Crea sito

La Pietra della Donna Gravida di Baalbek

La pietra della donna incinta

La pietra della donna gravida di Baalbek
-uno dei monoliti più grandi dell’antichità-

di Jorge Alvarez
12 Settembre 2016
dal Sito Web LaBrujulaVerde
traduzione di Nicoletta Marino
Versione originale in spagnolo

Un monolite è un grande blocco di pietra in un solo pezzo.

Può essere di origine naturale, come nei casi di quello australiano di Ayers Rock o la Punta di Ifach spagnola, o frutto del lavoro umano, lavorato con una finalità concreta come sono tra gli esempi classici i menhir preistorici.

All’interno di questo secondo gruppo possiamo suddividerli secondo diverse motivazioni:

Alcuni sono più grandi di altri, però se parliamo di misure dobbiamo porre l’attenzione al Libano dove è stato ritrovato uno dei più grandi costruito dall’Uomo dell’Antichità.

Si tratta di quello che curiosamente è chiamato la Pietra della Donna Gravida, che si trova nella cava di Baalbek.

Situata a circa 86 chilometri da Beirut, era una città di origine cananea dove i Fenici avevano costruito un santuario al dio Ba.al (da cui il nome).

Più tardi, durante l’occupazione greca, la città fu ribattezzata col nome di Heliopolis, sicuramente perché in tempi ellenistici Ba.al fu identificato con Helios, divinità solare.

La Pietra della Donna incinta agli inizi del XX secolo

 Anche i Romani la conobbero così e ai tempi di Augusto sostituirono il culto con quello di Jupiter Heliopolitano conservando però il tempio.

Era stata apportata una modifica rispetto al tempio greco aggiungendo una grande piattaforma o patio di 88 metri di lunghezza e 48 di larghezza, utilizzando tre blocchi di pietra immensi di 750 tonnellate l’uno.

Un quarto blocco avrebbe dovuto essere aggiunto ma rimase abbandonato nella cava dove si stava tagliando.

 
Piano del complesso sacro di Baalbek,  con il tempio de Jupiter nella parte superiore

Questo blocco era destinato a continuare quel trilithon, una struttura tipo dolmen (due monoliti verticali che sostengono un terzo orizzontale come una T) che probabilmente circondava il perimetro del patio.

Non si trova nel posto esatto da dove fu estratto ma fu spostato anche se di un tratto abbastanza corto (ancora dentro la cava che si trova a meno di un chilometro dal tempio) come lo dimostra il fatto che non si trova affondato ma in una curiosa posizione obliqua.

Gli studi portati a termine nel 1996 da un gruppo dell’Università di Linz (Austria) hanno confermato le stime precedenti fatte dall’archeologo Jean-Pierre Adam e sono arrivate alla conclusione che misura 21,5 metri di longitudine per 4,8 di larghezza con una sezione quadrata di 4,2 metri di più, e si calcola che il suo peso sia tra 900 e 1.100 tonnellate.

Senza ombra di dubbio, una delle cose più curiose di questo monolito è il nome.

Gli Arabi lo chiamano Hadjar-el-Qoublé (Pietra del Sud) però tradizionalmente è conosciuto come la Pietra della Donna Gravida.

Perché? E’ una bella domanda e come succede di solito con le denominazioni molto antiche, ci sono varie teorie al riguardo:

  • la più semplice è che si riferisca a qualche credenza locale secondo la quale toccare la sua superficie avrebbe aumentato la fertilità, cosa che succede anche in altri luoghi.
  • Però c’è anche una leggenda che parla di una misteriosa donna in stato di gravidanza che si offerse di muovere la pietra in cambio del mantenimento per se e per il futuro bambino.
  • La terza è quella che dice che la grandezza del blocco era dovuta ai djinns (esseri della mitologia semita, una specie di geni che potevano essere sia maschili che femminili) che sarebbero stati in cinta.

Il secondo monolite ritrovato a Baalbek

Comunque sia, la Pietra della Donna Gravida non è la sola.

Nel 1990 si è trovato un altro ciclopico blocco appena più piccolo (19,5 x 4,4 x 4,5 metri), anche se si crede che è più pesante (1.242 tonnellate). E alcuni anni fa, nel 2014, l’Istituto Tedesco di Archeologia scoperse un terzo blocco dalla dimensioni più grandi degli altri che è considerato il più Grande mai costruito dall’Uomo.

Misura di lunghezza qualcosa come 19,6 metri, però guadagna in larghezza (6 metri) e in sezione (5,5 metri), per cui il peso si aggirerà intorno alle 1.650 tonnellate.

Questi parametri sono oggi il suo vanto ma allora furono la sua condanna poiché si considerarono eccessivi per un trasporto con garanzie; in quel senso assomiglia e allo stesso tempo si differenzia dal famoso Obelisco Incompiuto di Luxor, abbandonato perché si era scheggiato.

 

Il terzo monolite trovato nel 2014

Il giacimento di Baalbek continua a essere scavato e studiato.

Nel 1984 fu inserito nella lista del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

FONTE

Melatonina & Pineale

L’importanza della melatonina

di Joaquín Piquer
14 Settembre 2016
dal Sito Web SelenitaConsciente
traduzione di Nicoletta Marino
Versione originale in spagnolo

La produzione di melatonina è essenziale per il sistema immunitario e il blocco di questo ormone può influire sulla nostra salute.

Si è parlato molto del danno che produce il fluoro sulla ghiandola pineale e sebbene sia certo che ci sono cose che la bloccano e giornalmente le facciamo senza rendercene conto.

La ghiandola pineale si attiva nell’oscurità o di notte; solo in queste condizioni avviene secrezione della melatonina, per questo vi consiglio di ascoltare i suoni al buio. La luce artificiale può fare più danni di tutto il fluoro che abbiamo consumato durante tutta la nostra vita.

A partire da 15 Lux (Unità di intensità dell’illuminazione del Sistema Internazionale il cui simbolo è lx, che equivale all’illuminazione di una superficie che riceve normalmente e in maniera uniforme un flusso luminoso di 1 lumen per metro quadrato) si arresta la produzione di melatonina.

L’esposizione continuata a fluorescenti, schermo di computer, cellulari, televisione e qualsiasi luminosità notturna che ci circonda superiore a 15 Lux impedisce il beneficio derivante da questo ormone.

La radiazione elettromagnetica emessa dagli schermi danneggia direttamente la ghiandola pineale.

Per farvi un’idea della luminosità normale in una casa con luci accese è pari a 700 Lux, la luce solare oscilla da 32.000 a 50.000 Lux per questo si sconsiglia di guardare direttamente il Sole.

Dormire con una piccola luce, per un motivo qualsiasi, impedisce di avere un ciclo di sonno corretto e non dormiamo bene.

15 Lux è la luminosità che si può avere nella strada di notte con i lampioni accesi. Invece la luce naturale data dalla Luna piena e dalle stelle non supera 1 Lux di luminosità.

Le persone che per necessità di lavoro o a cui piace la vita di notte e dormono di giorno, anche se in una camera completamente al buio non riposano allo stesso modo e si rompe ciclo circadiano che è quello che regola i cicli del sonno e sono più esposte a più malattie.

La cosa corretta è dormire di notte completamente al buio e lasciare il cellulare lontano da noi e stare per un’ora senza essere esposti alla luce artificiale come per esempio a uno schermo di computer prima di dormire.

Per quanto possiamo avvertire le vibrazioni, se non prestiamo attenzione a questa luce artificiale, ciò che guadagniamo da una parte lo perdiamo dall’altra. D’inverno per esempio la luce solare è meno intensa e più breve e si secerne più melatonina che in estate.

Le persone cieche che conservano il globo oculare secernono melatonina tutte le 24 ore, e ciò permette loro di sviluppare il resto dei sensi più del normale.

Effetti della melatonina

Ha un effetto diretto sul sistema immunitario; regolare i cicli del sonno, dormire da 8 a 9 ore per notte e non abusare della luce artificiale diretta come quella degli schermi dei dispositivi elettronici previene il cancro e molte altre malattie.

Dormire di giorno e essere esposti di continuo a questo tipo di luce vuol dire assicurarsi una vita piena di problemi, di malattie ed è una forma inconscia di accorciarsi la vita vito che la melatonina la dobbiamo considerare come un elisir di lunga vita e di gioventù.

  •         La melatonina ha effetti antiossidanti, protegge il DNA, le proteine e i lipidi da questa ossidazione.
  •                 Previene da malattie degenerative come Alzhaimer o Parkinson.Evita il cancro alla prostata, alle ovaie, al fegato e alla mammella.
  •         
  •         Allunga la vita ed evita l’invecchiamento precoce.
  •          Riduce la tossicità di trattamenti della chemioterapia e radioterapia.


Gli effetti più comuni sono i suoni che vi offro in questo blog e che corrispondono ad una attività alta di melatonina pertanto si stimola correttamente la ghiandola pineale.

Prendere adattogeni e triptofano aiuta la ghiandola pineale. Il triptofano si trova soprattutto nelle banane, nel pomodoro, nei fichi d’India e nei melograni, nel cetriolo e nella barbabietola.

Di fatto la frutta e le piante adattogene contengono il triptofano, ma non tutto quello che contiene trttofano è un adattogeno.

La melatonina è un derivato della serotonina e questa a sua volta un derivato del triptofano.

