiche. Un vaccino, in molti modi non è simile alla naturale immunità, tra cui può solo generare una risposta specifica, avendo un punto di entrata completamente diverso, non conferisce un’immunità permanente, ecc

Inoltre, i vaccini sono pieni di tossine e sostanze cancerogene, tra qui il tessuto fetale. L’élite s hanno ammesso che i vaccini vengono utilizzati per lo spopolamento.  La vera questione non è l’immunità di branco, ma piuttosto lo spargimento virale, per cui i vaccinati infettano i non vaccinati. I vaccini sono ancora un altro esempio di suprema falsità nel falso mondo di oggi.

  1. alimenti falsi

La vera immunità è derivata dallo stile di vita e dalla dieta, tra cui quello che si ottiene della qualità dell’esercizio fisico, il sonno e la nutrizione. Questo ci porta al tema del cibo. Il nostro cibo oggi confezionato, si è trasformato e così pieno di conservanti e plastica, che è diventato cibo finto. Esso viene fatto uscire da una fabbrica piuttosto che cresciuto in una fattoria o in un campo. E’ pieno di aromi artificiali e sapori sintetici – alcuni di loro anche derivati da tessuto fetale abortito, come la Pepsi che è stata costretta ad ammetterlo. Alcuni di essi sono così raffinati e stra-cotti che al suo interno ha un potere nutrizionale poco più di un pezzo di cartone. Quando si aggiunge la mostruosità degli OGM (organismi geneticamente modificati) nel mix, si ottiene un prodotto finale che il dottor Rima Laibow chiama “phude” piuttosto che “cibo”, perché l’elaborato e progettato prodotto finale è così lontano da quello che i nostri antenati conoscevano come cibo vero. Tra l’altro, gli OGM, nel caso in cui non avete ancora sentito parlare, può portare all’insufficienza d’organi come, l’infertilità e il cancro, e modificano geneticamente le proteine che, geneticamente modificate bypassano la digestione passando direttamente nel sangue (questo è il loro ultimo scopo).

Gli OGM, per loro stessa natura, sono progettati per resistere a dosi massicce di pesticidi chimici e pericolosi. Gli OGM sono fondamentalmente un modo per le aziende chimiche come la Monsanto e Dow per vendere più prodotti chimici, perché la gente ha bisogno di loro per far crescere a dismisura il finto cibo Biotecnologico. L’OMS ha recentemente dichiarato che il glifosato della Monsanto e 2-4, pesticidi della Dow D di come siano probabilmente e possibilmente cancerogeni, rispettivamente.

  1. Acqua Falsa

Così come abbiamo cibo finto, abbiamo anche l’acqua falsa. l’acqua che scorre è reale e viva, come si può trovare in un ruscello di montagna o fiume. Purtroppo, la maggior parte della nostra acqua potabile oggi è morta, dopo aver attraversato un angolo retto di 90° in un tubo, essendo stata trattata con cloro e il fluoro (entrambe le tossine), e contenenti residui di antibiotici, glifosato e la droga Big Pharma. Può fare quel tanto che basta per tenerci in vita, ma non ci permette di prosperare.

L’acqua ha memoria e trasporta informazioni passate, come la ricerca pionieristica di Masaru Emoto ha dimostrato. Assorbe che cosa state pensando e sentendo, e di conseguenza cambia la sua struttura. Se noi, come società continuare ad usare droghe sintetiche e vampate di calore lungo i corsi d’acqua, l’acqua si ricorderà, e i futuri bevitori di quell’acqua otterrà le “informazioni che sono racchiuse nel suo sistema memoria” come le droghe, indipendentemente dal fatto che effettivamente prendiate farmaci o no.

Non tutta l’acqua è uguale. Quanto sia vantaggiosa dipende da come è strutturata. E’ incoraggiante vedere persone che promuovono acqua strutturata, che restituisce la galleggiabilità per l’idrogeno e gli atomi di ossigeno che compongono la molecola d’acqua. Noi siamo acqua. Qualunque cosa facciamo per la nostra acqua lo facciamo a noi stessi. Una via d’uscita dall’inganno e la cospirazione è quello di prendere il controllo della vostra acqua, e trovare una fonte pura, oppure filtrarla con un filtro sia per garantire  e strutturare l’acqua rendendola il più vivificante possibile.

Tutto è falso e guardarci intorno ci aiuta a tornare a ciò che è reale.

Questo articolo sono elencati i primi 9 dei 40 punti. Clicca qui per la parte 2, parte 3 e parte 4 di questa serie

fonti:

* Https: //www.youtube.com/watch? V = ApZDJo5wsH4 (video non più attivo nda)

http://www.washingtonsblog.com/2009/12/5-reasons-that-corporate-media-coverage-is-pro-war.html

http://www.trueactivist.com/robert-f-kennedy-jr-says-70-of-news-advertising-revenue-comes-from-big-pharma/

* Https: //www.youtube.com/watch? V = CVLDblwiW3s (video non più attivo nda)

* Https: //www.youtube.com/watch? V = sLehLX33EeA

* Https: //www.youtube.com/watch? V = NhMcvWpKBpg

* Https: //www.youtube.com/watch? V = vwgnTH8MrMA

* Https: //www.youtube.com/watch? V = wLgXPagNzug

* Https: //www.youtube.com/watch? V = 2YBtspm8j8M

http://www.jhsph.edu/research/centers-and-institutes/johns-hopkins-primary-care-policy-center/Publications_PDFs/A154.pdf

http://www.webdc.com/pdfs/deathbymedicine.pdf

http://www.naturalnews.com/035276_Pepsi_fetal_cells_business_operations.html#

https://www.theguardian.com/environment/2015/jun/23/herbicide-24-d-possibly-causes-cancer-world-health-organisation-study-finds

Fonte articolo: http://freedom-articles.toolsforfreedom.com/

Traduzione e adattamento:Nin.Gish.Zid.Da

La struttura gerarchica del male

 

Il centro del male nel mondo
Lo stato ombra britannico

di Harun Yahya
16 Mar 2017
Sito Katehon

Il male nel corso della storia è sempre stato controllato da un unico centro.

Coloro che propagano guerre e massacri sono parte di una catena di comando e seguono progetti che si incrociano con altri:

  • le grandi guerre del XX secolo
  • la colonizzazione
  • i massacri
  • la Divisione del Medio Oriente e l’Africa
  • la crisi economica,

… hanno un unico obiettivo.

In aggiunta, il male è come una piovra con molti tentacoli ed i nostri occhi tendono a guardare prima il tentacolo più attivo. Ma si tratta di un cervello che dirige i tentacoli e li fa muovere in perfetta coordinazione. Inoltre, il male è una struttura gerarchica piramidale.

Non importa quanto sia ampia la sua base e il numero di classi che contano:

in cima c’è un’autorità assoluta su ciò che c’è al di sotto.

E’ impossibile ottenere risultati positivi nella lotta contro il male che semplicemente tende i suoi tentacoli a tutti i livelli come un polpo.

Dovremmo invece portare una lotta intellettuale contro il vertice, che controlla, gestisce e dirige il sistema prendendo la decisione finale. Per rendere chiaro il ruolo del vertice della piramide del male, si dovrebbe andare al centro di questa lotta. Perché questo è efficace solo quando ci confonde rimanendo nefastamente nascosto, approfittando di tutti i vantaggi della segretezza.

Nel mondo d’oggi, parlando della leadership del male, molti nomi vengono menzionati:

Ma questi sono solo gli ingranaggi del sistema. Sono i tentacoli del polpo, quelli ai livelli più bassi della piramide.
È lo Stato in ombra della Gran Bretagna che è stato al vertice della piramide gerarchica per secoli, uno stato che è stato anche il polo del colonialismo e della schiavitù.

Cina, India, Indonesia e Malesia sono rimasti sotto il dominio britannico per secoli. E’ stato anche lo stato che ha introdotto l’oppio in Cina, ha reso alla fame l’India e terrorizzato la maggior parte del sud-est asiatico con la Compagnia delle Indie orientali (East India Company). Attualmente non c’è genocidio in India, ma nel ricordo di quel tempo, 150 anni fa la Gran Bretagna ha messo sul sull’orlo della fame 330 milioni di persone e ucciso più di un milione di indù.

E’ stato lo Stato ombra britannico che ha distrutto l’Impero Ottomano e occupato l’Anatolia. Le figure fondatrici del comunismo emersero lì. “Il Manifesto del Partito Comunista” di Marx ed Engels (titolo originale della prima edizione: “Das Manifest der Partei Kommunistischen”), che è la pietra angolare del comunismo è stato pubblicato in Gran Bretagna.

Tutti i fondamentali testi teorici del comunismo, tra cui “Das Kapital” (“Capitale”), sono stati scritti lì. I fondatori del liberalismo, Adam Smith e David Ricardo, erano inglesi. Charles Darwin, che ha stabilito la base ideologica del darwinismo sociale che ha portato al mondo gli incredibili orrori del XX secolo, era inglese.

Essi sono stati i lavoratori dello Stato ombra britannico, le politiche che hanno attuato, hanno portato inevitabilmente il Medio Oriente ad un bagno di sangue. La maggior parte delle nazioni del Medio Oriente sono state fondate dalla Gran Bretagna. I confini del Medio Oriente sono stati elaborati al Cairo in una riunione presieduta da Winston Churchill.

La maggior parte dei responsabili dei paesi interessati sono stati eletti da parte dello Stato in ombra britannico. E, quei manager, sono stati nominati e formati da uomini di Stato in ombra britannico:

  • TE Lawrence
  • Gertrude Bell
  • generale Allenby
  • Orde Wingate
  • Hubert Young
  • Sir Percy Cox
  • Herbert Samuel, etc.

Nel XX secolo, la stragrande maggioranza dei quadri dirigenti che hanno governato nel Medio Oriente, sono stati preparati nelle scuole britanniche, come:

  • Military Academy Sandhurst
  • SOAS (SOAS)
  • Exeter
  • Cambridge o Oxford,

… al fine di servire i piani dello Stato Ombra inglese.