Il triptofano curiosamente è un aminoacido neutro, ha il ph neutro e non ha poli ossia non ha polarità. Possiamo considerarlo come uno zero, uno zero pieno di fattori benefici.

Come vediamo ciò che è neutro favorisce in tutto e per tutto quello che ha a che vedere con l’evoluzione umana e della coscienza.

Con il ritmo di vita e come vanno le cose, il fluoro è quello che ci preoccupa di meno, anche se togliessero tutto il fluoro nell’acqua che consumiamo, si sono assicurati come bloccare questa ghiandola rendendo meno forte la mente, per essere chiari usano la dipendenza da sistemi elettronici:

  •         I bambini e gli adolescenti con i videogiochi stanno già distruggendo l’attività della pineale
  •         Gli adulti con Internet, cellulari e televisione.

…e così non rimangono altri spazi e si assicurano il blocco totale della melatonina, trasformando la popolazione mondiale in autentici zombi malati e dipendenti.

Il progresso tecnologico ci fa ritardare nell’avanzare della coscienza nel recupero della nostra vera essenza umana.

Una civiltà avanzata non implica un avanzato sviluppo umano.

Che in una civiltà uno debba studiare minimo 10 anni per essere considerato un buon medico, significa che si ignora come vivere con gli altri e significa anche che ci sia una società molto malata che dipende da sostanze esterne per avere una vita mediamente sana.

Più ospedali troviamo in una civiltà significa un ritardo nel comprendere le energie della natura e del cosmo.

Una cultura avanzata significa:

  •         Niente malattia
  •         Nessuna dipendenza
  •         L’assenza di paura nel vivere la vita

Fonte: http://www.bibliotecapleyades.net/ciencia2/ciencia_pinealgland03.htm

“ETERE” – il quinto elemento

Anomalie solari e rinnovata percezione dell’etere

Articolo ricevuto dall’amico Dott. Roberto Slaviero
 

“Tutti i moti dell’Universo, dal infinitamente piccolo, al infinitamente grande, nascono da un ETERE UNIVERSALE, in perenne moto vorticoso, capace di influenzare sia la materia che gli esseri viventi ed il loro Spirito”

 

Marco Todeschini (Valsecca di Bg 25.04.1899 – 13.10.1988)

Un genio italiano pressoché sconosciuto ai più, in quanto messo nel “dimenticatoio” negli anni 60-70, dalla cosiddetta scienza con la A maiuscola; scienza dei potenti di regime, di quelli che pensano di possedere la Verità e non accettano di confrontarsi su paradigmi, dogmi e certezze, che magari si potrebbero rivelare non cosi veritieri …

Ma andiamo con ordine

ETERE

“nella antica Cosmologia greca, il quinto elemento (aria acqua terra fuoco etere), incorruttibile, di cui sono costituiti le sfere ed i corpi celesti, dal cielo della luna, al cielo delle stelle fisse”
da Treccani

“l’Universo non è un oggetto meccanico indipendente da noi osservatori, ma bensì un atto CREATIVO, la cui origine sono i movimenti vorticosi dell’Etere, che si può considerare l’energia fondamentale che permea tutto l’Universo; capace attraverso le vibrazioni da esso prodotte di dare origine anche alle nostre sensazioni, e queste poi, a loro volta, sarebbero in grado di influenzare la Materia stessa”
M.Todeschini

Potrebbe essere questa sostanza impalpabile la Sostanza Originaria, la Madre, di cui parlano molte culture antiche e da cui si origina la VITA?

Il Dr.Todeschini nel corso di centinaia di esperimenti ha dimostrato le sue teorie e ha costruito apparecchiature in grado di confermare le sue scoperte. Tra le altre invenzioni vi è il Motore a Forza Propulsiva Centrifuga; il dispositivo è in grado di generare una forza propulsiva autonoma, orientabile, senza necessita’ di trasmissione. Va oltre i principi delle leggi fisiche comunemente accettate.

Il brevetto di tale Motore,che ricorda molto i famosi UFO, cosiddetti “alieni”, fu depositato nel 1932 e rilasciato il 17.11.1933 (numero 312496) dall’allora Ministero per le Corporazioni del Regno d’Italia.

Il 2 novembre 1975 all’International Kongres der Ufologes a Wisbaden, gli scienziati presenti sostennero, dopo aver visto gli esperimenti, che tale dispositivo ha le stesse caratteristiche e possibilità di quelli usati per la propulsione degli UFO (Unidentified Flying Object).

Ognuno faccia le sue considerazioni in merito quindi al discorso Ufo-alieni e sappia comunque che gli studi sono andati avanti in un ramo di ricerca detto PNN, ovvero Propulsione Non Newtoniana, che ha sviluppato motori sulle basi delle ricerche di Todeschini.

Magari proprio per questo il “regime” ha posto un velo sopra tale incredibile scienziato e le sue scoperte, che contrastano i paradigmi di Newton ed in parte di Einstein.

Come saprete, da alcuni ricercatori soprattutto “quantistici”, la insuperabilità della velocità della luce, postulata dalla Teoria della Relatività, viene messa in dubbio, e questo potrebbe cambiare completamente la visione del nostro Universo!!

Come diceva un altro grande italiano, il Dr Rol Adolfo Gustavo (Torino 20.06.1903 – 22.09.1994), le leggi della Fisica valgono qui sul pianeta Terra, non sappiamo nulla delle leggi che regolano le stelle e gli infiniti universi galattici.

Interessante … se sappiamo possedere la “dotta ignoranza” (Nicolaus Cusanus)

Parliamo allora adesso delle ANOMALIE di comportamento della nostra Stella, IL SOLE, anomalie inspiegabili secondo i paradigmi scientifici odierni.

Le anomalie sono tendenzialmente 3:

Anomalia – 1il Sole ha una massa nel sistema solare pari a quasi il 99% della massa totale. Una grandezza di misura fisica, chiamata MOMENTO ANGOLARE, esprime i moti di rotazione delle stelle e pianeti e dipende dalla massa, dalla velocità e dalla distanza tra i vari pianeti o sfere.

Ebbene il Sole che possiede il 99% della massa del nostro sistema solare, ha solo l’1% del momento angolare del sistema solare. Ha PERSO cioè il 98% di tale “prerogativa” diciamo e questo contrasta soprattutto con il paradigma, che afferma che il sistema solare nacque da una contrazione di una nebulosa.

Contrazione, che avrebbe dovuto tra l’altro, far ruotare il Sole su se stesso molto più velocemente dei suoi 28 giorni di rotazione attuali. Il fatto viene giustificato dicendo che il Sole ha forse trasferito all’esterno gran parte del suo Momento Angolare, oppure con altre teorie che si “attaccano sugli specchi”.

OK, MA DOVE AVREBBE TRASFERITO IL SUO MOMENTO ANGOLARE? Ad un’altra Stella? E’ l’ipotesi su cui indagano i ricercatori del BRI (Binary Research Insitute).

Ovvero stanno cercando un’altra stella nel nostro sistema che giustifichi questa anomalia del momento angolare solare.

Un altra stella che intersechi il nostro sistema, oppure si potrebbe pensare ad un altro grosso pianeta che passa ogni qualche migliaia di anni nel sistema solare, il famigerato pianeta X, tanto declamato negli scritti, o meglio nelle tavolette, lasciatici dalla famosa e progredita civiltà Sumera (4000 a.C.)??

Anomalia – 2
La Corona solare, ovvero la parte più esterna dell’atmosfera solare ha un CALORE spaventosamente MAGGIORE rispetto alla superficie del Sole, che è, ricordiamoci, una grande sfera di plasma, ovvero di gas ionizzati ad altissime temperature e non ha superficie solida come i pianeti.

Questo contrasta con i principi della Termodinamica,dove il calore procede da un posto più caldo verso un posto più freddo (convezione) e non viceversa. E’ come se sulla Terra ci fossero 30 gradi in superficie e a 10 km di altezza, dove volano normalmente gli aerei, invece dei -60 gradi centigradi, vi fossero migliaia di gradi di calore!!!

Ma la Terra non è una Stella giusto!

Ed allora perché la nostra scienza inventa paradigmi e postulati di applicazione universale?

Il 14 ottobre del 2012 l’austriaco Felix Baumgartner si è lanciato da quasi 39 km dalla stratosfera sulla Terra, ricordate? Ho seguito in diretta l’evento e ricordo che a quella altitudine la temperatura segnalata dagli strumenti era di poco sotto lo zero!! Ma come? Non ci hanno detto che tra i pianeti nello spazio profondo c’è il vuoto assoluto e temperature vicino allo zero assoluto Kelvin, ovvero -275 gradi celsius e tutto è immobile!!

Se non c è il vuoto, allora cosa c’è?

Perché la temperatura a 39 km è addirittura più calda rispetto ai 10 km sopra la Terra? Ci stanno nascondendo scomode verità? Non manca molto … vedrete!!

Tornando al Sole allora; si presume che sul Sole tra la superficie e la sua enorme atmosfera, che si estende per migliaia e migliaia di km, succeda qualcosa di incredibile; ovvero si generino quantità mostruose di energia, sotto forma di calore, milioni e milioni di gradi, che non arrivano però per convezione dalla superficie o dall’interno della nostra stella!! Vi è forse un trasporto attivo di calore o accade qualcosa che contrasta i principi della termodinamica?

Anomalia – 3
nel Sole l’energia viene prodotta per reazione TERMONUCLEARE, ove atomi di Idrogeno (H) vengono trasformati in Elio (He), con liberazione enorme di energia sotto forma di radiazioni elettromagnetiche che poi raggiungono tutti gli spazi del sistema solare.

Tra questi vi sono anche i raggi X (usati in radiologia per verificare lo stato osseo) ed i raggi GAMMA, che sono i più pericolosi per le cellule umane, in quanto penetrano in profondità.

Ebbene, moltissimi dei raggi gamma che, per postulato, si generano in questa termo-reazione nucleare, NON si trovano da nessuna parte, spariscono nel nulla!! è vero (si presume) che molti vengano assorbiti dalla magnetosfera terrestre che ci protegge : altri ricercatori teorizzano che vengano in parte riassorbiti dal Sole, ma comunque manca molta quantità all’appello.

Sapete come appare il Sole a varie frequenze? Quello che noi vediamo è in frequenze OTTICHE, dei nostri sensi, che vedono una limitatissima banda di onde (ne ho già parlato in altri articoli). In RAGGI X appare solo la Corona Solare!! In RAGGI GAMMA non appare nulla, il Sole è scomparso!!

“Da qui Messere si domina la valle, ciò che si vede è; ma se l imago (immagine) è scarna al vostro occhio, scendiamo a rimirarlo da più in basso e planeremo in un galoppo alato entro il cratere ove gorgoglia il tempo”
Banco del Mutuo Soccorso

Cosa vediamo allora noi umani? Parziali immagini che in altre frequenze si modificano o spariscono. Viviamo in un gigantesco OLOGRAMMA? E tale Ologramma può forse venir modificato o manipolato da persone o civiltà che possiedono uno sviluppo tecnologico maggiore alle nostre comuni limitate conoscenze?

“C è un intimo legame tra il Sole e la Terra. Vi è un Tunnel Spazio-Temporale che unisce all’istante i due cuori del Sole e della Terra e connette i loro Momenti Angolari … Il partner del Sole è scomparso ed è (diventato) il Cuore del Cristallo al centro della Terra, è il Sole Nero.”
Da Cambio di Logica di Giuliana Conforto astrofisica

“Le due spirali di energia magnetica Solare e Terrestre con il loro movimento di senso contrario uno all’altro, producono effetti STROBOSCOPICI, che danno l’illusione che tutto attorno al nostro pianeta si MUOVA, mentre in realtà è TUTTO FERMO …

I sette colori esistenti nella luce del Sole visibile, sono campi magnetici di RITORNO da altri Sistemi Solari, con i quali il nostro Sole è in Rapporto …

Il Sole dona a tutta la materia la sua Energia ritmica, ma la vuole nuovamente indietro dopo che è stata utilizzata.

L’energia del campo magnetico terrestre uscendo dalla Terra viene attirata verso il Sole e produce sul Globo solare una MACCHIA dovuta alla sua mancanza di Luminosità; tale energia viene poi riconvertita dal Sole in Energia Luminosa Solare riutilizzabile”
Teoria del ritmo solare Pierluigi Ighina (Milano 23.06.1908 – Imola 2004)

Sono tutti pazzi questi Signori sopracitati, Todeschini, Rol, Ighina non più presenti corporeamente sul pianeta e grandissimi ricercatori del 900 italiano e la vivente astrofisica Conforto? O forse hanno visioni, istinti e percezioni diverse dal conformismo scientifico imperante all’epoca e oggi giorno, che come nelle religioni utilizza dogmi e paradigmi rigidi ed indiscutibili??

Possiamo pensare che forse la nostra stella sia un TRASFORMATORE di altre Energie che arrivano dalla Galassia e che converta tali energie sconosciute in calore per permettere la VITA sul pianeta Terra? O che produca energia non necessariamente attraverso reazioni termonucleari? E che magari sia in contatto ETERICO diretto con la Terra, dove il Creatore ha attivato il seme della Vita?

Il sistema Tolemaico prevedeva la Terra al centro del sistema solare, poiché la Vita è presente sulla Terra e quindi il Sole e gli altri pianeti venivano visti più esterni, poiché l’obiettivo della Creazione era la Vita sulla Terra. Tutta l’opera di creazione aveva questo obbiettivo.

Poi sono arrivati i telescopi e Galileo, Copernico Keplero ed altri e cosi abbiamo visto e calcolato altre soluzioni possibili. Poi però abbiamo scoperto che esistono onde di vibrazioni diverse e che l’occhio umano è estremamente limitato: quindi lo sono anche i telescopi terrestri, a parte quelli che lavorano recentissimamente sui satelliti al di fuori dell’atmosfera terrestre in Infrarosso, Ultravioletto, Raggi x etc e che stanno rivoluzionando il pensiero scientifico consolidato da centinaia di anni.

Possiamo pensare che il Sole sia un PORTALE che comunica con altri sistemi solari? E quante altre domande …

Se pensate alle anomalie sopra descritte,soprattutto sulla mancata o minima emissione dei Raggi gamma in una reazione termonucleare, tutto si rimette in discussione!!

Possiamo pensare che oltre il 90% del nostro DNA, chiamato dalla scienza dogmatica, “DNA SPAZZATURA”, poiché non è implicato nella sintesi proteica e nei messaggeri nucleari ed è quindi considerato INUTILE, sia in realtà la CHIAVE per accedere ad altre percezioni su vibrazioni diverse, utilizzando non la materia grigia (neuroni), ma la materia bianca cerebrale, presente tra l’altro in misura maggiore nel cervello?

E la famosa ghiandola pineale, la piccola pigna “magica” al centro del nostro cervello, considerata fino a pochi decenni fa dalla scienza un inutile retaggio del passato? Andate a leggervi i miei articoli su pineale e Dmt.

Io personalmente sono stufo di dover ascoltare e credere in un tipo di ricerca scientifica che chiede prima ai “padroni” in quale direzione si deve cercare ed anche la verità che si deve poi comunicare: ed inoltre esilia e ridicolizza persone che propongono altre visioni o percezioni.

Cartesio, Aristotele e Platone non credo fossero degli stolti e Newton e Darwin, per fare due nomi, i possessori della Verità assoluta. Forse la Verità assoluta non esiste; esistono sistemi diversi di percepire la realtà e l’osservatore, cioè Noi, partecipa direttamente alla creazione di questa realtà, anche se non lo sa, oppure inconsciamente lo sa ed attraverso le sue scelte (libero arbitrio) crea realtà differenti.

I nostri pensieri ed intuizioni volano attraverso l’Etere universale e si scontrano ed interagiscono con lui, come lui interagisce con noi. Altro che Universo immobile e sfere fisse!! Universo attivo ed in armonioso movimento, che interagisce con le coscienze dei suoi abitanti!!

Del MOTORE PRIMO della Creazione, di CHI muove e produce l’Etere è inutile parlarne, abbiamo la dotta ignoranza; limitiamoci a pensare e valutare le manifestazioni percepibili.

Quindi vi rendete conto che siamo di fronte alla Rivelazione, alla cosiddetta Apocalisse e vedete come i governanti del mondo siano completamente impazziti (scrivo il 22.09.2016) e cerchino di bloccarla. Sanno che sta arrivando la fine dei loro inganni e delle loro bugie, perpetrati per centinaia e centinaia di anni per garantire soldi e potere nelle mani di pochi soggetti.

Non crederete mica che in un anno per colpa dell’uomo, delle sue emissioni di composti del Carbonio, al Polo Nord la temperatura si sia alzata di 30 gradi, mi pare in un mese invernale; oppure che le correnti oceaniche per la prima volta nella storia conosciuta, si stiano mescolando tra emisfero boreale ed astrale con conseguenze imprevedibili e catastrofiche per il clima!!

E’ la Terra ed il Sole in connubio, che hanno iniziato la pulizia dagli inganni e dalla incoerenza dei pensieri umani, dai soprusi soprattutto verso i minori ed i poveri, da parte soprattutto di uomini e talune donne che credono solo nella gerarchia di potere “scimmiesco”, senza voler offendere una specie presente sul pianeta.

Pur nei difficili momenti che la popolazione terrestre sta passando, si sente che qualcosa comincia a muoversi, che un nuovo senso di coerenza nei comportamenti e di giustizia morale in molti soggetti sta riemergendo. Ma ricordate che il sistema può cambiare, solo se ognuno di noi avrà il coraggio di dire quello che pensa e sente, a partire dai rapporti familiari, nel lavoro, nella politica, nelle scienze, religioni etc.

Dire: tanto va bene cosi, non è un bel ragionare, è un modo passivo di vivere questa esperienza terrestre!! La libertà di pensiero e di sentimenti e la purezza nei ragionamenti è irrinunciabile per un essere umano, qualsiasi sia il prezzo da pagare!!

E quando una trasformazione avverrà in voi, quando l’Alchimia della Coerenza vi avrà rigenerati, trasformati o trasfigurati in persone più oneste e veritiere verso voi stessi ed il mondo, il mondo cambierà per sempre!!

Cap 21-8 

“Ma per i vili e gli increduli, gli abbietti e gli omicidi, gli immorali e i fattucchieri, gli idolatri e tutti i mentitori, è riservato lo stagno ardente di fuoco e di zolfo. è questa la seconda morte”
Apocalisse di Giovanni 
Dott. Roberto Slaviero 

“Lo standard è l’insulto personale, non la falsità”

Come la legislazione italiana viene vista all’estero

articolo tradotto da: bOiNGbOING

Dopo una serie di cyberbullismo di alto profilo e i conseguenti incidenti di vendetta-porno, la Camera dei deputati italiana ha presentato un disegno di legge che non farà nulla per prevenire questi abusi, e tutto per consentire la dilagante e inspiegabile censura di Internet italiana, senza regola legge o sanzione per abuso.