In questi centri di formazione innumerevoli persone oneste, sincere e buone sono state preparate. Ma questo non significa che questi siti non sarebbero anche serviti per la preparazione di funzionari ombra statali britannici.

La maggior parte dei fondatori della corrente del terrorismo radicale sono stati preparati ad Al-Azhar. L’anglo – Sassone, razzista ed evoluzionista Lord Cromer, governatore coloniale dell’Egitto, è stato colui che ha fatto l’Università al Al-Azhar. In questo compito ha compiuto il suo ruolo – finanziato e sostenuto da Lord Cromer – Muhammad Abduh, si tratta che questa università divenne il centro del darwinismo sociale nel mondo islamico.

Questi sono i formatori e gli ideologi dell’Islam radicale.

In 30 anni, il sistema istituito da Lord Cromer emanava la sua influenza in tutto il mondo islamico. E l’influenza esercitata è la principale causa del contesto dell’attuale guerra.

La Lega delle Nazioni è stata fondata nel 1919 alla Conferenza di Parigi, controllata dalla Gran Bretagna. Gran parte dei piani finalizzati dalla conferenza erano della Gran Bretagna. Lo stato ombra britannico è anche dietro la maggior parte delle decisioni e le risoluzioni dell’ONU. Il primo ministro britannico Churchill era il capo della NATO, e l’architetto Unione europea Gladio.

I fondatori e direttori iniziali erano invariabilmente britannici. In ogni caso, questi fatti storici non dimostrano che queste istituzioni o organizzazioni agivano sempre modo completamente tendenzioso. Senza dubbio, le Nazioni Unite fornisce molti servizi utili e che ogni servizio di intelligence fornisce importanti servizi al loro paese. Ma questo non altera la sinistra influenza dello Stato in ombra britannico, è presente nella struttura di tali istituzioni e organizzazioni e alcune delle loro decisioni.
Dietro lo stato ombra britannico,

  • il colpo di stato contro Mossadegh in Iran
  • colpi di stato del 1960, 1971, 1980, 1998 e 2016 in Turchia
  • tutti i colpi di stato in Egitto, Siria e Iraq,

… che è pieno di storia recente.

La CIA e Mossad, che si dice governino il mondo di oggi, sono stati stabiliti da personale addestrato all’MI6, dall’intelligence britannica.
La banca degli Stati Uniti, la Federal Reserve  è stata fondata anche da parte della Banca d’Inghilterra.

La famiglia Rothschild, una dei leader dell’economia mondiale, ha base in Gran Bretagna. George Soros è stato preparato in Gran Bretagna.
I “Cinque Occhi(o grande fratello Echelon, corsivo mio), il più grande sistema di monitoraggio globale, rivelato da Edward Snowden è stato fondato in Australia, controllato dalla campagna inglese.

Tale sistema coinvolge i servizi di intelligence degli Stati Uniti insieme a quelli di,

  • Canada
  • NZ
  • Gran Bretagna
  • Australia,

… i membri del Commonwealth britannico.

Karl Popper, è il padre fondatore del movimento “Open Society”, Soros è inglese. Richard Dawkins, che è il portabandiera dell’ateismo nel XXI secolo, è inglese.

Qui voglio far notare qualcosa di importante:

Gli inglesi sono amabili, buoni, simpatici, gente per bene. E meglio chiarire qual è la struttura dello stato ombra britannico che permetterà al suo popolo di non gli affetti ed evitare conseguenze spiacevoli, conseguenze che ha dovuto sopportare anche per secoli.

La Gran Bretagna ha invaso quasi tutte le nazioni, con l’ eccezione di 22 paesi.

Elenco delle invasioni:

  • Antigua e Barbuda
  • Australia
  • Bahamas
  • Bangladesh
  • Barbados
  • Belize
  • Botswana
  • Indian Ocean Territory
  • Isole Vergini Britanniche
  • Brunei …
  • Isole Cayman
  • Gibilterra
  • Isola di Natale
  • Cocos Islands
  • Isole Cook …
  • Dominica
  • Isole Falkland

(Nota del traduttore dell’articolo: tra un tentativo e invasioni concretizzate dalla Gran Bretagna all’Argentina, sono: 1763, 1783, 1788, 1806, 1807, 1851, 1859, 1869, 1908 e il 1982. E senza dimenticare le Malvinas, inoltre la Patagonia L’Argentina sono “pacificamente” occupate da oltre 100 anni, anche il suo aeroporto internazionale, infatti, è stato costruito nel 2007 – http://vientosurnoticias.com.ar/aseguran-que-joe-lewis-construyo-una-pista-de-aterrizaje-privato-in-sierra-big-to-no-no-controlli /)

  • Gambia
  • Galles
  • Ghana
  • Granada
  • Guyana
  • Sudafrica
  • India
  • Scozia
  • Giamaica
  • Camerun
  • Canada
  • Kenia
  • kiribati
  • Irlanda del Nord
  • Regno del Lesotho …

Ma non è tutto, c’è di più:

  • Repubblica del Malawi
  • Maldive
  • Malaysia
  • Malta
  • Mauritius
  • isole Corales
  • montserrat
  • Mozambico
  • Namibia
  • Repubblica di Nauru
  • Nigeria
  • isola Norfolk

ancora di più:

  • Papua Nuova Guinea
  • isole Pitcairn
  • La dipendenza di Ross (Antartide)
  • Isole di St. Kitts e Nevis
  • Santa Lucia
  • Saint Vincent e Grenadine
  • samoa
  • Santa Elena
  • Seychelles
  • Sierra Leone
  • Singapore
  • Solomons
  • Sri Lanka
  • Swaziland

e ancora:

  • Tanzania
  • tonga
  • Trinidad e Tobago
  • Tokelau
  • Isole Turks e Caicos
  • Tuvalu
  • Uganda
  • Vanuatu
  • NZ
  • Zambia

52 paesi sono membri del Commonwealth britannico.

In alcune si svolgono le elezioni e si elegge il Primo Ministro. Ma sopra di loro, in alcuni di questi luoghi, ci sono ancora governatori nominati da Londra. Ciò significa che il Regno Unito invia “governatori”, come se fossero i propri territori. Mandano i funzionari eletti a prendere decisioni, ma devono sostenere il governatore britannico, anche se in realtà questo rappresenta la regina, che dice “Sì” o “No”.

L’America è una ex colonia britannica. Le macchinazioni Ombra dello Stato inglese l’ha portata alla guerra nel 1812 e gli inglesi hanno occupato per breve tempo Washington DC, dando fuoco alla Casa Bianca.

I negoziati di pace dopo la prima e la seconda guerra mondiale erano sotto il controllo britannico. Da segnalare anche un che agente veterano dell’intelligence britannica veterano ha preparato rapporti falsi contro il presidente Trump.

Bernard Lewis, l’ideatore delle occupazioni dell’Afghanistan e dell’Iraq, la guerra tra Iran e Iraq, la rivoluzione iraniana, il progetto della Mezzaluna Rossa, la frammentazione del Medio Oriente, lo scontro di civiltà e il tempo delle Guerre musulmane, è un ufficiale dell’intelligence militare britannica.

Ha insegnato presso SOAS per 30 anni. Lewis fu improvvisamente inviato negli Stati Uniti nel 1974 e da allora è stato il consulente di piombo per i problemi del Medio Oriente per quasi tutti i presidenti americani. E’ stato il pedagogo di Kissinger, Brzezinski e Huntington che è il neocon più noto oggi. In effetti, lo hanno chiamato le politiche degli Stati Uniti.

Pakistan, Afghanistan, Iraq, Nigeria, Siria e Yemen – dove il terrorismo è costato la maggior parte delle vite – sono stati sotto occupazione britannica.

Osama bin Laden è stato educato in Gran Bretagna. La GIA, che ha bagnato di sangue l’Algeria, ha portato i suoi quadri in Gran Bretagna. I più importanti uomini armati dell’ISIS erano soldati britannici.

ISIS, Al-Qaeda, Boko Haram, Al-Shabaab, FETO, Hezbollah, il PKK, il PYD, Asala, il DHKP-C, le Brigate Rosse e le organizzazioni terroristiche simili,

… truppe statali al servizio nell’ombra britannica.

Questo impianto strutturato di sangue e lacrime, è ovunque egli vada. L’elenco su potrebbe continuare. Per riassumere, gli ultimi 300 anni della storia umana sono stati intrisi di sangue da parte dello Stato in ombra britannico.

Centinaia di milioni di persone innocenti, tra cui cittadini britannici, sono stati uccisi da questi assassini spietati, razzisti, colonialisti, egocentrici e brutali. I più grandi genocidi della storia sono stati fatti dallo Stato ombra britannico, che ha anche causato grandi sofferenze per il popolo britannico.

Il 15 luglio 2016, quando le maschere caddero e sapevano chi erano quelli che hanno guidato l’insurrezione armata in Turchia, l’Inghilterra ha inviato migliaia di soldati alla base della Royal Air Force sulla costa sud occidentale di Cipro a soli 100 miglia Turchia.

E mandò le navi della Marina nel Mediterraneo, nel mentre ha fatto un’ottima ricognizione aerea con la scusa di aiutare i 50.000 cittadini britannici ad allontanarsi dal pericolo.

I soldati sono stati autorizzati ad aprire il fuoco contro chiunque tentasse di interferire con questa operazione. E’ chiaro che una tale cosa non era certo per soccorrere dei cittadini in difficoltà. Era più una parte di un piano calcolato (rivolto a altri obiettivi).

Le Relazioni turco-russe sono migliorate rapidamente dopo  che la Russia è stata l’unico paese che ha offerto sostegno alla Turchia.

Lo stato in ombra britannico si è seriamente preoccupato quando si rese conto che l’unione delle forze dei tre paesi stava risolvendo la situazione in Siria che avrebbe portato pace e l’unità per la regione.