Secondo la proposta di legge, i “gestori dei siti” e media italiani, tra cui i blogger, giornali e social network sarebbero obbligati a censurare la “presa in giro” in base “alla condizione personale e sociale” della vittima – che è, tutto ciò che personalmente il destinatario si sarebbe sentito offeso. La pena per la mancata adozione di azione è una multa di € 100.000. La verità è che non sia solo una difesa in giacca e cravatta ai sensi della presente legge – lo standard è l’insulto personale, non la falsità.

Cominciamo con quello che questa legge non farà in Italia: non si fermerà il bullismo, molestie o le vendette porno. La maggior parte dei servizi su cui gli italiani si esprimono non sono basati in Italia, o quelli che hanno le loro sedi di vendita in Italia, ecc, questi possono semplicemente spostare i loro uffici piuttosto che affrontare una multa 100.000 € ogni volta che qualcuno insulta qualcun altro in linea.

Ma quello che farà sarà quello di creare uno strumento per facilitare la censura senza processo o penalità per uso improprio. Lo standard proposto nel disegno di legge è semplicemente che la persona sul lato ricevente dell’argomento si sente lesa. Se si pensa all’abuso del copyright: la moltitudine di siti on-line già ricevono milioni di questi, più di quanto potessero eventualmente valutare, e quindi abbiamo un regime di rimozione per violazione che permette ordinariamente di rimuovere il materiale mettendoli in una luce poco lusinghiera.

Un male di questo tipo, rende almeno la censura contingente su qualcosa di specifico e oggettivo: la violazione del copyright, che ha una ricchezza di giurisprudenza con contorni definiti. Tanto che in effetti,  è necessario essere un esperto qualificato per giudicare un reclamo di violazione. Ma almeno si può oggettivamente valutare se una violazione del copyright ha avuto luogo.

Lo standard fissato e proposto dalla legge italiana per i crediti puramente soggettivi da effettuare, consente enormi sanzioni da imporre a coloro che li hanno in discussione prima di intraprendere atti di cancellazione e censura.

Come ogni diritto civile, la legge italiana propone favorendo i ricchi e i potenti, che meglio sono in grado di permettersi un contenzioso civile – si pensi ai vecchi e famigerati abusi delle leggi sulla diffamazione della Gran Bretagna, che corrotte e schermate potenti persone, da decenni hanno impunemente abusato sessualmente dei bambini, un segreto che nessuno ha osato farne un rapporto.

Cosa si può dire di più, se non quello di uno sfogo online sulla giurisdizione italiana sullo discutere di politica e la società civile, il che significa che questa legge in modo sproporzionato interesserà il discorso dell’interesse politico locale, dando i ricchi e ai potenti, al criminale e al corrotto, il potere incontrollato per rimuovere semplicemente il materiale che li offende – indipendentemente dal fatto che il materiale sia vero o falso.

L’esperto di Internet deputato italiano Stefano Quintarelli ha proposto un emendamento che rende la legge marginalmente più sana: sotto la sua modifica, una carenza su un avviso di censura non darebbe automaticamente luogo ad una multa; piuttosto, sarebbe la persona che ha ignorato la denuncia di una parte di ogni eventuale sanzione civile imposta da un tribunale di diritto.

Questo è un passo nella giusta direzione, ma è in realtà solo un cerotto su un abisso di male, legislazione reazionaria. Le persone che sono sinceramente addolorate continueranno a lottare per la giustizia; gli originali cattivi attori  (come i siti di vendette-porno) continueranno impunemente fuori giurisdizione italiana, e il ricco e il potente otterranno una forza-moltiplicatrice per tacere le critiche rivolte loro senza significative penalizzazioni per l’abuso.

Gli anni di Berlusconi hanno dato all’Italia una reputazione di caos politico. Nell’era post-berlusconiana, che speravamo fosse meglio. Con le idee che considerano seriamente un male di questo tipo, la camera dei deputati italiana continua a fare della politica uno scherzo globale.

Articoli correlati:

Le vendite delle malattie

Informazione o propaganda? 

Oggi mi è capitato di leggere un file davvero sconcertante. Fin dal titolo, ma il contenuto è ancora più sconcertante.

E’ un file scritto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per dare suggerimenti a qualunque autorità sanitaria su come rispondere in pubblico agli “anti vaccinisti” o ai membri del “movimento anti vaccini”.

Sottolineo “in pubblico” perché all’interno della guida è chiaramente specificato (alla fine) che se non c’è abbastanza pubblico o il pubblico non è abbastanza strategico … il consiglio è di NON partecipare nemmeno alla discussione. (!!?)

Tutto, e dico TUTTO, il contenuto della guida non è altro che un ottimo compendium sulle tecniche per convincere, persuadere e far cambiare idea al pubblico che ascolta. Di fatto, la persona con cui si discute serve solo per poter avere qualche spunto su cui basare i propri “spot” pro vaccini, visto che già in partenza si sa che la probabilità di cambiare la sua mente in merito all’accettazione dei vaccini è bassissima o nulla. Continua QUI

Cancro: la rivoluzione scientifica e il cambio di paradigma di Marcello Pamio – 16 settembre 2016 

A livello globale sta succedendo qualcosa di molto particolare: le più importanti riviste scientifiche accreditate (quelle col più alto Impact Factor, fattore d’impatto), stanno pubblicando studi e ricerche che minano alla base l’attuale paradigma.

La verità come si sa è figlia del tempo e stiamo assistendo ad un grande, strutturale e dirompente cambiamento scientifico. Il vecchio verrà spazzato via dal nuovo, che ci piaccia o no.

Gli accanimenti vergognosi che si stanno scatenando su tutti quei medici che in Scienza e Coscienza seguono le volontà dei propri assistiti e tralasciano i diktat delle industrie del farmaco vengono sistematicamente tacciati di ciarlataneria e pesantemente minacciati; gli attacchi mediatici dei media mainstream sulle persone che decidono di intraprendere altre strade aldilà della mortiferia chemio indicano esattamente questo.

Le persone stanno prendendo sempre più coscienza su vari fronti: i rischi delle vaccinazioni pediatriche, i grossissimi pericoli di chemio e radio, l’importanza di uno stile di vita sano in primis l’alimentazione, e questo sta facendo tremare il terreno sotto i piedi dell’Industria della malattia, che non guadagna se le persone rimangono sane!

Ricordiamo sempre che il pericolo più grande per il Sistema è il risveglio delle coscienze.

Gli studi qui sotto elencati rappresentano solo una piccolissima parte della mole di lavoro che è stata pubblicata ufficialmente. Continua QUI

 

 

Il corposo articolo che segue, si compone di sette punti, essendo protetto da Copyright non ho potuto metterne una piccola nota di introduzione. Se hai voglia e tempo lo puoi leggere a questo Link: http://antimassoneria.altervista.org/business-del-cancro-un-affare-politico-non-scientifico-mali-della-chemio-la-verita-sulle-cure-alternative/

Articolo correlato: 

Dimezzato il colesterolo! “Mai superare quota 100 mg/d” questo vale per tutti  

Essere informati è un diritto inalienabile … questo che segue è un articolo di Marcello Pamio pubblicato sul mio vecchio blog del 2008 e ri-postato qui nel 2010. Dopo una mia piccola introduzione segue l’articolo:

Il lato oscuro dell’oncologia: pericoli e costi.

Sono passati due lustri da allora, quello che è rimasto invariato sono i danni collaterali, i costi invece no, hanno superato ogni possibile aspettativa … 

Il “Wipe Clean” di Hillary

Putin potrebbe distruggere Hillary Clinton … questo Ottobre (2016)  

22 Agosto 2016 dal Sito Web ElRobotPescador traduzione di Nicoletta Marino Versione originale in spagnolo 

Si intensifica sempre di più l’isterica guerra d’informazione sulle elezioni presidenziali degli Stati Uniti, oscurata dalla grande ombra di Putin e dei servizi segreti russi.

L’ultimo capitolo si è svolto quando la leader della Minoranza Democratica della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti, Nancy Pelosi, ha detto che degli hackers russi che lavorano per il Governo del loro paese, avevano divulgato mail della candidata democratica per intaccare la sua popolarità (o meglio per affondarla definitamente).

La leader democratica, citando le fonti, ha dato riportato che molto probabilmente la divulgazione delle mail è avvenuta nel mese di ottobre, a pochi giorni dalla data delle elezioni presidenziali che si celebreranno il prossimo 8 novembre.

  Nancy Pelosi

I sospetti devono avere fondamento (perché nel Partito Democratico sanno perfettamente il contenuto presumibilmente polemico di queste mail) visto che la Pelosi e in varie pubblicazioni al servizio del Partito Democratico come Politico, si sono già affrettati ad asserire che i possibili documenti resi pubblici,

“sarebbero testi fabbricati dal Cremlino per dare più opportunità nelle presidenziali al rivale della Clinton: Donald Trump.”

I repubblicani dicono che i Democratici stanno cercando di distrarre il pubblico dalla questione più importante:

il contenuto delle infiltrazioni.