Il Regno Unito, in attesa, era pronto ad invadere durante il tentato colpo di stato, ha cominciato a mostrare un atteggiamento e presumibilmente ‘amichevole’ ‘onesto’ nei confronti della Turchia.

Naturalmente, per la Turchia che è importante avere buoni rapporti con la popolazione del Regno Unito. Ma le trame dello Stato Ombra inglese non è mai stato buono sia per la Turchia che per il suo popolo.

Nessun leader, nessun popolo, nessuno Stato può stare da solo contro le macchinazioni di una struttura che è stata organizzata su una tale scala che è penetrata nei capillari di altri paesi.

Questi piani spietati potranno essere fermati solo dall’alleanza del bene.

L’anno scorso si stabilirono le basi di un’alleanza forte e incrollabile tra la Russia e la Turchia sul l’iniziativa del Presidente Putin e il Presidente Erdogan.

Il dovere di tutti quelli con la coscienza pulita, che vogliono salvare il mondo dal flagello dello Stato in ombra britannico, è quello di difendere e sostenere l’alleanza.

Fonte: http://www.bibliotecapleyades.net/

Traduzione e adattamento: Nin.Gish.Zid.Da 

L’articolo non menziona l’Italia, ma con l’unità d’Italia del 1860, “la perfida albione” ha ingerito e non poco anche da noi: In quel periodo “risorgimentale” “i Savoia erano legati mani e piedi alle consorterie massoniche inglesi. Era chiaro che l’Inghilterra stava ridisegnando l’Europa (lo ha sempre fatto anche in seguito! Chi ha ridisegnato i confini del medio-oriente? Sempre loro!) e lo faceva secondo la Profezia Comenius espressa in Lux in tenebris.” Storia che certamente non è scritta sui libri di scuola

Che dire inoltre del colpo di grazia ricevuto nel 1992 (che ancora oggi stiamo pagando caramente), sembra che gli Italiani siano stati colpiti da un’amnesia storica: Era il 1992 quando il panfilo Britannia della regina Elisabetta II prendeva il largo per “affondare” l’Italia. Il 1992 fu un anno decisivo per la recente storia italiana.” 

Globalismo la distopia di un cavalcato caos

 

Che cos’è il globalismo e dove sta andando?

30 Marzo by Jon Rappoport 

Traduzione e adattamento: Nin.Gish.Zid.Da

“Soprattutto, l’élite globalista considera l’essere umano nient’altro che una macchina, una macchina biologica che è mal programmata, che ha un disperato bisogno di una completa revisione e ristrutturazione a livello mentale”. (The Underground, Jon Rappoport)

Nel corso degli anni, ho scritto molto sul globalismo. Durante le elezioni presidenziali americane del 2016, Donald Trump ne ha parlato spesso, e in termini dispregiativi. Ha fatto passare il concetto al pubblico (portandolo indietro), che si era ritirato da articoli di stampa. Si potrebbe dire che ha lasciato il gatto fuori dal sacco. Così qui ho pensato di pubblicare una parte della serie del materiale importante che ho scritto sull’argomento. La gente ha bisogno di venire a conoscenza sul movimento d’élite chiamato globalismo e delle sue strategie e obiettivi.

UNO: “Durante il fine settimana, migliaia di manifestanti in diversi paesi hanno condannato gli imminenti [globalisti] accordi commerciali promossi dai governi e i loro partner aziendali. Anche se le proteste hanno ricevuto scarsa copertura dai media mainstream, si estendeva da Parigi a Varsavia“. (Carey Wedler, la lista nera delle Notizie, 10/19/16)

Ora che l’elezione è finita, è importante rivedere alcuni fatti circa il globalismo. Vi sono state al centro di tutto numerose polemiche durante il periodo che ha precede il voto.

IL Globalismo non è solo una parola astratta o un’idea. Dà la sopravvivenza per alcuni, e cerca di portarla via da altri. Si abbatte sulle popolazioni come una tempesta di locuste. Essa mina posti di lavoro. Si ruba. È stato progettato per rendere il caos.

Il Globalismo si basa sulla convinzione che l’élite siano “le persone migliori” e devono governare tutti gli altri per il bene più grande. “Non stiamo cercando di fare del male. Stiamo diffondendo la ricchezza.“

Siamo in grado di trovare i semi del globalismo in Platone e il suo antico dialogo chiamato La Repubblica. Platone ha fatto la sua posizione filosofica finale su quel lavoro. Passo dopo passo, si stabilisce che il buono è il più alto concetto nell’universo, esistente in un regno di “idee pure”, a parte la routine quotidiana dell’esistenza, deve essere letta e compresa, se la società è quello di incontrarsi con il suo miglior destino.

Ma, naturalmente, qui in questo regno umano, non tutte le persone sono in grado di capire bene e/o tradurle in azione. Solo pochi possono afferrarle-e salire verso l’alto della regola.

Così, alla fine, si è dipinto in un angolo terribile dove v’è un paradiso fascista. Si respingono tutti i tentativi di diluizione. Questo è come Platone, il filosofo dell’umana esistenza, il singolo campione della libertà e del pensiero indipendente. Ma non importa. Nel corso dei secoli, “i più saggi degli uomini” hanno preso spunto da lui, nazioni e civiltà in base alla loro versione (self-serving) di un bene costruito. E nel processo, hanno usato i propagandisti per convincere le popolazioni che governano dall’alto che il bene costruito viene effettuato solo come un servizio altruistico …

Quando un sistema è stato ideato, progettato, lanciato e gestito da criminali per minare una nazione, essi naturalmente andranno a difenderlo dicendo: “E’ bello per tutti e non v’è altro modo per poter gestire gli affari umani. Inoltre, ora NON possiamo fermarlo. Perché potrebbero causare diffusi disordini.”

Esattamente nello stesso modo, se il sistema di sicurezza venisse disattivato, risulterebbe un enorme carcere nient’altro che un contenitore dove persone innocenti potrebbero superficialmente apparire come il “caos”.

In questo caso, la verità circa la prigione globalizzata è semplice. L’operazione sottostante porta via posti di lavoro in America, e li invia fuori nell’inferno del Terzo Mondo, dove gli stessi prodotti sono forniti dalle stesse società, per pochi centesimi, utilizzando lavoratori schiavi che lavorano in condizioni ambientali tossiche che distruggono la loro salute.

E’ così difficile da capire?

Le aziende americane che hanno prodotto in quei buchi infernali, possono di nuovo vendere i loro prodotti agli americani senza pagare le tasse, tariffe, o sanzioni di qualsiasi tipo. I difensori del globalismo sostengono che vendendo i prodotti a buon mercato sia un bene per il consumatore americano. Questa è una menzogna, perché molti di quei consumatori non hanno più i loro posti di lavoro. O lavorano a salari molto più bassi rispetto al passato, perché le aziende che lavoravano per l’America ora producono in quei buchi infernali.

Tutto sommato, questa disposizione è ovviamente progettata per silurare l’economia nazionale. Non è un incidente. Non è una conseguenza non voluta. I globalisti possono essere criminali, ma non sono criminali stupidi.

Ma per quanto riguarda le società statunitensi che hanno lasciato l’America e hanno aperto un’azienda, un negozio all’estero? Non vedono quello che sta davanti ai loro occhi? Non vedono che la loro base di consumatori negli Stati Uniti si sta restringendo?

Infatti, le aziende sono stupide. Stanno scommettendo sul successo a breve termine che stanno andando a perdere, contro il collasso a lungo termine. Si spingono sempre più in avanti con gli occhi chiusi, perché sono increduli, nella loro mente non credono che il sistema possa essere modellato al fallimento finale.

Il movimento anti-globalismo è molto più grande di Trump, quindi non importa cosa ne pensi di lui, o che si creda più o meno nella sua onestà, le idee che egli sta portando avanti stanno avendo un enorme impatto sulla popolazione, perché la popolazione ha capito il gioco globalista. Vedono e sentono la distruzione. Essi vedono e sentono ciò che sta accadendo ai posti di lavoro. Vedono la brutale realtà, e rifiutano qualsiasi ipotesi del gioco globalista.

Vogliono che l’America li supportino. Vogliono che l’America prosperi. Vogliono un mercato libero. Non vogliono che il loro paese sia ridotto allo status di terzo mondo. Tutto il gergo umanitario del politicamente corretto nell’universo non sta per cambiare queste realtà di base. Il globalismo-l’esportazione di posti di lavoro, la rapida espansione del Welfare State, il lancio di guerre senza senso per spianare la strada per il saccheggio delle imprese, l’immigrato-alluvionato attraverso le frontiere aperte, è un killer per la nazione. E’ costruito per essere un killer.

La decimazione delle nazioni è un precursore intenzionale per governare il pianeta calato dall’alto dai Globalists. – “Quello che noi distruggiamo lo faremo risorgere alle nostre condizioni”.

Nessuna nazione sulla Terra ha una storia pura e pulita. Ma nessuna nazione merita di essere livellata e distrutta. Le idee fondanti della Repubblica originale americana erano e sono le migliori idee di governo mai emanate nella storia umana. Le implicazioni sono: un severo e limitato potere federale. liberi individui. individui indipendenti. Gli individui possono scegliere i propri sogni e destini. Individui che lavorano per realizzare quei sogni.

La cosiddetta stampa liberale, e le istituzioni accademiche d’America, sono azzerate completamente. Lo si può vedere dell’agenda globalista. La stampa non potrà mai contestare tale ordine del giorno. Sono grotteschi vigliacchi di primo ordine.

Ho incontrato alcuni di loro durante i miei 30 e più anni di lavoro come reporter. Dietro le loro facciate profumate, che emanano un fetore. Ho creato questo sito 15 anni fa, in parte, per esporre il globalismo nei suoi vari aspetti, come una profonda malattia delle élite s; Il globalismo deve essere tagliato e chiuso.

L’America è l’America. Per la maggior parte, la sue genti sono decenti. I loro leader nel tempo li hanno traditi più volte, senza pensarci due volte, senza un briciolo di rimorso.

Il cosiddetto movimento populista che sta crescendo a passi da gigante, e che si è fatto le gambe con Ron Paul, non deve arrivare a una battuta d’arresto, non importa chi si siede alla Casa Bianca, non importa quello che fa. Il futuro è ora.

DUE: la società globalista è cieca di fronte alla sventura.

La gente non apprezza appieno la capacità delle mega-società. Le 300 più grandi aziende rappresentano circa il 25% di tutto il commercio internazionale. E, ancora più sorprendente, questi colossi operano in linee di produzione a metà forza. Perché? Perché, solo 1,5 miliardi di persone nel mondo hanno abbastanza soldi per essere considerati come veri consumatori.

Quindi, queste aziende, che sono le protagoniste del programma globalista, stanno cercando e sperando in molti più clienti. Nel frattempo, i globalisti Rockefeller stanno pubblicizzando la pseudoscienza del riscaldamento artificiale, al fine di convincere le nazioni a ridurre la loro produzione di energia. Tale piano, naturalmente, potrebbe erodere ulteriormente la capacità di mega-società a trovare nuovi consumatori. Infatti, i globalisti sono tutti impegnati nell’approfondire metodi per distruggere le economie e con l’obiettivo di creare povertà che infetta la linfa vitale della società.

Siamo di fronte a una – enorme crepa – una contraddizione-nel fondamento stesso del globalismo. E se si vuole prendere questo più alla lontana, la nozione radicale di spopolamento in tutto il pianeta avrebbe fatto del male ancora più grave ai sogni e alle ambizioni aziendali. Molti meno ai consumatori.

Ci sono soluzioni selvagge e lanose. Ad esempio, fornire un reddito di base per ogni essere umano sulla Terra; o fare soggiacere in via esclusiva i governi alle società per i loro prodotti, che vengono poi erogati alla popolazione in uno schema di pazzo welfare universalistico. Necessariamente, in entrambi i casi, si avrebbe un nuovo sistema di valuta. I governi avrebbero apertamente e blandamente creato denaro dal nulla, per finanziare questi schemi strampalati. I governi hanno già inventato i soldi, ma se si verificasse questo sarebbe su una scala molto più grande, e senza alcuna pretesa di legittimità.

Data la propensione dei governi a eseguire i loro programmi secondo le direttive vertiginosamente incompetenti, non vedo alcun modo per le mega-società dovrebbero accogliere queste “innovazioni”.

In breve, le aziende stanno acquistando una cosa che non sta ne in cielo ne in terra. Ma insistono nel credere nei favori e vantaggi inventati dai globalisti che li stanno offrendo su meravigliosi mercati; ma in realtà, la situazione a lungo termine è una non-conquista. E’ una strada che si sta restringendo, lasciando solo una piccola fessura all’arrivo.

I Globalisti stanno riducendo la base dei consumatori in tutto il mondo. Vogliono una distopia un caos-cavalcato, cui si intende controllare con pugno di ferro. In tale scenario, le mega-società potranno anche ridursi a ombre di se stesse. La loro utilità decadrà rapidamente.

Memo per gli amministratori delegati: perché non provi a risvegliarti? Tutto il movimento messo in piedi dalla élite è una contraddizione, e tu sei al ribasso. Perché questi amministratori delegati non si risvegliano? Perché la loro avidità a breve termine supera la loro visione a lungo termine. Per loro, si tratta di un modo più semplice di vivere. Prendi i soldi e scappa.

TRE: “Alcuni credono che facciamo parte di una cabala segreta che manovra contro gli interessi degli Stati Uniti, che caratterizza la mia famiglia e me come ‘internazionalisti’ e di cospirare con altri in tutto il mondo per costruire una struttura politica ed economica globale più integrata – un mondo, se si vuole. Se questa è l’accusa, mi dichiaro colpevole, e sono orgoglioso di esserlo.” David Rockefeller, Memorie, 2003.

L’uomo che ha scritto queste parole rappresenta una famiglia che ha dominato il mondo bancario, il petrolio, la medicina moderna, la politica dietro le quinte, e le potenze del globalismo (ad esempio, il Council on Foreign Relations CFR) per un secolo.

Il Globalismo afferma che nessuna nazione può essere indipendente dalla “famiglia” delle altre nazioni, come se fosse un dato di fatto indiscutibile. Una nazione rivendicando la propria sovranità diventa così per l’ordine naturale delle cose un folle traditore. Quello che realmente lega le nazioni tra loro è la propaganda, e i trattati che si basano sulla stessa propaganda, con conseguente (temporanea) gonfi super-profitti per mega-società.

Il globalismo è un pezzo laico di montatura messianica. Un altruismo Disneyano è la prua della nave. Se si spendesse 10 minuti per educare qualsiasi imbroglione di strada su principi globalisti, lui, li avrebbe riconosciuti come una truffa standard. Gli avvisi di Obama per gli inglesi, sul loro ritiro da parte dell’Unione Europea globalista che li avrebbe messi sul retro della linea a negoziare un trattato commerciale separato con gli Stati Uniti, era pura finzione.

La Gran Bretagna, o qualsiasi nazione, che fornisce beni da vendere e il desiderio di acquistare troveranno sempre partner commerciali. Un accordo potrebbe essere scritto su un tovagliolo durante la cena.

Gli imminenti accordi commerciali come il TPP e TTIP sono redatti da migliaia di pagine e prendono così tanto tempo per negoziare, perché i pezzi grossi al tavolo sono alla ricerca di nuovi modi ingegnosi per tagliare e incollare il mondo in un aumento dei profitti per se stessi.

Il globalismo, nascondendosi dietro migliaia di analisi accademiche, raccoglie i lavori da una nazione, dove i salari sono ragionevoli e le condizioni di lavoro sono tollerabili, a differenza delle discariche infernali dove i salari sono quasi invisibili e le condizioni sono velenose. E’ così semplice, che qualsiasi imbecille poteva vedere come i paesi industrializzati come gli Stati Uniti soffrirebbero … se per nazioni si intendono persone. Invece di imprese criminali e investitori criminali. Ma tutto questo è stratificato nel corso del “condividere e cura” del contentino.

Il governo degli Stati Uniti potrebbe abrogare i trattati commerciali NAFTA, CAFTA, e GATT domani stesso, e gettare gli attuali documenti TPP e TTIP di negoziazione fuori dalla finestra … e tutto sarebbe andato bene. Meglio.

Molto meglio.

Per esempio, senza il NAFTA, i produttori statunitensi non sarebbero stati in grado di inondare il Messico con il mais a buon mercato, gettando 1,5 milioni di agricoltori di mais messicani in fallimento, che porta molti di loro di attraversare il confine e andare negli Stati Uniti per trovare lavoro.

Nessun presidente degli Stati Uniti si è sottratto da quando Nixon ha turbato la marcia del globalismo del “libero scambio”. Tutti i presidenti da allora sono saliti a bordo con il piano di Rockefeller. E l’economia degli Stati Uniti, che equivale a posti di lavoro, ha quindi vacillato. Il crollo finanziario del 2008 è stato solo uno dei fattori del declino. La promessa di importazioni a buon mercato per la vendita negli Stati Uniti, questa è la giustificazione per il lavoro e il libero scambio-Indifferente, quando in realtà la gente qui non ha posti di lavoro e senza potere d’acquisto.

I principali mezzi di comunicazione, affacciati sul libero scambio, sono andati in preda al panico quando Donald Trump ha affermato di rifiutare il globalismo. Sarebbero andati ancora più nel panico su una promessa di Bernie Sander, se pensavano di avere qualche possibilità di sconfiggere Hillary Clinton per la nomination democratica. I media hanno i loro ordini calati dall’alto dove sono accatastati, le carte sono state distribuite molto tempo fa.

Le promesse patetiche di Hillary Clinton sulla creazione di posti di lavoro rivelano nulla di sostanzioso. Agevolazioni fiscali per le piccole imprese di piccole dimensioni che “condividono i profitti con i dipendenti”, la “rimozione del governo burocratico,” “finanziamento sulle scoperte della ricerca medico-scientifica”, “ampliamento delle opportunità per la formazione del lavoro” – in verità, il suo metodo di base per stimolare l’economia è sempre stato: trovare una guerra, qualsiasi guerra, e combatterla.

QUATTRO: Da GlobalisationGuide.org: “Che cosa significa la globalizzazione in Australia?” “Le corporazioni australiane partecipano all’oppressione dei lavoratori e dei contadini dei paesi poveri in Asia. Le società minerarie e forestali australiane sono coinvolte nell’estrazione della ricchezza dai paesi come la Papua Nuova Guinea, Irian Jaya e in Indonesia, a volte contando sul sostegno militare per reprimere l’opposizione locale“. 

“Il supporto australiano per la liberalizzazione del commercio, in particolare nel settore agricolo, è stato usato per aprire i mercati nei paesi poveri dove le esportazioni di materie prime australiane mettono gli agricoltori di sussistenza locali senza lavoro.”

“L’Australia ha aperto i propri mercati ai prodotti realizzati in Paesi che consentono il lavoro minorile, o vietare la formazione di sindacati liberi.” “Il governo australiano ha opposto sforzi per includere clausole di protezione ambientale e del lavoro negli accordi dell’Organizzazione mondiale del commercio.” “L’Australia dovrebbe sostenere la riforma dell’OMC per renderla più equa per i paesi poveri del mondo.” “L’Australia pone alcune restrizioni sulle operazioni delle organizzazioni transnazionali, che prendono la ricchezza dal … [nostro] paese, e non sono gestite nell’interesse dell’Australia”. 

CINQUE: Questa è una bomba. E’ un pezzo fondamentale della storia che è stato ignorato dai mass media. Ho pubblicato questa intervista prima. Qui voglio fare nuovi commenti. Prima di tutto, la Commissione Trilaterale di David Rockefeller è nata nel 1973, in parte perché il piano globalista per garantire “libero commercio” (senza le tariffe pagate dai predatori delle mega-società) aveva incontrato un problema tecnico.