Dicono che i Democratici hanno già cercato di fare la stessa cosa con il primo lotto di 20.000 messaggi di posta elettronica del Comitato Nazionale Democratico (DNC) che è stato reso pubblico a luglio, che ha portato alla rinuncia della presidentessa Debbie Wasserman Schultz dopo aver aver dimostrato che alcuni membri del personale del DNC, avevano favorito la Clinton sul rivale principale, il senatore Bernie Sanders.

Funzionari dell’Intelligence (compreso il Direttore del NSA, Michael Rogers e il direttore dell’Intelligence Nazionale James Clapper), hanno sostenuto per molto tempo che una ampia manipolazione di dati è una possibilità inquietante e che potenzialmente sarà il prossimo fronte che sta germogliando, sia nel campo della ciber-delinquenza che nella guerra digitale.

Lo scorso mese, un gruppo bipartitico composto da 32 esperti di sicurezza nazionale del Gruppo di Sicurezza Nazionale dell’Istituto Aspen, hanno ravvisato uno specifico tipo di falsificazione, affermando che i presunti pirati informatici russi che avevano attaccato il DNC e il Comitato perla Campagna Democratica del Congresso, avrebbero potuto falsificare il contenuto degli archivi e che avrebbero rilasciato e presumibilmente avrebbero voluto vendere come documenti resi pubblici a coloro che avessero aggregato un qualsiasi tipo di informazione false per danneggiare Hillary Clinton.

La rivista americana Forbes afferma che se succedesse tutto ciò, sarebbe molto probabile che i documenti siano stati mail che la Clinton avrebbe cancellato prima di darli all’FBI e poi sono stati recuperati durante il tempo in cui gli hacker hanno avuto accesso ai server dell’account della Clinton.

È così che gli hacker sono divenuti gli unici possessori di queste mail visto che la Clinton ha fatto un “Wipe Clean”, cioè a fatto pulizia (il che rende impossibile recuperare archivi e posta elettronica eliminata) prima di dare i suoi server al Federal Bureaux of Investigations degli Stati Uniti (FBI).

Per questa ragione è possibile che in questo momento gli hacker posseggano mail e testi che nemmeno l’FBI o la Clinton posseggono.

Inoltre, tutto ciò permetterebbe agli hacker di falsificare quei documenti come meglio credono, aggiungendo “la salsa necessaria” come vogliono per demonizzare la Clinton senza che nessuno possa cambiare il contenuto, visto che l’unica maniera di dimostrare che quegli archivi pubblicati sia stati falsati sarebbe rendere pubblici altri presunti archivi originali che contraddicano quelle informazioni.

E questo è impossibile da realizzare…

La ragione? Accettiamo l’ipotesi che i ‘Russi’ manipolino i documenti, come già apparso sui media di informazione al servizio del Partito Democratico.

Chiunque abbia la pretesa di dimostrare che “i Russi” abbiano falsificato quei documenti resi pubblici, producendo gli archivi generali “non falsificati”, evidenzierebbe all’opinione pubblica quanto a sua volta pregiudicherebbe ancora di più la Clinton:

  •         L’FBI teoricamente non dispone di quei documenti originali e non falsificati, per cui non saprebbe come giustificare che all’improvviso li tira fuori.       
  •         Nessuna altra Agenzia Governativa, come la CIA, potrebbe tirar fuori quei presunti documenti, “non falsificati dai Russi” senza dover spiegare dove li ha presi, perché così facendo intensificherebbe l’ombra della vigilanza illegale di massa, in questo caso, sul Partito Democratico.        
  •         E soprattutto, i Democratici stessi e in particolare la Clinton, non potrebbero presentare quei documenti presunti originali, visto che così facendo incorrerebbero nel reato per aver nascosto prove non avendoli presentati all’inizio alla Giustizia e all’FBI.

Quindi tutto lascia presumere in una mossa da maestro di scacchi da parte di Vladimir Putin, sempre più vicino a uno scacco matto verso Hillary Clinton.

Alla Clinton rimane solo l’opzione di denunciare a priori che saranno resi pubblici solo documenti falsificati per dare la vittoria a Trump, “l’agente di Putin”, però senza nessuna possibilità di poter dimostrare che quei documenti sono stati manipolati.

E se non bastasse sulla Clinton pesa il pericolo che quei documenti siano resi pubblici da una fonte dal “prestigio inattaccabile” quale è Wikileaks.

Che le possibilità per cui Hillary Clinton affondi prima di arrivare alle elezioni dovrebbe essere una buona notizia per il mondo… ma non lo è più quando vediamo che l’alternativa alla Clinton è Donald Trump… come minimo, possiamo concludere che il mondo non guadagna molto conil cambio.

COMMENTO: A tutto questo dobbiamo aggiungere le crescenti e apparentemente fondate voci sulla cattiva salute di Hillary Clinton.

E visto che in questo blog ci piace molto fare congetture sui possibili piani e cospirazioni, pensiamo ad una possibile manovra sporca della Clinton per vincere le elezioni:

    utilizzare i suoi mezzi di comunicazione che sono con lei per simulare che i sondaggi la danno per favorita (anche se non è vero) e poco prima delle elezioni realizzare un ‘false flag’ (operatività sotto falsa bandiera) contro se stessa…

Stiamo parlando di un tentativo di assassinio contro la Clinton, dove lei sarà ferita da un proiettile e dal quale guarirà “eroicamente” per “continuare a dirigere il paese con pugno duro.”

Non c’è maggior dimostrazione di forza che apparire,

    “determinata davanti alle camere dopo un vile tentativo di assassinio” (in Spagna si è già utilizzato una volta questo metodo).

Cosa c’è di meglio di un pazzo difensore di Trump, preferibilmente razzista, che cerca di assassinare una “donna innocente” presunta progressista e “amante delle minoranze” come Hillary Clinton?

È possibile che qualcuna delle menti malate che la consigliano stiano già pensando a questo; comunque la formula risulterebbe una delle più vantaggiose per lei.

Così facendo si potrebbero utilizzare gli entusiasmi demenziali di carattere razzista di Trump, sommate alle sue insinuazioni di “sparare alla Clinton” per incolparlo dell’attacco.

Inoltre, questo servirebbe come un chiaro esempio della necessità di compiere “un controllo sulle armi” negli Stati Uniti.

Questo farebbe sì che si collegasse la Clinton con personaggi storici di prestigio della storia americana come i Kennedy (John F. Kennedy e Robert Kennedy), Reagan o lo stesso Abraham Lincoln.

E tutto ciò aggiunto alla campagna che vincola Trump al “nemico russo” e al malvagio furfante Putin.

E in ultimo un vantaggio in più:

    Le possibili dimostrazioni del brutto stato di salute di Hyllary Clinton dovute dai suoi problemi di coagulo e che presumibilmente potrebbero essere sempre più visibili a momenti, sarebbero giustificate dall’attacco ricevuto.

E così ad un certo punto vedremo una Hillary Clinton debilitata, e i mezzi di comunicazione a lei favorevoli vendere così la situazione:

    “ancora soffre delle conseguenze del attacco fanatico avuto” e agli occhi dell’opinione pubblica passerebbe (come cercano di fare i suoi nemici) come una “debolezza che la rende incapace ad essere presidente” mentre sarebbe “la dimostrazione di una forza incrollabile di una donna che sfida il destino e le pallottole e si espone eroicamente agli attacchi”.

Da un paio di settimane iniziamo a temere questo pacchetto di argomentazioni e più concretamente da quando Trump insinuò che:

    “un difensore delle armi potrebbe fermare la Clinton” (come si può essere tanto idiota?),

…e dal momenti in cui iniziò la campagna repubblicana sulla salute di Hillary Clinton.

Insomma, il clan gemellato Clinton-Bush, è specialista in ‘false flags’…

Bibliografia

Fonte

Articolo correlato: “La Scelta” Tra psico e squilibrio 

“GIGANTI” – “TITANI” – “umani”

por Ron McVan
01 Julio 2007
del Sitio Web Vinlandfolkresistance
traducción de Editorial-Streicher
22 Agosto 2016
del Sitio Web Editorial-Streicher
Versión original en ingles

 I Figli del Tuono

L’artista e scrittore americano Ron McVan (1950), che è stato associato con l’illustre David Lane e sua moglie Katja, nove anni fa ha scritto in castigliano il seguente e breve testo.

Uno studio su personaggi remoti dell’antichità, fatti di recente ha portato a prove di leggende e mitologie sui Giganti, che secondo quanto l’archeologia scopre continuamente non sono storie false.

Questo articolo può essere trovato in inglese sul sito Web Vinlandfolkresistance.

I “miracoli nella vita …
O meglio, la vita è tutto un miracolo. ” 

Ogni paese sembra avere all’interno dei suoi miti e leggende a volte molto distanti che fanno riferimento  a uomini di colossali e incredibili dimensioni e forza che si stenta a credere abbiano mai camminato sulla Terra.

I miti della storia sono mascherati e portano i giovani di tutto il mondo, dove l’atmosfera è più vicino al cielo, più vicino agli uomini che degli dei, e il tempo più vicino all’eternità.

La memoria della mente ha dimenticato molto tempo fa il suo passato, ma il ricordo del sangue conserva ancora al buio, l’antica magia selvaggia e la paura mistica del tempo dei Titani.

L’uomo moderno è felice di minimizzare l’importanza di tali epoche della storia come soggetto delle fiabe, e tuttavia la crescente evidenza continua a dimostrare il contrario.