In questo inconveniente era presidente Richard Nixon. Ha iniziato la posa delle tariffe su alcune merci importate negli Stati Uniti, al fine di livellare il campo da gioco e proteggere le aziende americane. Nixon, un sostanziale truffatore sotto altri aspetti, se ne andò con un suo copione, in questo caso e in realtà ha iniziato un movimento per rifiutare la visione globalista.

Dopo la cacciata di Nixon dalla Casa Bianca, Gerald Ford divenne presidente, e ha scelto il fratello di David, Nelson Rockefeller come suo vice-presidente. Era un segno del globalismo e il libero commercio che era di nuovo in pista. Ma David Rockefeller e il suo assistente, Brzezinski, volevano di più. Volevano un uomo alla Casa Bianca il quale si era creato da zero. Quell’uomo era un contadino di arachidi nessuno aveva mai sentito parlare di: Jimmy Carter.

Attraverso le loro connessioni multimediali, David e Brzezinski hanno messo Carter sotto i riflettori. Ha vinto la nomination democratica (1976), diffondendo un messaggio sciropposo d’amore dopo la debacle del Watergate, e ben presto fu sistemato nello Studio Ovale.

Flash Forward nel 1978, il secondo anno di presidenza di Carter. Un colloquio ha avuto luogo. E’ un gioco da ragazzi un disegno di un momento straordinario. E’ un trucco attraverso uno specchio segreto, sotto forma di una conversazione tra un giornalista, Jeremiah Novak, e da due membri della Commissione Trilaterale, Karl Kaiser e Richard Cooper. L’intervista riguardava la questione di chi esattamente, durante l’amministrazione del presidente Carter, era la formulazione e il controllo degli Stati Uniti della politica economica e politica in generale.

L’atteggiamento distratto e fuori mano dei Trilateralisti Kaiser e Cooper è sorprendente. E’ come se Stessero dicendo, “Quello che stiamo rivelando è già alla luce del sole, è troppo tardi per fare qualcosa a questo proposito, perché ci abbiamo lavorato molto su, abbiamo già vinto …”

NOVAK (il giornalista): E’ vero che un privato [comitato trilaterale] guidato da Henry Owen degli Stati Uniti e composto da [trilateralisti] rappresentanti di Stati Uniti, Regno Unito, Germania occidentale, il Giappone, la Francia e la CEE sta coordinando lo sviluppo economico e le politiche dei paesi trilaterali [che includerebbe anche gli USA]?

COOPER: Sì, si sono riuniti tre volte.

NOVAK: Eppure, nel vostro recente documento si dichiara che questo comitato deve rimanere informale a causa di formalizzare ‘questa funzione potrebbe rivelarsi offensiva per alcuni della Trilaterale e di altri paesi che non partecipano.’

Chi hai paura?

KAISER: Molti paesi in Europa potrebbero risentirsi del ruolo dominante che la Germania Ovest gioca in queste [trilaterali] riunioni.

COOPER: Molte persone vivono ancora in un mondo di nazioni separate, e si sarebbero risentite di tale coordinamento [della politica] [!].

NOVAK: Ma questo comitato [Trilaterale] è essenziale per tutta la vostra politica. Come si può mantenere un segreto o non riuscire a cercare di ottenere il sostegno popolare [per le sue decisioni su come la trilaterale e paesi membri conducono la loro politica economica e politica]?

COOPER: Beh, credo che sia il lavoro a premere per pubblicizzarlo.

NOVAK: Sì, ma perché non esce il presidente Carter dicendo al popolo americano che [US] il potere economico e politico è coordinato da una [Trilaterale] commissione composta da Henry Owen e altri sei? Dopo tutto, se la politica [US] è stato fatto su un livello multinazionale, la gente lo deve sapere.

COOPER: il Presidente Carter e il Segretario di Stato Vance hanno costantemente accennato a questo nei loro discorsi.

KAISER: E’ solo che non è diventato un problema.

FONTE: “trilateralismo: La Commissione Trilaterale ed Élite pianificazione per la gestione mondiale”, ed. da Holly Sklar, 1980. South End Press, Boston. Pagine 192-3.

Naturalmente, anche se Kaiser e Cooper abbiano sostenuto tutto ciò che viene manipolato da parte della commissione era già alla luce del sole, la Commissione  Trilaterale non lo era.

La loro intervista è scivolata sotto il radar dei media mainstream, vale a dire, è stata ignorata e sepolta. Essa non è diventato uno scandalo a livello di, diciamo, Watergate, anche se il suo contenuto era molto più grande del Watergate.

La politica economica e politica degli Stati Uniti è gestita da un comitato globalista della Commissione Trilaterale, la Commissione era stata creata nel 1973 come un “gruppo di discussione informale” di David Rockefeller e il suo assistente, Brzezinski, che sarebbe diventato poi capo per la sicurezza nazionale di Jimmy Carter.

Poco dopo aver vinto le elezioni presidenziali Carter, il suo aiutante, Hamilton Jordan, ha detto che se dopo l’inaugurazione, Cy Vance e Brzezinski sarebbero venuti a bordo come segretari di Stato e consigliere per la sicurezza nazionale, “Abbiamo perso. E io avrei smesso.” Hai perso, perché entrambi gli uomini erano potenti membri della Commissione Trilaterale e la loro nomina a posizioni chiave segnalerebbe un abbandono del controllo della Casa Bianca alla Commissione.

Vance e Brzezinski sono stati nominati segretario di Stato e consigliere per la sicurezza nazionale, come temeva Hamilton Jordan. Ma lui non ha smesso. E’ diventato capo del personale di Carter. E di nuovo Flash Forward, per l’amministrazione Obama.

Obama, nel periodo che precede il suo insediamento dopo le elezioni presidenziali del 2008, è stato istruito dal globalista co-fondatore della Commissione Trilaterale, Zbigniew Brzezinski. Quattro anni prima che partiva la Commissione con il suo boss dei boss, David Rockefeller, Brzezinski ha scritto: “[Lo] Stato-nazione come unità fondamentale della vita organizzata dell’uomo ha cessato di essere la forza creativa principale. Le banche internazionali e le multinazionali stanno agendo e la pianificazione in termini che sono di gran lunga in anticipo rispetto ai concetti politici dello Stato nazionale“. Addio, nazioni separate. Ciao, governo globale.

Ogni dubbio sulla questione degli obiettivi della Trilaterale risponde da David Rockefeller stesso, nelle sue Memorie (2003): “Alcuni credono che facciamo parte di una cabala segreta che manovra contro gli interessi degli Stati Uniti, che caratterizza la mia famiglia e me come internazionalisti e se si vuole di cospirare con altri nel mondo per costruire un’unica struttura del mondo politico ed economico globale più integrato. Se questa è l’accusa, mi dichiaro colpevole, e sono orgoglioso di esserlo“.

Patrick Wood, autore della Trilaterale sopra Washington e tecnocrazia Lecter, fa notare che ci sono solo 87 membri della Commissione Trilaterale che vivono in America. Obama ha nominato undici di loro a posti nella sua amministrazione.

Per esempio: Tim Geithner, segretario al Tesoro; James Jones, consigliere per la sicurezza nazionale; Paul Volker, Presidente del Comitato di ripresa economica;
Dennis Blair, direttore della National Intelligence.

Ecco la ricompensa. La US Trade Representative (nominata da Obama nel 2013), che era responsabile per negoziare il trattato globalista TPP (Trans-Pacific Partnership) con 11 altre nazioni, è stato Michael Froman, un ex membro della Commissione Trilaterale. Non lasciate che la parola “ex” vi possa ingannare. I membri della Commissione si dimettono quando prendono posizioni nel ramo esecutivo del governo. E quando servono in posizioni vitali, come la US Trade Representative, non sono lì per caso. Sono operativi con un ordine del giorno specifico.

Flash Forward ancora una volta. Trump, che ha schiacciato il trattato globalista del TPP appena stato inaugurato, è stato occupato nelle nomine del personale per la preparazione. scrive Patrick Wood (2/6/17):

“Secondo un comunicato stampa della Casa Bianca, il primo membro della Commissione Trilaterale che è entrato nell’amministrazione Trump come il Vice Assistente del Presidente per gli affari economici internazionali, dove si siederà nel Consiglio di Sicurezza Nazionale:

“Kenneth I. Juster servirà come Vice Assistente del Presidente per gli affari economici internazionali. Egli coordinerà la politica economica internazionale dell’Amministrazione e l’integrazione con la sicurezza nazionale e la politica estera. Sarà anche rappresentante e negoziatore degli Stati Uniti del Presidente (“sherpa) per i vertici annuali del G-7, G-20, e APEC“. Altri doveri più giustificati lo porteranno nel cuore dei negoziati ad alto livello con i governi stranieri in materia di politica economica.

Dobbiamo tener d’occhio il signor Juster. Riuscirà a prendere azioni in linea con posizione anti-globalista dichiarato da Trump? O la volontà di Juster lavora come un altro globalista operativo nella Trilaterale nel centro del processo decisionale americano?  Se la risposta è “operativa”, Trump lo sa questo? Egli perdonerà ciò che farà il signor Juster? O si tratta di un caso di infiltrazione segreta, a nome del più potente gruppo globalista del mondo, la Commissione Trilaterale?

SEI: media globalizzati. E’ un bel piano. Esaminiamoli.

I nuovi media tecnocratici si basano sulla profilazione degli utenti. Non ci sono notizie di forte impatto a meno che ogni membro del pubblico sia sorvegliato e analizzato in base a ciò che gli piace e vuole.

Scioccante? E’ da aspettarselo. In quale altro modo avrebbero i tecnocrati postato le innumerevoli ore che hanno speso nel dimensionamento dei loro consumatori/utenti? Diversi anni fa, ho scritto: “Il blaterare di tecnologia è già iniziato, dal momento che Jeff Bezos, CEO di Amazon, ha acquistato il Washington Post ad una infiammata vendita. Jeff Genius ha inventato nuovi modi per trasmettere le notizie alle ‘persone in movimento’ e le notizie postate avranno un successo formidabile. Dispositivi mobili. piattaforme multiple. Il digitale sta prendendo il posto nella stampa. Annunci personalizzati per soddisfare gli interessi dei lettori (profilazione). I fatti di cronaca personalizzati per soddisfare gli interessi dei lettori (più profilati).”In altre parole, non notizie. Se pensavate che i media erano irrilevanti e ingannevoli, prima, non avete visto nulla. Le “nuove notizie” creeranno milioni di bolle virtuali in cui gli utenti possono profilarsi e gongolarsi contenti, sotto gli accoglienti tetti e casette separati dei loro preferiti piccoli paradigmi.

Il gigante tecnologico Apple ha guadato in questo territorio con un app che fornisce notizie agli utenti. Yahoo: “Apple Notizie, sarà parte del prossimo sistema operativo iOS 9, si propone di essere la fonte di notizie primarie per gli utenti di iPhone e iPad … Apple dice che le sue App News ‘trattano oltre un milione di argomenti e racconta storie rilevanti in base ai vostri interessi specifici’… Joshua Benton del Nieman Journalism Lab, ha detto che l’applicazione sarà importante perché’ attraverso la sua impressionante potenza di inadempienza, la distribuzione di Apple farà in modo di vedere le cose del tutto in un altro modo. Questa [news] app sarà in centina di milioni di dispositivi entro 24 ore dal suo debutto’.”

Traduzione: La profilatura degli utenti sta andando sempre di più verso il basso, Apple presenterà le notizie come bolle virtuali che si vogliono vedere e leggere. Non solo una presentazione generale per tutti; no, diverse “notizie prese” per un variegato pubblico di Apple. Questo introduce un intero nuovo strato di controllo mentale. “Sei un fan di Obama? Qui ci sono storie che confermano la vostra fede nel Profeta.” “Vuoi un neo-con arroccato con un tocco repubblicano conservatore? Ecco alcuni filmati di guerra che ti scalderanno il cuore “. “Credi che ‘i problemi di stallo del governo’ sia la nostra più grande preoccupazione? E il Congresso è paralizzato? Abbiamo notizie per e da qui alla luna.” “Vuoi sintonizzarti su celebrità e pettegolezzi? Ecco il tuo mondo in tre minuti.”

L’idea è: convincere gli utenti, giorno per giorno sulle cose importanti, in quello che già credono e che la notizia sia la notizia del giorno. E’ Centralizzazione decentrata. Un gigante dei media intagliato sul suo pubblico globale in piccoli pezzi per fornire loro tutta una serie di diverse bugie algoritmicamente appropriate e lanuginose e non al contesto PSYOPS.

E per gli “utenti di frangia?” “Se hai dubbi sugli OGM? Beh, guardati ciò che Whole Foods sta progettando per la loro sezione di prodotti più sani. Rallegrati. ”Niente verrà rivelato agli elettori nessuna dichiarazione un divieto temporaneo sugli esperimenti della Monsanto / Dow sui devastanti tossici o pericoli di Roundup. “Sei anti-vaccino? Siamo spiacenti, non abbiamo notizie. Tu non sei demograficamente riconosciuto. Ma qui se vuoi c’è un pezzo su di un bambino non vaccinato che è stato coinvolto in un incidente stradale sulla I5 “. 

Questo suona come fantascienza? E non lo è. E’ il principale e corrente aspetto del prossimo futuro. I motori di ricerca sono già “Personalizzati” le vostre richieste. US ABC notizie nazionali sta salendo nelle valutazioni perché bisogna dare agli spettatori e lettori “storie più leggere,” e spendere meno tempo su questioni spinose come il Medio Oriente.

Il business delle notizie mainstream è alla disperata ricerca di un pubblico; e trattare ogni “utente” come profilato fasciato-sociale-costrutto di preferenze superficiali, questa è la loro risposta. “Sig. X, abbiamo studiato la piccola bolla virtuale in cui vivi, e ora siamo in grado di venderti il tuo marchio speciale di verità “. “Ciao pubblico. Stiamo per lanciarvi a diventare a tutti gli effetti i consumatori ossessionati, come se non ci fosse nessun altro obiettivo degno nella vostra vita, e poi andremo ad analizzare il vostro profilo da cima a fondo, per scoprire esattamente che tipo di consumatore ossessionato voi siete, in modo che possiamo colpirvi e innescare le informazioni che stimolano in modo univoco le ghiandole surrenali …”

Ogni evento effettivo si verificherà nel mondo e verrà pre-digerito da redattori di media robotizzati e profilatori, e poi suddiviso in pezzi di informazioni variamente programmati  per destinatari diversi.

Chi se ne frega di che cosa è realmente accaduto? Nel nuovo mondo, non c’è ‘cosa che sia realmente accaduta’. Questo è un pieno termine improprio. Un’idea difettosa. Un errore di metafisica. No, c’è solo una lingua biforcuta multi-media che sputa fuori contemporaneamente una dozzina di centinaia di varianti dello stesso evento … perché diversi spettatori vogliono e si aspettano realtà diverse.

Nel 1984 di Orwell (Il Grande Fratello), ha immesso una sola voce nelle case delle popolazioni. Quella era la vecchia scuola. E’ stata una tecnologia primitiva. Quella (“vecchia tecnologia”) è stata utilizzata per realizzare l’unità a colpi di martello sulla testa delle persone. Questa, oggi, è la frontiera dell’unità nella diversità.

“Vogliamo rendere tutti voi in androidi, attraverso le PR di base e di propaganda con una patetica scusa per l’istruzione. Tuttavia, ci rendiamo conto che diventerete diverse varietà di androidi, e noi serviamo a quel risultato con la sofisticazione tecnologica. Fidati di noi. Ci prendiamo cura di ciò che ti sta a cuore e preferisci.”

Utente A: “Wow, hai visto la copertura della guerra di confine a Chula Vista?”(Contea di San Diego California corsivo mio) Utente B: “La guerra? C’era una fantastica esposizione di droni laggiù. Almeno un centinaio di tipi diversi. E poi ho visto un vecchio film sulla WW2 circa il combattimento aereo“. Utente C: “Hai visto Chula? Ho visto una grande disponibilità di libagioni e cibo. Una donna ha fatto una torta al limone. Ho potuto praticamente assaggiarla.” Utente D: “Non è stata una guerra di confine. E’ stata una esercitazione di polizia. E subito dopo, questi poliziotti hanno dato una dimostrazione dei loro mezzi. Giubbotti antiproiettile, scudi, dispositivi di comunicazione, flash-bang, fucili auto con silenziatori, manganelli. Guardo queste esercitazioni in tutto il paese. li amo.” Utente E: “Chula Vista? L’unica cosa che ho visto al telegiornale è che questa settimana era ‘soleggiato e mite’. Guardo tutti i canali meteo. Li amo.”

Ma quando un Big One arriva, come le elezioni nazionali del 2016 negli Stati Uniti, le melodie distinte si uniscono all’unisono in un anello. Poi, l’assoluta necessità di prorogare gli obiettivi del Globalismo (nella persona di Hillary Clinton) e cancellare ogni altra priorità. Poi la maggiore torsione da parte dei media e tutto ciò di cui hanno bisogno per torcere. Poi, per tutti sarà la stessa bolla.

Però, c’è un problema. I principali media si sono sbilanciati migliaia di volte con tutte le notizie ricavate dai siti, da Wikileaks e Project Veritas. Questo attacco ha messo in rilievo la verità e i crimini di Clinton. E tutte queste notizie riflettono nel crescente interesse del pubblico in quello che succede su molti fronti. Il piano tecnocratico per la notizia sta fallendo. E’ stato un bel piano, ma … Si sta rivelando un vero disastro.

Tutti i supporti stanno portando il pubblico verso la consapevolezza dopo il verificarsi di scandali giganti uno dopo l’altro: il supporto di Hillary / Obama per ISIS; bugiardi pro-vaccini; il crollo dell’Obamacare; la fretta sugli OGM; danni da pesticidi … avanti e avanti e avanti. Il risultato? I principali media sono sottoposti a un backup messi all’angolo, dove devono difendere menzogne ​​e costruire le stesse menzogne ​​monolitiche per tutti e tutto il tempo. L’idea di creare notizie separate per ogni utente profilato è già al collasso.

I principali media stanno giocando in difesa contro il resto del mondo. E’ piuttosto come un partito. E non ha alcuna data di scadenza.

Una nota finale: Trump, Wikileaks, Project Veritas, Drudge, e molti siti di notizie, ogni tipo di notizie ha creato una tempesta perfetta nel 2016, piovono sui principali mezzi di comunicazione. Questo, è stato ed è senza precedenti. La grande stampa è stata esposta fino alle sue radici, come mai prima. La menzogna, la collusione, il senso arrogante del diritto, la disperazione, la corruzione è tutto lì da vedere, per chi ha occhi e un paio di cellule cerebrali che lavorano. Aspettatevi molto di più in venire, a prescindere dal risultato delle elezioni. Il treno ha davvero lasciato la stazione …  

SETTE: Zbigniew Brzezinski ha scritto, quattro anni prima che partisse la TC con il suo padrino, David Rockefeller: “[Lo] Stato-nazione come unità fondamentale della vita organizzata dell’uomo ha cessato di essere la principale forza creativa. Le banche internazionali e le multinazionali stanno agendo e i termini della pianificazione sono di gran lunga in anticipo rispetto ai concetti politici dello Stato nazionale“.

Diversi altri membri della Trilaterale degni di nota sono: George HW Bush; Bill Clinton; Dick Cheney; Al Gore. I primi tre uomini hanno contribuito ulteriormente con il debito ad affondare gli Stati Uniti, fomentando guerre all’estero; e il progetto di limitazione commerciale di Gore avrebbe distrutto le economie industriali, mentre stanno aumentando notevolmente il numero di persone nei paesi del terzo mondo che non hanno accesso a fonti di energie moderne.