Poiché non vi è alcun enigma che i dinosauri esistevano, dal momento che abbiamo le ossa, la carne e le sue orme, ma per quanto riguarda il gigante umano?

Prima di tutto bisogna andare indietro ai primi tempi in cui si credeva che i giganti erano i veri figli degli dei che sono venuti dal caos avvolti nella nebbia.

Con l’evoluzione, il pianeta Terra per eoni di tempo e miliardi di anni ha sviluppato una varietà infinita di specie viventi, molte delle quali si sono alternate nell’andirivieni, dove la storia ha davvero avuto inizio ?

A Londra, in Texas, per esempio, nel 1934 un piccolo manico di legno è stato trovato che sporge da una scogliera di roccia solida.

La roccia è stata spaccata e aperta nel 1947 da dove è scaturito una testa di metallo martello e all’altra estremità un manico in legno. L’età delle rocce analizzate è stata misurata in segmenti di tempo a 50.000 anni.

Quanti anni ci saranno voluti perché una roccia solida si formasse attorno a un martello?

Questo porta poi alla questione di come in molte epoche intere civiltà siano state completamente cancellate dalle liste della storia del genere umano a causa di molti disastri del passato?.

Il fatto è che il principio della storia umana si dissolve in un buio crescente, la grande età della nostra preistoria, Atlantide arriva di soppiatto a farci visita di nuovo. La leggenda di Atlantide sembra essere solo la fine di una memoria simbolica di una cultura perduta, una tenda che si chiude in un’epoca d’oro passata.

Molti fatti indicano che queste prime civiltà non erano affatto quelle che hanno iniziato tutto; invece, erano i resti di civiltà perdute molto più antiche.

Oggi, alla luce delle conoscenze accumulate su Atlantide, che conseguentemente più o meno sarebbe giusto dire che la loro distruzione ha anche segnato la fine dell’era delle razze giganti.

Lo scienziato austriaco molto competente Otto Muck [1892-1956] ha svelato molto del mistero circa la distruzione di Atlantide. Secondo la sua indagine sul disastro, la Terra sarebbe poi stata colpita da un asteroide nella zona del Mar dei Sargassi.

L’asteroide in realtà si sarebbe diviso in due prima di collidere con la Terra causando un doppio impatto. I crateri lasciati dagli impatti (che sono ancora ben visibili sul fondo dell’oceano) possono ora essere visti dai satelliti della NASA.

Al tempo delle indagini di Muck è stata visionata l’intera area con immersioni intorno al luogo dell’impatto.

Gran parte della pioggia di meteoriti che hanno seguito gli asteroidi hanno colpito le aree territoriali del Nord e Sud Carolina (USA) hanno lasciato un campo di crateri anche ben visibili, utilizzando i satelliti della NASA.

L’ingegnere Muck ha spiegato che questi asteroidi (ancora concentrati in quella zona dell’impatto) contengono molti miliardi di tonnellate di nickel. Ciò potrebbe spiegare il caos inusuale degli strumenti di misura in dotazione alle barche, navi e aerei che sono scomparsi nel noto Triangolo delle Bermuda.

Molti ricercatori hanno speculato circa la data sulla distruzione di Atlantide, che varia tra 10.000 e 12.000 anni.

Otto Muck non era soddisfatto di indovinare e speculare, ha fatto un’accurata ricerca sulla datazione, basandosi principalmente sulla precisione del calendario Maya. Egli individua il momento esatto della fine di Atlantide alle ore 20:00 locali, il 5 giugno 8498 a.C.

Il Nordic Edda sono una sorta di documento germanico di Atlantide, vale a dire, una descrizione del sito della “isola sacra” nella regione di ambra nell’età del bronzo, la sua distruzione causata da incendi e inondazioni, (distruzioni che si sono verificate in tutto il mondo), e la sua ricomparsa in un secondo momento.

Nel regno degli dei norreni conosciuti come Asgard, era noto il mjot vithr, “l’albero di misura”, noto anche come “cenere Yggdrasil”.

Questo albero, secondo l’Edda, è un simbolo centrale polare del cielo.

La parola Æsir [degli dei, norreni] deriva dalla parola che significa che è il polo o cielo, la colonna centrale dell’isola.

Diverse fiabe europee sono legati all’albero del mondo, come Cenerentola, che si traduce come “la ragazza dalle ceneri” [scorie = cenere; ash = cenere]. Nella storia di Jack e il fagiolo magico che deve salire il fusto dell’albero o del mondo per raggiungere la terra dei giganti.

Nel territorio di Atlantide, il gigante Atlante, è uno dei loro governanti e figlio del dio titano Poseidone, delle Esperidi, dall’Isola dei Beati, che possiedono le mele d’oro.

Nel pantheon norreno la dea Idun mantiene le mele d’oro nella cenere del suo petto, gli dei devono sempre dimostrare la loro giovane età. L’Edda Nordica ha conservato esattamente i ricordi dei tempi di Atlantide da cui deriva il nome “Golden Age”.

Nel Gylfaginning [prima parte del Edda in prosa, Sturluson] racconta come dopo Ragnarok (la fine dei tempi) Æsir si è seduto insieme agli altri per parlare con loro, facendo venire in mente la saggezza segreta e gli eventi di quei tempi che li hanno portati al successo …

Poi si sono trovati nell’erba quegli scacchi d’oro che Æsir aveva. Secondo l’Edda, l’Æsir ricorda la loro saggezza segreta; la parola “saggezza segreta” in norvegese è “Runar”, che significa anche “rune”.

Il dio Wotan è noto per aver dato il suo occhio sinistro alla luna Mimir per farle imparare bene la saggezza segreta del gigante. Mimir era il gigante più saggio del mondo ed è stato responsabile dell’antica conoscenza sacra.

In Atlantide i dieci re governanti indossavano mantelli blu. Wotan in Asgard era noto anche per aver indossato lo strato simbolico di cielo azzurro, come il dio Apollo era noto per avere i capelli tinti di blu che nasceva tra l’hiperbóreos del Nord. Tutta cosmologia teutonica della creazione inizia con i giganti.

Questi erano i giganti primordiali della tenera età del ghiaccio, la “Ur-Homines ” i cui discendenti avrebbero dato alla luce dopo Wotan e i suoi fratelli Vili.

Più tardi, quando i Giganti sono diventati una minaccia per gli dei di Asgard, a loro volta sono stati chiamati nemici.

Thor, figlio di Wotan, era noto tra gli altri nomi come “Assassino Giant”. In sostanza, il gigante è un simbolo di malcontento, per il quale hanno provato a detronizzare gli dei distruggendo il lavoro dell’uomo.

L’impresa del protagonista è quello di ripristinare l’equilibrio che era stato sconvolto dai giganti per sovvertire l’ordine universale.

“Gli uomini divini, andres theioi, alti dirigenti della repubblica ateniese, corrispondono alle ‘Suns di Dio”, i dieci re di Atlantide. In un caso abbiamo il padre del ‘seme’ Okeanos; in un altro, della Madre Terra, Gea. Ma in entrambi i casi Dio ha nominato custodi di uomini, Phylakes, una classe speciale di uomini, non solo politicamente, ma anche fisicamente.

Erano soprattutto quegli “uomini divini”, quei “Dei-uomini” … che erano saggi e profeti “. Platone

“Ha vissuto nella vostra terra (prima del diluvio) una razza più bella e più nobile degli uomini che sia mai vissuta,” afferma il sacerdote di Sais a Solone, “del quale voi e tutta le vostra città siete, un seme o un residuo” Platone, Crizia

In tutta la mitologia occidentale sono molte le leggende e i riferimenti europei  ai giganti nei primi giorni di Atlantide.

Altrettanto importante è l’eredità di Atlantide che rimane nella cultura, minoica e l’inizio egiziano e, di come essi stessi siano l’emanazione dell’Impero di Atlantide.

E’ importante notare che due papiri egiziani sono stati esaminati da Heinrich Schliemann nel Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo contenente le seguenti informazioni su Atlantis:

“Il faraone ha inviato una spedizione in Occidente per raccogliere le tracce di Atlantide, dove, 3.350 anni prima che gli antenati degli egiziani, sono venuti portando con sé tutta la saggezza della loro terra natale.”

Heinrich Schliemann, noto per la sua scoperta delle grandi – città perdute di Troia e Micene, ha anche trovato manufatti di Atlantide che avevano la scritta “Cronos di Atlantide”.

Cronos era conosciuto come il padre di Zeus.

“C’erano giganti sulla terra in quel momento.” Genesi 6: 4

Papa Gregorio ha ordinato di distruggere la letteratura classica,

“Il fedele non può distrarsi nella contemplazione del cielo.”

La Bibbia, tuttavia, non poteva ignorare certe realtà preistoriche che hanno dato la legittimità di alcune delle loro storie. Che comprendeva l’esistenza di antichi giganti umani.

In diversi segmenti di quella Bibbia si possono trovare passaggi come questi:

«E noi abbiamo visto i giganti, figli di Anak, che provengono dei giganti: e siamo rimasti al cospetto dei loro occhi come locuste.” numeri 13:33

“E ci fu un’altra battaglia a Gath, dove un uomo (nato da Giganti) di grande statura, che aveva sei dita per ogni mano e sei dita per ogni piede, in totale. 2 Samuel 21:20

Molti secoli lontani dell’uomo sulla terra potrebbero essere stati persi per sempre nel tempo.