Tutto questo ha dato un indizio sul motivo per cui l’economia americana non è riuscita a riprendersi dalla debacle di Wall Street del 2008, perché il piano di salvataggio federale era in mano a una dispensa di criminali super-ricchi, e perché Obama ha preso l’iniziativa che ha impedito un recupero?

Uno sguardo più da vicino nel cerchio di Tim Geithner e consiglieri economici rivela l’agghiacciante effetto trilaterale: Paul Volker; Alan Greenspan; E. Gerald Corrigan (direttore, Goldman Sachs); e Peter G Peterson (ex amministratore delegato, Lehman Brothers, ex presidente del Council on Foreign Relations). Questi uomini sono tutti i membri della Trilaterale.

Quante volpi nel pollaio abbiamo bisogno, prima che ci si rende conto che l’agenda globalista della Trilaterale ha il controllo della direzione della nostra economia? La TC non ha alcun interesse a costruire l’economia americana. La vogliono silurare, come parte del fine-gioco per creare una nuova valuta internazionale, inaugurando de facto un sistema di gestione globale per l’intero pianeta.

OTTO: Ora consideriamo i vasti sforzi propagandistici degli ultimi 40 anni, a così tanti livelli, per installare l’idea che tutte le nazioni e i popoli del mondo sono un unico collettivo. Da un livello molto elevato di potere politico ed economico, su questa propaganda ha avuto l’obiettivo di governare la popolazione per un pianeta che è una massa coagulata, gestito e coordinato da un’unica forza. Il motore centrale di tale forza è la Commissione Trilaterale.

Come fa un gruppo oscuro come la TC realizzare il suo obiettivo? Una strategia di base è: destabilizzare le nazioni; rovinare le loro economie; ratificare trattati commerciali che inviano in modo efficace milioni e milioni di posti di lavoro dell’industria in posti dove il lavoro degli schiavi virtuali fa il lavoro; aggiungendo la beffa al danno, esportare i prodotti fabbricati a basso costo di questi schiavi indietro alle nazioni che hanno perso i posti di lavoro e tagliare i loro produttori nazionali, costringendoli a chiudere le loro porte creando ancora più caos economico. E poi risolvere il caos economico per portare ordine.

Che tipo di ordine?

Alla fine, un pianeta, con i confini nazionali cancellati, sotto un unico sistema di gestione, con una prevista economia globale “per ripristinare la stabilità”, “per il bene di tutti, per una armonia duratura”.

I migliori giocatori della Trilaterale, nel 2008, hanno avuto il loro uomo alla Casa Bianca, Barack Obama. In un passato oscuro un altro individuo come Jimmy Carter: Avevano nuovi trattati commerciali sulla tabella di pianificazione. Ad Obama è stato affidato il compito di fare tutto ciò che era necessario per portare a casa questi trattati, come il TPP. Per farli passare. Per farli ratificare. Senza avanzare scuse.

Ecco perché, più di un anno fa, quando la critica e la retorica dell’anti-TPP stavano raggiungendo un crescendo, quando Obama era alla ricerca dell’autorità sul Congresso per una veloce-soluzione per il trattato, si trovava nel panico in un bagno di sudore. Lui e il suo gabinetto erano sui telefoni notte e giorno, rimescolando e raschiare i voti al Congresso. Questo è stato il Big One. Questo è stato il motivo per cui è stato Presidente. Per poter far accadere tutto questo.

I suoi capi della trilaterale lo stavano guardando.  Questi uomini della politica corrono per gli Stati Uniti, quando e dove conta. A loro non piace il fallimento. Questo è anche il motivo per cui Obama è stato eletto, e dopo il suo insediamento per il suo primo mandato, ha scioccato e stupito i suoi consiglieri, che lo aspettavano, con il primo ordine del giorno, per risolvere il problema della disoccupazione in America. Invece Obama li ha sconvolti ignorando la preoccupazione numero uno degli americani, ha deciso invece di optare per la sua disastrosa politica nazionale di assicurazione sulla malattia-Obamacare.

Obama non ha mai avuto alcuna intenzione di cercare di tirar fuori l’America dal crollo del 2008. Questo non era il motivo per cui è stato messo nello Studio Ovale. Avrebbe dovuto e potuto far finta di riportare l’economia con i numeri elusi e gli standard distorti. Ma realmente e veramente, creare posti di lavoro ben retribuiti per molti, per molti americani? Non erano all’ordine del giorno della TC. E non era nemmeno nelle carte.

E’ stato controproducente il piano della TC: silurando ulteriormente l’economia.

Obama si è messo in movimento. Ha viaggiato in luoghi lontani, cercando di puntellare un consenso globale sul trattato TPP. La sua gente stava lavorando giorno e notte per arrotondare i voti necessari per la ratifica TPP al Congresso. Obama prevedeva di sgattaiolare attraverso il trattato durante la sessione di anatra zoppa del Congresso dopo le elezioni di novembre, davanti ai membri del Congresso dei nuovi eletti.

Obama ha spinto attraverso trattati commerciali globalisti: questo è il motivo per cui è stato messo alla Casa Bianca.

Questo è il suo compito primario.

Questo è il suo vero lavoro.

I suoi capi lo stanno guardando.

“Mi impegno ad essere fedele alla Commissione Trilaterale, e al dominio che essa rappresenta, un pianeta, indivisibile, con la tirannia e la povertà e l’ordine calato dall’alto verso il basso per tutti …”[Aggiornamento: il TPP era morto dopo l’arrivo  e l’elezione di Trump.] 

NOVE: “Gli esseri umani sono tecnocratici spiritualmente morti. Essi sono capaci di tutto, non importa quanto odiosi, perché non ci riflettono sopra o mettono in discussione l’obiettivo finale.”- Chris Hedges “turbine sui fiumi e i mari per l’energia elettrica; potenza dell’idrogeno; fattorie urbane; massiccia desalinizzazione dell’acqua, questi sono solo alcuni dei mezzi per fare un futuro migliore e abbondante, non tecnocratico. Da ogni punto si guardi razionalmente, l’idiozia tecnocratica è già obsoleta.”- La metropolitana, Jon Rappoport – Ancora, grazie a Patrick Wood e il suo libro, Technocracy Lecter, per espandere la mia visione in queste aree.

Da prendere in considerazione il termine dell”Oxford Dictionary che offre questa definizione “umanesimo scientifico”: “Una forma di teoria dell’umanesimo e della pratica che si basa sui principi e metodi della scienza; in particolare la dottrina che gli esseri umani dovrebbero utilizzare, metodi scientifici per studiare la vita e il comportamento umano, al fine di indirizzare il benessere e il futuro del genere umano in modo razionale e benefico … Origine metà del 19° secolo “.

Tale definizione ci dà un generale buon significato sulla “tecnocrazia”. Comprendere la mentalità dei tecnocrati globalisti è necessario; credono che dal momento che possono pianificare la forma della società, credono di doverla pianificare.

I politici sono fuori moda lungo questo nuovo percorso evolutivo. Essi sono in via di estinzione. Invece, gli ingegneri prenderanno il loro posto. Gli esseri umani (tutti gli otto miliardi) saranno contabilizzati. Essi riceveranno quote di energia. Perché una mappa maestra esiste per la quantità di energia globale disponibile in ogni momento, ogni essere umano sarà consentito di consumare solo tanta energia nel corso di un periodo di tempo definito.

Questo è il “quadro generale”. Tecnocratico

Ovunque si vede lo stato di sorveglianza, si vede la tecnocrazia. L’affermazione che la sorveglianza può essere utilizzata per prevenire attacchi terroristici è una storia di copertina. In realtà, non ci può essere un tutto che abbraccia la tecnocrazia senza un monitoraggio in tempo reale del consumo di energia di ogni cittadino.

Ma la tecnocrazia va molto più in là di questo. Gli esseri umani sono visti come macchine biologiche mis-programmati con la necessità delle correzioni di base. La loro tendenza a impegnarsi in un conflitto deve essere frenata. Qualunque cosa facciano, per esempio, o pensare che va contro la stretta organizzazione della società calata dall’alto “pacificata e armoniosa” è, a priori, irrazionale e deve essere sradicata a livello della Mente.

La riprogrammazione necessaria dovrebbe essere ottenuta attraverso mezzi genetici, elettronici e chimici. Anche se mai verrà ammesso pubblicamente, i tecnocrati non vedono alcuna ragione per mantenere la popolazione umana al livello attuale. L’eliminazione di un gran numero di “macchine biologiche” renderebbe il loro lavoro più facile.

Le fiabe araldiche circa la trasformazione “transumana” sono usate per dare un volto meraviglioso sulla tecnocrazia. Per esempio, c’è stato detto che presto sarà possibile collegare un cervello umano con un super-computer e scaricare direttamente agli umani “le spirituali saggezze, la conoscenza e il talento”.

Tecnocratica premessa: la società stessa è un gioco da tavolo, e qualcuno deve essere responsabile; Chi meglio degli ingegneri con un piano generale? I cosiddetti “progressi” nella vita umana inizierà affermando i “diritti” fondamentali che le persone hanno diritto. Ad esempio, “un ottimo stato di esistenza sociale.” Quello che questo significa veramente è “pioli nei fori.” Le persone saranno inserite nelle fessure che producono la “più grande quantità di felicità possibile collettiva.” E’ tutto nel programma pianificato. La libertà? La libertà di scegliere? Non ne ho mai sentito parlare.

Al contrario, ciò che all’individuo gli viene soddisfacentemente dato dall’alto, è perché è stato progettato per credere che sia così. Questo è il piano. Smart-grid, lo sviluppo sostenibile, economia verde, uso del suolo, la pianificazione della comunità, i cambiamenti climatici, l’educazione ai valori, e altre campagne sono segnali e passi verso la sponda opposta della tecnocrazia. Tutti indicano di mettere “pioli in fori.” Tutti contingente-mente in definitiva si comportano per il consumo energetico.

Tutti coinvolti nell’ipotesi che, poiché non si fa tutto quanto solo così per andare in giro, una più alta autorità deve decidere chi ottiene cosa. Il cibo, acqua, riparo, posti di lavoro, lussi, l’energia …

Indizio: gli scienziati e gli ingegneri possono arbitrariamente dire ciò che è la scienza, e quindi, possono e dicono che il piano è “scientifico”.

Se dici: “Beh, guarda, ci sono modi originali per aumentare notevolmente la quantità di acqua disponibile, di energia e cibo pulito,” queste affermazioni potrebbero andare contro l’esecuzione del progetto tecnocratico. Optando per l’abbondanza non verrebbe accolta. L’abbondanza taglia le corde del loro piano. Deve pronunciarsi la scarsità e a sua volta deve essere promossa. La mancanza di tutti gli elementi essenziali deve essere citata come la ragione per imporre risposte tecnocratiche. Non c’è modo di trovar risposte intorno ad esse.

L’ironia è che, quando si parla di ambientalisti davvero hard-core con mezzi per raggiungere l’abbondanza attraverso le tecnologie alternative, si esita e ci si arrabbia in crescendo. Non vogliono soluzioni tecnologiche e ancora, i poteri dietro di loro, in cui il denaro la fa da padrone, sono, in realtà, protratti tutti sulla tecnologia, una tecnologia di un certo tipo, che si basa sulla pianificazione di una società in cui la scarsità di crescita permanente è mantenuta e promossa come la realtà immutabile.

E’ completamente pazzo, del tutto folle pensare in questi termini. Ma quando mai gli uomini si sono fermati e sono stati abbastanza sicuri che si sarebbero seduti su dei troni? Una vasta abbondanza è più di una visione. È una possibilità raggiungibile. La storia della scienza e della tecnologia attuale conferma che entrambi i materiali essenziali e disponibili dell’innovazione umana sono sempre stati minimizzati come la carenza, fino a quando qualche individuo è arrivato e ha dimostrato che un nuovo modo di fare le cose avrebbe risolto la carenza.

Le aziende, i governi, e le università cercano di limitare, frenare, e seppellire le invenzioni che si aprono al futuro dell’abbondanza. I tecnocrati fanno a gara per “pianificare la società” prima che quelle invenzioni fuoriescono al pubblico e rendano loro, i tecnocrati, obsoleti. Ma sono obsoleti. Solo che non lo hanno ancora capito. Ma noi siamo in grado di capirlo.

DIECI: “l’élite che inventano realtà hanno bisogno di un’operazione ineccepibile, guidate da persone che sono inesorabilmente promosse come i rappresentanti più sani, più intelligenti, competenti, alla cura della razza umana. Indovinate chi sarebbe?” (Il Mago Awakes, Jon Rappoport)

Nel 1976, il grande critico della società del 20° secolo, Ivan Illich, ha scritto: “La medicina moderna è la negazione della salute. Non è organizzata per servire la salute umana, ma solo se stessa, un istituto. Rende più gente malata di quanto non la guarisca.” 

Il cartello medico è la risposta alla domanda: che cosa fare con la popolazione della Terra, una volta che vivono sotto un’oligarchia globalista? E’ tutto su come gestire la vita, dalla culla alla tomba, e nessuna istituzione serve per migliorare la gestione della Medicina.

Prima di tutto, si dispone di un sistema che eroga farmaci tossici in un flusso senza fine, uccidendo nei soli Stati Uniti, dalla stima approssimativa, 100.000 persone all’anno. In cima a quello, i farmaci causano ovunque da due a quattro milioni di gravi effetti indesiderati ogni anno.

Al di là di questa distruzione fuori-diritto, c’è l’agitazione, la sofferenza, il lutto, e la confusione che si estende in increspature, da ciascuno dei morti e feriti, alle famiglie, amici e colleghi di lavoro. L’effetto complessivo? Demoralizzazione e l’incapacità di vedere e pensare oltre il dolore, l’emotività è esattamente quello che vogliono gli psicopatici sull’esecuzione del pianeta.

Il cartello medico (aziende farmaceutiche, le agenzie di salute pubblica, scuole mediche, medici) vuole assicurare un trattamento dalla culla alla tomba di ogni persona. Questo significa che 30 o 40 diagnosi di malattie e disturbi mentali nel corso della vita, e il trattamento con farmaci tossici. Significa anche che i problemi medici sono in prima linea nella mente di ogni persona come lui / lei si snoda attraverso la sua vita, credendo che la malattia è l’aspetto più importante della vita. Le persone diventano orgogliose, sì, orgogliose della loro diagnosi ed il trattamento. Indossano le diagnosi come distintivi d’onore, e ogni comunicazione sociale è un’occasione per la visualizzazione di badge e discutere i trattamenti confrontando le note.

“Sai, in un primo momento il mio medico pensava che fosse l’ADHD, ma poi ha fatto una di quelle nuove scansioni cerebrali, e si rese conto che era bipolare con una traccia di disordine geneticamente ereditato oppositivo Defiance. Una volta che ha avuto l’ODD sotto controllo con un importante tranquillante, potevo andare oltre il bipolare. Ma poi ho sviluppato dei tremori. Così ha impiantato un chip …”

Non è solo una società malata, è la società stessa che è malata. L’assistenza medica è gratuita, questo è quello che dice un uomo libero, il suo significato di: sono stato pagato anche gli straordinari e ho pagato tutti i livelli di tassazione. Questo è lo slogan collettivista di base, “Siamo tutti sulla stessa barca”, raggiungendo il suo più fervente sostegno da parte dell’assioma che la malattia è la nostra occasione primaria per aiutarsi a vicenda, accettando oneri fiscali impressionanti.

Naturalmente, grandi segmenti della popolazione mondiale non saranno in grado di partecipare al moderno, up-to-date, all’avanguardia della “cura”. Per loro, ci sono diverse soluzioni. Il primo sono i vaccini inseminati con prodotti chimici e geni che riducono la fertilità e la potenza. Poiché i tassi di natalità gradualmente declinano, storie di copertura sono inventate per spiegare il fenomeno: lo stress; l’aumento dei tassi di occupazione; gli effetti sociali di urbanizzazione; la dissoluzione del nucleo familiare.

La seconda soluzione sono le epidemie che presumibilmente uccidono un gran numero di persone. Queste epidemie sono frodi di routine, basate sulla scienza inventata. Nel povero del Terzo Mondo, viene annunciato che le epidemie non sono altro che storie di copertina; le persone non muoiono a causa di germi; stanno morendo perché la loro acqua è contaminata, a causa del sovraffollamento, la mancanza di servizi igienici di base, la fame da generazione a generazione. Stanno morendo perché le loro terre fertili in crescita sono state rubate. Mentre i corvi esperti medici attaccano il germe del momento con farmaci e vaccini (tossici), queste cause reali di morte possono essere ignorati e persino migliorati.

Nel frattempo, in settori tecnologici industrializzati del pianeta, la psichiatria sale a nuovi livelli di controllo sulle classi colte. Anche se nessun disturbo cosiddetto mentale è mai stato diagnosticato con un vero e proprio test di laboratorio, gli esperti che dominano il campo continuano a inventare nuovi disturbi della grandezza di un cappello.

I pazienti psichiatrici credono di avere le condizioni di un cervello malato e che devono essere trattati con farmaci (altamente tossici). I pazienti ritengono inoltre che le proprie aspirazioni sono limitate dai loro disturbi, facendo così in modo da acconsentire a un modello psichiatrico che circoscrive la loro vita.

Al top-end della società, nuove invenzioni mediche vengono applicate ai ricchi. Come il miglioramento genetico che è la più altamente sollecitato di questi. Nonostante il fatto che, finora, non ci sono trattamenti genetici per qualsiasi malattia che funzionano su tutta la linea, gli esperimenti verranno effettuati per estendere la vita, per inseminare i non nati con talenti particolari, per curare una vasta gamma di malattie.

Ci saranno sforzi per sostituire i componenti tecnologi per la natura biologica. Gli arti, organi, sistemi di tutto il corpo, compreso il cervello. La lavorazione di pezzi ad alta tecnologia non è davvero il problema. L’obiettivo è semplicemente quello di coinvolgere tutti i ricchi in un grande esperimento, determinando così l’inghiottimento in un paradigma medico dell’esistenza.

Alla porta d’ingresso delle operazioni del cartello medico, una persona sarà iscritta nel sistema, mentre sarà ancora nell’utero, e il percorso sarà disposto in modo che si estenda fino alla tomba. Una volta che si è registrati con un pacchetto ID medico, egli sarà monitorato e trattato e ottimizzato senza sosta.

Infine, la proposta inevitabile e che il programma verrà attuato. Perché il parto naturale è rischio,e considerato un evento medico? Perché non creare la nascita in un laboratorio? E se, in qualsiasi momento della vita, una persona sperimenta dubbi e rimpianti sulla sua appartenenza all’apparato di controllo medico universale, può ottenere una prescrizione di farmaci che hanno come target i “centri del piacere”, e quindi controllare le sue preoccupazioni e le ansie. Di Huxley Brave New World si muoveva come un’onda su una spiaggia.

Ad ogni modo la raffinatezza, l’eleganza, la garanzia, e la preoccupazione saranno le parole d’ordine del medico che le praticherà, mettendo uno stop verso quel giorno, il prete secolare in questo dramma di smantellamento umano. E tuttavia, per coloro che ricordano, e sanno ciò che l’individuo è, e sanno cosa sia la libertà, sanno cosa sia l’immaginazione e il potere creativo, il sartiame distorto e l’appiattimento collettivizzato sarà simile a niente di più che un cartone animato orribile.

E queste persone che hanno in sé il ricordo li porterà a una rivoluzione come nessuna rivoluzione si è mai vista prima – o possiamo per difetto ritirare il nostro consenso ora a questa folle matrice.

Fonte:  https://jonrappoport.wordpress.com/

Traduzione e adattamento: Nin.Gish.Zid.Da