I tempi noti per gli Atlantidei erano:

  • il Polar
  • Hyperborea
  • Lemuria
  • l’Atlante, che conduce al tempo dell’Aria

Le originali antiche razze di Atlantide erano molto alte di statura, tra 3 e 3.6 e 4.5 mt. di altezza.

Oggi, secondo i nostri standard, questi erano certamente dei giganti.

L’anglo – sassone denominato Etin, è ancora narrato nelle leggende scozzesi, è lo stesso scandinavo jötunn, la via, entrambi possono essere filologicamente confrontati con il Titano greco.

“Figli del Cielo e della Terra, Titani coronati di gloria, lontani dai loro genitori che vivono nel Tartaro buio, sono le fonti della vita e la fonte di tutte le creature che soffrono”.

L’antica preghiera Orfica 


L‘alta tribù Aurignaziana degli Atlantidei, fu poi succeduta dall’Aziliano, che ha invaso l’Europa in ampiamente differenti periodi.

La gigantesca popolazione Aurignaziana, durante quel periodo di storia era fisiologicamente di gran lunga superiore a qualsiasi tipo umano esistente. Ma alla fine sono stati sostituiti dall’Aziliano un popolo ancora alto ma molto più piccolo.

Lall’Aziliani, in seguito, sono stati i precursori della razza iberica.

Gli iberici erano una popolazione più piccola degli Aziliani, fisicamente ben sviluppati ma normale per i nostri attuali standard. Gli iberici erano un ramo delle tribù ariane, con capelli nerissimi, che sono stati creduti essere i fondatori del primo druidismo.

La loro razza si è mescolata in una buona parte con i Celti, Egizi, ispanici e diverse tribù costiere lungo le rotte di navigazione e commercio, sulla costa occidentale d’Europa, del Mediterraneo e del Nord Africa.

La maggior parte della loro gente sono diventati i minoici di Creta.

La mescolanza Celtica e iberica viene oggi comunemente indicato come i “Black irlandesi“.

“In alto, sopra regnava il Padre degli uomini, che minacciosamente tuonava verso il basso, Poseidone ha ampliato il mondo facendo tremare le alte vette … tale era la confusione quando la battaglia degli dei è iniziata.” Omero Iliade, XX

Per quanto riguarda la mitologia, Poseidone è un nome derivato da Potei-Don, che significa “Signore dell’acqua”.

In passato era conosciuto come “lo scuotimento della Terra. Potei-Don” è stato anche il grande dio titano di Atlantide.

Titano ha avuto tre figli:

  • atlante
  • Albione
  • Iberius

Atlas è diventato il dio di Atlantide, Albion, il dio della zona di quello che ora è la Gran Bretagna, e Iberius, Dio d’Irlanda.

Con l’affondamento di Atlantide, Atlas è anche diventato oggetto di mitologia.

Anche gli inglesi hanno una leggenda storica, la terra di Albione è rimasta abitata da giganti. Il più giovane Anthenor di Troia, Bruto, figlio impegnato in battaglia con il gigante Albion, accompagnato da un gruppo di Troiani esiliati sotto il comando di un campione lottatore chiamato Corineo.

Bruto è approdato in quello che è oggi il porto di Southampton.

Quando è arrivata la notizia dell’invasione, Albione ha impiegato un gigante molto possente e andò a cercare Bruto. E’ stata combattuta una sanguinosa battaglia in cui sono stati sconfitti i Troiani molti di loro sono stati uccisi, costringendo il suo esercito a ritirarsi.

Bruto non si è dato per vinto.

Durante la notte sono state scavate delle profonde e lunghe trincee con pali appuntiti che sono stati collocati sul loro suolo. Poi, i giganti, sono stati sfidati in una seconda battaglia. Questa volta i Troiani sono emersi vittoriosi, mettendo in fuga i restanti giganti in Cornwall, tallonati dagli uomini di Bruto.

A quel punto, Bruto ha deciso che sarebbe stata saggia l’idea di dividere l’isola in due, in quanto avrebbe potuto facilitare il controllo della razza dei giganti, mantenendo il resto di Albione presso il proprio dominio e rinominare l’altra metà dell’isola come la Gran Bretagna.

In una successiva sanguinosa battaglia d’Albione è stato ucciso da Bruto suo fratello Gogmagog, il più potente dei giganti in Gran Bretagna, è stato ucciso dal guerriero Corineo, che ha scaraventato il mostro giù da una rupe.

Quella scogliera sarà conosciuto in seguito come Lan-Goemagog o il Salto dei Giganti. Alba è un nome celtico derivato da Albione, da dove la Scozia ha preso il nome da Albania.

Dietro le opere profetiche del visionario artista e poeta William Blake, nel suo poema “Albion” si riferisce non solo alla Gran Bretagna, ma alla perfezione dell’umanità stessa, dove la vecchia età dei Titani, e contenuta nei suoi potenti membri e tutte le cose del Cielo e della Terra.

Nel suo catalogo descrittivo, Blake spiega che i figli di Albione, un tempo erano le figure archetipiche della “Golden Age”.

In quei giorni, la persona più conosciuta che è entrata e ha soggiornato in Roma è stato  Claudio Cesare. Il suo nome era Gabbaras, guidato dall’imperatore dall’Arabia.

Era alto 2,90 mt. Questo è importante per capire che i giganti sono completamente diversi degli antichi Titani, che erano la generazione originale degli dei, semi-divini “Ur-Homines”.

In California e Arizona sono stati rinvenuti scheletri di giganti alti 3,60 mt, con sei dita per ogni piede. Nei suoi scavi in Moravia l’archeologo Burkhalter ha trovato strumenti di pietra lunghi più di 3 metri di peso compreso tra 13,5 e 18 chili.

Le prove hanno dimostrato che questi strumenti non erano simbolici, ma erano stati utilizzati.

In epoca preistorica lAntica Creta era una propaggine dell’impero di Atlantide. Alcuni ritengono che Atlantide esisteva nelle regioni africane più vicine alle regioni del Nord-Ovest della Spagna vicino alle Colonne d’Eracle (Ercole). Le montagne dell’Atlante, montagne vicine al Marocco, gli antichi credevano che erano state così chiamate da Atlas, il titano di Atlantide.

Una scoperta elettrizzante è stata fatta ad Agadir, in Marocco, dove il capitano francese La Fanechere ha scoperto un arsenale completo di armi da caccia che comprendeva 500 doppie – assi da taglio del peso di 8 chili.

E’ stato stimato che per gestire quel tipo di scure, si dovrebbe dovuto avere le mani come un gigante con un’altezza di almeno 3,90 mt. Il capitano Fanechere potrebbe aver scoperto un insediamento dei giganti in una delle zone delle regioni di Atlantide.

Oggi, le menti incredule rimangono ancora chiuse come quando si era nel Medioevo, nonostante prove solide vengono presentate loro.

Quindi dobbiamo prendere in considerazione la scoperta di un gigante trovato sepolto con la sua armatura.

La scoperta è stata riportata da Hugh Hodson di Thorneway nel 1601, che si trova a Cumberland, Inghilterra.

“Questo gigante è stato sepolto a 3,60 mt. Nel profondo della terra, che ora è un campo di grano.

Misurava 4.10 mt. di altezza completo di armatura completa: con la sua spada e ascia astante da battaglia. La sua spada era di due piedi [40 cm]. Ampia, e più lunga di 1,80 mt.

la cima della sua ascia da battaglia era lunga e misurava 90 cm, e lo stesso asse, tutto di ferro, era spesso come la coscia di un uomo, lungo più di 1,80 mt. …

I suoi denti misuravano 15 cm. di lunghezza e 5 cm. d’ampiezza; la fronte era larga più di 50 cm. L’osso della mandibola poteva contenere 6 chili di farina d’avena.

La sua armatura, le armi come spada e l’ascia sono dove risiede il signor Sands, Redington e Mr. Wybers in St. Bees.”

Samuel Jefferson
La Storia e Antichità di Allerdale Ward, 1842
preso il manoscritto Machel, Carlisle, vol. VI

Ai nostri tempi moderni di tanto in tanto sentiamo parlare di anomalie in cui un essere umano raggiunge l’altezza di 2,40 o 2,70 mt., Ma ancora una volta questi casi sono rari.

Il gene biologico che produce il gigantismo nella statura degli esseri umani è un’anomalia che è quasi estinta. Se torniamo indietro di qualche secolo, quando il mondo era enorme e non ancora completamente esplorato gli avvistamenti dei giganti erano più frequenti.

Mentre la flotta di Magellano era nel porto di San Giuliano [Southern Argentina] nel giugno 1520, un gigante nativo è apparso sulla spiaggia vicino alla barca.

“Quell’uomo,” dice Pigafetta, un compagno di Magellano, “era così alto che le nostre teste a malapena raggiungevano la sua vita, e la sua voce era come quella di un toro.”

Il più piccolo dei particolari del nativo era molto più lungo e più ingombrante rispetto a Magellano e a uno dei suoi uomini.

Con uno stratagemma sono riusciti a mettere ai ferri due dei nativi, destinati ad essere portati in Europa. Entrambi sono morti prima del previsto viaggio.

Anthony Knyvet, che ha accompagnato Cavendish nel suo secondo viaggio disastroso e attraversò lo stretto [Magellano] nel mese di aprile 1592, parla di aver visto dei nativi della Patagonia alti da 14 a 16 campate (ovvero, tra 3 e 3,50 mt. ) di altezza.

Sebald de Weert, che ha visitato lo stretto nel 1598, parla dei nativi alti come da i 3 e 3,30 mt.

Joris van Spilbergen il 3 aprile 1615 che ha visto,

“Un uomo alto di straordinaria statura” che guardava le loro barche dal lato sud dell’ingresso per l’Oriente.

Nel ranch Lampock in California nel 1833 alcuni soldati hanno scoperto durante gli scavi uno scheletro di 3,65 metri di lunghezza e circondato da conchiglie lavorate, asce di pietra pesanti e rocce coperte con la scrittura incomprensibile.

E, uno simile è stato scoperto sull’isola di Santa Maria vicino a Los Angeles.

Nel luglio 1887 Ronald Charles Calais dice:

“Quattro uomini in cerca di metalli preziosi a Spring Valley nei pressi di Eureka, Nevada, hanno notato uno strano oggetto che fuoriuscuva da una roccia.

L’oggetto era un osso di una gamba umana, perfettamente rotto sopra il ginocchio. Dopo lo smaltimento di quarzite intorno alla gamba è stato portato a Eureka dove i medici lo hanno esaminato con attenzione. La gamba era senza dubbio quello di un uomo, e che uomo!

dal ginocchio al tallone misura 99 centimetri, il che significava che l’uomo deve aver avuto una altezza di 3,65 metri “.

Da sempre prima che gli dei apparissero e si manifestassero in mezzo a noi, e quando questo è accaduto, hanno sempre offerto gloriose ecatombi, hanno sempre partecipato con noi seduti allo stesso tavolo, e anche se un viaggiatore si è trovato da solo con loro, non hanno mai avuto ragione di travestirsi, visto che noi siamo parenti stretti di loro, come i Ciclopi e le tribù selvagge dei giganti “.

Omero, Odissea, VII

L’eminente scrittore Omero nella sua epica tomi l’Iliade e l’Odissea dà vita a un mondo vivido di dei, giganti ed eroi immortali.

Egli ha anche introdotto nel mondo della letteratura il più ricordato di tutti i giganti, il ciclope Polifemo, un flagello di umano e ubriacone che mangiava i greci un occhio. Quel personaggio impressionante alla fine viene sconfitto dall’astuzia di Ulisse.

Quella storia nell’Odissea ha lasciato l’impressione che Polifemo sia un residuo di una razza di ciclopici giganti di tempo fiorente molto lontano.

Ciò che è evidente anche nella ricerca del mito dei Ciclopi è che sembra ci siano stati due tipi di questi giganti. I primi ciclopi appaiono semi-divini e molto superiori all’uomo, e le specie successive si caratterizzano come incivili e come pastori di poco ingegno che sembrano a seguire ciò che tutti in generale seguono.
Il ciclope, caratterizzato dalla presenza di un occhio alla nascita, posto nella parte anteriore, è molto raro oggi.

O è un occhio epicerebrale, in qualche modo collegato allorgano parietale [occhio parietale o pineale] atrofizzato nell’uomo moderno, o un caso patologico.

Come una deformità, è il movimento di entrambi gli occhi verso il ponte del naso, dove vengono mescolati in un occhio.

La storia di Titanomaquia, o la guerra divina contro i Titani, riferisce che Urano, il primo sovrano del mondo, ha gettato i loro figli, Briareo e Gige Coto, la Ecatonchiri o Centímanos, nel Tartaro, insieme con il Ciclope,

“creature con occhi rotondi e circolari, i pastori giganti della Sicilia”.

Entrambi cromañones come i Ciclopi sembrano essere stati aborigeni degenerati di Atlantide.

Il Cro – cranio Magnon era grande, le orbite dei suoi occhi erano enormi, e tutto il suo fisico era possente.

Ci sono ampie prove disponibili sulla precedente esistenza del Cro-Magnon, ma che dire di quella strana specie esotica che sono diventate note nella mitologia come il ciclope di un occhio?

Il fatto stesso che un occhio dei giganti siano rimasti un elemento stabile per così tanto tempo nella letteratura occidentale, lascia un seme di pensiero concreto che  tempo fa sia esistito.

I Ciclopi talvolta sono stati conosciuti dall’uomo come gli assistenti, nell’esecuzione di grandi compiti di là delle nostre capacità, come lo spostamento di enormi pietre e lavoro per edifici e muri. Questi sono ancora oggi conosciuti come pietre ciclopiche.

Tali pietre irregolari enormi così accuratamente lavorate e messo in atto rimangono ancora un enigma per il mondo.

Le mura di Tirinto e Micene sono stati attribuiti dai greci del periodo classico ai Ciclopi, perché sembravano troppo difficile per semplici umani sollevarle.

Le pareti che presentano analogie identiche possono essere trovate in Perù, e in edifici in pietra subacquei di un’epoca passata molto tempo fa sulla costa di Bimini, nelle Bahamas. Ci sono alcune pietre lavorate così incredibilmente grandi e ciclopiche che la più grande gru al mondo non riesce a sollevarle.

Queste sono le tre pietre di Baalbek in Libano, dove i romani hanno posizionato sopra il loro tempio chiamata Heliopolis, o “Città del Sole”. Queste pietre posizionate una sopra l’altra alte come un edificio di cinque piani, e ciascuna dal peso compreso tra 600 e 800 tonnellate.

Il Trilithon di Baalbek

Il mistero si infittisce ulteriormente dalla presenza di una quarta ancora più grande, ma poi è stato abbandonato il taglio in una cava di pietra.

Quasi 1.100 tonnellate e 22 metri di lunghezza, il gigantesco monolite è il più grande pezzo di roccia scavata sulla faccia della terra. Per Spostarlo soli 3 cm. Sarebbe necessario un esercito di più di 16.000 lavoratori messi insieme. 

Il Trilithon di Baalbek

Oggi, con le nostre migliori attrezzature moderne non possiamo gestire pietre di queste dimensioni.

Come lo hanno potuto fare gli antichi uomini?.

Un aspetto unico circa i Titani e i giganti dell’antichità che parla chiaro dalle prove inoppugnabili è che probabilmente erano superuomini sia nel corpo che nella mente.

Erano fondatori di grandi civiltà e portatori di cultura, ingegneri e artigiani.

I giganti sono stati originati su questo pianeta prima o in parallelo con l’età dei dinosauri, o forse potrebbero essere venuti qui da un pianeta lontano delle Pleiadi, che alcune leggende suggeriscono?

Fai a te stesso questa domanda:

  • Dove, quando e perché una specie dha avuto origine?
  • Sono semplicemente apparsi dal nulla o hanno migrano da un pianeta all’altro attraverso le infinite galassie?

Ci deve essere un punto di origine per tutta la vita, ma dove?

Quanto più si guarda indietro nel tempo, dove ci aspetteremmo di trovare l’esistenza di società completamente primitive, tralasciamo di guardare in alto, molto più in alto, di quanto si possa immaginare oggi dalle migliori menti del nostro tempo.

Gli scienziati stimano che l’esistenza della Terra sia di 3.700 milioni di anni.

W. Scott-Elliot ha detto nel suo libro “La Storia di Atlantide”, pubblicato nel 1896, che le origini di Atlantide esisteva più di un milione di anni fa. Nel 1960, in una miniera di carbone in Italia, sono stati trovati resti umani risalenti a 10 milioni di anni.

Il nostro studio di archeologia ci dice chiaramente che le storie sono state completamente cancellate molte, molte volte.

Questo vecchia e croccante terra è sempre in lotta è stanca ed esausta, con i continui assalti di comete, asteroidi, meteoriti, alluvioni, terremoti, ere glaciali, elevazione e affondamento di continenti, cambiamenti continentali e cambiamenti dell’asse, e sì, anche con quel piccolo parassita distruttivo noto come l’umanità.

Noi umanoidi arroganti e rapaci della nostra fragile esistenza con dispositivi di consumo del mondo artificiale continuiamo a ignorare gli avvertimenti della natura, sempre partendo dal presupposto che sappiamo tutto, noi siamo l’alfa e l’omega di tutto ciò che è e mai potrà essere.

Da qualche parte, lontano nello spazio infinito, se si ascolta con attenzione, si sente la risata dei Titani …

“Le persone commettono errori nella vita
credendo troppo,
ma hanno una noia completa
se si sentono troppo poco.” James Hilton

bibliografia

Berlitz, Charles – Il mistero di Atlantide 

Bord, Janet e Colin – The Secret Paese
Collins, Andrew – Gateway to Atlantis
Paese, J. – Atlantide e le Sette Stelle 

Ebon, Martin – Atlantis le nuove prove
Georg, Eugen – Le avventure del genere umano
Gould, Rupert T. – Enigmas
Heindell, Max – Rosacroce Cosmo Conception
Kolosimo, Peter – Fuori dal mondo
Larkin, David – Giants
Life-Time – Talenti e saggezza degli antichi
Mereshkousky, Dimitri – Atlantis / Europa il segreto del West
Muck, Otto – Alla ricerca di Atlantide
Spanuth, Jurgen – Atlantis of the North
Spence, Lewis – Storia di Atlantide
Trench, Brinsley Le Poer – Temple of the Stars

http://www.bibliotecapleyades.net/gigantes/esp_gigantes_16.htm 

Traduzione e adattamento Nin.Gish.Zid.Da

Dum differtur, vita transcurrit.